Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola,lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione (art.21)

* HOME * CHI SONO * REGOLAMENTO * COSA HO APPENA [RI]LETTO * COSA HO APPENA [RI]VISTO, [RI]ASCOLTATO *
MI PIACE * FB 1 * FB 2 * SCRIVIMI * CONDIVIDO * DEFINIZIONI * SCRIVIMI * FONTI *


.

feisbuk

Me on Fb dall'inizio al 29 marzo 2016

29 marzo 2016 - I bambini osservano tutto. Vogliono imparare tutto e da tutto e da tutti. Notano piccolezze a cui noi non facciamo più caso o a cui non faremmo comunque caso. Ci imitano in maniera folle. Conoscono le nostre abitudini, spostamenti, tic. Ci anticipano. Ci ricordano le cose, gia' a 2 anni. Hanno bisogno di regole come dell'aria, e hanno bisogno di capire come funziona il mondo. Le parole sono dunque importanti, l'esempio decisivo. Presto vi dirò perchè mia figlia ha capito (sbagliando) che quando ti fanno una foto il comportamento giusto è chiudere gli occhi. E non c'entra il flash, che non uso.

27 marzo 2016 - SALVATE L'AGNELLO
Io oggi non ho mangiato agnello, non lo mangio quasi mai, mi piace poco. Ho mangiato antipasto di terra quindi maiale, poi riso al sugo (...), zucchine e peperoni cotti, patatine fritte, arrosto di vitello, etc. Tutto questo battage per salvare gli agnelli mi pare un po' insensato: durante l'anno all'agnello non ci pensa neanche un cane e al vitello poi, che adesso riposa nel mio stomaco, non ne parliamo. Buona insalata, e fate attenzione che non ci sia un verme: sarebbe un delitto!

27 marzo 2016 - La notizia del ponte sospeso di Vagli dedicato ai due marò (Latorre e Girone, caso dell'Enrica Lexie) è talmente surreale che basta raccontarla.

26 marzo 2016 -
Bruxelles, il sopravvissuto a due attentati: 'Dio veglia su di noi'
video.repubblica.it
OVUNQUE, MA NON LI'
Con tutto il rispetto, e augurandogli di guarire presto, non vedo come si possa dire che Dio era a Bruxelles in quegli attimi... magari era con lui, ma allora è un Dio personale che solo di lui si cura...
Inoltre tutto ciò mi ricorda il famoso discorso "aereo su asilo, 99 bimbi morti, 1 bimbo sopravvissuto: miracolo", al che io sempre dico: se proprio di miracolo doveva trattarsi, di bimbi se ne sarebbero salvati 100...
Intanto se una persona si trova sul luogo di tre attentati in tre periodi diversi in tre città lontane fra loro qualche domanda dovrebbe farsela, ma a parte la battuta io ci vedo solo della gran casualità, e fortuna sua, e sfiga pazzesca di chi ci è rimasto a pezzi, in quell'aeroporto, e tanta malvagità, e un Dio che non esiste e se esiste non si cura di quel che avviene sulla terra, perché probabilmente dispenserà la sua giustizia di là e dopo, ma non di qua e ora.
Poi è normale che una tale esperienza ti cambi.
La mia non è blasfemia, è uso della ragione che per chi ci crede Dio ci ha dato... non usarla è non usare un dono, io cerco di usarla. Poi l'uomo è finito, lo sappiamo, l'universo e il tempo infiniti.

25 marzo 2016 - Non comprendo chi si stupisce del fatto che Facebook spopoli e Twitter meno. Premesso che sarebbe davvero un peccato se l'uccelletto bianco in campo azzurro chiudesse i battenti, scattarsi un selfie e postarlo, o rispondere con due faccine e un grugnito a un post altrui è infinitamente più semplice che scrivere un pensiero, dovendo poi avere, oltretutto il dono rarissimo della sintesi.
‪#‎twitter‬ ‪#‎facebook‬ ‪#‎social‬

24 marzo 2016 - Luttwak minaccia di lasciare lo studio di Floris perché non gradisce un discorso di Crozza. Si accomodi...
Forse non è dell'idea che la satira non può avere limiti, magari urge ripassino delle regole di un paese democratico, libero e civile quale, sia comunque chiaro, noi non siamo eh!
‪#‎luttwak‬ ‪#‎dimartedi‬ ‪#‎crozza‬ ‪#‎floris‬

23 marzo 2016 - E anche questa volta allerta giallo vento per due giorni e una notte su tutta la Toscana; a Carrara, a Montignoso mare, a Massa, qualche raffichetta la notte, e basta. Continuiamo con gli allerta esagerati, estesi a tutta la regione e per giorni e giorni: fatti apposta per cautelare chi deve emetterli.

22 marzo 2016 - Purtroppo siamo circondati da bestie. Guarda negli occhi quello che sta davanti a te, potrebbe essere una bestia. Sgorbi. Dovremmo privarli anche del diritto alla difesa: un cane non lo ha. Quel che fai dà la misura dei diritti che possiamo riconoscerti. Non possiamo trattarti come una persona, se fai questo. A mali estremi estremi rimedi. Non sei una persona. Non sei niente. Non vali niente. Una macchia sul muro è più importante di te. Non ti toccherei nemmeno con una canna da pesca. ‪#‎bruxelles‬

20 marzo 2016 - ad Alice M.

Ciao Alice, sai che io quest'anno dedico una poesia a chi compie gli anni... se ho l'ispirazione, si capisce, perché anche se sono il Petrarca degli straccioni ho anch'io un minimo di professionalità... In attesa della tua proposta per un weekend da sogno a Poggibonsi, ecco qui:

Alice e gli anni... ma chi sa quanti ne ha fatti?
e soprattutto: li ha passati a guardare i gatti?
Sembra disperata, parla perfino di mal di schiena
deve aver raggiunto un'età pazzesca e oscena...
ciancia col broncio di rughe e di metabolismo
ma pare che si tratti solo di perfezionismo...

un tempo era così allegra, solare ed entusiasta
che ti chiedevi con cosa mai si condisse la pasta;
sentivi la sua voce squillante a tre isolati
resuscitava i morti e pure gli abbacchiati!

Entravi per sapere se facevano le fotocopie
ti vendeva un last minute low cost a Skopje...
passavi soltanto per fare un veloce salutino
un attimo ed eri al check-in di Capodichino;

aveva un sorriso per tutti i belli e per i brutti
scovava la meta ideale per onesti e farabutti:
tu volevi soltanto far due giorni e due notti a Praga
ti convinceva ad andare in Nepal con tutta la busta paga...

Adesso parla di bonifici e di età da pensione
manco fosse mia nonna; è autocommiserazione!
invece è sempre bella frizzante e sessuale
e io so che lo sa anche se il post è cimiteriale!

Buon compleanno!

18 marzo 2016 - SEMPRE SULLE TRUFFE DEL CLIC
-aggiornamento-

Di casi come questo (inconsapevole attivazione di servizi improbabili e relativo furto istantaneo di denaro sulla tua Sim) ne ho conosciuti almeno una decina negli ultimi due anni... Quanto a quello di cui ho scritto oggi in effetti gli euro non erano 12 ma 2 tuttavia il discorso non perde un grammo di validità perché non ha senso che in cinque minuti uno possa perdere due euro solo per aver aderito senza volerlo a un servizio, magari sfiorando un tasto... Ci deve essere una procedura a uno o due step almeno, che consenta di esprimere un consenso consapevole... non è possibile aderire a un servizio (che servizio poi...) semplicemente sfiorando un tasto, senza conferme ulteriori, lettura delle condizioni, scelta del modo di pagamento. Soggetti poco trasparenti, per usare un eufemismo, possono addebitare subito sulla tua Sim il costo di un servizio mai chiesto (con la silenziosa complicità dell'operatore che infatti, se telefoni furente, ti rimborsa...); se tu 15 minuti dopo averlo attivato per errore lo disattivi perdi comunque denaro... pensate alle persone che hanno poca dimestichezza con lo smartphone, agli anziani etc. È' inaccettabile. Sono trappole costruite per fregarti.
L'operatore poi ti propone di disabilitare all'origine la possibilità di attivare certi servizi (chiudere la stalla dopo che i buoi...): dovrebbe essere così di default, direi. E ti rimborsa: allora vedi che puoi strutturare l'accettazione a step? Ma non solo a chi si accorge del furto, a tutti!


18 marzo 2016 - COMPAGNIE TELEFONICHE COMPLICI DI TRUFFA
Tornando al caso truffa dei 12 euro, chi dà il permesso a Vodafone Wind Tim e soci di rendere pubblico il mio numero di cellulare mentre navigo (senza che io debba comunicarlo e senza che io debba fornire un consenso ESPRESSO) cosicchè truffatori assortiti possano gabbarmi addebitando (col loro cortese permesso) cifre varie sul credito della mia sim? Le compagnie telefoniche sono COMPLICI, questo dicono i fatti. E se la legge lo permette, sono COMPLICI lo stesso, moralmente. Poi ti fanno anche la lezioncina, al telefono: lei non doveva cliccare etc. Svendono il tuo numero a cani e porci tradendo il rapporto di fiducia col cliente (che dissanguano), e poi fanno i maestrini del ca**o.

(Vedi aggiornamento serale)

18 marzo 2016 - TI FREGANO 12 EURO IN UN MINUTO
Vai su un sito di test psicologici, clicchi su Conferma alla fine del test (magari anche per errore, lo schermo di uno smart è piccolo e il tasto enorme) e ti arriva un messaggio: hai attivato un servizio di non so che da 5,09 euro a settimana. Se vuoi disattivare, dice, chiama lo 02.. ecc. Chiami SUBITO e disattivi il tutto 3 minuti dopo l'sms di attivazione. Ti arriva subito un sms di disattivazione. Guardi il tuo credito: MENO 12 euro
Ora, Palmago è TRUFFA, mi pare evidente.
Ma i veri truffatori sono: lo Stato italiano, che permette che si possa fare questo senza subire conseguenze, e le compagnie telefoniche, che lo consentono e (è stato dimostrato varie volte) ci guadagnano. Loro potrebbero impedire tutto questo, ma non lo fanno.
Sono tutti TRUFFATORI.
In un paese civile, non potresti mai attivare un servizio sfiorando un pulsante. Ma dovresti perlomeno confermare l'intenzione successivamente, rispondendo a un messaggio, per esempio. E il diritto di recesso? Vale 1 minuto adesso, non più giorni?
Si tratta di un sistema per rubare 12 euro alle persone.
Si tratta di merde.
La pena giusta per chi truffa i consumatori sarebbe appenderli nudi a un palo, al sole, per 60 giorni senza cibo, solo un getto di acqua gelata ogni due o tre giorni per non farli morire di sete. Altro che processi e multe, prescrizioni e patteggiamenti, cavilli e attenuanti.

(Vedi aggiornamento serale)

18 marzo 2016 - Caso Varani
Dalla ricostruzione dei fatti da parte di Foffo (Il Fatto Quotidiano, online, 17.3.2016)
--
Con una leggera spinta Marco ordina a Luca di mettersi nella vasca e poi a bruciapelo gli dice: “Sai che c’è? Abbiamo deciso che ti vogliamo ammazzare”. Manuel sta zitto, ma incontra lo sguardo diabolico dell’amico. Un lampo di intesa che fa scattare l’azione. Manuel prende i coltelli e il martello. Quindi, sempre secondo Foffo, è Marco che colpisce per primo Luca con la lama, al collo. Brandisce un coltello anche Manuel e poi, dice Foffo, visto che Luca non moriva e gli faceva pena, è lui stesso che tenta di finirlo con tre martellate in testa.
--
Adesso dobbiamo pure ringraziarlo perchè ha cercato di ridurre le sofferenze del Varani.

Stiamo perdendo di vista la giusta visione delle cose, noi umanità intendo; anzi voi, che a me un po' schifo fa, l'umanità.

18 marzo 2016 - SEMPRE PIU' GIU'
Omicidio Varani, il padre di Manuel: “A noi Foffo non piacciono i gay, ma le donne vere. E mio figlio non è da meno”.
Ecco, penso sia giunto quel fatidico momento, che è fatale che arrivi prima o poi, in cui Foffo padre farebbe bene a stare zitto da qui al 3000. In prima battuta, perché sta facendo affermazioni omofobe e sgradevoli. In secondo luogo per rispetto, perchè è stato massacrato con immane crudeltà un ragazzo, e guarda caso ad essere implicato è suo figlio. In terzo luogo, perché sta danneggiando la posizione già gravissima del figlio.
Ha un figlio accusato di essere un assassino, ok, ma non si dica che sia gay!
Giorno dopo giorno, soprattutto ascoltando quel che dicono figli e padri, sto capendo molte cose, di questo caso


17 marzo 2016 - ad Ylenia C.
Con il cerchio, i gatti e i cani
i tuoi ritmi son marziani
non stai ferma mai un secondo
sembri un girotondo biondo
testa in giù, all'insù le gambe
giri e fai figure strambe...

con la Punto che scoppietta
sembri quasi una saetta
e ti spremi le meningi
per quei sassi che dipingi

e raccogli cibo e stracci
per quei poveri cagnacci
che son tanto buoni e cari
certo più dei proprietari

oggi è il tuo compleanno
sai come strombazzeranno
quei simpatici animali
che tu curi e piazzi a tutti
certo non ai farabutti.

BUON COMPLEANNO YLE


17 marzo 2016 - JUVENTINI E INTERISTI, AVRESTE ROTTO UN POCHINO LE SCATOLE
Sono passate 24 ore e continuo a dovermi fare strada fra selve di messaggi di interisti che gioiscono e di juventini che, sintetizzando, dicono: in questo modo l'Italia non avra' mai quattro squadre in Champions, peggio per voi che tifate contro e siete anti-italiani, etc.
Ribadito che io non sono né Juve né Inter, mi chiedo:
1) se ci fosse stato Bayern-Inter, gli juventini averebbero tifato o gufato?
2) se il Bayern avesse eliminato l'Inter, gli juventini avrebbero gioito o pianto?
Faccio poi notare che la Juve è antipatica perchè chi è' forte e vince tanto non può essere simpatico a tutti. Ma ci mette anche del suo: la dirigenza fa di tutto per risultare superba e antipatica, il motto "vincere è l'unica cosa che conta" è idiota ed è il contrario dello sport, la menata dei 33 scudetti puerile e assurda (se non riconoscete la giustizia sportiva italiana, perchè partecipate al torneo italiano? e perché riconoscete lo scudetto che vincete da anni ogni maggio? Non si può dar valore al titolo assegnato da organi che ti hanno giudicato con sentenze che non si rispettano). L' aver riabilitato i dirigenti coinvolti in quel marciume, poi, è imperdonabile. Ammesso che altri, colpevoli, abbiano pagato meno del dovuto (Inter?), quel che hanno combinato alcuni dirigenti bianconeri è gravissimo e inaudito e la serie B è stata una punizione minima (tanto è vero che fu proposta come male minore dagli stessi avvocati Juve). Se Piero ruba e Luca magari meno ma ruba pure lui, il fatto che Luca la sfanghi (magari per mancanza di prove, o perché non ruba) non è buono ma non toglie nulla al fatto che Piero ha rubato. Io ricordo benissimo le intercettazioni e ancora non ho digerito il fatto di essere stato preso per il culo per anni, come sportivo e come spettatore, dai dirigenti di Juve Milan Lazio Reggina Fiorentina, da vari arbitri, designatori, giornalisti, dirigenti federali etc.
Quindi agli interisti dico: se proprio per cultura soportiva non ce la fate a non rompere le scatole a chi perde, fatelo (lo fanno anche gli altri, o meglio molti: io per esempio no); agli juventini: non fate le vittime, non vi si addice; avete giocato bene e avete pure subito alcuni torti, ma siccome per voi conta solo vincere, avete perso quindi finitela. E mammasantissima!

17 marzo 2016 - MESSAGGIO AGLI JUVENTINI
Non stupiamoci dell'evidente...
circa mezza Italia tifa Juve, l'altra metà circa tifa contro, ad alcuni poi (pochi) non interessa se la Vecchia Signora perde o vince... ma quando l'Inter prende una legnata, gli juventini sono i primi a prendere per il bavero i "mai in B", quindi, sebbene io personalmente non sia né nerazzuro né bianconero e non prenda mai in giro nessuno per una sconfitta (sono di scuola Mantovani, io!), direi che tutto torna. D'altra parte la Juve vince molto di più dell'Inter, quindi le prese per il sedere sono più spesso juventine... E poi il motto di casa Agnelli è "vincere è l'unica cosa che conta" (che per me è una bestialità a-s-s-o-l-u-t-a), sicché quelle rare volte che perdete (fra l'altro, giocando pure bene), fatevene una ragione, della sconfitta e degli sfottò!

16 marzo 2016 - BANCHE DEL 2000
Siamo nel 2016, un bonifico fatto online ieri mattina dopo 25 ore ancora non è arrivato. Conto di partenza e conto di destinazione: stessa banca. A cosa serve tutta 'sta roba dell'online, delle carte contactless etc se poi non riusciamo a spostare due cifre su un pc in 25 ore, fra l'altro bonifici da mittente abituale a destinatario abituale, e comunque cifrette? Nel mio modo di vedere le cose, due ore sarebbero troppe. Fanno utili paurosi e offrono servizi penosi. Naturalmente se spendi la cifra in arrivo prima di averla sul conto vai sotto, e allora sono botte da 70 euro al giorno. In quel caso dell'ammanco prendono atto seduta stante: l'efficienza quanto torna comoda.

16 marzo 2016 - Un'Europa che permette lo schifo disumano dei campi profughi non serve a niente se non ad ingrassare burocrati inutili e speculatori senza scrupoli. I campi profughi sono la manifesta dimostrazione dell'inutilità di un qualsiasi agglomerato sociale o politico che non sia nemmeno in grado di garantire a tutti condizioni di vita decenti.
Come recita una vignetta riuscitissima sul Fatto di oggi (Vauro), l'Europa cercherà nuove forme di vita su Marte, nel frattempo non si accorge di quelle che stanno morendo ai suoi confini e che chiedono solo di entrare per poter continuare a vivere.

14 marzo 2016 -
Sui vegani, prima di addentrarmi, preciso questo:
ci sono gli "onnivori", i "vegetariani", i "vegani", i "semivegetariani", gli "ovovegetariani", i "latteovegetariani", i "crudisti" e i "fruttariani".
Io sono della categoria dei "tuttoquelchenelpiattononsimuoveosimuovepocoani".
Poi magari in futuro cambio idea e divento tutt'altro, per esempio "bacchiano" (mangiano solo bacche secche, e solo se raccolte con guanti in ecopelle) o "scarpettiano" (a tavola guardano gli altri mangiare senza toccare nulla tranne uno strano beverozzo giallo ricavato dalla spremitura dei cardi, ma poi a fine portata pretendono di fare la scarpetta nei piatti di tutti e tirano avanti con questo, ma solo se il pane è integrale e senza sale, cotto in forni a legna non maltrattata, cioè staccata dagli alberi col loro consenso)
Ricapitolando, next stop:
-"incrociarsi e dirsi oddio", ovvero il porno quotidiano
-"veganesimo e altre religioni"
Stay tuned.

12 marzo 2016 - TI PIACE VINCERE FACILE?
Io so di valere e non importa se in questo momento qualcuno penserà che sono un tipo che si accontenta di poco: rispetto tutte le valutazioni, anche quelle sbagliate... Quando comunque dubito di me mi basta leggere a caso qualche pensiero di Renzi Nardella Salvini Orfini Boschi Berlusconi e compagnia per sentirmi già pronto per il Nobel. Lo so che non vale, e' brutto vincere facile, ma almeno ho una carica suppletiva e a costo zero.

12 marzo 2016 - Tornando all'insulso post di Carlo Taormina del 7 marzo, relativo al caso Varani ("Queste sono le conseguenze del permissivismo e dell'omologazione dell'omosessualità"), direi che quanto si apprende ora dopo ora porterebbe invece una mente ragionevole ad affermare l'opposto, e cioè che la non omologazione dell'omosessualità è fra le concause di questo orrido affare.


12 marzo 2016 - UN CASO SU MILLE SI RISOLVE
Avete notato vero che in Italia i casi di omicidio generalmente non hanno soluzione? Anche quelli per i quali formalmente abbiamo avuto, dopo anni e anni e dopo surreali florilegi di sentenze assortite, un colpevole da sbattere in gattabuia non si può certo parlare di casi risolti, se ci pensate. Io non ricordo prove schiaccianti che al di là di ogni ragionevole dubbio attestino la colpevolezza dei vari Stasi, Olindo e Rosa, Ceste o, per citare i casi ancora in via di definizione, Bossetti. I soli casi certi sono stati quelli in cui vi è stata piena e incondizionata confessione, poi non ritrattata, oppure una scia di tracce reali e informatiche così pacchiana che solo un cieco avrebbe potuto fallire. Questo non vuol dire che le sentenze non siano giuste, sia chiaro. Ma tu la certezza non l'hai, hai solo convinzioni personali, e la ragione per cui non hai la certezza è che le prove latitano. E se le prove latitano la ragione è che chi deve raccoglierle non fa bene il suo lavoro. Non si spiegherebbe altrimenti perchè persone comuni che commettono omicidi efferati, magari spinti dall'impulso di un momento, riescano poi ad occultare tracce e prove manco fossero criminali professionisti. Le indagini sono effettuate male, vedi a Perugia dove anche una sentenza lo ha certificato a chiare lettere. Poi, a complicare il tutto, quando arrrivi in tribnale con due prove ballerine in croce, ci si mettono i media spargimerda e irrorapanzane, gli avvocati cercacavilli, le leggi che glielo permettono, le prescirizioni, i patteggiamenti, il perverso sistema delle notifiche, le ricusazioni, i tre gradi di giudizio, etc. Giustizia è fatta! Ma dove? E' fatta nel senso che non è in del tutto in sé, semmai. E la colpa quasi mai è dei giudici, che si limitano generalmente ad applicare leggi fatte da incompetenti o farabutti e a valutare prove che definire semplici indizi sarebbe già un favore.

11 marzo 2016 - OMICIDIO VARANI
Io davvero non capisco... Il Varani voleva fare sesso a tre? Lo si dice, probabilmente è una calunnia. Il Varani si drogava? Mah... prima di dire certe cose occorrerebbe esserne certi; di certo per ora c'e' solo l'orribile delitto del Prato e del Foffo, rei confessi, e, pare, inquietanti episodi della loro vita passata. E poi sono affari suoi, vi risulta che il Varani abbia massacrato qualcuno? Solo che si è messa in moto la macchina dei media, che tutto ingloba, mastica, assimila, trasforma, trasfigura e poi espelle come feci. E' cominciato il gioco del sono tutti colpevoli, il massacrato e i massacratori, e quello dell'erano drogati e ubriachi, non erano consapevoli, non c'era premeditazione: follia. Molti giornalisti e molti avvocati dovrebbero vergognarsi. Se io il giovedì mi faccio un pokerino e vengo ucciso come un cane, cosa c'entra il pokerino? Come faceva sesso il Varani e con chi non riguarda noi e non e' rilevante ai fini di quel che gli è successo. Allo stato attuale, due ragazzi sbronzi e strafatti hanno attirato in trappola, torturato e ucciso in maniera orribile e crudele un amico, "per vedere l'effetto che fa": mi fermerei a questo. Il resto sono disgustose insensatezze.

11 marzo 2016 - Sono sempre io, nonostante tutto
di www. ledoprato.it
http://www.ledoprato.it/sono-sempre-io-nonostante-tutto/
Mio commento:
Come padre capisco cosa stia provando, di fronte al doloroso e inaspettato fallimento di un progetto di vita. Pur non condividendo la sua fede, le auguro sinceramente di farsi forza. E il mio pensiero va anche e soprattutto ai genitori, ai parenti e alla fidanzata della vittima, ai quali lei non dedica nemmeno un pensiero, presumo e spero per effetto della tragedia che sta vivendo. Né mi piace che si possano assimilare le responsabilità di chi ha colpito, certe sebbene da definire nei contorni, con quelle di chi è stato colpito, fino a prova contraria irrilevanti o comunque non paragonabili e, allo stato, non immaginabili. Tre famiglie sono state distrutte, è vero ma i ruoli e le responsabilità, sia pure in questo primo abbozzo del lungo percorso che tutti vi aspetta, sono ben diversi e ben distinti, anche se ugualmente dolorosi. Questo non riduce la mia comprensione per i genitori di tutti e tre i ragazzi, che si trovano di colpo a dover fare i conti con un figlio molto diverso da quello che immaginavano o con un figlio che il Male , una sera di pochi giorni fa, ha portato via con sé.
E POI:
E comunque, senza voler anticipare la sentenza, occorre notare che ogni giorno emergono nuovi particolari inquietanti relativi anche al passato di Prato e di Foffo... In particolare, si legge sui giornali, il Prato ha al suo attivo comportamenti tali da rendere difficile definire questo delitto come un exploit assoluto. Ripeto: senza anticipare il lavoro dei giudici, il post del padre di Prato è in effetti parecchio monco ed eccessivamente asettico, a mio avviso. Penso che i giorni a venire ci aiuteranno a capire molto di più di questo fatto orribile.

10 marzo 2016 - Ricevo or ora, a metà di un prosecco:
"la tua richiesta di rinuncia a TIM Prime e a tutti i suoi vantaggi è stata presa in carico."
Sono commosso, lacrimando annacquo il beverozzo. Immagino che la mia richiesta sarà presto esaminata da una commissione all'uopo convocata. L'Italia è il paese che amo!

10 marzo 2016 TAORMINA, PER FAVORE...
Carlo Taormina scrive su Facebook a proposito del ragazzo (Varani) massacrato dagli altri due (Foffo, Prato): "Queste sono le conseguenze del permissivismo e dell'omologazione dell'omosessualità".
Replay (è meglio): "Queste sono le conseguenze del permissivismo e dell'omologazione dell'omosessualità".
Non trovo un senso plausibile in quest'affermazione e il motivo è che non ce l'ha; inoltre è omofoba, dato che l'omosessualità ha necessità di essere "omologata" sono nelle menti per le quali costituisce un problema. Sarebbe come dire che i delitti d'onore sono una conseguenza dell'omologazione dell'eterosessualità o del matrimonio. Davvero un post ASSURDO che rigetto in pieno.

10 marzo 2016 - GRAZIE FACEBOOK
Dopo un anno che stai su Facebook puoi anche tirare i remi in barca... Facebook, che ben conosce la sindrome del foglio bianco che tante vittime miete negli anni della scuola dell'obbligo, ti propone di continuo quel che hai scritto proprio oggi, 1,2,3 o più anni fa, anche le più galattiche c@g@te, e tu potresti non far altro che riproporle, senza inventarti nulla di nuovo. Effetti collaterali: quelli che vista la tua foto col braccio ingessato del 1962, ti chiedono preoccupati come stai. Ma ci si puo' passar sopra, possiamo sempre prenderli un po' per il sedere.

10 marzo 2016 - PRIMARIE AH AH
Il caso schede bianche su primarie Roma
Il partito: "Abbiamo fatto male le somme"
Solo 500 le non votate. Giachetti: "Che cambia?"
(repubblica.it)
Mah... intanto le primarie sono una burla, organizzate cosi', niente a che vedere con quelle USA, e poi se permetti mi devo far governare da chi, non eletto fra l'altro, sbaglia i conti con quattro schede o minimizza gli scandali di Roma e Napoli? (o sconcia la Costituzione, o candida inquisiti, imputati, condannati, o demolisce lo statuto dei lavoratori, o.. o... o...)
Dai su. In Italia molti avranno perso il senso delle cose, ma molti, me compreso, no. Sono quelli che non vi votano o non votano, per la precisione. Piu' di metà del paese, per la precisione. E saranno sempre di più se questo è l'andazzo, oh yes

10 marzo 2016 - PENA MASSIMA
Stasera fra Chi l'ha visto? e la veloce lettura di un quotidiano ho rivisto ancora i dettagli di alcuni assassini brutali avvenuti negli ultimi giorni, dalla maestra raggirata e poi uccisa al ragazzo fatto fuori per vedere l'effetto che fa. Non è sull'onda del momento che mi dispiace non sia prevista la pena di morte, è una mia ferma convinzione da sempre. In tutti i casi in cui non vi sia lo straccio di una motivazione valida (legittima difesa, per esempio) e in cui vi sia piena certezza dell'identità del colpevole (confessione, per esempio) ritengo che la pena di morte sia l'unica risposta possibile a simili barbarie, e francamente me ne frego di tutte le associazioni o dei singoli che non vogliono che si tocchi Caino. Per quanto mi riguarda, era Abele a non dover essere toccato. E di certo non sono di destra.

9 marzo 2016 -SENZA GRAZI(E)A
Tardo pomeriggio, centro città, due ragazzi entrano in un baretto, sono sui ventidue-venticinque, lui chiede se c'e' un bagno, il gestore glielo indica, lei aspetterà impassibile cinque minuti buoni in piedi accanto ai tavolini, se non ricordo male senza neanche cambiare posizione, nel locale siamo in tre oltre al gestore e a loro due.
Il ragazzo termina i suoi bisogni, raggiunge la ragazza, escono.
Non dico senza prendere un caffè... ma senza nemmeno dire grazie o salutare.
Il gestore lo fa notare, lo avevamo notato.
Segue veloce discussione sul fenomeno a cui abbiamo assistito. Il tono è quello un po' sfavato e saccente tipico del post aperitivo, ma i contenuti sono sacrosanti.
L'educazione non ce l'hai nel dna; se non te la insegnano, non la apprendi.
O almeno un po' di savoir faire, toh.
Fra un'ora si cena, ha smesso di piovere.

8 marzo 2016 - CREDERCI
Alla fine, dare 10 euro senza obbligo di restituzione a uno sconosciuto che ti chiama dal marciapiede opposto e si offre per strada come lavorante e che poi, parlando sotto una leggera pioggia, ti chiede in prestito 23 euro per la bombola del gas, e parla di casa e dei suoi figli, del lavoro che non c'è etc... vuol dire essere stupidi? Io dico che forse è così, ma dico anche che farlo vuol dire: crederci.
Si è corso un rischio, l'angolo era poco frequentato e poco illuminato. E poi c'è il rischio ancora più grave, se vogliamo, di essere stati presi in giro. Ma farlo vuol dire crederci. Credere in cosa? In qualcosa che dentro molti non c'è mai stato e in molti non c'è più.
E non parlo di un dio o di una religione, fra le tante che ci impongono regole demenziali e ci prospettano scenari precotti.
Parlo di quel che in alcuni di voi c'è, ma in altri no, e comunque è sempre più difficile trovare o veder trionfare su istinti e comportamenti opposti.
Semplicemente, crederci.
Perché essere circondati da persone ormai poco umane, o pensare che questo mondo ha scritto nel suo dna la condanna inevitabile che lo attende, non vuol dire smettere, dentro di sé, di crederci. Perchè certe cose le pensi e basta, senza curarti se per caso sei rimasto il solo a pensarle.

8 marzo 2016 - #‎PD‬ ‪#‎primarie‬ ‪#‎flop‬
Primarie PD:un flop e pure sospetti di brogli. Io, fossi stato Orfini, avrei evitato di parlare, dopo due minuti, delle consultazioni del M5S... adesso che (pare) vien fuori il lercio, quelle parole fanno ancora più ridere.

8 marzo 2016 - Oggi le previsioni meteo dei più accorti recitavano: graduale miglioramento nel corso del pomeriggio; evidentemente abbiamo un'idea diversa di graduale o di pomeriggio.

6 marzo 2016 - A Carrara -vi sono cani randagi dall'intestino operoso oppure -vi sono padroni di cani dal cervello difettoso. Di certo chi dovrebbe vigilare, ammonire e sanzionare latita e alla grande. Stesso marciapiede, stamane 6/3/16. Una c'era già da ieri sera. Allego interessante contributo fotografico.

5 marzo 2016 - Amore vuol dire crederci sempre.
Da quando è tornato Montella erano otto le partite e ben sei sconfitte e due soli pareggi... ma la squadra cresceva, il gioco migliorava e solo un' incredibile serie di circostanze "sfortunate" ci aveva impedito di prendere punti già con Bologna e Torino e a Inter e a Roma dove pur giocando molto bene eravamo stati sconfitti.
Ma mai abbiamo perso la fiducia, mai l'entusiasmo. I miei post lo testimoniano. Adesso con un doppio colpo di reni abbiamo colto i frutti e stiamo uscendo dalle sabbie mobili.
Perdere ti rende insicuro, perdere quando ricominci a giocar bene insicuro e abbattuto; a volte vincere è la miglior medicina per vincere perché se hai fiducia in te stesso voli.
Lunga è ancora la via, ma la fiducia incrollabile in quello che facevamo ci ha permesso di non mollare quando tutto pareva quasi perduto. Questa è la chiave.
‪#‎samp‬


5 marzo 2016 - SPAM
"Comunicazione ai cittadini" è scritto su una busta chiusa nella cassetta delle poste; poi la apri, già sospettoso, e scopri che è una banale e trita pubblicità di apparecchi acustici... non sanno più cosa inventarsi per attirare l'attenzione e farti perdere quei 5-6 secondi in più rispetto a quelli base sempre necessari per ripartire ogni santo giorno, nella cassettina fisica e in quella elettronica, la corrispondenza dalla rumenta.

4 marzo 2016 - NOCCIOLI
Un'amica di nome Elisa Giannetti della quale preferisco non rivelare le generalità dato che è un tipo particolare (questa la capiscono in due e uno sono io), fa notare come negli ospedali e altre strutture sanitarie pubbliche il temostato dell'impianto di riscaldamento sia spesso regolato su valori tropicali (piu' di 25), con la conseguenza per i pazienti di sudare all'interno e prendersi un malanno appena usciti. Non parliamo poi del fatto che il caldo favorisce il proliferare di certi esserini fastidiosi.
La lamentela è fondata, e fa venire in mente gli uffici pubblici con la luce accesa la notte, i muri imbrattati da scritte realizzate da bombolettari cerebrosvantaggiati, le cartacce e gli escrementi dei bau bau per la strada, e simili.
Il punto è che l'essere umano in generale e l'Italiano in modo del tutto peculiare non concepisce il concetto di cosa di tutti.
Alla fine il nocciolo è questo.
I noccioli, comunque, non vanno buttati per terra.

3 marzo 2016 - OMOFOBI SOTTO COPERTURA
In questi giorni molti hanno fatto notare, scrivendo due righe o con immagini e contributi grafici vari, quanto sia bizzarro che solo adesso che ne ha usufruito Vendola (più Testa che Vendola, in effetti) si parli della "maternità surrogata", attuata da anni e perlopiù da coppie etero. Parimenti strano che non si noti come, se in Italia fosse permesso adottare a tutti (etero, omo, single), nessuno ricorrerebbe a tali pratiche che comunque io trovo un po' arzigogolate ma accettabili.
La ragione di tutta questa levata di scudi è, fatte salve rare eccezioni, una sola, in effetti: chi solo oggi si scaglia contro la maternità surrogata rivela la sua natura omofoba, che annulla ogni sua altra convinzione in qualsiasi modo espressa.

3 marzo 2016 - UTERO IN AFFITTO... leggete un po' qua...
Che ne dite? Naturalmente quando torna scomoda, la Bibbia deve essere "interpretata", quando torna comoda va presa alla lettera eh eh.

Genesi 30
1 Rachele, vedendo che non le era concesso di procreare figli a Giacobbe, divenne gelosa della sorella e disse a Giacobbe: «Dammi dei figli, se no io muoio!». 2 Giacobbe s'irritò contro Rachele e disse: «Tengo forse io il posto di Dio, il quale ti ha negato il frutto del grembo?». 3 Allora essa rispose: «Ecco la mia serva Bila: unisciti a lei, così che partorisca sulle mie ginocchia e abbia anch'io una mia prole per mezzo di lei». 4 Così essa gli diede in moglie la propria schiava Bila e Giacobbe si unì a lei. 5 Bila concepì e partorì a Giacobbe un figlio. 6 Rachele disse: «Dio mi ha fatto giustizia e ha anche ascoltato la mia voce, dandomi un figlio». Per questo essa lo chiamò Dan. 7 Poi Bila, la schiava di Rachele, concepì ancora e partorì a Giacobbe un secondo figlio. 8 Rachele disse: «Ho sostenuto contro mia sorella lotte difficili e ho vinto!». Perciò lo chiamò Nèftali.
9 Allora Lia, vedendo che aveva cessato di aver figli, prese la propria schiava Zilpa e la diede in moglie e Giacobbe. 10 Zilpa, la schiava di Lia, partorì a Giacobbe un figlio. 11 Lia disse: «Per fortuna!» e lo chiamò Gad. 12 Poi Zilpa, la schiava di Lia, partorì un secondo figlio a Giacobbe. 13 Lia disse: «Per mia felicità! Perché le donne mi diranno felice». Perciò lo chiamò Aser.

A parte l'estremo "casino", che peggiora pure nella parte successiva, direi che qualche domanda uno se la pone...

29 febbraio 2016 - ALLERTE ECCESSIVE
Anche questo weekend, con riferimento alla costa di Massa Carrara, le varie allerte colorate della regione si sono rivelate eccessive, nei colori e nella durata.
Ribadisco: le allerte sembrano emesse più per cautelare chi le emette, che chi dovrebbe prenderne atto. E non mi sembra logico.
L'eccessivo colore aumenta l'ansia senza scopo alcuno e alla lunga desensibilizza l'opinione pubblica (al lupo al lupo); l'eccessiva durata aumenta il numero di ore in cui siamo preoccupati o limitiamo il nostro agire in funzione del meteo.
E lo dico non dopo aver visto come e' andata in questi due giorni e mezzo (sarebbe troppo facile e stupido) ma in base alle previsioni di altri professionisti o amatori, fatte negli stessi momenti, e che già escludevano fenomeni di rilievo: e non è la prima volta che ciò accade.
Consiglio di essere più aderenti alla realtà o di frazionare per zone maggiormente, nell'interesse, davvero, di tutti.

28 febbraio 2016 - BALLANDO CON LE STELLE E POI OFFESE DA STALLA
‪#‎ballandoconlestelle‬ ‪#‎argento‬ ‪#‎lucarelli‬
Se ti sottoponi a una giura, accetti la critica. Se non ti piace essere criticata o non stimi uno o più componenti della giuria, non ti sottoponi al giudizio della stessa. Giudizio che poi, essendo il tutto in tv, sarà e deve essere anche espresso con toni un po' televisivi, quindi sopra le righe, ironici e non piatti e tecnici. Addirittura offendere il giurato, poi, è francamente assurdo. Ti hanno detto che non hai ballato benissimo, può essere vero o no (ho letto da più parti che il ballo era criticabile), è l'opinione di uno chiamato a giudicarti. Dare dell'analfabeta a una che non lo è (l'opposto semmai) o dire che si veste da nonna (che c'entra) è metterla sul personale, essere permalosa, non saper incassare.
Questo senza voler giudicare il ballo, che NON ho visto
Qui giudico la reazione di Asia Argento alle parole di Selvaggia Lucarelli.
Poi il fatto che alcune agenzie di stampa definiscano la lite "furiosa" dà la misura dello stato dei media in Italia.

28 febbraio 2016 - "LE BANCHE SANNO CHE NON CI FIDIAMO DI LORO MA, FRANCAMENTE, NON GLIENE IMPORTA UN BEL NIENTE Conti correnti online: quelli che la banca cerca di venderti per ridurre a zero o quasi la gestione allo sportello (primo vantaggio per la banca). Interessi attivi: 0,01%, cioe' zero (secondo vantaggio per la banca): cioè io ti presto denaro e tu non mi paghi un bel niente di interessi, ma se per caso io chiedo un mutuo qualcosa vuoi per il disturbo, vero?, oltre a ipoteche e giochetti simili. Costo del conto: 42 euro / anno, aumentato di recente -a fronte di nessun miglioramento del servizio- che diventano zero se fai almeno un'operazione al mese (che senso ha? se faccio meno operazioni, tu lavori meno... allora lo fai perchè vuoi incentivare l'uso dei conti online, ok, ma allora perchè mi prendi 0,75 per un bonifico online o un RID/SSD anche di soli 5 euro??? -percentuale del 15%???) Interessi passivi se vai in rosso: 16-17% (se io ti presto soldi tu mi dai zero, se vado in rosso di 100 euro per 1 giorno per disattenzione tu mi chiedi il 16% più, ipotizzo, penali varie?) Costo bancomat/carte per i commercianti, a transazione: assurdo Tornando ai RID. Chiedi che ti avvisino se un RID supera un certo importo prefissato, ti rispondono che non possono farlo, poi ti informi e su internet leggi l'opposto. Come sempre, non tornano parecchie cose. Fanno utili da paura, ti rifilano titoli spazzatura, impongono ai dipendenti target da raggiungere senza badare al come li raggiungi, hanno costi del conto corrente fra più alti di Europa, usano supporti clonabili con facilità (pare, dai casi che succedono), non forniscono l'alert sms sui bancomat ma solo sulle carte di credito, non vogliono nemmeno più che tu vada a rompere le scatole allo sportello ma se usi un conto online il modo di succhiarti i dindini lo trovano comunque. Appoggiati da uno Stato che li protegge, li blandisce, li favorisce e permette loro le cose peggiori, i banchieri sanno che non abbiamo alternativa e dormono sonni tranquilli, ma non è il sonno del giusto. - (img: www punto quifinanza punto it)"
LE BANCHE SANNO CHE NON CI FIDIAMO DI LORO MA, FRANCAMENTE, NON GLIENE IMPORTA UN BEL NIENTE
Conti correnti online: quelli che la banca cerca di venderti per ridurre a zero o quasi la gestione allo sportello (primo vantaggio per la banca).
Interessi attivi: 0,01%, cioe' zero (secondo vantaggio per la banca): cioè io ti presto denaro e tu non mi paghi un bel niente di interessi, ma se per caso io chiedo un mutuo qualcosa vuoi per il disturbo, vero?, oltre a ipoteche e giochetti simili.
Costo del conto: 42 euro / anno, aumentato di recente -a fronte di nessun miglioramento del servizio- che diventano zero se fai almeno un'operazione al mese (che senso ha? se faccio meno operazioni, tu lavori meno... allora lo fai perchè vuoi incentivare l'uso dei conti online, ok, ma allora perchè mi prendi 0,75 per un bonifico online o un RID/SSD anche di soli 5 euro??? -percentuale del 15%???)
Interessi passivi se vai in rosso: 16-17% (se io ti presto soldi tu mi dai zero, se vado in rosso di 100 euro per 1 giorno per disattenzione tu mi chiedi il 16% più, ipotizzo, penali varie?)
Costo bancomat/carte per i commercianti, a transazione: assurdo
Tornando ai RID. Chiedi che ti avvisino se un RID supera un certo importo prefissato, ti rispondono che non possono farlo, poi ti informi e su internet leggi l'opposto.
Come sempre, non tornano parecchie cose.
Fanno utili da paura, ti rifilano titoli spazzatura, impongono ai dipendenti target da raggiungere senza badare al come li raggiungi, hanno costi del conto corrente fra più alti di Europa, usano supporti clonabili con facilità (pare, dai casi che succedono), non forniscono l'alert sms sui bancomat ma solo sulle carte di credito, non vogliono nemmeno più che tu vada a rompere le scatole allo sportello ma se usi un conto online il modo di succhiarti i dindini lo trovano comunque.
Appoggiati da uno Stato che li protegge, li blandisce, li favorisce e permette loro le cose peggiori, i banchieri sanno che non abbiamo alternativa e dormono sonni tranquilli, ma non è il sonno del giusto.


28 febbraio 2016 - RENZI FA LA SPESA
Il premier prende in leasing un nuovo lussuoso aereo di Stato (quello attuale evidentemente non andava più bene...) e il contratto di acquisto viene secretato. Gia' questa cosa è assurda.
Un po' come se io acquistassi coi soldi di mio padre una Porsche e non gli volessi dire quanto ho speso. Perché i soldi che Renzi ha usato sono nostri, a qualcuno sfugge questo dettaglio.

Ora si viene a sapere che l'areo costerebbe 15 MILIONI di euro all'anno.
Sarà populismo il farlo notare, ma meglio il populismo che lo scempio dei soldi pubblici e l'arroganza d i chi nemmeno ti dice quanto denaro ha buttato nel cesso.
Con tre giorni di gestione dell'aereo una persona normale ci compra casa.
Pertini (un nome a caso) avrebbe potuto passeggiare indisturbato ovunque, nessuno gli avrebbe fatto o detto nulla, oggi i politici hanno bisogno di superscorte... qui, poi, si sfiora l'assurdo, un aereo che nemmeno un supereroe avrebbe.

27 febbraio 2016 - "I PROFILI DOPPI SU FACEBOOK SONO CONTRO NATURA? (e considerazioni veloci sull'evoluzione porcina di termini seriosi) (ovvero: come partire parlando di cosmo e finir a discutere di frittelle) Che poi quando hai fra gli amici di Fb un amico che sono due (il classico profilo doppio tipo Paolo Luca Bissi) non sai mai con chi stai parlando, chi ha scritto cosa, chi ti sta rispondendo. Non è come avere due amici, nemmeno uno, è come averne mezzo: tre quarti se ti va bene. Di questa categoria, i peggiori sono senza dubbio i profili matrimoniali (davvero senza senso) o quelli da fidanzatini (fra l'altro, deperibili). Quelli fra soci non li considero, rientrano nel campo commerciale. Il profilo genitore-figlio potrei arrivare a consideralo un abominio. Non ho mai interagito con un profilo threesome, immagino che i potenziali casini si moltiplichino per ben più di tre in questo caso. L'ideale sarebbe che ognuno si firmasse con una sigla, ma insomma: parleresti sempre con più di una persona, è inevitabile. E già è difficile con una. Se oltre che scomodi (per me) ed oggettivamente ambigui, siano poi o no anche contro natura, io direi di no, ma qui occorrerebbe chiedere ad Alfano, che sembra possedere competenze specifiche... A proposito del termine che ho usato e che ai maschietti avrà attivato sicuramente tutta una serie di neuroncini porcellini situati nella sezione xxx del cervello, o di quell'organo che in alcuni soggetti ha spodestato il cervello propriamente detto dal trono delle funzioni del ragionamento e della conoscenza, preciso che threesome significa in primo luogo trio di persone o terzetto; poi, certo, come nel caso dell'Aspirina, che sarebbe solo quella Bayer e non tutte come noi invece intendiamo correntemente, il termine ha assunto nel tempo una connotazione ben precisa molto più marcata (e allusiva) delle altre. A tal proposito, metto in guardia lo sprovveduto dal pensare che threesome significhi ménage à trois, perchè sono due cosette piuttosto diverse. Non vi verrebbe mai in mente di chiamare, del resto, passeggiata romantica, quel che avete fatto la notte prima sul viale con quella procace signorina che si scaldava accanto a un falò improvvisato sul ciglio della strada. Saltando di palo (...) in frasca, ma nemmeno tanto, puntualizzo che l'organo a cui mi riferisco più su è quello che "mediamente" misura 9 e 13 a seconda dei casi, che se non viene usato spesso tende ad accorciarsi di 1-2 (lo so, adesso avete di che giustificare con maggiori basi scientifiche certe evoluzioni solitarie) e che se opportunamente motivato dà vita a un prodotto spesso sottovalutato ma potenzialmente in grado di stravolgervi l'esistenza e che, ammesso ne interessi un uso alimentare diretto o indiretto, fornisce 7 calorie a cucchiaino da tè. Forse è meglio fermarsi qui. - (img: www punto donnamoderma punto com)"
I PROFILI DOPPI SU FACEBOOK SONO CONTRO NATURA?
(e considerazioni veloci sull'evoluzione porcina di termini seriosi)
(ovvero: come partire parlando di cosmo e finir a discutere di frittelle)

Che poi quando hai fra gli amici di Fb un amico che sono due (il classico profilo doppio tipo Paolo Luca Bissi) non sai mai con chi stai parlando, chi ha scritto cosa, chi ti sta rispondendo.
Non è come avere due amici, nemmeno uno, è come averne mezzo: tre quarti se ti va bene. Di questa categoria, i peggiori sono senza dubbio i profili matrimoniali (davvero senza senso) o quelli da fidanzatini (fra l'altro, deperibili). Quelli fra soci non li considero, rientrano nel campo commerciale. Il profilo genitore-figlio potrei arrivare a consideralo un abominio.
Non ho mai interagito con un profilo threesome, immagino che i potenziali casini si moltiplichino per ben più di tre in questo caso. L'ideale sarebbe che ognuno si firmasse con una sigla, ma insomma: parleresti sempre con più di una persona, è inevitabile. E già è difficile con una. Se oltre che scomodi (per me) ed oggettivamente ambigui, siano poi o no anche contro natura, io direi di no, ma qui occorrerebbe chiedere ad Alfano, che sembra possedere competenze specifiche...
A proposito del termine che ho usato e che ai maschietti avrà attivato sicuramente tutta una serie di neuroncini porcellini situati nella sezione xxx del cervello, o di quell'organo che in alcuni soggetti ha spodestato il cervello propriamente detto dal trono delle funzioni del ragionamento e della conoscenza, preciso che threesome significa in primo luogo trio di persone o terzetto; poi, certo, come nel caso dell'Aspirina, che sarebbe solo quella Bayer e non tutte come noi invece intendiamo correntemente, il termine ha assunto nel tempo una connotazione ben precisa molto più marcata (e allusiva) delle altre. A tal proposito, metto in guardia lo sprovveduto dal pensare che threesome significhi ménage à trois, perchè sono due cosette piuttosto diverse. Non vi verrebbe mai in mente di chiamare, del resto, passeggiata romantica, quel che avete fatto la notte prima sul viale con quella procace signorina che si scaldava accanto a un falò improvvisato sul ciglio della strada.
Saltando di palo (...) in frasca, ma nemmeno tanto, puntualizzo che l'organo a cui mi riferisco più su è quello che "mediamente" misura 9 e 13 a seconda dei casi, che se non viene usato spesso tende ad accorciarsi di 1-2 (lo so, adesso avete di che giustificare con maggiori basi scientifiche certe evoluzioni solitarie) e che se opportunamente motivato dà vita a un prodotto spesso sottovalutato ma potenzialmente in grado di stravolgervi l'esistenza e che, ammesso ne interessi un uso alimentare diretto o indiretto, fornisce 7 calorie a cucchiaino da tè.
Forse è meglio fermarsi qui.

27 febbraio 2016 - VALVASSORI
Ci sono domande alle quali non ho mai trovato risposta, forse perché, ad eccezione dello scoperto di conto, non c'è mai il tempo di approfondire alcunché, in questa vita frenetica che ci trascina con sé. Ad esempio quante ore dormiva mediamente un valvassore e se qualche valvassore ha mai fatto domanda alla Crusca per cambiare 'sto caxxo di nome; che so, per esempio in vassallo di seconda. Non parliamo poi dei valvassini.

25 febbraio 2016 - Fra le varie emoticon di cui FB ci ha deliziato e che allargano di parecchio la sfera delle possibilità emozionali di fronte a un post, mancano quelle negative senza rimedio tipo "odio quel che hai scritto" o "ma che caxxo stai dicendo".

25 febbraio 2016 - Se sbagli tu, un'inezia, la cosa viene sottolineata, ribadita, con tono finto neutro. Gli errori di chi te lo fa notare, quelli, davvero non riesco a contarli: mi ci vorrebbe una Casio scientifica.

24 febbraio 2016 - MA TU MI LEGGI?
...adoro quei post dichiaratamente costruiti al fine di vedere se i tuoi contatti Fb ti leggono davvero per intero o per niente o solo le prime due righe e poi passano oltre; io dico che se mi leggete son felice, se mi saltate meno ma non lo so quindi son felice* lo stesso, al limite se mi saltate finite per leggere qualcosa in meno voi, magari di scemo, magari di grande, se siete miei amici è perchè volete sapere cosa mi frulla fra i neuroni, altrimenti sareste amici di un altro no? (e viceversa)
*la felicità non esiste, è un lampo di luce fra due periodi di tempo normali o infelici.

23 febbraio 2016 - TUTTO IL RESTO E' NOA
Ieri prima esperienza col "Noa" (ero prevenuto ma non mi faccio influenzare).
Arrivo, parcheggio, entro, faccio la coda al CUP per ritirare gli esiti di un esame, in piedi nel corridoio con dieci persone e due sportelli aperti, senza numerino. Impiegato veloce e cortese. Esco, pago il parcheggio, salgo in macchina e via.
Totale 31 minuti.
Costo parcheggio 1 euro.
In centro, accanto alla poltrona del sindaco, la tariffa è inferiore.

23 febbraio 2016 - ECHI DI VUOTE FRASI
Come sempre, ci accorgiamo di quanto fosse valida una persona quando muore.
Non si può del resto nemmeno pretendere che si passi la giornata a celebrare tutti quelli che lo meriterebbero... sarebbe tuttavia auspicabile non trascorrerla a celebrare perfetti idioti come facciamo oggi o non eccedere negli elogi post mortem, anche partoriti da chi un minuto prima nemmeno sapeva chi fosse il tizio di cui sta facendo la postuma apologia.

---
Per me l'uomo colto non è colui che sa quando è nato Napoleone, ma quello che sa dove andare a cercare l'informazione nell'unico momento della sua vita in cui gli serve, e in due minuti.
o:
L’uomo colto è quello che sa dove andare a cercare un’informazione nell’unico momento della vita in cui gli serve.

(non so quale delle due versioni è la sua, forse entrambe)
U. Eco
---

21 febbraio 2016 - Il 5 marzo 2015 venne la nota e devastante tempesta di vento. Il 5 marzo 2008, noto adesso, ne venne un'altra, inferiore come gravità, ma notevolissima anch'essa. Io i prossimi 5 marzo starei guardingo; forse non m'arzo proprio.

20 febbraio 2016 - Napoli, gara di selfie all’uscita da scuola “Ucciso un ragazzo mando la foto a casa”
napoli.repubblica.it
Francamente non è bello, ma c'e' di peggio. Sta crollando la casa e ci preoccupiamo della cacca sul tappeto. Poi, ovvio, se la cacca sul tappeto non ci fosse sarebbe un mondo migliore, ma i giovani oggi sono così, dipende da come li educhi, da quel che passa in tv e a scuola, dal fatto difficilmente evitabile di avere un phone in mano a 11 anni.

20 febbraio 2016 - Mi piacete da morire quando vibrate di indignazione e schiumate di rabbia per un delfino morto (notizia tuttora da confermare) e invece non parlate mai dei bimbi che continuano a morire nel nostro mare. ‪#‎bufale‬ ‪#‎migranti‬ ‪#‎mediterraneo‬ ‪#‎delfini‬


18 febbraio 2016 - POVERI VOI, VITTIME DI MEDIA SERVI
Leggo ovunque, su Facebook e altrove, post o commenti di persone che criticano il M5S per aver bloccato o rinviato la votazione del ddl Cirinnà, o per aver cercato di ostacolarne l'approvazione, o per aver cambiato colpevolmente idea lasciando libertà di coscienza sulla stepchild adoption.
E' un chiaro esempio di manipolazione dell'opinione pubblica perpetrata con successo attraverso un uso distorto e bieco dei media su cui si ha influenza diretta o indiretta o da cui si ottiene addirittura senza chiedere servile e volontaria collaborazione.
Chi scrive o dice questo o è in malafede (cattolici integralisti, omofobi, piddini, etc) o disinformato (tutti gli altri).
Un consiglio: se non ne sapete nulla, o se ne avete letto sui principali quotidiani (Repubblica, Corriere, Messaggero etc: titoli falsi come Giuda) o ascoltato sui principali tg, quindi non ne sapete nulla di vero, prima informatevi nella maniera corretta, poi commentate.
Eviterete figure di merd@.
il M5S è al 90% dei suoi componenti favorevole al ddl. E' il PD ad essere diviso (se non fosse diviso, avrebbe i numeri per approvare il ddl senza l'aiuto dei pentastellati). E' il PD che sostiene il ddl e poi va al Family Day, e' Renzi che l'anno scorso era al Family Day e quest'anno sostiene il Cirinnà.
E' il PD che ha lasciato per primo libertà di coscienza (e su tutto il ddl, non solo sulla stepchild come il M5S) e poi ha criticato il M5S per averlo fatto.
il M5S si è solo opposto all'uso di mezzi contrari al regolamento parlamentare, es. il canguro.
M5S e Sel sono sostanzialmente compatti sul SI, è il PD ad essere diviso fra SI e NO.
Per mascherare questa drammatica divisione all'interno, il PD sparge merd@ sul M5S accusandolo falsamente di tutto. Voi leggete i principali quotidiani e ascoltate i tg, servi del potere, e pensate che sia vero.
Poveri voi. Vi bevete ogni cosa e poi pontificate sul nulla. Forse siete un problema ancor più grave di quegli omofobi del cacchio che stanno facendo di tutto per perpetuare questa indecorosa vergogna di un paese cosiddetto civile che nel terzo millennio discrimina i non eterosessuali.
un tizio che non abbiamo eletto ha i media servi striscianti ai suoi piedi e vi fa credere quello che vuole. E voi glu glu.
Buona bevuta.


16 febbraio 2016 - #‎led‬
Come mai non scende il costo delle lampadine a led, che consentono risparmi enormi in termini di consumo, con ovvie ripercussioni sulle nostre tasche e sull'ambiente? La cosa puzza.

14 febbraio 2016 - Ehi, io l'ho fatto un bel post tutto cuoricini rossi e miele a palate in cui giuro eterno amore etc alla moglie etc ma e' l'algoritmo di Facebook che non lo fa venir su sulle vostre timeline oh!
Mah...
Sarà vero?

14 febbraio 2016 - Oggi è San Valentino, mi ricorda Facebook. Fai sapere ai tuoi amici che stai festeggiando, mi incita.
Non sto festeggiando, ma è comprensibile: sono sposato.
.....

14 febbraio 2016 - CON LA TESTA
Era da qualche anno che non si ristagnava in acque così torbide, ma come sapete noi siamo da bosco e da riviera: ci adattiamo a lottare per la categoria come a staccare trofei e finali in serie (vedi 1984-1991), magari i nostri giocatori sono meno elastici, sì, e questo infatti è uno dei problemi. Abbiamo 70 anni e un bel paniere di ricordi, ci accompagnano nei momenti duri. Oggi partita vecchia Samp, anni '70 per capirci, noi ci siamo, più colorati e felici di sempre, speriamo ci siano anche loro, con la testa dico. ‪#‎samp‬

13 febbraio 2016 - PASOLINI QUA PASOLINI LA'
Pasolini sarebbe contrario alle unioni gay, dice.
E chi se ne f@tte? dico.
Pasolini era un mentecatto per giunta gay, per gli idioti e omofobi patentati ai quali ora fa comodo citarne la presunta posizione sul tema al fine, credono, di validare la loro medievale opinione.
Come chiunque altro, anche Pasolini non ha il diritto di negare un diritto che per natura è di tutti ma che può essere, in certe epoche e in certe aree, non riconosciuto per effetto di menti chiuse e retrive.
Il punto, che i mononeuronici ancora non afferrano, è che non puoi concedere o impedire un diritto naturale che spetta a tutti; puoi solo adoperarti perché a tutti sia consentito fruirne appieno, o aiutare chi cerca di impedirlo.
E nel secondo caso sei una merd@cci@, per quanto riguarda, si intende, la mia opinione.

11 febbraio 2016 - VIVIAMO ALL'ERTA
Il sistema delle allerta meteo e' mal concepito; un'allerta ogni giorno equivale a nessun'allerta, inutile girarci intorno. Occorre rigraduare i livelli di allerta ed essere un pochino più oculati nel distribuirli altrimenti è sempre allerta perché in effetti non si sa mai cosa può capitare di preciso... ma se l'allerta serve per mettere in guardia e ti mettono in guardia cinque o sei giorni su sette e poi nemmeno accade niente di particolare, anche inconsciamente si ingenera la convinzione che un'allerta giallo sia la base e un' allerta arancio la maggior parte delle volte nulla di che, cosicché quando poi ci sarà veramente qualcosa di pericoloso o metti il rosso e allora si emigra in due ore o metti l'arancio e uno pensa quel che pensava le altre volte, sbagliando. Occorre rivedere il sistema. Se metti con facilità allerta arancio è evidente che primo poi succede che ci azzecchi ma la maggior parte delle volte sovrastimi il pericolo e modifichi in maniera pericolosa la percezione dell'allerta da parte delle persone; per essere ancora più chiari lo scopo di chi mette le allerta deve essere quello di cautelarci, non di cautelarsi... E cautelarci vuol dire anche non farci vivere con ansia 24 ore quando si sarebbe potuto evitare o restringere la cosa a 8 ore.

10 febbraio 2016 - Oggi vedo, e bene in vista,
che il Gianluca, l'interista
ha finito da passista
un bel giro della pista...

lo conosco da un po' d'anni
e non ha mai fatto danni!
chiacchieriamo di pallone
e di qualche bel boccone (...)

te ne auguro altri cento
(di giretti sulla pista)
solo passa un po' a trovarmi
ché non ci perdiam di vista!

Buon compleanno !

08 febbraio 2016 - KATA BEATRICE E MICHI IL CURDO PAKISTANO
Oggi sono venuti a trovarmi sul lavoro Michele Cheli Gandolfo e Kata Zsák. Oddio, solo Michele in verità è venuto a trovarmi; Kata, tecnicamente, è apparsa.
Non penso faccia Zsak di cognome per caso. Zac!
Michi non lo scopro oggi: mi piace esattamente da 28 anni e 5 mesi circa. Kata la conosco da poco e poco, ma insomma: sai riconoscere la Luce una volta che l'hai vista, non devi consultare l'archivio!
Kata parla poco, ma chiaramente capisce tutto, più di quel che vuoi dire, perchè c'e' sempre un che di non detto dietro quel che dici, che a volte conferma e arricchisce quel che dici, a volte lo sconfessa in parte, ma insomma lei lo capisce. Tu lo sai che lei capisce più di quel che uno capirebbe, e non puoi farci nulla. Potresti stare zitto, ma che figura faresti? Ti vengono a trovare e taci ("ch’ogne lingua deven tremando muta")? Non sarebbe carino. Allora magari finisci per parlare troppo, ma tanto è inutile, lei può essere alla tua destra o a sinistra o davanti a te, in realtà sta sopra.
Un suo sorriso alla fine di ogni tua affermazione mette i puntini sulle i, spezza le frasi troppo lunghe, apre e chiude le parentesi e manda a capo dopo il punto. Più che una donna è un libro di grammatica, ma di quella grammatica che tutti a scuola vorrebbero studiare!
Michi oggi indubbiamente era, si è mosso, è venuto dietro al banco. Lei non era, in senso proprio, piuttosto è apparsa, l'ho vista, ha illuminato il sito, è scomparsa lasciando un vuoto dove prima che apparisse nulla c'era.
Non è tanto un fatto di bellezza, che pure c'è eccome. E' qualcosa di più lieve ancora, impalpabile ma corposo, inspiegabile ma innegabile. Magari conoscendola meglio potrei ricredermi, la confidenza, si sa, fa perdere la riverenza, ma non ne sono del tutto convinto.
Dà l'impressione, magari sbagliata, non so, che sia difficile essere scortesi con lei, una cosa forzata, contronatura.
I miei occhi ardiscon di guardare, se devo dirla tutta, ma quanto allo "spirito soave pien d'amore che va dicendo a l'anima: sospira" be' devo dire che, se hai un'anima, un po' lo senti, eh sì!
Penso che Michi sia in buone mani. Naturalmente se non lo fosse non sarebbero affari miei, dopotutto, al limite mie preoccupazioni. Ma se lo è, è meglio.


08 febbraio 2016 - CONTA TUTTO, FIGURATI SE NON CONTA IL FATTURATO
Quelli che il fatturato non conta confrontino la classifica dei fatturati o dei monte ingaggi e quella dei punti a fine stagione: quasi uguali, tranne qualche sorpresa sempre possibile. Dai alla Juve il budget del Chievo: vediamo se vince lo scudetto.
Finitela di dir cazz@te. Chiaro, a partità di fascia di fatturato, vince chi ha più talento o fortuna o aiuti di diverso tipo, ma fra fatturare 270 milioni e fatturarne 40 ce ne passa: puoi acquistare campioni affermati, i migliori e strapagarli. Puoi acquistarne di più e sbagliare più acquisti. Altrimenti devi investire sui giovani e avere fiuto come talent scout; non è la stessa cosa. In partita secca il Poggibonsi può battere il Milan, a fine anno lo scudetto lo vince il Milan e comunque non il Poggibonsi. Allo stesso modo, il Leicester (Ranieri immenso) può vincere un titolo, ma se guardi 20 anni di score hai come riposta quel che io ti ho detto.

04 febbraio 2016 - #‎radiomaria‬
A me non piace chiedere le dimissioni di qualcuno, ma siamo in un paese in cui un professore di filosofia ha perso il posto perchè undici anni fa aveva fatto pipì di notte contro un cespuglio. E allora chiedo fino a quando dovremo tollerare che il direttore di una radio che trasmette con tale potenza da riuscire a farsi captare anche nella Fossa delle Marianne possa augurare la morte di una politico, esprimere giudizi violenti, disumani, razzisti e omofobi o affermare di preferire l'impiccagione di due giornalisti. Parlo di radio Maria. Il Papa, questo papa cosi' aperto, moderno e mediatico, non ha nulla da dire? Questo tizio non risponde a nessuno del suo operato? Non si rendono conto che così facendo si ricoprono da soli e abbondantemente di guano?
Questi predicano la povertà e vivono nell'oro; predicano l'amore e seminano l'odio; si ispirano alle parole di Gesù e discriminano intere categorie di persone; si fanno beffe dell'etica e della legge coprendo pedofili e corrotti. E poi pontificano di uteri e adozioni e spargono intolleranza e odio dalle frequenze di una radio.

04 febbraio 2016 - #‎regeni‬ ‪#‎egitto‬ ‪#‎italia‬
Davvero brutta la vicenda emersa nelle utlime ore, a proposito della quale in effetti non ci si capisce nulla tanto sono diverse e contrastanti le letture dei fatti: da tortura e morte lenta a semplice incidente d'auto direi che ce ne passa.
Quel che mi fa sorridere sono Renzi e Mattarella che chiedono con forza al governo egiziano indagini rapide e accurate per giungere alla verità. Chiediamo tutto questo noi, che siamo il paese di Ustica, Piazza Fontana, stazione di Bologna, Italicus, etc. Un po' di decenza non guasterebbe.


04 febbraio 2016 - ‪#‎lazionapoli‬
I cori razzisti non si combattono squalificando campi o curve, ma punendo chi li fa. Gli strumenti oggi ci sarebbero, manca la volontà: è infinitamente più facile interdire l'ingresso al Conad a un intero palazzo per un mese piuttosto che individuare e punire il condomino che ruba il tonno. Due giornate come quelle della bomba carta lanciata contro le persone a Torino , poi, fanno ridere. Una bomba carta contro le persone equivale ai cori razzisti di qualche decina di idioti che tengono in ostaggio cinquantamila persone. Spiace dirlo ma stiamo combattendo un fenomeno stupido con strumenti e misure illogiche, ingiuste e altrettanto stupide.

01 febbraio 2016 - FRUSTATE
A tutti quelli che hanno un cane (scelta di per sé già incomprensibile, a mio parere, se non si dispone di un giardino) e che non raccolgono le deiezioni del citato, o lo lasciano girare libero per la via, o non rispettano la legge in fatto di guinzaglio e museruola io applicherei non la classica multa che non spaventa più nessuno ma una punizione del tipo: adesso la raccogli a mani nude e te la metti nella tasca del cappotto o, negli altri casi, una decina di frustate a schiena nuda comminate sul posto. A chi poi osa dire “ma è bravo” , “non ti preoccupare non fa nulla” e simili cazzabubole, 20 frustate suppletive per l'ignoranza conclamata, 10 delle quali sulle chiappe che verranno quindi mostrate coram populo.

31 gennaio 2016 - Per quanto mi riguarda, uno dei più indimenticabili album pop degli anni '80: Welcome Home dei 'Til Tuesday (Aimee Mann, Joey Pesce, Robert Holmes, Michael Hausman)

29 gennaio 2016 - APPUNTI PER QUANDO (NON) SARO' SINDACO
Eletto sindaco (non ho intenzione di candidarmi), avrei mille cose da fare; parlo di un comune non metropolitano, in quelli ci vorrebbero più sindaci, forse. Ma il trucco è delegare, a persone capaci e responsabili, che siano tenute a render conto puntualmente. Nel mio comune non mancherebbe la figura dell'incaricato che ogni santo giorno gira e annota quel che non va, a partire dalla luce del semaforo bruciata o dalla buca pericolosa: si eviterebbe quell'assurdo logico per il quale in comuni così piccoli che hanno cinque semafori in tutto una luce resta bruciata settimane o l'asfalto pare quello di Beirut, città sfortunata sempre nei nostri pensieri. E un'altra cosa mi preme, sempre fra quelle minori: eliminare i cartelli stradali o simili non più attuali o danneggiati o piegati o illeggibili causa vecchiaia o decerebrati con bomboletta. Qui trasferiscono un tribunale e per decenni restano i cartelli che lo indicano e che ti ci portano: i cartelli sono troppi, quelli inutili devono essere tolti. Certo, la sicurezza dei cittadini (vedi argini di noti fiumi), una casa e un lavoro per tutti quelli di buona volontà, sono priorità nemmeno paragonabili. Ma a queste ultime deve pensare soprattutto il governo nazionale (sic), e comunque dalle piccole cose si vede come vanno le cose più grandi. Non intendo banalizzare il ruolo, le responsabilità e i compiti di un sindaco: intendo dire che è inammissibile che nessuno cambi la luce di un lampione per giorni e giorni. Puoi pensare che sia ben diretto un piccolo o medio comune in cui un semaforo in zona centrale resta cieco per giorni e giorni, se non settimane? O in cui l'asfalto è pieno di buchi e avvallamenti? O con sporcizia e scritte sui muri? O con tizi che non raccolgono le deiezioni canine tanto nessuno controlla?

-
rls 7/8 01/2016

28 gennaio 2016 - 28 gennaio 2016 23:00
INSOMMA, E' LESBICA. E CI VOLEVA TANTO.
Giulia Latorre dice di essere lesbica, poi ci ripensa, poi ci ripensa ancora: dovremmo essere giunti alla sua versione definitiva. Premesso che gode di una notorietà che le deriva da fatti a lei estranei e che non capisco e che la descrizione del rapporto col padre è nebulosa quanto il caso dei marò, detto di quanto sia avvilente che in Italia uno debba dire al mondo di essere omosessuale, e di quanto sia assurdo l'invito in tv, e biechi gli insulti dei solti quattro disturbati, e comunque belle le sue parole, per il resto che dire? Nulla. Esattamente quel che avrei detto se un giorno d'inverno avessi scoperto che la figlia del mio edicolante è mancina. In questo paese da barzelletta sguazziamo felici e beoti in un medioevo culturale che, visto dall'esterno, fa addirittura senso. Devo essere uno dei pochi, in Italia, che non ha "molti amici omosessuali", e che comunque non userebbe, spontaneamente, questo criterio per classificarli (preferisco da sempre la di gran lunga più soddisfacente distinzione fra cretini e no).

28 gennaio 2016 - Mi piacciono quegli interisti (i mononeuronici sono ovunque, sia chiaro) che dicono "vi diamo gli scarti" parlando di Dodò e Ranocchia. A parte il fatto che lo vedremo, se sono scarti (sto alla finestra, son curioso anch'io), il punto è:
-che razza di tifosi hanno avuto sino a ieri Ranocchia e Dodò? Questi qui?
-se l'Inter non sa spendere i soldi (da sempre) non è colpa mia... Ranocchia fu pagato 18,5 mln! Per uno scarto un po' troppo...
I club potenti (c.d. grandi) trinciano milioni per acquistare giocatori che i club normali (c.d società sportive) individuano prima che siano noti ai più e fanno esplodere: in un caso contano i soldi, nell'altro competenza e fiuto. Sbavano su Eder, Soriano e soci, li tampinano ad ogni sessione di mercato; quegli stessi Eder e Soriano che hanno snobbato per anni, e che nemmeno sapevano chi fossero sino a qualche anno fa.

28 gennaio 2016 - Di strada ne hai fatta davvero parecchia
a volte a rilento, a volte di fretta;
hai sempre lottato e sterzato a dovere
fregando le curve con grande mestiere.

Di buche ne hai prese e certo lo sai
ma sono gli errori che ti han dato forza;
di errare del resto non smettiamo mai
ma tu hai dimostrato che hai dura la scorza.

Hai dato un gran senso al tuo faticare
crescendo tre pupi che son da mostrare;
adesso non paga riversi il tuo amore
su chi ha bisogno di una mano e di un cuore...

Non sei mai a riposo, ne hai sempre una nuova
ma di te chi ha bisogno ognora ti trova;
hai ancora da dire e ancora da fare
il senso del tutto non è avere ma dare.

Passati i cinquanta sei quasi a metà
il bello del resto è ancora di là
un minimo è vero si sentono gli anni
ma tu non ti fermi e l'attimo azzanni.

-
Buon compleanno!

26 gennaio 2016 - FATALITA', LA COLPA È SEMPRE TUA
Un tizio ubriaco in maniera spaventosa (pare ben oltre 1,50) e positivo anche al test antidroga esce di strada ad una velocità folle e senza nemmeno toccare il pedale del freno investe e uccide sul colpo, sul marciapiede, un pensionato. Sul giornale leggo: rischia grosso, da 3 a 10 anni di reclusione. Per voi e' rischiare grosso? Il pensionato aveva solo la colpa di attendere il bus; i suoi figli, i suoi nipoti non lo vedranno mai piu'. Quello era impasticcato e bevuto fino all'ossesso. Per me 3/10 anni non sono nulla per quello che ha fatto perché non è affatto una fatalità se ti droghi e bevi in quel modo e poi guidi. Chi parla di fatalità stia zitto, di grazia, che di assurdità abbiamo già la collezione al completo.


23 gennaio 2016- LA TUA CHIUSURA MENTALE RENDE MOLTO MENO BELLA LA TUA OPERA, ORA SO CHI SEI DAVVERO
È molto bello, anzi bello proprio no, utile diciamo, che personaggi pubblici noti per la loro bravura o presunta bravura in campi differenti (sport arte letteratura musica etc) esprimano, richiesti o non richiesti, ad un certo punto della loro vita e carriera, opinioni su temi quali diritti civili e simili che ne rivelano immediatamente e in maniera imprevista la scarsissima apertura mentale per non dire di peggio. È utile perché ci fa capire meglio la persona che sosteniamo e che apprezziamo per i suoi meriti in quel campo ed eventualmente ci fa anche capire che non è la persona che pensavamo e questa scoperta ci può portare quindi anche a cambiare idea su quella persona perché i diritti civili sono un argomento fondamentale sul quale non si scherza; sono un pilastro della concezione del mondo di una persona e se il pilastro è fatto male il ponte crolla o è pericolante. Parlo delle frasi (spero false ma dubito) che negli ultimi mesi ho letto a nome di Cuccarini Celentano Sgarbi etc.

22 gennaio 2016 - Spero (per lui) che le recenti dichiarazioni di Celentano Adriano su unioni civili, Santanché etc siano un falso clamoroso. Altrimenti davvero sarebbero, a mio parere, vergognose e indice di una mentalità chiusa difficilmente immaginabile in un artista di tale livello. Resto convinto del fatto che, sebbene io mi piaccia (fatevene una ragione) e sebbene perdendo 20 kg io abbia pure la possibilità di tornare pure in forma, quel che di me adoro di più sono le idee; merito certo dell'educazione ma, dati i tempi in cui crebbi, credetemi: non solo. Ci ho messo del mio eccome.

22 gennaio 2016 - ASILO ATTO 1
22 gennaio 2016 ore 8,12 Alizée iscritta all'asilo (pardon, scuola dell'infanzia) per l'anno prossimo. È la prima a iscriversi. Anche se non lo sa ( possibile sospetti: è donna). Per la mensa tutto rinviato a giugno, presumo nel giorno di Sant' Isee. Non rilasciano ricevuta. Essendo stato il primo, avrò fatto la figura del padre ansioso. Ma io preferisco dire: accurato. 😎

20 gennaio 2016 - MANCINI vs. SARRI (anzi, viceversa)
A parte che non mi risulta proprio che anche Mancini usi espressioni simili (ma quando??? suvvia...), non è questo il punto. Roberto Mancini ha fatto benissimo a riferirle ai media. Le frasi di Sarri (dico di Sarri perchè Mancini non mente) sono inaccettabili; se ci fosse giustizia dovrebbe beccarsi una squalifica di alcuni mesi. Sono poi da respingere al mittente le frasi stupide di chi dice che le cose che accadono in campo devono restare in campo. Queste frasi, questa mentalità sono inaccettabili sempre, figurarsi nello sport.

19 gennaio 2016 - FRASI DETTE TANTO PER AVERE UN TITOLO
Licenziare gli assenteisti in 48 ore sembra una frase intelligente ed illuminata pronunciata da un premier capace ed efficiente. Invece, a parte il bilancio del governo che è sotto gli occhi di tutti, e le mille promesse mancate, le parole vuote etc, la frase in sè è idiota e vana: nessuno può difendersi in 48 ore, e tutti hanno diritto a una difesa. Se giudicassimo Renzi in 48 ore, sarebbe a casa da tempo (del resto mai è stato eletto); ma anche se lo giudicassimo con calma, nel suo caso. Da cittadino inviterei il premier a parlare di meno e fare di più, perchè quanto ad annunci siamo i migliori al mondo ma poi la cosa finisce lì, e quel poco che si fa, fra l'altro, generalmente è obbrobrioso (vedi scempio della Costituziome, dello Statuto dei Lavoratori, etc). Da cittadino mi auguro comunque ben altro, rispetto alla semplice ipotesi di un Renzi più realista, sincero ed efficace; ben altro.

18 gennaio 2016 - VISITA ALLA FUTURA SCUOLA MATERNA
Visita "Scuole aperte" alla scuola materna che mia figlia frequentera' da settembre. Avevo gia' preso parte alla riunione in cui era stata esposta l'offerta formativa, oggi la visita sul campo.
Impressione positiva, che si aggiunge a quel che avevo sentito come vox populi negli anni scorsi e alla positiva conoscenza che abbiamo all'interno. Locali ok, idee chiare e comunque se dovessi riassumere con tre parole l'impressione della visita guidata di stamane (effettuata durante il normale orario di lezione alla presenza di moglie e futura alunna, oggi capricciosa più che no) direi:
organizzazione, serenità, disciplina.
La prima sempre utile, la seconda fondamentale, la terza basilare per cominciare a capire come si vive.
Bel clima, pare. Poi magari appena usciti hanno tirato fuori dallo sgabuzzino gli strumenti di tortura, non so:-)

17 gennaio 2016 - AEROSOL
Per crescere un bimbo ci vogliono tante cose. Intanto, il bambino....
Non parlo di amore, pazienza, etc., parlo di oggetti.
Tutti pensiamo al biberon, al tiralatte, ai pannolini.
Vero. Ma vogliamo parlare della macchina dell'aerosol? Sembra imprescindibile, questo atomizzatore, nebulizzatore, inalatore, sounaseppia-tore.
Io ricordo esattamente il modello che torturò me, ciò significa che ci ho passato un bel po' di tempo seduto di fronte, nei primi 6 (o 10?) anni.
Passano i decenni, tutto cambia, ma certe cose no. A volte per fortuna, si potrebbe dire. In questo caso sospendo il giudizio.


12 gennaio 2016 - CHE FILM, RAGAZZI!
Ieri sono caduto.
Sì, lo so, solo chi cade può risorgere etc.
Sono risorto dopo 10 secondi ma stavo decisamente meglio 11 secondi prima. Sebbene non intenda sottoporre a stress eccessivi la mia memoria ancora discreta ma certamente non più freschissima, ritengo di essere caduto solo due volte negli ultimi venticinque anni: una giocando a pallone (non era fallo), e l'altra ieri.
Il fatto che entrambe siano avvenute negli ultimi tre di questi venticinque anni potrebbe far pensare, a qualcuno, che c'entri anche l'età, ma io coi bastardi non ragiono.
Marciapiede traditore, pioggerellina, scarpe scivolose: per fortuna non ho preso spigoli (ce n'erano due belli seri) e non ho riportato fratture: escoriazioni assortite e dolori e doloretti in gran numero. Comunque un gran volo e un gran botto sul cemento per tutto il corpo lato sinistro, ad eccezione delle due parti che, secondo la mia opinione (che modestamente condivido), funzionano meglio: la testa, e.
Quando perdi aderenza e sei in volo, non importa se perchè ti hanno tradito le scarpe o perchè il terzino ha appena deciso di provare a ucciderti, hai un secondo o frazione di secondo in cui ti rendi conto che sei appunto in volo, che non potrai fare nulla per evitare l'impatto, e lo aspetti più rassegnato che pauroso per vedere come va. Sembra impossibile, ma in quell'ottavo di secondo riesci a pensare parecchie cose, quante a volte non riesci a mettere in fila in 15 minuti.
Il braccio per fortuna si è posizionato bene e il corpo ha assorbito l'urto: vedi che mangiare serve? Se fossi stato uno stecco da 50 chili adesso stavo non al cimitero ma direttamente all'ossario.
Tornando a quell'ottavo di secondo, mi è passata davanti tutta la mia vita: ehi, che film da paura!
Nel senso che mi ha fatto paura vedere cosa il mio processore ha riportato alla luce in sequenza in quel mezzo secondo abbondante: avrà agito random o secondo un algoritmo predefinito e dotato di un qualche senso?
In ogni caso ho rivisto alcune delle scene più significative: la mamma, la mitica Samp, la figlia. La moglie, dite? Ma tanto lei non e' su FB, posso evitare di mentire!... Eh eh.
Devo essere sincero: in quell'ottavo di secondo l'istinto di sopravvivenza mi trascinava verso la vita, il pensiero del matrimonio verso la morte, se la sono giocata tutta fino all'ultimo!...
A parte gli scherzi, vi consiglio il matrimonio: è una buona alternativa alla morte con dolore.
Adesso sono ferito e dolorante, ma vivo. Chi mi deve denaro, ancora me lo deve, sia chiaro.


11 gennaio 2016 - Con lui ormai ce l'ho, calcisticamente parlando. Si è meritato la mia antipatia per via di molti episodi e molte affermazioni, negli anni. Non c'entra la rivalità: tanti cugini mi piacciono. L'anti-sportività mi irrita visceralmente. Ieri ti sei difeso in 10 (hai fatto bene, dopo 5 ko occorreva rastrellare il possibile) ma il tuo primo gol e' irregolare. Sul gol del derby di Gabbiadini (regolarissimo, a detta di tutti quelli che conoscono il regolamento e di decine di giornalisti, ex arbitri ed esperti) hai rotto per mesi, sei stato stancante, offensivo, antisportivo, sfibrante. Ieri solo silenzio. Chi non sa perdere non sa vincere. ‪#‎gasp‬

09 gennaio 2016 - IL 31 TEDESCO
Violenze di Colonia e altre città tedesche a Capodanno. Intanto noto che qualche testa cade, giusto o no che sia da noi sarebbero ancora tutti al loro posto, capaci e incapaci (6 anni e ancora non sappiamo chi ha ucciso Cucchi mentre era affidato alle Forze dell'ordine).
Poi dico che non si tratta di immigrazione, il problema è che si tratta di animali, di criminali: attendo punizioni durissime. Non è che se un panettiere usa violenza su una donna il giorno dopo ce la prendiamo coi panettieri, no? (O sì?) Di gente che non rispetta gli altri e la legge c'e' pieno il mondo, fra gli immigrati e fra i residenti.
Infine noto che il fatto di essere o dirsi seguaci di una religione non rende più rispettosi o timorosi di Dio, tutt'altro.
Comunque per ora la reazione mi pare poco tedesca, e poco tedesca mi è parsa la gestione della cosa, il rapporto della polizia sulla serata, il ritardo dei media: tutto molto strano, per essere in Germania ovvio.
Noto infine che la Germania ha accolto in pochi mesi più di un milione di rifugiati, numeri che ci fanno impallidire, noi che non riusciamo a gestire situazioni molto meno impegnative.

08 gennaio 2016 - INCONTRI TARDO-POMERIDIANI AL BANCO TELEFONIA
Stasera nei locali di una nota catena di informatica mi sento osservato e scopro che a farlo è un mio contatto di Facebook che in realtà è anche una mia vecchia conoscenza che rivedo sempre con piacere avendo del resto respirato gli stessi metri cubi d'aria per ben 1.170 mattinate circa, al lordo delle assenze; in una vita che dura sugli ottant'anni e se ti va bene sui cento, non è poco. In ogni caso ce ne siamo augurati altri 35 così per non sbagliare e in buona salute sia chiaro. Ah, rifare adesso i 5 anni di liceo con la consapevolezza che ho e che abbiamo ora sarebbe una passeggiata e sarebbe tutto diverso; all'epoca non è che ci siamo poi trattati molto, l'avessimo fatto penso ci sarebbero state scintille dal punto di vista mentale; ho quest'idea ma ovviamente avendo la consapevolezza di ora cosa che sappiamo impossibile. Dico mentale perché avverto questa cosa e perché poi a pensarci bene in cinque anni francamente non è che io abbia mai dato noia a nessun appartenente al sesso femminile: viaggiavo sopra tutto questo o forse sotto,?chissà; forse a una sì ma se non ricordo male dopo il liceo, non ci giurerei...e comunque solo a quella, e a nessun maschio.
Lucia G. P.

06 gennaio 2016 - Baba Vanga, veggente bulgara, cieca dall'età di dodici anni, che secondo alcuni ha già avuto più volte avuto ragione con le sue previsioni, per il futuro prevede molte cose, fra cui penso vi possano interessare queste, oltre alla scontata invasione dei musulmani in Europa con, neanche a dirlo, inevitabile e rapida fine di quest'ultima:

- Tra il 2170 e il 2256 una colonia su Marte vorrà rendersi indipendente dalla Terra
- La Terra sarà inabitabile a partire dal 2341
- Dal 4674 l'umanità e gli alieni saranno completamente "fusi" (noi in verità fusi lo siamo dalla nascita...)
- Nel 5079 l'universo finirà (alleluia)

Da queste previsioni si evincono molte cose, fra cui:

-dal 2341 al 5079, quindi per 2738 anni, dovremo vivere su un altro pianeta (trasloco a carico nostro), presumo Marte, ma chissà.

Ok, per ora è tutto.
Mi interesserebbe sapere come finirà il campionato di serie A nel 5079, trattandosi dell'ultimo. Nel girone ci saranno anche squadre di altri pianeti, scommetto. Avra' un senso finalmente la frase tanto abusata "sfida stellare", o "gol dell'altro mondo"...

06 gennaio 2016 - Oggi non sapevamo a chi attribuire il premio idiozia del giorno ed ecco che subito si presenta la Corea del Nord col suo dittatorello e il preteso e sommamente idiota test di esplosione termonucleare: chapeau! (visto il taglio di capelli, ci vorrebbe).

05 gennaio 2016 - 21:00
Io non so cosa abbia letto il telecronista di Sky ma sulle statistiche del derby ha sbagliato e di molto... Lo score è 35 a 23 (39 a 28 con le partite non ufficiali).

05 gennaio 2016 - 21:50, fine prima frazione
Non ho parole. Al 49' 1T gravissima scorrettezza di De Maio (Gen). Cassano si ferma per far soccorrere un avversario infortunato e questo giocatore qui incredibilmente gli ruba palla, continua l'azione, ne nasce una punizione e questi la battono pure. Antisportività allo stato puro, davvero un comportamento vergognoso. Inqualificabile. Non sanno nemmeno cosa vuol dire essere sportivi. Lo fa un mio giocatore, io pretendo una punizione severa; questi fanno orecchie da mercante. Un comportamento da bari, non c'e' altro da dire

05 gennaio 2016 - Domani (o stasera) arriva la Befana. Poi occorre levare gli addobbi. Preferirei tagliare le unghie a un millepiedi usando una forbice di tonno. L'anno prossimo devo trovare una scusa per non metterli, tipo una qualche religione del cavolo cui avrei aderito.

05 gennaio 2016 - Ho scoperto che nella versione originale di Topolino Eta Beta non mangia naftalina, ma i kumquat Emoticon smile mandarino cinese = fortunella). Ora ditemi voi che senso ha cambiare 'sta cosa per l'Italia. E' una vaccata. Un po' come quando un film inglese tipo "far away" viene titolato in italiano "non ho voglia di prendere la nave". C'e' gente che non sa che fare e allora per giustificare la sua esistenza deve concepire queste schifezze. Ora domani scopriro' che nella versione originale Topolino è un ladro e Pietro Gambadilegno un miliardario.

02 gennaio 2016 - LA PIOGGIA LI FA SORRIDERE
Ci sono siti meteo che sembrano godere del fatto che finalmente oggi piove. Ci sono speranze di disagio, magari non di disastro ma chissà. Hanno tirato fuori con mani tremanti dalla naftalina tutte quelle belle icone coi fulmini e con le nuvolone nere. E' che il sole non tira, il maltempo porta click e dindini. Certo per costoro i due mesi appena passati devono essere stati l'inferno sulla terra, un pò come quando ti si blocca il telecomando su Rete4

02 gennaio 2016 - MY SECOND LICENSE
Ho la seconda patente della mia vita (intendo come supporto fisico, non quella da scimunito dopo quella di guida). A questo giro, infatti, mi hanno ritirato quella storica e consegnato quella moderna, a tesserina, tipo punti dell'Esselunga, ma meno colorata: anche su questa comunque ci sono i punti, se ci pensate, ma premi non se ne vedono. Lo dico perchè è sorprendente come quelle storiche, se trattate bene, avessero una durata paragonabile a quella della piramide di Giza, mentre quella moderne, dicono, si consumano presto. Io in effetti l'ho avuta con me per 30 anni, cioè circa 10.950 giorni. Considerando che l'ho sempre portata nel portafoglio (20 anni nella tasca posteriore, 10 in posti meno a rischio) e che mediamente sarò uscito 5 giorni a settimana, per 7800 giorni ha vissuto con me, si è piegata, stropicciata, inumidita, ha subito pressioni, torsioni, rotture di co.. (c'era la rima, scusate) etc; ebbene, è ancora in condizioni che definire perfette è sottostimare gli eventi. Pare uscita oggi dalla fabbrica. La foto invece ritrae una persona un po' diversa da quella attuale: adesso sono più maturo, il mio sex appeal è gusto pieno e colore chiaro come quello dei brandy 12 years, posso far colpo anche sulle over 40. Qualcuna dei miei contatti direbbe solo sulle over 40, ma si tratta con tutta evidenza di persone invidiose.

31 dicembre 2015 - IL PIÙ GRANDE SPETTACOLO DEL MONDO
Mi avete commosso. Profondamente. Dico sul serio. Stamane passeggiavo per la città ed era tutto un florilegio di urletti scanzonati (auguri, buon anno, buona fine e buon principio -odio questa formula), un pout pourri di abbracci sopra le righe, di clamorosi e imbarazzanti slanci di interesse per quel che il prossimo farà nelle prossime ore, quelle a cavallo della mezzanotte. Ho visto scene lacrimevoli, di affettuosità spinta, baci al limite della decenza, gesti imbarazzanti, urletti già a duecento metri di distanza. Se tutti i giorni si ripetessero queste scene moriremmo precocemente di diabete. Gente che 364 giorni l'anno manco si guarda, se lo fa è in cagnesco, e si farebbe cavare un occhio senza anestesia da un fabbro cosacco ipovedente piuttosto che sorridere o abbracciare quello là, oggi tuba, coccola, vezzeggia, si scioglie in sorrisetti falsi come Giuda. L'umanità è il miglior spettacolo del mondo.
-
(Img: www punto glowdiscount punto con)

30 dicembre 2015 - POVERO 2015
Non c'è uno che si dichiari almeno moderatamente soddisfatto del 2015. Tutti vogliono un 2016 migliore. Mah. Ci andrei cauto. Per alcuni può essere stato un brutto anno, certo. Ma molti di voi secondo me farebbero meglio a riconsiderare la questione e a rimodulare richieste e speranze. Cambiare per cambiare può essere rischioso. Io, personalmente, non vorrei nessuna soluzione di continuità. È vero, così facendo escludo un colpo multimilionario alle lotterie; ma escludo anche tante altre cose

29 dicembre 2015 - CAPRE AL VOLANTE
Tutte le mattine vi svegliate tardi, vi rasate male o finite di truccarvi al semaforo, fate colazione con un caffè o non la fate, uscite di case con gli occhi cisposi e le idee ancora annebbiate, siete in ritardo, dovete portare il figlio a scuola, o prendere il treno e prima ancora trovare parcheggio, andare al lavoro e magari prima di entrare fare la spesa, passare da mammà per vedere come sta... e sulle strada guidate come maiali senza neuroni, pensando forse di non poterci rimanere la mattina presto, secchi e lunghi sull'asfalto, o di non poter rovinare qualcun altro per sempre, e voi con lui. Magari guidate con il telefono in mano, e nel frattempo rovistate nella borsa, e la corsia non vi tiene, e la curva è proprio adesso. Correte come pazzi tanto le strade sono vuote, ma le strade vuote non sono. Svegliatevi prima, per potervi svegliare ancora a lungo. E per non uccidere qualcuno che si è alzato in tempo, ha fatto le cose come doveva e adesso ha il solo torto di incrociarvi sulla sua strada. Basta un attimo, e non ci sono più attimi. Capre! (mi spiace citare Sgarbi).

28 dicembre 2015 - NIENTE, MA ANCHE TUTTO
Ottima idea passare a trovarmi, oggi. D'altra parte il giramondo sei tu, io presidio e mantengo la posizione, tu perlustri ed esplori, io difendo la torre tu occupi nuove terre, tu vivi attraversando confini io vivo confinato.
Io non ti chiamo tutti i giorni come qualcuno di nostra conoscenza (dai che va bene così, dopotutto) ma di te so sempre molto, di straforo o di sbieco, non tutto certo, ma rubacchio qua e là quel che basta: so sempre come accontentarmi.
Non pretendo di essere molto importante nella tua esistenza, non ne capirei il motivo francamente, ma se un anno tu ti trovassi temporaneamente e per sfortuna nella zona retrocessione della vita e fossi così sfigato da dover ricorrere al mio aiuto, sai bene che quello ci sarebbe sempre e comunque, per definizione, e come d'incanto rivedresti presto la parte sinistra della classifica. Nella mia vita sei una priorità dormiente, un pilone nascosto ma che regge molte cose, un'assenza presente. La ragione non saprei spiegarla e quando certe cose non si sanno spiegare vuol dire che possono sfidare il tempo come la roccia. Il futuro non lo conosciamo e forse è meglio così. Ora tu salti da una berlinata all'altra, io da una belinata all'altra, ma dopotutto cos'è una consonante se paragonata alla non intelligibile vastità della Via Lattea?
Un giorno di settembre ci incontrammo. Io insistetti, tu non opponesti resistenza, né forse avresti potuto: le cose fluirono. La pianticella crebbe veloce, i primi anni furono intensi, poi meno, ma un marchio impresso a fuoco resta per sempre.
Un giorno di settembre ci incontrammo, altro da dire non c'è. Forse è poco, dopotutto è niente, ma di più non ci sta perché è anche tutto.
A me, dopotutto, non hai mai dato un pugno...
Oh yes.
E ancora non ho toccato alcolici, stasera.

17 dicembre 2015 - PADRI E FIGLI
L'ho sempre saputo con assoluta certezza, da quando avevo 14 anni circa, forse ancora da prima, e ovviamente lo confermo, anche se sapevo che non avrei avuto bisogno della prova sul campo: nessun viaggio e' così bello come fare un figlio. Allora perché ne hai fatto solo uno?, dice il supposto astuto. Forse per lo stesso motivo per il quale pur amando parecchio la parola scritta e parlata non sono laureato in letteratura... La vita è una, non basta, spesso nemmeno dura per intero. Non ne basterebbero tre, d'altra parte. Comunque io sono sempre stato Padre, anche se sono Genitore solo da tre anni (io includo la gravidanza, ovvio). Ci si nasce Padre, o forse lo si diventa, ma molto presto, indipendentemente dal generare o meno, o forse mai più. Io mi vorrei come padre, la modestia la metto nel mobiletto delle cose vecchie, spero capirete.

13 dicembre 2015 - Il BIANCO PUO' ESSERE NERO PER ALCUNI - IL NATALE E' UNA PROVA DURISSIMA
Le festività, e quelle di Natale in particolare, non hanno un colore univoco. Pasqua in fin dei conti dure due giorni, Ferragosto uno, il Carnevale puoi sentirlo come no, l'estate non è una stagione facile ma è sopportabile, le feste del Natale durano almeno 13 giorni, di fatto 15 o 20. L'atmosfera è diversa, ovunque trovi segni che si sta avvicinando, già a un mese e mezzo di distanza.

Per coloro ai quali le cose vanno male (per colpa di Sua Maestà il Caso che tutto governa o per colpa del filtro con il quale sentono le cose del mondo) il Natale è una prova durissima. Uscirne senza aver avuto propositi poco sani è già tanto. Si arriva a desiderare che ricominci presto il lavoro. Si è costretti a fare e ricevere auguri, e a rispondere alle solite idiote domande cosa fai, dove vai, con chi lo passi, che fai per l'ultimo, cosa hai ricevuto di regalo, etc.

Ragazzi, prima o poi le cose girano. Se invece è il vostro filtro ad aver problemi, allora è diverso: pensate seriamente a qualcosa di concreto, perchè da soli i problemi non spariscono.

In ogni caso fatevi forza, il 7/1 non è lontano.


13 dicembre 2015 - RENZI A PRANZO LA DOMENICA
Pranzando, ho beccato (non per mia volontà, ca va sans dire) due tg e un programma di approfondimento. Per tre volte mi sono sorbito Renzi dalla Leopolda. Per non parlare di Padon, o di Cuffaro che rivede la luce, o dei soliti triti discorsi su Stasi. Credere alle promesse di Renzi si poteva, all'inizio, sebbene io mai ci abbia creduto, e non credo di essere superiore: sono gli altri che sono inferiori. Si poteva (crederci, intendo), ma ho mai capito come potesse chi lo faceva: era ovvio che vi era già un deficit in chi riceveva certi input, oltre che in chi artatamente li inviava. Farlo ora (cioè crederci) vuol dire che ti bevi qualunque cosa. Che squallore, questi tg e programmi filogovernativi, questi giornalisti pennivendoli leccalulo senza spina dorsale che fanno un articolo usando wikipedia e qualche virgolettato, che pena mi fanno, pena mista a schifo. Un panorama, quello dei media italiani, che definire da quarto mondo è offendere il quarto mondo. Autoservi e incompetenti, venduti e autoreferenziali, incompetenti e voltagabbana. Tranne due o tre piccole eccezioni che mi tengo care ma che, essendo per pochi, non influiscono sull'opinione pubblica che pecorona va poi a votare; anche se, a dirla tutta, Renzi non l'ha mai votato nessuno, perchè noi, da buona democrazia, non abbiamo eletto nessuno degli ultimi tre premier, e di uesto dobbiamo ringraziare il Re deposto da poco, quello della figuraccia ungherese, tanto per capirci al volo.
‪#‎renzi‬ ‪#‎napolitano‬ ‪#‎leopolda‬ ‪#‎abboccanoilucci‬ ‪#‎mediadiregime‬ ‪#‎squallidimegafoni‬

12 dicembre 2015 - CHE PIZZA 'STA PIZZA
Vediamo di parlare brevemente della prossima cena, che Mostra-domus (noto agente immobiliare del sedicesimo secolo...) fissò, cinque secoli fa, verso marzo/aprile prossimi.
Leggiamo, dal suo volume di profezie, a pagina 1245, paragrafo 2, comma 4, rigo 98:
"nella terzesima o quattronima mesata del diciassettimo anno del terzesimo secolo undici cavalieri e cavalieresse ebbri e satolli celebreranno per la seconda volta la festa del dipendente ma non più sulle rive del fiume non ninfomane.. TRAD: a marzo-aprile 2016 undici scemi mangioni e 'mbriachi si rivedranno a cena per la seconda volta ma non più sulle rive del Frigido...
Il destino stesso ci impone quindi di variare location per il nostro prossimo rendez-vous, amigos (scusate, volevo usare quattro lingue in due righe).
A questo punto, sebbene Platini e Blatter insistano col Qatar (questa la capiscono solo gli ometti quindi 8 su 11), prende forza la candidatura di Resceto, a-mena località montana che in genere fa a-meno di quasi tutto, per via di un destino cinico e baro (vedi alla voce adsl, per esempio: la Paola era convinta che fosse una malattia infettiva).
Mi cade l'occhio ora (comunque l'ho preso al volo e rimesso in orbita, tutto bene) su un'altra profezia del noto agente-veggente, posta a pagina 3390, paragrafo 77, comma 113, rigo 21:
"Ci saranno tanti cavalli dei rescetani che berranno nelle fontane di Massa", il che lascia intravedere forse una possibile invasione di queste popolazioni nordiche che potrebbero conquistare e colonizzare la costa, occupando in particolare gli internet point: un simile scenario potrebbe avere in effetti ripercussioni sulle nostre scelte, dato che, se ciò davvero accadesse, anche cenare a Ricortola potrebbe voler dire cenare in terra di Resceto, e ci eviteremmo i famosi 12 km di via Crucis.
Mostra-domus, nella sua infinita sapienza, dedica qualche battuta anche all'organizzatore dell'evento, che anche in questa seconda occasione dovrà essere "un giovine forte e molto prestante uso a ferire cuori di femmine col solo sguardo di brace", che tradotto non può che essere interpretato se non come una mia clamorosa e unanime riconferma, che con umiltà accetto.
-

11 dicembre 2015 - LA PAROLA TRUFFA E' LA PIU' ADATTA
Non puoi vendere 40 mila euro di titoli di merda a un pensionato che, poniamo, ha 40 mila euro da parte. Non puoi nemmeno vendergliene 20 o 30 mila. Non importa se rendono l'8. Il rischio è altissimo e il pensionato deve sapere che non sono titoli per lui. Se glieli vendi sei un disonesto. Devi prima illustrargli bene le specifiche del titolo e poi, dopo aver esposto con chiarezza il tutto e averlo messo in guardia per bene, ottenere una firma consapevole su un foglio in cui sta scritto chiaramente che si tratta di investimenti che potrebbero portare anche alla perdita di tutto il capitale. Gli dai il foglio, scritto con caratteri grandi e di poche righe, massimo una pagina, senza clausolette in cirillico, lui lo porta a casa, se lo legge, poi semmai torna col foglio firmato. Se non hai fatto tutto questo sei un truffatore. E truffatore è il tuo datore di lavoro (le banche). E chi dovrebbe controllare... e chi fa leggi di merda.
in fin dei conti è semplice capire chi ha ragione.
Quanto alla leggina renziana che rimborsa le briciole a chi è stato scippato dei risparmi di una vita, saprei quale uso consigliarne, ma mi astengo.

06 dicemnre 2015 - ...che poi alla fine, se ci pensi bene, fisicamente pochi sono davvero belli, davvero pochissimi; i bellissimi poi sono casi rari quanto l'unicorno bianco; tutti, se esaminati per bene, mostrano difetti, a volte rivoltanti per quanto non te ne sei accorto al primo sguardo; quel che ti può rendere bello, un certo momento, un certo giorno, è quel che ti nasce o che hai dentro e che, passando per il tuo fisico, esce fuori in quel momento, in quel giorno, nient'altro. L'involucro da solo, ripeto, è quasi sempre brutto o al massimo passabile; quel che lo anima, lo riempe, lo muovo, lo fa vibrare, lo illumina, è quello che può fare di te, ora, una persona brutta o una persona bella. Non solo, ma soprattutto quello.

6 dicembre 2015 - Non ne parla quasi nessuno perché i giornalisti sono così, decidono di cosa si debba parlare, ma il terrorismo non si ferma e timbra col sangue ogni giorno di questo fottutissimo pianeta; ieri l'inglese quasi sgozzato sulla metro, oggi l'attentato nello Yemen, pochi giorni fa i due tizi al centro disabili... Quanti ex neuroni.

5 dicembre 2015 - E' TUTTO CHIARO COME UNA NOTTE SCURA
Ricapitolando, fra le nazioni che combattono l'Isis ce ne sono alcune, e non proprio di secondo piano, che si sparano fra loro, che cercano di smerdarsi fra loro e che comunque, separatamente, finanziano o vendono armi all'Isis stesso, magari comprando da questi pure il petrolio; oppure che finanziano paesi che fiancheggiano l'Isis. Ce ne sono altre (noi?) che vendono armi ai sauditi che poi le usano per uccidere civili yemeniti nell'ambito di operazioni gia' stigmatizzate dall'Onu. E poi c'è la falsa notizia di un preside che non fa il presepe a Natale (non lo ha mai fatto...) e Salvini che si precipita sul posto col presepe in mano e due idee fra le orecchie (le solite due, dico idee, non orecchie) senza chiedersi cosa c'entri lui col presepe, simbolo di tutti quei valori su cui ogni giorno spalma la sua dose di cacca, e la Gelmini che canta canti tradizionali (non sapevo avessimo una tradizione, se non quella di regalarci cellulari da 800 euro e di stare sei ore a tavola il 25), la Russa che trasuda patriottismo, tutti e tre in difesa dei valori dell'Occidente che per favore, se li trovate, mi dite dove cacchio stanno che voglio dare un'occhiata pure io?

5 dicembre 2015 - Lasciatemi cantare
con la chitarra in mano
lasciatemi cantare
una canzone piano piano
Lasciatemi cantare
perché ne sono fiero
sono un italiano
un italiano nero

5 dicembre 2015 - UN CIRCO FOLLE
Alcuni risvolti dell'agire quotidiano sono quantomeno curiosi.
Un tale cerca di freghicchiarti una volta, poi un'altra..., insomma, due o tre volte in uno o due anni. Poca roba, quisquilie, ma intanto lo fa. Mettendoti anche un pochino in difficoltà, in teoria, con altri con cui collabori o da cui dipendi. E in generale non si mostra granché preciso o affidabile, benché tu sia nei suoi confronti preciso come sei mediamente con tutti, anzi un pochetto di più (dicesi trattamento di favore). Tu ignoricchi il fatto, son piccole cose, stai a vedere, diciamo. Non dimentichi ma non ti formalizzi. Tanto sai chi è , torna spesso, etc. Aggiungiamoci il fatto che col tempo vieni poi a sapere che si dice abbia tirato qualche fregaturina ad altri, ma qui son voci sicché non andiamo oltre
Poi, alla terza volta, tu reagisci moderatamente, giusto per dargli una sveglia, non per causargli guai seri, e nemmeno per causargli guai, a dire il vero, ma giusto per dargli un secondo di 220, giusto perché si avveda del fatto che se finora hai glissato non è perché appartieni alla categoria di quelli che puoi fregarli a vita tanto non se ne accorgono (e nemmeno, pare evidente, a quelli che solo se pensi di fregarli la prima volta ti hanno già fulminato sul posto), ma perché appartieni alla categoria di quelli che, a meno che tu non tocchi, in misura sostanziosa, il patrimonio o, in qualunque misura, aspetti riguardanti l'esistenza in vita tua e dei tuoi cari, non è che sparano al primo inghippo, né sparano se si tratta di uno sbaglio: il tipo come me reagisce con più calma e pacatezza, lascia il tempo di ravvedersi o di capire che fare i recidivi non è opportuno.
Tu reagisci, quindi, più o meno alla terza volta, e cosa succede?
Succede che hai colpa tu. Hai reagito mettendolo in difficoltà. Così non si fa. Ecchediamine, ci si pensa prima di fare così. Hai sbagliato insomma: a farlo, e poi nel modo in cui lo hai fatto, non ne parliamo neppure. E nemmeno voglio sapere i dettagli: hai sbagliato, punto.
Lui invece non ha sbagliato, nooo... Non una ma tre volte, nooo... non è che per caso se l'e' cercata, nooo...
Mi sembra un circo folle.
Io so che ho deciso di pungere un tizio recidivo, e penso sia un mio diritto reagire, specie poi se già ho fatto uso di pazienza in precedenza. Ho agito nel modo che in quel momento ritenevo migliore (e non solo nel mio interesse, ma anche, sia pure per quisquilie, in nome di un interesse che rappresento) e non, ripeto, per causargli guai o per cagionargli un danno superiore a quello infertomi, ma solo per dare una sveglia al tale. Penso sia mio diritto scegliere anche il modo in cui reagire, e non sono il tipo che ti brucia l'auto perché non hai messo la freccia (la città sarebbe avvolta dalle fiamme) , perché non sono il tipo da eccesso di legittima difesa (a meno che, come detto, non ti becco a rigarmi l'auto -e non perchè sia fanatico dell'auto, basta vedere su quale mezzo circolo, ma per la gratuità del gesto- o non metti in pericolo mia figlia, per fare due esempi in ordine crescente).
Ma niente da fare, la colpa è mia, che sono permaloso, polemico, vendicativo, che non so mediare, non so lasciar perdere, non so agire nel modo giusto, anche se due ore prima ero sempre io quello che, sembrava ad alcuni, non capiva una cosa facilissima e si era fatto fregare. Ma tu puoi pensare di me quel che vuoi, dimostri solo di non averci capito una mazza.
Insomma, per tornare a bomba, ho colpa io. Lui no. Lui che poteva non fare la furbata che ha fatto e si sarebbe evitato la sveglia. In fin dei conti, sarebbe stato sufficiente non prendermi per il culo (e più volte), per non avere problemi.
Il destino era nelle sue mani, che colpa ne ho io se inavvertitamente lo ha fatto cadere a terra, scheggiandolo?
Se io tiro il pelo al leone una, due e tre volte, anche perché vedo che non ha grosse reazioni, e poi quello mi insaliva il braccio facendomi prendere un crepacuore, posso dire al cardiologo che è tutta colpa del leone?
Certo che anche il leone però... poteva trovare un altro modo per farti capire che era il caso di darci un taglio, eh... Certo, come no. Avrebbe potuto farti un fax.
Andiamo avanti, tanto non è che ho vent'anni, so bene come gira l'andazzo, lo conosco a menadito, ma ogni volta è come la prima volta, perlomeno nel renderti conto di quanto sia folle il meccanismo per il quale tu hai ragione da vendere e sei stato pure magnanimo ma quando ti alzi per non dar proprio l'aria di chi è fesso dalla nascita allora sei un essere riprovevole.
Olè!


3 dicembre 2015 - Un noto sito di previsioni meteo tiene a farci sapere quel che segue: "ULTIM'ORA: il vortice polare si sta spaccando."
Mai quanto il mio impianto di inseminazione nel leggervi, in particolare nel leggere amenità allarmistiche tipo "caldo anomalo".

2 dicembre 2015 - Ipocriti! Fancazzisti! Evasori! Nichilisti! Siete tutti uguali, irrecuperabili.
No niente, stavo solo facendo le prove nel caso in cui dovessi incazzarmi con voi.

29 novembre 2015 -Ancora lo conosco poco ma per quel poco che ne so dico beati i canadesi... Justin Trudeau, primo ministro Canada. Mamma mia, quando hanno distribuito i premier noi eravamo al buffet, guardate un po' gli ultimi...

29 novembre 2015 - AVVISO AI NAVIGANTI
In 10 anni "ho" vinto 7 trofei. E "ho" giocato 12 finali ! Sono numeri grandi, spaventosi se pensate da dove siamo partiti e come ci siamo arrivati. Tutto questo, senza spendere 100 milioni di euro l'anno. Senza aiuti o aiutini, senza santi in paradiso, senza corrompere nessuno, senza avere alle spalle decenni di successi, o deputati e senatori. Senza possedere tv, case editrici o quotidiani. Ho mai rotto le palle a qualcuno? No. Pensateci prima di aprire bocca, per favore, ché fate solo brutte figure. ‪#‎forzamagicasamp‬

28 novembre 2015 - CAMBIAMO ALLENATORE
Io dico perlopiù le stesse cose da vent'anni, in fatto di calcio. Quindi sono ripetitivo, oppure stupido (solo gli stupidi non cambiano mai idea, si dice). Oppure quel che dico è giusto e non vedo davvero perché io debba dire cose diverse per il solo fatto che il tempo passa e molti fan sempre l'opposto. Dello spray, per esempio, parlavo stucchevolmente da anni, pareva roba da Star Trek, adesso c'e' e gli effetti si vedono eccome. Fra qualche anno introdurranno per esempio il timeout, che ora pare bestemmia: io dirò che ne parlavo da dieci anni, e non mi crederanno. Io, se sono presidente/proprietario, per scegliere un allenatore mi prendo tutto il tempo che mi occorre, anche 12 mesi. Mi deve piacere come allenatore, come psicologo, come uomo. Mi deve convincere oltre ogni limite. Lo devo frequentare. Devo frequentare i suoi amici, la sua famiglia. Voglio sapere anche se usa mutande o boxer. Devo avere fiducia assoluta nelle sue idee, nei suoi metodi, in lui. Quando poi decido, piuttosto cambio sesso, ma non lui. Se le cose non girano, dopo 6 mesi vendo tre o quattro giocatori ma non faccio saltare l'allenatore che, ripeto, ho scelto dopo riflessione profondissima e nel quale credo. E la squadra deve sapere questo, deve sapere... (questo cambia le cose, fidatevi). E non pago 2-10 mln di euro un giocatore, faccio contratti base piuttosto bassi e poi incentivi a salire sulla base dei risultati: chiaro, molti non vorranno firmare per me, ma quelli che lo faranno saranno quelli giusti, fidatevi. Nel calcio, nel 100% dei casi, succede l'esatto opposto. E io dovrei cambiare idea? No, perché ho ragione io. Purtroppo, non disponendo al momento di risorse finanziarie atte a permettermi l'acquisto del pacchetto di maggioranza di una società di calcio professionistica, non avrò mai l'opportunità di applicare le mie idee e tracciare una via; non potrò mai incaricare i fatti di cercare di smentirmi. Ma non cambio idea solo perché chi ha i soldi di solito è così idiota da fare l'opposto di quel che sarebbe ragionevole, rivoluzionario e produttivo fare.

28 novembre 2015 - In silenzio da fine luglio/inizio agosto (quando hanno rotto le palle perché abbiamo legittimamente perso in una competizione da cui legittimamente essi sono stati esclusi) -in silenzio perché sempre sotto, ca va sans dire- adesso che sono a pari punti gia' rumoreggiano lievemente; dovessero sopravanzare, anche di poco e anche per poco, ricomincerebbero col solito circo equestre bicolore. ‪#‎samp‬ in fin dei conti tra me e un genoano non c'e' molta differenza: la prima cosa che ci interessa, la domenica, è cosa fa la Samp!

28 novembre 2015 - "Immaginare contratti di lavoro che non abbiano come unico riferimento il rapporto ora/lavoro ma misurare l'apporto all'opera". E' l'idea lanciata dal ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, secondo cui "la misurazione ora/lavoro è un attrezzo vecchio che frena rispetto a elementi di innovazione".
Non posso commentare a fondo, la conoscenza della legge mi dissuade dal farlo.
Certo è che simili boiate passano, i ministri cambiano, Karl Marx resta.
Boiata non nel senso che vada sottovalutata, anzi va presa molto sul serio: questi puntano a fare del lavoratore sempre più una rotella dell'ingranaggio. Boiata nel senso che è una boiata.

24 novembre 2015 - Lo so, vi starete tutti chiedendo ma che cavolo ti avrà mai detto di così offensivo quella? Non ho più avuto tempo di scrivere la seconda parte di “Quanto faccio schifo io” (una minisoap che al confronto Un posto al Sole è noiosa), ma presto lo farò. (la prima parte era qui, per i masochisti: https://www.facebook.com/permalink.php?story_fbid=1493120247669255&id=100009138814397) Sono geloso delle sanguinose e circostanziate accuse che ho ricevuto da tale femmina e anche della reiterata minaccia di denuncia (per stalking, udite bene). Oggi, per essere qualcuno, almeno una minaccia di denuncia ci vuole, anche se l'avvisetto di garanzia è sempre preferibile.

22 novembre 2015 - Due giornalisti rischiano fino a 8 anni per aver scritto la verità, il Vaticano sta ancora al Medioevo, poi siete liberi di farvi infinocchiare dal pontefice che volete, eh.

22 novembre 2015 - Se non fai un tiro nello specchio della porta, al massimo fai 0-0.Spesso, perdi con chi magari ne fa anche solo uno. Normale. ‪#‎udinesesamp‬

21 novembre 2015 - Incredibile quanti smercino sempre sui social slogan fascisti, inni al duce, etc. Perlopiù tizi che conoscono la storia passata d'Italia come io ho pratica di acconciature.

20 novembre 2015 - OGNI GIORNO HA LA SUA PENA
Anche se Facebook non ha ancora attivato la possibilità di rendere il nostro profilo solidale con l'ennesima tragedia, oggi l'attacco al Radisson Blue Hotel di Bamako, Mali, nonostante la maggior parte degli ostaggi siano stati liberati, ha causato 21 morti. Negli stati italiani domenica verrà suonata la Marsigliese, l'inno del Mali forse non è orecchiabile. Non parliamo poi di Beirut, dell'aereo russo o dei soliti tre o quattro accoltellati al giorno d'Israele.

18 novembre 2015 - UN MONDO DA CANI
Io capisco tutto, però nel mondo ci sono decine di guerre in corso, la più terribile ce l'abbiamo all'uscio, tizi che desiderano morire per andare in paradiso e che per raggiungere questo obiettivo sterminano decine di innocenti in discoteche, teatri, ristoranti e metro, come tutta risposta continuiamo o mandare droni che inseguono criminali ma sterminano civili e fare affari con chi poi ci massacra a domicilio, quando invece le soluzioni dovrebbero essere o interloquire con Isis o, se il dalogo fallisce, attaccare massicciamente via terra... e adesso omaggiamo il cane dei buoni morto nel blitz di oggi. Per carità, omaggiamolo, ma insomma: prima le cose più importanti, e noi e i nostri figli sono più importanti. Purtroppo non sono molti quelli che davvero vogliono vivere in pace. Ora, dopo le bombe, continueremo a vendere armi ai paesi che fiancheggiano l'Isis, ma limiteremo i diritti dei cittadini per bene: film di serie B, già visto.


15 novembre 2015 - CARRARA E I PANNI STESI
Adesso viene fuori che si rispolvera una legge di 30 anni fa per multare fino a 500 euro chi alla finestra stende i panni ad asciugare. In una città (Carrara) che ha mille problemiirrisolti o ignorati, di decoro urbano, finanziari e di vita dei cittadini! (quattro gocce e molti cittadini rischiano grosso, da anni). Ho scritto oggi al Sindaco. Un conto e' stendere un mega lenzuolo in Via Roma o su un monumento, un altro stendere quattro panni al terzo o quarto piano di un palazzo fuori zona centralissima. Spero che il cortese Sindaco, che per noi tutti amministra la cosa pubblica, mi risponda e che da parte sua e di chi preposto si applichi a piene mani il buon senso perchè il cittadino è stufo di vedersi vessato per quisquilie quando cose vitali (argini del Carrione, per esempio!) e meno importanti (arrredi urbani,servizi) sono trascurati da anni, o peggio, e ad ogni autunno e inverno si trema e non si dorme quando piove.

14 novembre 2015 - SINISTRI COSA?
Molti adesso saltano su e dicono: tutto questo (Is) accade perchè i "sinistri" accolgono tutti. A parte il fatto che io gente di sinistra ne vedo pochissima in giro, e partiti praticamente non ne vedo, mi permetto di dire che il discorso è stupido. 1) essere solidali è un valore e se in esso si crede lo si deve essere sempre; la solidarietà non porta al terrorismo; 2) se siamo a questi punti è anche perchè abbiamo scatenato guerre insulse (quella in Afghanistan non ha una sola ragione valida e dura da più di dieci anni) e le guerre di solito le vuole la destra (il PD non è di sinistra, D'Alema quando mai) e abbiamo venduto armi a chi ora ci sta uccidendo. Chi vuole accogliere migranti e perseguitati che altrimenti muoiono in mare o vengono uccisi nel loro paese ha una visione del mondo che è proprio opposta a quella di chi uccide innocenti in nome di un dio inventato o di chi è razzista e xenofobo come la destra. Quindi statevene zitti, se è per dire simili boiate. Fra l'altro la Chiesa Cattolica nei secoli passati ha commesso atrocità bestiali (solo di recente si è specializzata in attici e copertura di pedofili, prima era Inquisizione, roghi, guerre sante, oscurantismo, etc), quindi quando sento il Papa o Assad (Assad!!!) fare la lezione allEuropa, sorrido di schifo.

14 novembre 2015 - Dedicato a tutte quelle che si sono fatte un po' di paranoie leggendo questa lista di motivi pseudoscientifici...
http://oltreuomo.com/20-motivi-per-cui-fa-schifo-innamorarsi-dopo-i-30-anni/

La vita è una fregatura a 20 come a 40, il post è divertente e ben fatto ma è un pezzo satirico, dargli solidità scientifica equivale a considerare Salvini uno statista. A 30-40 anni io ragionavo in maniera tale e avevo (e ragiono e ho) una tale visione delle cose del mondo che se avessi ragionato così a 15 adesso sarei il capo del mondo, e lo dico io che mai ho conosciuto la fase dell'adolescente più ormoni che neuroni. A 20 anni hai tette dritte e pelle liscia ok, profumi di fiori e prometti scintille, sei la brochure patinata e vivente dell'orgasmo, dove cammini non lasci prigionieri ma solo corpi senza più calore, è innegabile che tutti vorrebbero farsi un giro sul tuo luna park, ma, ammesso che poi tu ci sappia fare ed invece tu non sia il tipico ghiacciolo da esposizione ma non da pista, a 20 anni hai mille difetti, sei incostante, troppo esuberante, volubile, superficiale, incontentabile, non sai nulla della vita anche se pretendi di saperne tutto, sei poco solidale, hai visioni anguste e ristrette, il tuo futuro è il sabato successivo, oltre c'e' il buio, etc. e come un fiore poi appassisci presto e se avevi solo due tette o un sedere bombato e nessun cervello o cuore diventi una vecchia scema, mentre se avevi altro diventi una bella donna non più giovanissima. E poi c'e' pieno di cessi di 20 anni, se vogliamo limitare il discorso al fatto estetico, che oggi come oggi pare imperante: gioventù è bellezza, ma insomma. Così come ci sono donne a 30-40 che per bellezza e cervello danno la polvere a classi intere di sbarbatelle. Sessualmente parlando, poi, a 20 sei scatenata perché inesperta (a meno che tu non sia complessata, bloccata o passionale come un iceberg), a 40-50 sei scatenata perché esperta e sono due cose ben diverse: la prima può farti divertire se ti piace fare il maestro (ma a una che non vuole imparare perché pensa di sapere tutto), la seconda ti fa divertire e basta. A 40 anni non hai più illusioni, false speranze, seghette mentali: sei più libera di testa, e anche se la tetta ti ubbidisce un po' meno, il cervello può manovrare la faccenda per altre vie... Una di 20, se guardi solo all'età, puo' andar bene per una po' di palestra, allora è ovvio che è meglio di una 40 enne, ma se valuti un essere nel suo complesso può essere meglio una di 20 o una di 40, dipende dal caso specifico, e di certo non dipende solo da quanto il suo corpo è devastato. Che poi se le creme le cominci a prendere a 30 sei già in ritardo, bella mia. Conosco ventenni da urlo, ventenni da evitare come la peste, quarantenni scuoiate dal tempo e quarantenni o cinquantenni che fanno sesso solo a guardarle da 200 metri, quindi limitare il discorso unicamente all'età può essere il motivo per scrivere un post carino ma finisce lì. Io nemmeno so quanti anni hanno di preciso alcune amiche che conosco e che sono pure su Facebook, tipo quelle delle paranoie, so che sono giovani, ma davvero non so l'età precisa. Mica ti chiedo la carta di identità prima di desiderare di voler fare qualcosina con te, voglio dire: se non ne ho voglia, non ce l'ho, nemmeno se mi dimostri che hai 19 anni; se ce l'ho, non mi passa solo perché pensavo che tu ne avessi 27 e invece ne hai 33. Con questo non voglio dire che la bellezza e il sesso siano secondari, certo che no: più sei fica meglio sto. Ma è uno degli aspetti, e rispetto agli altri ha una specifica: se c'e' solo quello e nient'altro, a letto è circo equestre, ma per il resto è agonia e il tutto comunque dura poco, può essere una vacanza, per quanto lunga e stordente, ma non una vita o una bella fetta di vita insomma.

14 novembre 2015 - Parigi, 13.11.2015
Abbiamo ricominciato con Je suis Paris, dopo Je suis Charlie. Apprezzo l'intenzione, però qui si rischia di istituzionalizzare queste demoniache presenze, di concedere la cittadinanza dell'orto alla gramigna.
Premesso che l'uomo ha, dentro di sé, una prepotente sete di sangue, che i secoli che ne hanno registrato la presenza sulla Terra ne sono intrisi, e che le motivazioni che di volta in volta lo hanno spinto a massacrare i suoi simili sono diversissime e tutte bestiali, questi non sono solo terroristi: sono zecche, sono pidocchi, il cui cervello, minimale, è stato infettato da quella terribile malattia che si chiama integralismo religioso. Inutile anche dire: li staneremo (Hollande) o scrivere: otto terroristi uccisi (vari quotidiani). Questi vogliono morire, tanto è vero che si fanno saltare in aria per uccidere o dopo aver ucciso. Sono quasi incontrollabili perché sono disposti a morire pur di uccidere, anzi morire uccidendo è il loro fine supremo. Non hanno nemmeno la dignità di porre fine alla loro inutile esistenza da soli. Desiderano ardentemente morire, queste zecche prive di neuroni, perchè pensano che il loro dio avalli queste atrocità e possa ricompensarli. Facciamocene una ragione: noi, umanità, siamo una razza di bestie immonde che meriterebbero di sparire adesso nello spazio, tutti, senza che nemmeno rimanga il più pallido ricordo di questa specie davvero poco speciale che per una manciata di secondi (tali sono, se rapportati al tempo dell'universo) ha infestato con le sue aberranti miserie uno dei milioni di insignificanti pianetucoli esistenti

13 novembre 2015 - Se sei un pedone e ti trovi, poniamo, a Massa, stai per attraversare, sopraggiunge un'auto dietro la quale c'e' il vuoto sino a Dakar, ma tu lo stessi ti butti sulle strisce costringendola a fermarsi, quando per cortesia sarebbe bastato attendere due o tre secondi e attraversare dopo l'auto, a strada deserta, sei un pedone coglione. E aumenti pure l'inquinamento del pianeta.
Lo stesso se attraversi scrivendo o parlando al cellulare (se poi lo fai mentre guidi...), o in sella a una bici, o se sulle strisce passeggi lentamente, o scherzi con gli amici. E lo stesso se non attraversi, ma ti butti sulla strada all'improvviso, convinto che ci si possa anche buttare, se ci sono le strisce.
Vedi, magari il codice della strada potrebbe anche darti ragione, se ti butti come un pazzo sulle strisce e un automobilista corretto ti prende perchè gli sei piombato sul naso in un secondo: ma all'ospedale (o all'obitorio) ci vai tu, pensaci.
Se non lo fai per cortesia o per senso civico, fallo per tornaconto.

13 novembre 2015 - Attaccano sul portone: "un nostro incaricato passerà nei giorni 3-4 ottobre per proporre una vantaggiosa offerta etc."
Sono i "fornitori diversi" di energia elettrica, gas, etc.
1) chi ti ha dato il permesso di attaccare un tuo foglio con lo scotch sul mio portone/muro?
2) se voglio cambiare fornitore ti chiamo, se passi tu mi disturbi, perchè mi proponi una cosa che non ho intenzione di fare, se l'avessi avuta ti avrei chiamato, così come se voglio comprare un detersivo vado all'iper, non mi viene a trovare il direttore.
3) che poi la vecchietta vi fa entrare e si convince che deve accettare la proposta perchè avete quel nome che richiama quel fornitore storico...

Io non voglio cambiare fornitore di alcunché, nè abbracciare qualsivoglia credo religioso (non sono ateo, è che non voglio gabbie attorno ai neuroni; sono a-religioso, ma se pensate che voglia dire immorale o a-spirituale siete messi proprio male. raga)

09 novembre 2015 - IL PALLONE E' ROTONDO MA D'INVERNO UN PO' MENO
Sarri (all. Napoli) si lamenta del campo di Marassi. Purtroppo per lui e' attualmente uno dei migliori d'Italia. Fanno i test pochi giorni fa: superati alla grande.
Sarri afferma che il Napoli per ottenere un rigore dovrebbe indossare una divisa a strisce (non orizzontali, però, mi creda...).
Sarri sostiene che col nuovo pallone invernale il Napoli segna meno (chi lo produce fa sapere in via informale che rispetto a quello estivo cambia solo nel colore e nella veste grafica). Sta a vedere che abbiamo perso con la Fiore per colpa del pallone e non perchè loro hanno giocato meglio!
Sarri potrebbe non dire nulla almeno un giorno alla settimana?

07 novembre 2015 - CALDO ANOMALO
Il celebre sito meteo per il quale una perturbazione è sempre un ciclone e un motivo per cui stare in tensione c'e' sempre anche in giorni sereni calma piatta, ci informa che il tempo è bello e fa caldo, ma si tratta di un caldo anomalo (oddio, farà male?) e comunque la nebbia è fitta.


07 novembre 2015 - E IO CHIAMO LA FINANZA
Adoro quelli che dopo cinque secondi di discussione, massimo otto, quando io faccio presente che senza scontrino non ci sarà rimborso, minacciano di chiamare la Finanza. Li lovvo molto, credetemi.
Io dico che può chiamare anche il Papa, ma senza scontrino di "non erogato, credito non utlizzato" non ci sarà rimborso. Allora salta su un'altra, che mi ha visto alzare e rimettere in sede con molta forza le pompe (per vedere di risolvere l'inghippo - a volte i sensori non funzionano benissimo) e che ha sicuramente pensato che sbattessi con forza le stesse per la rabbia, che serafica afferma che anche lei fa un lavoro a contatto con il pubblico e che io dovrei essere più calmo. Perchè, è noto, io mangio carne umana.
Manicomio puro.
Alla fine gli scontrini escono, avevo ragione io. O meglio: aveva ragione il bion senso, perchè io non c'entro nulla.
UIn giorno qualcuno che la chiama davvero ci sarà, vedremo un po' come andrà a finire.
Il bello è che nessuno dice mai chiamo i vigili, la polizia, i carabinieri, la guardia forestale, la polizia provinciale, le guardie giurate, il commissario Basettoni... no, no, la Finanza, presumo per metterti più paura. Non hanno capito niente di quel che ho detto, pensano subito che vuoi fregarli, e zac: ecco la minaccetta bella fresca servita calda sul piatto dell'impazienza ignorante e autoreferenziale.
A sentir loro dovrei avere qui nel piazzale, due o tre volte al mese, il raduno di tutti gli appartenenti alle forze dell'ordine di ogni ordine e grado.

07 novembre 2015 - RELIGIONI
Uno studio pubblicato sulla rivista Current Biology e condotto su un campione di 1.170 bambini, d'età compresa tra i 5 e i 12 anni, di sei Paesi, dimostrerebbe che "I bambini atei sono più altruisti di quelli religiosi".(repubblica.it)
Al di là di questo studio, interessante e niente più, è evidente che morale e religione sono due cose ben distinte, anche se alle menti semplici (nel senso di sempliciotte) chi si dichaira ateo appare subito come potenzialmente amorale o immorale.
La religione è una gabbia per il cervello, questo è un dato incontrovertibile: un cervello non in gabbia si muove meglio e produce risultati migliori. Quel che conta semmai è ricevere un'educazione buona, equilibrata e completa, impartita da cervelli equilibrati e non ingabbiati.

06 novembre 2015 - Avviso rivolto a tutti, urbi et orbi e soprattutto idioti:
La prossima volta che qualcuno si mette in doppia e mi chiude pur avendo a disposizione vicino diversi parcheggi vuoti non suonerò il clacson, rischiando di disturbare decine di persone: chiamerò direttamente vigili o polizia, perché già mettersi in doppia e' una scorrettezza, ma farlo in presenza di parcheggi vuoti nei pressi è una doppia scorrettezza mista ad idiozia che va punita; se poi il vigile arriva prima che arriviate voi vi beccate la multa e la rimozione; se arrivate prima voi, mi trovate bello inca**ato; altrimenti, se incautamente non mi avete chiuso del tutto, potrei anche provare a passare tanto la mia macchina non teme righe... Non avete il diritto di appropriarvi del mio tempo in maniera così idiota, idiota come voi.

05 novembre 2015 - VERIFICATE PRIMA
Scusate ma se vi indignate per la notizia secondo la quale la figlia della Fornero sarebbe andata in pensione a 39 anni, senza verificare se vera (visto che la pubblica il Corriere della... Pera), allora crediamo anche a quella, pubblicata sempre da questo giornale, della donna, Michela, che siccome è vegana e deve integrare di B12 la sua dieta, è usa bere sperma, e siccome adesso non è fidanzata è in crisi. Suvvia....


04 novembre 2015 - IRLANDEIDE è lieta di presentare un altro inedito:

QUATTRO GIORNI ZERO MESSAGGI

Se decidon di partire
sono sempre quattro giorni
volo, albergo, due o tre giri
e poi tosto a casa torni.
E' una Tara di famiglia
fan valigia facilmente
si divertono un pochino
ma la casa è sempre in mente.

Ora sono su a Berlino
tutti quanti non la mamma
che soletta e un po' sfavata,
yogurt cracker ed insalata,
perchè è molto salutista
con il cell ognora in vista
in attesa di uno squillo
sogna il sugo col fusillo.

Ma i figlioli tanto cari
così dolci e senza pari
quando passano il confine
tosto fan le farfalline.
Ormai sono due giornate
stanno a zero di chiamate
e la mamma che ci crede
si arrovella e nero vede...

Mamma è in piedi sul poggiolo!!!
forse vuole fare un volo?
Che ci vuole, ragazzuolo...
a chiamare due minuti:
giusto fare due saluti,
dire io sto molto bene
ma mi manchi come un rene,
dai!, che in fondo ti mantiene!...

Io so bene che i pischelli
in testa han sol figa e piselli
ma rifletti un minutino
pensa a quando eri bambino
le ti ha dato anche il suo cuore
e tu fai codesto errore?
Scrivi almeno un messaggino...
dille: mamma, sto a Berlino,

mi diverto sai un casino,
giro compro e mi ubriaco;
anzi questo non lo dici
altrimenti c'hai un bel baco...
qui c'e' il sole e tanta gente
ma di belle tipe niente:
ora vado in birreria,
da' un bacetto a nonni e zia.

Questo vale anche per te,
sorellona del "palestra",
prendi in mano la balestra
punta bene e fai un bel centro:
chiama mamma e al suo tormento
dai sollievo e lenimento.
Lei sta bene se voi due
siete a Dresda o a Karlsruhe,

vuole solo esser sicura
che stia andando tutto bene,
che facciate pranzi e cene
senza intoppo o fregatura,
che la sera siate bravi
senza robe da censura,
sono cose, dai!, normali...
ma le mamme son fiscali!

Alla fine devo dire
che i tre figli della Ro
anche se gggiovani so'
sono tre belle persone
i tre figli che vorresti
anzi: vuoi che te li presti?
ma che culo che ha mammetta:
Michi Luca e Benedetta!

04 novembre 2015 - I bambini sono l'unica ragione che fermerebbe la mia mano decisa a premere il pulsante di distruzione dell'umanità. Poi si rovinano però.

03 novembre 2015 - PAPAGATE
Sai quanto me ne frega delle beghe e degli affari interni del Vaticano; ché noi non ne abbiamo abbastanza? Ma tutto fa se si vuole sempre parlare d'altro e distogliere l'attenzione da ciò che conta veramente per noi che non siamo cittadini dello Stato vaticano ma sudditi d'Italia, anche se a volte non pare. Bizzarro vedere come i giornalisti dei Tg fingano di capirci qualcosa in quel casino fra preti e vescovi e altri personaggi assortiti.

03 novembre 2015 - Ma ‪#‎Corona‬ ha preso 13 anni o 13 minuti?

03 novembre 2015 - Io direi che simili testi parlano già da soli e ci raccontano della tipica visione cattolica: angusta e inumana, antistorica, legittima se intima ma inaccettabile laddove tenta di uniformare a sé le leggi di uno stato laico. Mi spiace davvero che esistano persone che hanno simili pensieri. Anzi no: mi spiace per noi che dobbiamo leggerli (e per chi si vede negati diritti sacrosanti), per loro un po' meno. Io ho idee diverse, di cui vado fiero. Sono quelle giuste, inutile essere modesti.
http://www.corriere.it/cronache/15_novembre_02/francesca-chaouqui-paladina-anti-gay-che-scuote-vaticano-c47b7bf6-8171-11e5-8d6e-15298a7eb858.shtml


01 novembre 2015 - SOGNI - 2
Non invento, stanotte un solo sogno, breve. Muriel, il grande Luis Fernando Muriel, talentuosissimo attaccante della Samp, che sbaglia un rigore nel derby. Non so come finiva il derby, né a quanto si stava. So che mi sono chiesto, tra un bestemmione e il successivo: perchè non lo ha tirato Eder (rigorista)? E mi preoccupavo perchè pensavo: sta a vedere è fuori per infortunio etc.

31 ottobre 2015 - EXPO, ADESSO E' UFFICIALE: FLOP
Lo abbiamo già scritto due o tre volte. L'Expo di Milano è stato quel che si intuiva già a luglio: un flop clamoroso. Lo spettacolo di mistificazione offerto in questi mesi da media e governo fa davvero pena. I visitatori sono stati 18 milioni (ovviamento al netto degli ingressi giornalieri dei 14mila addetti). Come Hannover 2000, nota come "flop del millennio". Il peggior risultato degli ultimi 50 anni. A Siviglia nel 1992 furono 41 milioni, a Osaka 64, a Montreal 50, a Shangai 73. Le code degli ultimi due mesi non indicavano un successo, ma una disorganizzazione incredibile. Per non parlare degli scandali, delle inchieste giudiziare, della discutibile scelta di alcuni sponsor, del fatto che l'Expo a maggio ha aperto i battenti quando ancora era largamente incompleto. I ribassi successivi del prezzo del biglietto hanno certamente contribuito a raggiungere la desolante cifra di 18 milioni, a scapito però degli incassi, sicchè l'Expo, oltre ad essere stato un fallimento, costerò alla collettività un bel mucchio di denaro. Per mesi i giornali, pagati per farlo, lo hanno pompato; gli organizzatori hanno fornito cifre incomplete o si sono rifiutati tout court di fornirle; i politici hanno esultato. Tutte palle. Oggi, a cancelli chiusi, i numeri parlano chiaro. Se vi è piaciuto, meglio. Per il resto, dimenticatevi la parola successo che Renzi usa come fosse una congiunzione. Stanno raccontando un sacco di palle, giusto per lanciare Sala come sindaco di Milano, e per farsi belli di un risultato disastroso o, se proprio volete vedere il bicchiere mezzo pieno, deficitario e da dimenticare in fretta.

30 ottobre 2015 - Chiaro: la Juventus ha avuto una buona dose di fortuna nel secondo tempo però il punto, per il Toro e per tutti, è sempre quello: se sbagli gol fatti o quasi non vinci e se non vinci rischi di perdere.

30 ottobre 2015 - La moglie al marito appena rincasato:
Caro, il Peggio è passato.
Gli ho detto che ti avrebbe trovato alle 18.
-
Non so di chi è, era una vignetta fantastica.

30 ottobre 2015 - SOGNI
Ieri non ho mangiato pesante (svizzerina, pisellini, patatine, dolcettino, birrettina 66cl: tutto "ino" insomma) e sono andato a letto 6 ore dopo aver mangiato, a digestione avvenuta (spero bene). Ho dormito poco, essendomi coricato tardi, diciamo dalle 3,30 alle 7.
Eppure due sogni brevi e assurdi verso le 5.
Primo sogno: un tale che non conosco, con la testa grande e leggermente deformata, sguardo fra il malvagio e l'apatico-assente, molto corpulento, camminata pesante e non saldissima, sta salendo le scale di casa mia (dopo essere già entrato quindi) per venirmi a prendere e farmi del male, ad ogni suo passo vibra tutta la casa; non so se in mano ha qualcosa. Il tempo stringe, quello avanza, la situazione è critica, lo spazio è angusto, lui è grosso, mi sembra pure "di fuori", non ho armi con me. Il sogno si interrompe prima che possa scorrere sangue.
Secondo sogno: sono a casa di un mio compagno di liceo, che negli ultimi 10 anni avrò visto 10 volte e mai per più di 10 minuti e nella casa del quale non vado da 30 anni. Non la riconosco comunque come casa sua. Ho bisogno di un cavo scart per un decoder o roba simile, è urgente. Lui ne ha uno. Si offre di darmelo. Discutiamo sul fatto se vada bene per il mio decoder. Di lì a poco gli chiederò quanto vuole, insistendo per pagare, almeno questa è la mia intenzione. Stop, la pellicola finisce.
I sogni sono collage di mattoncini di vita reale, realizzati da un pazzo.

30 ottobre 2015 - PD
Che un premier possa far cadere un sindaco è follia. Orfini stasera a La7 ha offerto una prestazione penosa. Si presenta una mozione, il sindaco dice la sua, la mozione si vota e i consiglieri giudicano sulla base dei fatti. Qui i consiglieri PD hanno votato su diktat di Renzi. Hanno anteposto la fedeltà al Pd rispetto a quella agli elettori. Si è agito al di fuori della democrazia. Questa è una deriva autoritaria. Una vergogna. Il PD è un partito che mai ho votato e che mai voterò nemmeno sotto tortura. Pensino a De Luca. Impresentabili. Totale mancanza di rispetto per le istituzioni, per gli eletti, per la democrazia.

30 ottobre 2015 - Valentino Rossi / Marquez.
Rossi ha commesso una scorrettezza inequivocabile, chiarissima. Per reazione? Anche fosse, è da punire. La pena comminatagli è blanda, studiate il regolamento. Anche Marquez sarebbe da punire? Ci sta, ma questo non tocca la pena che Rossi meriterebbe. Non condivido le critiche ai giudici e l'isteria collettiva nazionale. E' fortissimo, ma questa volta ha torto marcio. Ed è stato graziato, andava estromesso dal GP, invece ha ancora chances. Se poi venisse pure annullata la pena, cadremmo nel ridicolo. Quello in cui già sono quelli che lo difendono con forte stridore di arrampicate sugli specchi.

30 ottobre 2015 - Paola,

Oggi è il tuo compleanno
ho composto queste righe
m'e' venuto anche l'affanno
ma io adoro queste brighe.

--

PAOLA AIR

E' una trottola furiosa
senza sosta e senza posa...
Oggi è a Tivoli o in Abruzzo
poi a Parigi o sul Tamigi.

Ogni notte cambia letto
ehi! è partita e non l'ha detto!
Per lei casa è ogni posto,
business class o sottocosto.

Per vacanza o per lavoro:
Sud Tirolo oppure Nuoro.
Lei si spinge oltre confine;
io coperta e due aspirine.

Lei sui social condivide
posta, selfa e si fa bella;
io mi muovo a malapena
dal divano per la cena...

Mentre noi poveri cristi
studiavam l'abbecedario
lei da piccola sognava
di cambiare fuso orario!

La sua vita è tutta un viaggio
svolta e gira a largo raggio
prende il tè con la Regina;
Catalogna? Domattina!

Con RyanAir lei fa l'amore
prende voli a tutte l'ore
il check-in è per lei 'na prassi
non importa... prego, passi...

Io al baretto son di casa
lei fa a gara con la Nasa
la conosce ogni pilota:
"parti ancora? 'natra vota???"

Dice: vado per "trovarmi"...
ma bastava una specchiera...
a lei piace assai viaggiare
ripartire e ritornare;

cinquestelle vista torre
'vantindré lei sempre corre
ha una casa per figura
non è suora di clausura

sempre sexy e provocante
mi disdegna il confinante
perchè lei si infatua presto
solo se l'uomo è foresto

non le piace il conterraneo
preferisce uno estraneo
ai suoi usi e ai suoi costumi
sia di Oslo oppur di Ostuni.

A Parigi ormai va spesso
negli Abruzzi ha messo tenda
se tu sbirci la sua agenda
poi ti viene un bel complesso.

Ha tre figli e un ex marito
vuole un taxi? Alza un dito...
Parla inglese e anche francese
la Germania è il suo paese

Ormai è J-Lo per tutti
a Livorno ha tutti intorno
è a Lisbona: quant'e' bona
Costarica: quant'e' fi..

Non sta ferma mai un minuto
anche in casa è un pendolino
bagno sala e cucinino
mille cose e anche un gattino...

Stai con lei? Devi sapere
che non si sta mai a sedere
ti rivolta e ti ribalta
il weekend minimo a Malta!

Anche oggi che fa gli anni
se ne parte e via gli affanni!
non so dove sia diretta
so che aveva tanta fretta...

è un corriere della moda
una donna sempre in posa
sulle Ramblas o in Place Vendome
quando torna, questa, at home?

Il suo andare rassicura
sempre ha notizie fresche
io non guardo più il tiggì
ma la chiamo ogniddì!

Bella e brava fa la mamma
sessualmente: intera gamma!
come le montagne russe...
o sia chiaro io ipotizzo
mica voglio prender busse!

e' che ho quest'impressione
che volete son birbone
è una donna alquanto sveglia
ma di gran reputazione;

quando sfila e' un successone
strega il calvo e il capellone
donna seria brava onesta
molto hot e una gran testa!

-
Paola Marcellusi



29 ottobre 2015 - IRLANDEIDE oggi presenta:

"BebeGaia"

100 versi dedicati con amore alla mitica Bebe

Tema: le esigenze di relax e cura del proprio corpo di una giovane ragazza vs. la sopravvivenza della specie umana....

-

Ce lo dice il W.W.F.
ma da tanto di quel tempo
che le idriche risorse
stanno già quasi finendo;
e lo leggi sul giornale,
e l'esperto ti ammonisce,
se vai avanti ancor così
presto l'acqua qui finisce...

Ché le guerre del futuro
si faran per l'oro bianco
questa insiste e tutti i giorni
si fa un benedetto shampoo.
Cari amici, qui si rischia
ma la Bebe se ne infischia
si insapona senza posa
si risciacqua un po' boriosa.

Ho capito che a te piace
profumar come una rosa
ma poi arriva la bolletta
e tua mamma dice: "cosa???"
E' che a Gaia francamente
già si fregano le mani
quei novanta euro al mese
sono roba da sultani.

Pensa in Africa c'è gente
che se vuole un poco bere
tre km fa a piedi
ogni mane ed ogni sere.
Mentre mamma fa la cena
tu ti lavi e svuoti dighe,
sempre soffice vuoi stare
come son tutte le fighe.

Sanno bene in Amazzonia
che se giri il rubinetto
puff! del loro grande Rio
ora vedi chiaro il letto...
Chissà poi quant'è la schiuma
che sei usa sviluppare:
già si soffocano i fiumi
e l'ambiente naturale.

Splash! ti butti nella vasca
coi due fidi auricolari;
ma di sdegno si rivoltano
i parenti e pure i Lari.
E ti coccoli la pelle,
sei davvero una viziosa...
ma mi spieghi perché d'acqua
devi sempre usarne a iosa?

Tu vuoi certo rilassarti
mica solo per lavarti
io lo so e ti comprendo
però il mondo sta morendo!!!
Di quel ricco bagnoschiuma
ti titilla la carezza
fai l'amore con la spugna
al bell'agio sei avvezza.

Chiudi bene a chiave l'anta
e i minuti son quaranta
chi per caso ha da "effettuare"
non sa più che cosa fare...
Ed intanto che ti lisci
quel tuo corpo latte e fiori
la tua mamma un poco sclera
e il fratello urla: "fuori!!!"

Con l'Ipod bene inforcato
che quell'Isis ha cianciucato
dai un bel giro al rubinetto
su... accelera un pochetto!
Ma chi è stato che t'ha detto
che lavarsi spesso è bene?
Puzzicchiare in certi casi
stai pur certa che conviene...

C'e' chi proprio non ti garba
e lo stesso ti tampina,
se ha un naso che funziona
vedrai tu come cammina...
Così mamma non si svena
ed il pretendente sviene
vedi bene che puzzare
ti può anche agevolare.

Non ho detto: gira zozza...
non ho detto: fa' la cozza...
io ti ho solo suggerito
di usar meno la tinozza!
Non mi prendere in parola
io parlavo di quel filo
di profumo un po' fortino
che ti esce dal giubbino
se dimentichi al mattino
di lavarti un pochettino!

Se mi ascolti un anno intero
salvi il mondo per davvero
il fratello piscia fiero
e la mamma accende un cero...
e coi soldi che risparmia
compra un bel pezzo di grana
due fettine e mezzo pollo
non ti tira mai più il collo
e ti vuole tanto bene:
vedi che a tutti conviene?

-
-
Rosanna Gandolfo Benedetta Cheli Luca Cheli Michele SenzaBaffi Cheli

28 ottobre 2015 - LA NATURA CI ODIA
C'e' un paese dove non piove mai, al massimo qualche oretta a settimana e dolcemente? La natura vincerà sempre. E noi l'abbiamo pure fatta incazzare di brutto.. Ormai ci odia. E ha ragione. Diffidate della natura. Anche se ha ragione, ormai e' guerra. Diffidate della natura. Cercatevi un posto dove non c'è.

28 ottobre 2015 -OMOFOBI IN FESTA
Il Consiglio di Stato dà ragione ad Alfano: i diritti valgono solo per gli eterosessuali.
Bene. Come non sono state decine di sentenze favorevoli a far cessare la discriminazione di Stato contro chi non è etero in Italia, non sarà una sentenza del Consiglio di Stato (che come sentenza va rispettata, sebbene possa essere criticata -e' antistorica e assurda) a rallentare quello che sarà l'approdo finale e cioè uguali diritti per tutti perchè siamo tutti UGUALI. Vorrà dire che resteremo ancora per un po' un paese di merd*, arretrato e incivile anche sotto questo aspetto. Altri paesi ci sono arrivati decine di anni fa (sempre troppo tardi), noi non ancora. Se capiterà quando Alfano sarà gia' morto di vecchiaia, vorrà dire che farà una piccola giravolta nella tomba.
Tanto, rassegnatevi cari omofobi: prima o poi ci arriviamo.

28 ottobre 2015 - JUVE STORIA INFINITA
Calciopoli, Tavecchio cerca l'accordo con la Juve: incontro con il 'radiato' Giraudo. Lo dice Dagospia.
Spero che non sia vero, per 1000 motivi. Anche perchè la richiesta di risarcimento della Juve alla Federazione (443 milioni di euro) è ridicola e assurda: è la Juve che dovrebbe risarcire l'Italia per come l'ha imbrattata di merd* e noi sportivi per come ci ha preso per il culo per anni (assieme a Milan, Fiorentina e agli altri condannati di Calciopoli, ciascuno con le sue parti di colpa e nessuno con colpa maggiore della Juve di quel periodo). Le intercettazioni erano chiarissime, le sentenze sono molto chiare, le pene inflitte del tutto inadeguate. Consiglierei alla Juve di preoccuparsi del risarcimento che deve pagare a Gazzoni Frascara (Bologna), più di 100 mln di euro. E che imparassero a contare, perchè gli scudetti, almeno quelli su cui non vi sono inchieste o sentenze che li certificano come rubati, sono 31. Se non riconoscete le sentenze italiane, perchè partecipate ancora alla serie A italiana vantandovi di quel che vincete? Almeno siate coerenti.

27 ottobre 2015 - NUOVI ARRIVI
Oggi passando davanti alla vetrina di una cartoleria ho appreso dell'uscita di un nuovo prodotto! Davvero non si sa mai cosa aspettarsi, ogni giorno ne trovano una, il progresso è fantastico.
E' uscito il 2016. Non ve l'aspettavate eh?
Come sempre, è fruibile in comode agende dai formati più vari e dai colori più accattivanti: la gamma spazia da quella per il nonno a quella per il manager di lusso, con o senza matita/penna, con schede intercambiabili o pagine fisse vecchia maniera. Da un decennio le agende hanno tutto il nostro appoggio: devono vedersela con la terribile concorrenza di quelle digitali (ogni smartphone ne ha una): anche se l'ignoranza di base dell'utente medio in fatto di calendario sul telefonino (e il fatto che spesso per scrivere occorrerebbe un dito delle dimensioni di uno spillo) consente loro di soppravvivere ancora.
Per chi vuole già tappezzare di scadenze, impegni e promemoria l'anno che, pare, verrà.
Affrettatevi! E' disponibile nei migliori negozi l'anno 2016. Non durerà per sempre! Pare giusto quell'annetto, o giù di lì.
Anche se alcuni l'agenda dell'anno 2016 la compreranno a luglio 2016, quando te la tireranno dietro.


25 ottobre 2015 - Anche se piove da un po' troppo tempo, e adesso poi pare non voler smettere più, il sole non tarderà a farsi vedere; il cielo sarà azzurro intenso, quel giorno, le nuvole solo un velo all'orizzonte e i colori faranno a gara per brillare limpidi e vivaci; tu, ripensando ai cupi giorni di pioggia, sorriderai ancor di più, e non temerai mai più l'acqua, perché saprai che anche il più cattivo dei temporali, alla fine, si allontana e, annunciato dall'arcobaleno, cede il passo al vittorioso sole. Francesca Remmi

25 ottobre 2015 - L'ETERNO GIOCO DELLA SEDUZIONE
Un rapporto si logora con gli anni, è normale. Anche quelli belli forti, figurarsi quelli che già partono zoppi. Conoscersi, confidarsi, flirtare nei ritagli di tempo è facile ed appagante, ci si sente capiti, coccolati, attesi; il nostro ego rivive stagioni che parevano sepolte..., ma viverci insieme, passata la sbornia, può essere molto diverso. L'abitudine dà le cose per scontate, banalizza tutto, rende sovrana la quotidianità e coccola la ripetitività: è normale che tutto quel che esce da questo quadro rassicurante ma ben conosciuto appaia come fresco, luccicante, ricco di promesse. E' l'eterno gioco della seduzione. Alla fine, le scommesse si perdono quasi sempre, ma si giocano sempre, perché è più forte di noi. Errare è nel nostro destino, illudersi anche. Fantasticare è così bello, lavare i piatti od imbiancare non hanno speranze di vittoria se giocano la partita contro le parole sinuose di chi ti ha scoperto diversa da tutte le altre. D'altra parte come si può chiedere al cervello di valutare freddamente una situazione quando il cuore ha reso inabile tutti gli altri organi? Ciò nonostante ci vorrebbe prudenza, perché la seduzione è morbida e fascinosa, ma falsa e bastarda e dove passa in genere lascia solo rovine.

(n.b.: non è un pezzo autobiografico, lo dico chiaro, tanto se mi chiamate non mi ricaricate)

25 ottobre 2015 - RESISTI
Il problema di Roma è il PD. Non Marino. Il problema sono la mafia, i politici corrotti, i sindaci precedenti, il cancro che si è installato in un sistema e che appena cerchi di toglierli la linfa si ribella e cerca di farti fuori, fosse per quattro cene o due viaggi in Usa o la Panda... Spero tanto che ci ripensi e che resti al suo posto. Se ha sbagliato su 4 scontrini (da lui non presentati) pagherà, dico se. Ma al momento non c'e' non dico una condanna, non dico un processo, nemmeno un'indagine a suo carico. Spero tanto che resista e faccia vedere i SORCI VERDI a PD, Renzi, Orfini e simili.


25 ottobre 2015 - A.A.A. CALVA CERCASI
Le bionde lo fanno di più
Stando a un sondaggio semiserio condotto dal sito CheaterVille. com nel 2012, pare che il 42% delle donne infedeli abbiano i capelli biondi. Subito dopo, le rosse (23%) e le castane (20%) (Credits: Laenulfean via Compfig ht cc) repubblica.it
Le calve stanno a zero! Uomini, sposate una calva!


25 ottobre 2015 - UN MOVIMENTO DI CACCA
Mi meraviglio, e molto, della reazione di certi esponenti del M5S di fronte alla battuta della Littizzetto. E' una battuta. La satira non deve avere limiti, e comunque questa non è satira, è una battuta, neanche bellissima. Il M5S, se lo voti, lo voti per le idee, perché non hanno indagati, perché restituiscono milioni di milioni di finanziamento pubblico, perché hanno principi e li mantengono, perché sono nettamente preferibili a tutti gli altri. Se anche loro hanno reazioni da prima Repubblica, buonanotte. Fatela finita. Posso arrivare a riconoscere che la conclusione del pezzo era un po' forzata, il che può alimentare i dubbi di chi pensa a un attacchetto politico, ma credetemi: conosco come ragionano la Littizzetto e i suoi autori, il plot classico è quello, questa volta la chiusura era un po' sganciata dal resto, ma è una battuta. Quanto a Libero, devo aggiungere altro? Basta il nome. Io comunque preferisco sempre contemplare un cielo stellato piuttosto che la faccia dei nostri politici di lungo (e malfamato) corso.

24 ottobre 2015 - AVETE 800 AMICI, LEGGETE LE BELINATE DI QUELLI CHE VI STANNO SULLE PALLE E SALTATE LE COSE INTERESSANTI DI QUELLI CHE VI PIACCIONO: COME SIETE ASTUTI...

Diciamo la verità: molti degli amici che avete su FB (c'e' chi ne ha 800, suvvia) li avete e li tenete ma non sapete perchè. O meglio: perchè togliere l'amicizia senza una ragione è brutto. Di questi 800 poi almeno 50 ve li siete ritrovati amici per via di clic casuali o di fenomeni ancora più misteriosi, ma tant'e'.

Nemmeno leggete i loro post, spesso loro stessi scrivono di rado, e comunque se tutti come per magia scrivessero una volta al giorno, voi che magari vi collegate dopo due giorni potreste forse leggere 1600 post per non parlare delle condivisioni, dei mi piace e compagnia bella? No di certo. Il risultato di avere 800 amici, anche poco prolifici, è che i loro stati vi nascondono senza volere quelli dei pochi amici di cui vorreste leggere tutto; se poi considerate pure che FB vi presenta le notizie non in ordine cronologico ma in ordine di importanza (cioè a suo gusto), e che anche se modificate questo criterio (di voi, lo sa fare 1 su 10) poi FB lo rimodifica a vostra insaputa, capite bene che diventa impossibile leggere prima di tutto quel che vale e dopo, semmai, le belinate: di solito vi capitano venti boiate, lette le quali vi stufate e arrivederci. Il post dell'amico che annuncia vagamente intenzioni suicide vi arriva, per volontà del magico software di FB, tre giorni dopo la sua morte.

Sappiate comunque che, oltre a poter scegliere, ogni volta che vi collegate, di vedere le notizie più recenti e non quelle più importanti (importanti secondo un software del menga) -basta andare nelle impostazioni alla voce Notizie-, adesso potete anche scegliere di imporre a Facebook di farvi vedere ogni giorno per primi i post di alcuni amici (sezione Preferenze delle Notizie, svegliatevi).

Io ho gia' scelto di vedere per primi i posti di 6-7 persone, e poi quelli di tutti gli altri...ovviamente voi non potete sapere quali sono gli amici a cui ho attributo questo canale preferenziale, ed è giusto così. Meritatevi la stellina!

Non ci capite nulla? Studiate, spippolate, curiosate nei menu, fatevi aiutare, accendete un cero, internet non dovete limitarvi a usarlo, ma dovete imparare almeno una cosa nuova a settimana.

Fine del pistolotto, amen. Se vi siete annoiati leggetevi le conclusioni del Sinodo.

24 ottobre 2015 - SI,NO,DO
Giorni e giorni a discutere, sono stati questi anziani vestiti in modo strano, casti (...) e senza famiglia (...) per scelta, provenienti da tutto il mondo. E hanno discusso di cosa? Di sesso e di famiglia... Già detta così fa ridere, figurati poi se leggi le conclusioni a cui sono giunti. Si può dare la comuinione ai divorziati? Ogni prete deciderà per conto suo. Le unioni omosessuali? Sono contro il disegno di Dio (beati loro che lo conoscono). E vai, dammi il cinque !!! Il bello è che ci credono davvero, di essere investiti del compito di dirci cosa Dio vuole che facciamo a letto o come Dio vuole che discriminiamo divorziati, omosessuali, etc. Perlomeno per questa loro convinzione vanno rispettati, compatirli sarebbe davvero ingeneroso, sarebbe come accanirsi su uno che vive una difficoltà. Se lorsignori permettono, sono idee assurde: liberi di professarle, il problema è che vogliono imporle a tutti, e questa non è convinzione religiosa, è integralismo da rigettare. SI,NO,BOH

23 ottobre 2015 - QUANTO CI VORRA' PER CAPIRCI QUALCOSA?
Forse un giorno sapremo se quel tale che adesso di mestiere, magari controvoglia, fa l'eroe per la Lega ha sparato in casa allo sconosciuto che in piena notte si è trovato di fronte o dalla finestra a uno che stava fuori e sulle scale e cercava di entrare. Benchè la legge veda con sfavore la legittima difesa, capirete che fra i due casi corre una differenza abissale. Chiamiamo la scientifica USA? Nel primo caso io ritengo che se forzi una porta quel che ti capita ti prendi; nel secondo le cose cambiano eccome.

23 ottobre 2015 - WANTED DEAD OR ALIVE 1,000,000.00 $ (quello a destra è il più sanguinario, a sinistra la principale minaccia per le riserve idriche mondiali, al centro l'inafferrabile serial killer che manda in bianco l'interpol; a volte agiscono assieme (cd. banda della nappa, seconda per efferatezza solo a quella della magliana), piu' spesso come cani sciolti; specie quello a destra è anarchico di natura; il capellone tifa juve quindi un'eventuale carcerazione modificherebbe di poco, cromaticamente, la sua divisa; la donna è abilissima negli spostamenti, i radar poco possono, è detta anche bebegipiesse. (da una relazione di Scotland Yard del luglio 2015)
(commento a foto dei tre Cheli)

22 ottobre 2015 - SCESE IN CAMPO PER NOI
Per quel poco che ne ho letto e per quel tanto che ne ho sentito dire da chi l'ha letto, mi sento di dire che di My Way non si sentiva il bisogno. Friedman, non sentivamo l'urgenza dell'ennesima autocelebrazione di un uomo che è stato la rovina di questo paese. Sappiamo cosa pensa Berlusconi, è anni che ce lo dice usando i megafoni di sua proprietà e quelli pubblici che per decenni ha occupato manu militari. Ripeterlo, glorificando e magnificando il tutto, e omettendo i faldoni più compromettenti, farà la gioia dei fan irriducibili, ma è tutto. Non è un'inchiesta giornalistica, è un gadget. Noi comunque sappiamo benissimo tutto quel che ha fatto, anche se in My Way non ce lo ritroviamo.

22 ottobre 2015 - SCOOP COME SE PIOVESSE
Anch'io penso che se Volpi, Romei, Briatore si incontrano non sia per caso. Ma Il Secolo XIX e Sportitalia (vero, Criscitiello?) hanno leggermente frantumato i pistoni nell'insistere a lanciare con enfasi patetica scoop falsi come una moneta da tre euro sulla vendita della Sampdoria. E' in atto da settimane un battage fatto di niente il cui scopo a questo punto non può essere che quello di cercare di innervosire un ambiente. Il Secolo XIX, poi, quotidiano genovese che definire bicolore è un eufemismo, ha mostrato tutta la sua incompetenza quando ha valutato la Sampdoria 20 milioni di euro: se prima sorridevo, dopo ridevo come un pazzo... Parliamo di un marchio che vale almeno 7-8 volte tanto. Ferrero si presta a essere preso in giro, ma chi lo sbertuccia di rado capisce che il personaggio è pittoresco ma tutt'altro che idiota. Cavalcare per settimane una notizia infondata è già brutto; sballare una stima in modo così pacchiano è davvero ridicolo e rivela come dietro a certi articoli che paiono basati su qualcosa ci sia il puro nulla assoluto di una chiacchiericcio da bar di quarta mano. Di grazia, se non avete nulla da dire, non dite nulla.

22 ottobre 2015 - IL MALGOVERNO DI UN UOMO SOLO
Eliminato l'obbligo del bonifico per gli affitti, una chiara mossa contro l'evasione, no? Direi che si tratta di un governo di arroganti e incompetenti, se non fosse che non è un governo. Non è un insieme di teste ragionanti e indipendenti, di competenze umili ed operose: è solo Renzi il distruttore più i suoi boys. Nessuno lo ha eletto. Per non parlare dei pregiudicati e dei neofiti che hanno sputato sul frutto mirabile di eccelsi padri costituenti. So comunque che molti di voi lo avrebbero votato, se mai si fosse presentato alle politiche: perchè il berlusconismo vive e prospera in voi.

22 ottobre 2015 - Oggi quarta volta in cui siamo andati a piedi al super a fare la spesa insieme. Siamo tornati mano nella mano io col sacchetto giallo Esselunga lei con un mini sacchetto bianco con dentro due yogurth. Le piace mettere i prodotti nel cestino, anche se ancora li getta con poca delicatezza. Sconsigliabile acquistare una lattina di birra dopo uova o stracchino, meglio invertire. Vuole collaborare, imparare, sentirsi importante. Giusto dunque darle un sacchetto, che teneva in modo forzato cambiando spesso mano. Le chiavi dell'auto del babbo, poi, sono il massimo.
(Ape Maya, Willie e Cracra (la rana) ci hanno aspettato a casa)

22 ottobre 2015 - IN QUESTO MONDO DI LADRI
Ne parlavo oggi con Elena P. O i ladri sono un pochettino aumentati di numero e girano incessantemente in circolo come fanno le ronde o tutti o quasi tutti sono diventati ladri all'occasione (l'occasione fa l'uomo ladro). Non fai tempo a posare un portafoglio sulla pompa del benzinaio self che cinque minuti dopo è sparito, o lo smartphone sul banco vicino alla bilancia pesa frutta e verdura dell'iper, o la valigia per terra mentre sei in fila alla biglietteria della stazione (ma questo gia' vent'anni fa, nelle stazioni grandi e affollate). Ti distrai tre secondi, o lo dimentichi e torni dopo due minuti, e non rimane più nulla. O sono ronde organizzate o tutti sono ladri, ormai. Girano con gli occhi a radar e tutto quel che trovano si imboscano. Un tempo andavi alla cassa e dicevi guardi ho trovato questo, l'avrà perduto qualcuno... oggi metti in tasca e vai a casa; poi se so' du' spicci e quattro cartacce butti tutto, documenti inclusi, e imprechi pure, tu che hai rubato.
Sarà la fame? Impossibile, io ascolto sempre Renzi e i suoi boys, va tutto bene e addirittura stiamo uscendo dalla crisi, il lavoro aumenta, i ristoranti sono pieni (ah no, questo lo disse il "miglior premier degli ultimi 150 anni"). Se non fosse per Rai Tre che semina pessimismo saremmo felici.
Cos'e' allora? Un calo generalizzato di onestà? Un assalto crescente di menefreghismo? Non lo so, certo i tempi sono quello che sono, di schifo tendenti al peggio.
Io però ieri ho lasciato due minuti mia moglie all'angolo per andare a prendere l'auto, e l'ho ritrovata: eccheccacchio, sono ladri ma selettivi!


21 ottobre 2015 - GUIDARE CON UNA MANO E ZERO CERVELLI
Sono contrario a mangiare in auto. Mia figlia non lo farà, io non lo faccio. Odio le briciole in auto, e l'unto, e i rimasugli. Le vetture diventano porcili in quattro e quattr'otto. E poi, francamente, che fretta c'è? Se ci si ferma e si mangia all'aperto o in un bar o a casa si muore di fame? Mancanza di tempo, dite? Mamme sempre con gli orari impossibili? Tutte scuse, poi stanno mezz'ora al telefono a dire boiate con l'amica vista il giorno prima. Per non parlare degli uomini. Chi mangia guidando, poi, fa una cretinata. Vista oggi tipa con figlia a fianco (troppo piccola per stare davanti, a occhio) e focacciona farcita in mano con prosciutto a penzoloni: ergo, guida con una mano. E' da incoscienti. D'altra parte anche chi fuma in auto mette a rischio la sua e la mia vita, e pure chi telefona senza auricolare o fa allegramente sms su sms. Il fatto è che in Italia la patente la danno a tutti, quindi le strade son piene di cani al volante. Queste persone andrebbero fermate e frustate sul posto (sapete che ho una visione medievale della pena). Come diavolo puoi guidare con una mano impegnata da panino/sigaretta/cellulare, tu, bestia a quattro ruote, che anche quando guidi con due mani sei un pericolo pubblico? Se vuoi spalmarti su un muro, accomodati, ma evita di mettere a repentaglio la vita degli altri, grazie. Sono comportamenti potenzialemente criminali e, se ci pensate, così stupidi...

21 ottobre 2015 - IRLANDEIDE
Inaspettatamente il "Luca abbandonato" supera in volata il "Michi dove si è cacciato", che comunque presto vedrà la luce per la gioia dei numerosi aficionados della serie...

Tutto solo l'han lasciato / per volare su a Dublino
senza niente o quasi in frigo / ecchessò: faje un budino...
sol soletto come un cane / ma con due bei gatti intorno
fagli almeno dei secondi / un dolcetto ed il contorno

mamma e figlia snaturate / hanno detto: vedi tu
noi si parte... che pretese / oggi ha la gioventù
tu stai qui e fai la guardia / alla casa e agli animali
dai coraggio sono solo / quattro giorni, e poi feriali!

Lui l'ha fatto e pure bene / ma nessuno l'ha cercato
neanche chi, suo amico caro / questi versi qui ha vergato
"ch'era solo non sapevo!!!" / questo tipo si è scusato
che facciamo, gli crediamo? / Dai... non è un pregiudicato.
-
-
Rosanna Gandolfo Benedetta Cheli Luca Cheli Michele SenzaBaffi Cheli


21 ottobre 2015 - MARINO
Parli con la gente e c'è chi pensa che Marino stia saltando per due scontrini. Certo, se assumi informazioni da Rai, Mediaset e Stampa Assortita non potrai che pensarla così. Peccato che i fatti siano diversi, visto che Marino è stato "dimesso" da Renzi (da quando un premier dimette un sindaco?) per quattro scontrini poco chiari mentre molti altri stanno al loro posto pur essendo indagati, rinviati, sotto processo o addirittura già condannati e per vicende ben più serie: un principio vale per tutti o è un pretesto per far fuori chi ti sta sulle palle.. Per non parlare degli scontrini di Renzi da presidente della Provincia e da sindaco: un'emorragia pazzesca di cene e viaggi all'estero accompagnate da fatture e scontrini vaghi o vaghissimi (600 mila euro in cibo in tre anni, 1 milione di euro di spese in tutto da pres, provincia, etc). Marino ha commesso alcuni errori (anche far gestire gli scontrino allo staff che poi sbaglia è un errore, nel caso), ma qui stiamo scherzando: il più pulito c'ha la rogna e tutti insieme fanno le pulci a uno che ha un bottone della camicia saltato.... Ecco perchè dico: Marino svegliati, e soprattutto resisti, fai il possibile per rendere la vita difficile a questi, perché tu ora sei il male non minore, ma davvero minimo, per come stanno messe le cose. In un mondo perfetto non andrebbe bene nemmeno Marino, perchéci vorrebbe il sindaco perfetto; per la Roma di oggi, Marino è un lusso di onestà, e chi c'era prima di lui e verrà dopo ahahahahaha.

20 ottobre 2015 - MOBILE FRIENDLY
So che questa notizia vi emozionerà come quella volta che la vostra vicina di casa cinquantenne, usa a girar con un accenno di baffi, si fece la ceretta. Ho reso il mio blog maggiormente fruibile da smartphone. So bene che prima di ciò il non riuscire a leggermi con agiatezza sul blog vi creava un invincibile fastidio. E comunque non fate i barboni: se non vi torna comodo leggere il mio blog da mobile, usate anche il PC ogni tanto, che ad andar sempre su youporn diventa cieco.

19 ottobre 2015 - DA CHE PULPITO
Se una proposta di legge non piace alla Chiesa di Roma generalmente ciò vuol dire che si tratta di una legge buona. Nei secoli la Chiesa ha fatto le cose peggiori e si è fatta piacere i peggiori figuri. Ieri ho sentito parlar male dei tagliatori di teste dell'Isis, a farlo era il segretario della CEI. Niente da dire, sono ex cervelli ostaggio di una religione. Ma che a far lezione sia uno che perseguitava e bruciava le persone per via delle loro idee è ridicolo.

19 ottobre 2015 - Ho deciso di inaugurare una nuova rubrica, dopo "Casa Vianello" ci sarà "Casa Ottonello", con tutto il rispetto per i due validi attori citati. D'altra parte Facebook è per definizione farsi i casi degli altri, se non volessimo spiattellare le nostre cose a cani e porci (senza offesa) non useremmo un social.
Oggi pubblico la puntata numero 2, la prima puntata (se ve la siete persa) è qui rintracciabile: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=1501276480186965&set=a.1398608040453810.1073741829.100009138814397&type=3&theater

CASA OTTONELLO, 2
Questa mattina verso le 5 a.m. mi stavo probabilmente muovendo nel letto (capita) e la moglie, che stava allattando la mocciosa**, mi urlacchia: "dovresti farti tagliare quel gomito" (presumo il sinistro*, che comunque mi serve). Io, che anche se sto dormendo ho sempre la risposta pronta (la mia lingua va solo in stand-by di notte, così come la parte del cervello deputata alle risposte sagaci e pronte -si riposa durante il giorno quando sono in compagnia di persone prive di senso dell'umorismo, cioè spesso), ho subito detto: "ok, ma solo se prometti di farti fare quel trapianto di cervello". Sono le uniche parole che abbiamo scambiato di notte. La bimba non ha battuto ciglio nè modificato la velocità di suzione di un millisecondo, è come me: quando mangia non bada ad altro.
* io dormo sempre a destra
** frequentemente ha il moccio, quindi il termine non è dispregiativo ma realistico-affettuoso


18 ottobre 2015 - MITICO SOCIAL
Ma ditemi voi se il social non è eccezionale: ti permette di dire una cosa, anche la più idiota, e poi di commentarla. La prima cosa la potevi fare al baretto, prima di Facebook: e uno mezzo brillo che ti teneva bordone lo trovavi sempre, anche sparando la più assurda delle cavolate, anche alle 11 della mattina. La seconda non potevi farla, se non nello studio ovattato di uno psichiatra 150 a botta, divano in pelle scura. Ora invece puoi farlo, puoi anche dichiarare "a mia modesta opinione, che peraltro condivido...", oppure dire una cosa e poi nel commento correggere il tiro. La schizofrenia è stata sdoganata, in alto i calici, hic!

18 ottobre 2015 - SEGUI IL TUO DIO E NON ROMPERE LE SCATOLE
Per l'ennesima volta: se tu credi in un dio che non vuole che i non etero abbiano gli stessi diritti degli etero (anche quelli che si dichiarano etero ma il weekend fanno i bisex sul viale, ocio), io mi complimento con la tua visione del mondo fantasiosa e, pur non condividendola nemmeno un pò, la rispetto: le intime convinzioni, fino a quando non fanno del male agli altri ma si limitano a uniformare la vita di chi le professa, vanno rispettate, anche quelle un po' ridicole. Ma se tu pretendi che questa visione fantasiosa influenzi le scelte e la legge di uno Stato laico e incida pesantemente sulle vite di persone altre da te, sei solo un integralista fanatico del cazz* e su di te riposa piena e corposa la mia più totale disistima.
Spero di essere stato chiaro.

17 ottobre 2015 -
COMING SOON IN POESIA / (sto di fuori, mamma mia!)

-

A chi bravo e coraggioso / legge il mauro fantasioso
e gli piace, si appassiona / e lo trova perspicace
a chi senza posa sbava / dietro questa mia Irlandeide
dopo aver sputato sangue / sull'Iliade e sull'Eneide,

voglio dire a mezzogiorno / che sto quasi per finire
un gran pezzo su Michele / che dov'è non sai mai dire
raviolata e bicchierino / fate anche un riposino
ché sarà prevedo adesso / un post lungo e serotino

sì, Michele, quel bambino / che ho amato alla follia
non che ora me ne freghi / su di lui fò poesia!
trenta anni sono lunghi / ma fra i cuori un filo a volte
nasce cresce e si fa forte / e giammai vedrà la morte.

-
Michele SenzaBaffi Cheli Rosanna Gandolfo Benedetta Cheli Luca Cheli


17 ottobre 2015 - TE LE TRASPORTO
Sto aspettando da anni che inventino il teletrasporto. Star Trek, per capirci. Tu vai alla cabina (ne metteranno tre o quattro nelle città piccole, di più in quelle grandi), paghi il biglietto, entri, scegli Londra e 2 minuti dopo ci sei: Chelsea-Liverpool è tua. Alle 18 cabina londinese, zac e ritorni nella piazza della tua città. Rischio di smaterializzazione: 0.01%, ci può stare, è lo stesso che in 24 ore non becchi un cretino. Basta auto, aerei, navi etc.
Ma quando lo avranno inventato, io dirò: eh, sì, figurati, andare fino in piazza...

16 ottobre 2015 - Se la manovra annunciata da Renzi (misera e fumosa) fara' ripartire l'Italia vorrà dire che allora tutto è possibile e io comincerò a seppellire in giardino le banconote e ad innaffiarle.

15 ottobre 2015 - Stasera deve rompere le scatole il vento. Come minimo. Sto valutando il trasferimento alle isole Svalbard. Almeno il clima è quel che è ma lo si sa in partenza. Vita semplice, meno di tremila anime, clima del be*ino. Se hanno libri in quantità e internet anche solo a 2 (mi accontento) è fatta.
https://it.m.wikipedia.org/wiki/Isole_Svalbard

14 ottobre 2015 - ARANCIO COSA?
"Il clima non è cambiato" ma intanto le persone continuano a morire: oggi altre tre nel centro Italia. E' ovvio che il modo in cui stiamo sconciando il pianeta non fa che amplificare gli effetti delle grandi piogge ma è anche ovvio che negli ultimi 15 anni il clima è nettamente peggiorato: la pioggia è più violenta, più cattiva, le trombe d'aria più frequenti, le estati torride. Oggi allerta arancio in tutta la Toscana: a Massa e Carrara si chiedono perché (se lo chiesero anche il 14.6). Si è vista pioggia, forse nemmeno da allerta gialla. Domani: arancio tutta la regione! Perché? Anni fa non davano l'allarme mai; adesso ogni 5-7 giorni almeno un'allertina gialla spunta. Ho capito che a Pisa e Lucca... Ma Carrara sta 60 km a Nord. Non si puo' vivere con l'allerta addosso sempre.

14 ottobre 2015 - TREMILA !
Il premier Renzi alzera' a 3000 euro il limite per l'uso del contante. Prego, si accomodi, tanto dopo aver sputato sulla Carta e averla appallotolata per benino che vuoi che sia 'sta robetta. Motiva la scelta: stimolerà i consumi e non e' vero che facilita l'evasione. Io sento puzza di balla, infatti cerco e...voilà, peccato che anni fa dicessero tutti l'esatto opposto.... La politica, ma quanto mi piace!
La limitazione all'uso del contante, se parallalelamente viene incentivata la moneta elettronica produce effetti positivi sui consumi... (Padoan)
La soglia dei mille euro non si tocca perché è un punto efficacie nella lotta al contrasto dell'evasione fiscale... (Franceschini)
La limitazione all'uso del contante è motivata dall'esigenza di far emergere l'economia sommersa, contrastare il riciclaggio, l'elusione, l'evasione (sempre Padoan)

12 ottobre 2015 - ORGOGLIO POST MORTEM
Mia moglie cucina una trentina di polpette. Dice, mentre le mangiamo: forse non sono molto saporite, ma per via di quel che ci ho messo dentro sono un alimento completo. Bene, rispondo io alla terza polpetta: questo vuol dire che se stanotte mi piglia un infarto e decideranno di farmi l'autopsia, io e i miei eredi avremo di che essere orgogliosi.

(La foto è presa da www punto lacucinadilalla punto com. Io non ho fotografato le mie, ma sino alle 14 sono a disposizione per un'autopsia).

12 ottobre 2015 - FRANCOBOLLO PLACCATO ORO
La busta semplice, che era già aumentata non molto tempo fa da zero 70 a zero 80 centesimi, da 12 giorni è aumentata a zero 95. Questo tipo di tariffa, che si applica a chi deve spedire, per es., un semplice foglio A4 a 50 km di distanza, viene presentata sul sito come il modo più economico per spedire: immaginate quanto sarà rapido. Un bell'aumento del 18 per cento dopo quello precedente del 14 per cento. A fronte di un servizio che non è all'altezza di un paese civile e che adesso, bacato come prima, costerà ancora più di prima. Nessuno che reagisca. Gli investitori esteri (quelli onesti) fanno bene a tenersi alla larga da questo carnevale a forma di stivale.

12 ottobre 2015 - CICLONI
C'e' un sito meteo che da un mesetto parla di cicloni ogni volta che arriva la pioggia media o forte. Prima non mi ricordo che tale termine fosse usato: i cicloni sono forse nati in Italia 30 giorni fa? E' vero che ci sono stati due fenomeni piuttosto violenti (quello su Sardegna e poi Liguria e Piemonte e quello sul Centro-Sud) ma il termine ciclone è sinonimo di perturbazione atmosferica, solo che parlare di ciclone porta più clic. Sarebbe opportuno tornare ad esprimersi con maggiore equilibrio e professionalità, dato che i clic portano soldi ma il brutto tempo, spesso, paura, disagi e morti e noi vorremmo previsioni più neutre. Non più edulcorate, ma più neutre, che è diverso. Dire ogni tre per due che stanno arrivando i temporali, o che Caronte tiene stratta l'Italia nella sua morsa o che un ciclone sta per invadere il Mediterraneo è sicuramente d'impatto, ma io da un sito meteo voglio una previsione e non Hollywood, e se possibile una previsione affidabile e circostanziata e non affidata a scenari elaborati da computer e non mediati dall'occhio umano; tanto per intenderci, non con l'icona dei fulmini che appare e scompare come un fantasma birichino a seconda del momento.

12 ottobre 2015 - Ragazzi, la vita è bre

11 ottobre 2015 - ALMIRANTE
A tutti quelli che, di fronte alla politica da straccioni di oggi, ricordano e celebrano la figura di Giorgio Almirante affermando che era uomo di nobili principi e di notevole integrità "al di là del colore politico", rispondo che, pur non mettendo in dubbio tutto questo, è bene anche ricordare che Almirante fu tra i firmatari nel 1938 del Manifesto della razza e dal 1938 al 1942 collaborò alla rivista La difesa della razza. Può bastare, fidatevi.

11 ottobre 2015 - Mi fa piacere se l'Expo negli ultimi due mesi ha avuto un aumento degli ingressi ma restano alcuni fatti:
1. alla data dell'inaugurazione era incompleto e questo è una vergogna intollerabile
2. il prezzo del biglietto è stato via via ridotto (addirittura stracciato l'ingresso delle 19) e questo creerà non pochi problemi di copertura finanziaria
3. non voglio neanche pensare alle indagini, agli arresti, al magna magna connesso, nonché alla futura destinazione dell'area
4. a meno che nelle ultime settimane non vada all'Expo mezza Cina, gli ingressi totali saranno inferiori alle attese e pari a quelli di altre esposizioni passate definite come fiaschi
5. è intollerabile il cumulo di balle che sull'Expo i media hanno sempre detto (dietro compenso trasparente) ed è intollerabile il tentativo da parte del governo di ingigantirne falsamente il successo al solo scopo di far bella figura

11 ottobre 2015 - Un giorno te ne pentirai. Così, all'improvviso. Avrai vissuto male e ottenuto niente. Gli incontentabili non possono essere felici e allora trascinano gli altri con se'. Te ne pentirai di sicuro e sarà tardi. Il tempo non ritorna. Ogni giorno è unico. Oggi ne hai buttato un altro.

09 ottobre 2015 - Siamo nel terzo, di millennio, è un fatto
a dieci anni gia' col phone ultrapiatto
siamo connessi 24 ore a 10 euro al mese
annunciamo sui social anche il marchese...
poi basta che prendi su e te ne vai a Dublino
ed ecco che non caghi più neanche lo zio Pino
non leggi più facebook e non rispondi al cell
con la scusa che in Irlanda la tariffa non è bell
nel Nord Europa son cablati anche i cessi
e tu che viaggi non ci posti i tuoi eccessi
potrei morire o volerti sentire per sfizio
tu muta e sorda miri e rimiri San Patrizio.

Rosanna Gandolfo Luca Cheli Michele SenzaBaffi Cheli Benedetta Cheli

09 ottobre 2015 - Adoro bestialmente quei tipi che scrivono una sesquipedale cazza*ta su Facebook o Twitter e poi, specie se famosi, di fronte a chi glielo fa notare, si pigliano fifetta e cancellano tutto, ma ahimè dopo che qualcheduno ha gia' scrinsciottato il tutto.

08 ottobre 2015 Se un chiarimento devo avere
con mia sorella o la consorte
vado ad Avenza, o a dirla grande ad Orte
c'è invece chi va sino a Dublino
come se fosse dietro quel pino
è gente di mondo che gira in tondo
e cambia nazione come io maglione!

Benedetta Cheli Luca Cheli Michele SenzaBaffi Cheli Rosanna Gandolfo

08 ottobre 2015 - MARINO SI E' DIMESSO, MA
La trappola degli scontrini è una delle principali, se sei sindaco o simile. Io non ci sarei mai caduto, sorry: li avrei gestiti con attenzione certosina. Non sarò mai sindaco, lo considero un incarico oneroso -di una città enorme poi addirittura proibitivo (invece, anche nei piccoli paesi, c'è la fila per farsi eleggere, segno che chi si propone pensa di avere più benefit che rogne), ma so bene che se lo fossi stato sugli scontrini non avrei sbagliato una virgola; conosco il giochetto e anche il cappio che poi ti mettono al collo: sui soldi pubblici non si scherza. Spese motivabili, rendiconti precisi, niente di farlocco.


07 ottobre 2015 - MARINO, IGNAZIO
Fino ad ora ne avevano chiesto le dimissioni per ragioni assurde e pretestuose. Il Pd lo aveva sempre difeso solo perchè se cade si va ad elezioni e il cielo di Roma si riempe di stelle. Ora per la prima volta io dico che deve dimettersi: le ricevute farlocche (non una ma più di una) sono un motivo sufficiente, nella mia visione delle cose del mondo.
Che poi stiano riformando la Costituzione gente nei guai con la giustizia fino al collo e/o incompetente è un'altra cosa, infinitamente più grave. Qui parlo di Marino.


07 ottobre 2015 - "Vincere è l'unica cosa che conta" è una frase bruttissima. E con lo sport non ha niente a che fare.

06 ottobre 2015 - Abbiamo rotto con Berlusconi per salvare l'Italia.
Dopo sette otto anni il Paese rivede la ripresa economica.
//
Stasera Lodo Alfano ospite di Floris.
Io prendo di tutto ma così belle non mi vengono.
È un caso serio.

06 ottobre 2015 - CANONE BARZELLETTA
Renzi propone di mettere il canone Rai in bolletta. Ennesimo annuncio di cosa stupida e impossibile. Ma poi se lo deve pagare anche chi non ha TV o non guarda la Rai, chiamiamolo Tassa Matassa o Balzello Collebello perché definirlo canone Rai è una presa per il sedere.

05 ottobre 2015 - Oggi festeggia la grande Kata
che dal mio amico è molto amata
ospiti sono di Merkel la buona
che regna sovrana da Pest a Lisbona
l'ho conosciuta: è una stella brillante
dolce ma dura, la grinta è importante
lei scatta foto e risiede nel mondo
per lei si è perso quel vagabondo...
a ben vedere ha fatto bene
tutte promette le gioie terrene!

HaPpY BiRtHdAy


04 ottobre 2015 - TG ORE 14: FATE ATTENZIONE ALLA PERTURBAZIONE CHE E' PASSATA SEI ORE FA...
Che i TG nazionali fossero governativi dunque assolutamente inaffidabili era evidente: guardarli non è informarsi, è perdere tempo o, se sei fragile, inquinarsi la mente. Ma che fossero incompetenti anche riguardo ad argomenti che non dovrebbero importare ai Renzi boys (il meteo) è una vera sorpresa. Oggi, dopo pranzo, un TG nazionale parla della tragedia della Costa Azzurra e aggiunge: adesso c'e' allerta meteo in Italia in attesa di questa perturbazione. Stessa cosa nel programma successivo: la prima domanda a Renzi è relativa al fatto se siamo preparati a fronteggiare la perturbazione della Costa Azzurra in arrivo; Renzi è un po' spaesato (non ne sa nulla, e come potrebbe?) ma abbozza e dice che siamo preparati (ma dove? ma quando? tre morti a Piacenza 15 giorni fa, 19 a Olbia 2 anni fa, ma per favore). Il punto è che il passaggio di ciò che rimaneva della forte
perturbazione che ha colpito la Costa Azzurra è passato da noi questa mattina... quindi come lo si possa aspettare alle 14 non so.
Incommentabile.

03 ottobre 2015 - Che-tempo-di-merda, per non parlare di Sardegna, Liguria e Piemonte. Qui c'e' qualcosa che non va e nessuno lo nota, ormai ogni qualvolta compare una nuvola siamo in allerta meteo vento-mareggiata-temporale-idrogeologico-neve-etc. L'allerta per natura dovrebbe essere uno stato episodico, saltuario, raro. Non è così. Ora poi d'estate c'e' pure l'allerta sole, dato che per esempio a luglio ha fatto un caldo tale che è capace da solo di far schiantare una persona, specie se anziana/malata. Voglio l'esperto di turno che mi parla del riscaldamento globale e di come l'uomo stia massacrando l'ambiente in cui vive (se spari merd* nel cielo, merd* ti ripiombera' in testa, a occhio) e voglio anche il bastian contrario che al solito dice che non si può dire, episodi così ce ne sono stati anche nei secoli passati (peraltro non rilevati dalle statistiche per ovvi motivi), occorre aspettare prima di poter parlare di cambiamento climatico. Aspettiamo di esser morti! (chi ci crede, si tocchi quel che sa o può)

02 ottobre 2015 - Che-tempo-di-merda, per non parlare di Sardegna, Liguria e Piemonte. Qui c'e' qualcosa che non va e nessuno lo nota, ormai ogni qualvolta compare una nuvola siamo in allerta meteo vento-mareggiata-temporale-idrogeologico-neve-etc. L'allerta per natura dovrebbe essere uno stato episodico, saltuario, raro. Non è così. Ora poi d'estate c'e' pure l'allerta sole, dato che per esempio a luglio ha fatto un caldo tale che è capace da solo di far schiantare una persona, specie se anziana/malata. Voglio l'esperto di turno che mi parla del riscaldamento globale e di come l'uomo stia massacrando l'ambiente in cui vive (se spari merd* nel cielo, merd* ti ripiombera' in testa, a occhio) e voglio anche il bastian contrario che al solito dice che non si può dire, episodi così ce ne sono stati anche nei secoli passati (peraltro non rilevati dalle statistiche per ovvi motivi), occorre aspettare prima di poter parlare di cambiamento climatico. Aspettiamo di esser morti! (chi ci crede, si tocchi quel che sa o può)

01 ottobre 2015 POSTE E CENE
Per spedire una lettera standard con dentro un foglio A4 da, supponiamo, Genova a Pisa, 140 km, occorrono 0,80 euro (1500 lire). Un foglio A4. Già a scriverlo mi pare strano. Trovare una cassetta in cui imbucarla è un'impresa: ne hanno lasciate pochissime. Anni fa, la lettera veniva perlomeno recapitata in 1-2 giorni, oggi può metterci 2 come 7 giorni; mi è capitato più volte che ne siano passati 10-15. Se fate invece una raccomandata, sempre 140 km, con ricevuta di ritorno, vi chiedono sui 4-5 euro (7700-9700 lire); i tempi qui sono di 5-10 gg come minimo; a volte altri 20 per ricevere la ricevuta di ritorno. Se, esausti, passate alla raccomandata 1 (con ricev. di ritorno) vi dicono: arriva in 24 ore da domani (quindi non sono 24 ore). Pero', per spedire una busta formato A4 con dentro all'incirca 17-18 fogli, devi scucire 10 euro (19000 lire). Il postino consegna random e in genere lascia l'avviso della raccomandata nella cassetta così ti devi fare una bella coda all'ufficio postale. Una volta con 19000 lire non ci spedivi un plico raccomandato, ma ci cenavi bene, poi è arrivato l'euro e improvvisamente nei ristoranti un primo, secondo, acqua, dolce e caffè si è portato su valori di 20 euro come minimo (39000 lire). Non è colpa dell'euro o di Prodi se è stato permesso a tutti di raddoppiare i prezzi dalla sera alla mattina. Tornando alle Poste, penso sia chiaro che il servizio fa acqua e costa uno sproposito. In compenso le Poste ti vendono assicurazioni, fondi, pac, agende, penne, libri, elettrodomestici, gadgets, piani telefonici. Un po' come un panettiere che vendesse pane cattivo e ci mettesse pure due ore per servirti, ma in compenso avesse gli scaffali pieni zeppi di viti, chiodi e bulloni che neanche un ferramenta.
(Non ho bevuto.)

28 settembre 2015 - CONCORSO PER PREMIER
Per poter aspirare a fare professioni diverse spesso devi vincere un concorso 70.000 partecipanti, 2 posti in ballo, con test tipo "2,3,9,67... cosa viene dopo?" o "in che anno ci fu la guerra di Crimea?". Per carità, la cultura generale è importante (2,3,9,67?), ma allora perché uno che aspira a fare il premier, prima di poterlo fare, non deve:
a) essere eletto....
b) parlare BENE l'inglese
c) superare un test così?

28 settembre 2015 - Un applauso alla criminale che oggi verso le 13,20 a Carrara, incrocio via San Francesco - Via Bartolini (scendendo dalla Foce poco dopo l'Inps), auto di media cilindrata di colore scuro, provenendo dal centro città non ha clamorosamente rispettato uno stop e alle mie rimostranze, anziché stupirsi e scusarsi, con faccia di tolla ha avuto pure da ridire suonando il clacson. L'incidente non c'è stato solo perché io spesso ho l'abitudine di pensare anche per gli altri e di considerarli a priori minorati, una curiosa forma mentis che in campo stradale spesso ti salva la pelle. Con simili persone la pena giusta sarebbe quella di strappare il clacson e farglielo mangiare, cavi inclusi; comminare inoltre sul posto dieci frustate a culo nudo, poggiati sul cofano (ad opera di pubblico ufficiale, ovviamente). Multe e punti sulla patente sono misure inefficaci.

26 settembre 2015 - Paola Marcellusi,
tu ti muovi su un livello di vita superiore a quelli frequentati dalla maggior parte di noi, e lo sai, anche al mio che poco modestamente ritengo di non aver mai frequentato i primi, sebbene, lo ammetto, mi piaccia non poco apparire un filo sotto il mio status naturale: sono vezzi, preferisco viaggiare sottotraccia, correndo il rischio di stare ai margini, da dove però, come saprai, si osserva di gran lunga meglio questo circo che quotidianamente sotto i nostri occhi fiorisce e appassisce senza sosta, oscillando tra farsa e tragedia in maniera quasi impercettibile ai più.
Non so se era così anche ai tempi del liceo, a quell'epoca ti conoscevo superficialmente o di fama (e di fame, dato che l'intervallo delle 10,50 era una delle poche occasioni per), tuttavia il mio non richiesto giudizio sulla tua esistenza vale perlomeno per gli ultimi venti anni. Per un'azienda non esiste acquisizione migliore, anche se dubito che qualcuno possa rendersene conto, e specialmente di primo acchito, dato che la qualità è spesso sottovalutata, in una donna poi!; per un uomo direi anche, ti immagino facilmente faro e collante di un'aggregazione familiare, calamita in grado di tutto tenere insieme e muovere, sebbene ci vogliano uomini di una certa pasta per interagire con simili furie della natura senza uscirne con le ossa rotte e i punti cardinali messi a soqquadro!... inoltre riesci a gestire la tua vita, quella di tre marmocchi, quella dei tuoi, nonché svariati mini hobby, viaggi, occasioni mondane e break culturali in apparente armonia e completezza, un po' allo stesso modo in cui un calciatore di gran talento esegue col pallone sul prato gesti difficili con una apparente e disarmante semplicità, che poi la vera grandezza è saper fare bene le cose semplici.
Poi, è chiaro, al di fuori traspare sempre meno casino delle nostre vite rispetto a quello che internamente le governa, ma se le giornate sono per te di trentuno ore e nonostante l'elevato numero di attività svolte l'efficienza resta medio-alta se non alta, tutto questo non è certo frutto di un caso o della cosiddetta fortuna: la buona sorte può assisterci, ma non può mai spiegare un'esistenza, è più facile che la cattiva sorte possa invece spiegare un destino, specialmente se si accanisce. E' un po' come col metabolismo, c'è gente che mangia normalmente e ingrassa, altri che si ingozzano da mane e a sera e restano in forma, perchè bruciano. Tu bruci, anche se certamente qui c'entra un po' meno la natura e un po' di più volontà e talento rispetto al caso dell'alimentazione. Bruci, e spesso ustioni, se qualche incauta forma di vita basata sul carbonio e non all'altezza degli standard richiesti entra nel tuo spazio vitale, anche se parlo sempre di persone che abitano dal terzo piano in su, perchè chi sta ai piani bassi non si ustiona, dato che nemmeno ti vede, lento e limitato com'e' rispetto a te: sono forme di vita basate sul carbonio il cui cervello però va ancora a carbone. Io sono immune da simili scottature non tanto perchè abito dal terzo in su quanto perchè ti conosco da troppo tempo, e qui è meglio sorvolare, ma avverto sempre l'impressionante aura di fuoco che ti avvolge e informa di sé tutto quel che ricade sotto il tuo influsso, si tratta di temperature per pochi, pochi ma buoni naturalmente. Se già io stesso, che studio da Paola ma non lo sono, un po' per mancanza di talento e un po', devo dire, anche per scelta perché so che non mi troverei molto a mio agio all'attico (naturalmente per via di un mio limite indubbio consistente nel non sapermici muovere con fluida naturalezza), avverto disagio nel muovermi su questo pianeta e nel dover interagire con questa razza alla quale appartengo più desossiribonucleicamente che moralmente, immagino quale debba essere a volte il tuo scoramento nel dover viaggiare da frecciarossa sugli stessi binari di tanti regionali, anche se secondo me l'apparente armonia e completezza di cui sopra ti consentono di non avvertire spesso questo attrito, appunto perché sai come muoverti anche in ambienti che girano a velocità inferiori senza perdere giri né far risaltare troppo le differenze fra motori di cilindrata francamente diversa.
Dov'é il senso di tutto questo discorso, ti chiederai, per giunta pubblicato su Facebook (ma se giochi a un social, devi giocare, non far finta: su FB devi esibire, se sei pudico non frequenti simili frullatori di esibizionismi). Mah, il senso è solo esporre quel che si ricava leggendo il pezzo, non vi sono secondi fini. Ognuno ne evincerà quel che è in grado di tirar su. Non voglio conquistarti, dato che già sotto sotto mi ami; né voglio farmi l'amante (in ogni caso il mio numero ce l'hai!), sono troppo pigro per gestire due vite, già una mi dà parecchio filo da torcere. Forse volevo solo ripassare con un pennarello nuovo certe righe sbiadite dal tempo. E poi, francamente, da quando in qua, per noi esseri a te di poco o di molto inferiori, ogni azione o pensiero deve avere una sua precisa, razionale e ben definibile spiegazione?

25 settembre 2015 - ANGELO PALOMBO
A tutti quelli che non perdono occasione di denigrare Angelo Palombo: siete lo 0.5% del totale ma scrivete sempre e ovunque le vostre boiate cosicché sembrate la maggioranza. Angelo Palombo è, dal punto di vista calcistico, un mediano di ottimo rendimento, capace di disimpegnarsi all'occorrenza anche come centrale difensivo, meglio se in una difesa a tre. Come incontrista sa il fatto suo, in Italia ne vedo solo un paio migliori di lui, almeno nel primo decennio del duemila. Ha vestito per quasi 450 volte la maglia blucerchiata e ha sempre dato tutto se stesso alla causa. E' con noi dall'agosto 2002. Dal punto di vista umano, ha sempre avuto un comportamento irreprensibile e ha dimostrato enorme attaccamento ai nostri colori. La sua importanza nello spogliatoio è notevolissima. E' il nostro capitano. Ha vestito la nostra maglia sempre con onore. E' uno di noi. Con i suoi limiti (pochi) e i suoi pregi (tanti). La sua carriera è eccellente. E' Samp.
Anche la scorsa stagione ha giocato alcune partite a livelli addirittura superlativi. E anche nelle giornate storte, il suo impegno, la sua correttezza e la sua professionalità non vengono mai meno.
Criticarlo è semplicemente stupido. Chi lo fa (parlo di chi si definisce sampdoriano, non dei soliti infiltrati dell'altra sponda che si annoiano e, poverini, un giochetto devono pur trovarlo), lo fa spesso per partito preso, senza ragioni che non siano ridicole, e, ripeto, siete quattro gatti che però miagolano sempre la notte sotto la finestra e non fanno dormire chi sa di calcio, sa valutare le persone e prima di scrivere accende il cervello. Per favore, dateci un bel taglio, sarebbe l'ora.

24 settembre 2015 - UN'ALTRA PICCOLA GRANDE ASSURDITA' DI FACEBOOK
Facebook ha mille regole e mille stranezze, basta vedere l'ordine con il quale ti presenta le notizie, che definire demente è poco (anche se rispondente a logiche dell'azienda, questo non lo nego, do solo un giudizio, non ho detto che è casuale) o ai criteri in base ai quali censura le foto (mamma che allatta, via!). In particolare, permette a un utente non solo di sparire dall'oggi al domani portandosi via tutte le radici, anche quelle che avevano attecchito nel tuo diario (e già questo è assurdo; per radici intendo i mi-piace, i commenti etc), ma anche di scrivere un post e poi farlo sparire (i personaggi famosi lo fanno di continuo). Però se lo lasci e modifichi una virgola, gli altri possono accedere alle versioni precedenti. Qui dunque un massimo di trasparenza, nel caso precedente nessuna. Che senso ha? Se scrivi una stronzata, cavoli tuoi. Un'altra volta rifletti di più. Al limite puoi modificarla ma deve restare traccia della prima e della seconda versione, altrimenti è troppo facile. Tu scrivi una cosa razzista, io ti do del pirla, tu la togli e tutti si chiedono perché ti ho definito pirla. Davvero non capisco. Cosa scritta deve restare, scripta manent, sono i verba che volant, do you remember?

23 settembre 2015 - LENTA E' LA DISCESA VERSO LA FINE DELLA LIBERTA'
Approvata la legge bavaglio, quella che quando voleva farla il Pregiudicato era una roba da dittatura e adesso che la fa il sindaco di Rignano è una misura opportuna. Io leggo il Fatto, non avro' ripercussioni: pubblicheranno sempre tutto quel che è necessario sapere, anche quello che è eticamente rilevante sebbene non forse penalmente; poi semmai c'è Strasburgo. Gli altri giornali pubblicano già ora merdaccia, perlopiù, sicché cambia poco, nella sostanza, per chi sa dove informarsi; per gli altri, la maggioranza, e nella forma, è una vergogna assoluta.

22 settembre 2015 -
(A Francesco viene diagnosticata anche la frattura del perone)
Mo' spunta così, senza un ragionevole motivo
questo grandissimo figlio di... perone tardivo
osso dal nome un po' bizzaro che non sappiamo mai di avere
se non quando finiamo sul selciato col sedere...
Il papa, son sicuro
saprà tenere duro!
un osso tutto rotto
si rincolla in 4 e 4: otto
solo chiedo all'infermiere
guarda bene, per piacere!...
non è che di una nuova frattura
ogni dì qui si deve aver paura?

22 settembre 2015 -
(Francesco detto il Papa ha un incidente con la moto e viene ricoverato in rianimazione)
Un Papa è a Cuba...
l'altro è ai box;
ma dopo il pit stop
tornerà al suo top
così grande e possente
non sarà un incidente...;
sei forte e gigantesco,
siamo con te Francesco!

20 settembre 2015 - COMING SOON
In uscita: la parte 2 di "Quanto schifo faccio io", il pezzo su uomini che ti fissano per strada e ansimano come koala con l'asma, la confessione "ho ucciso mia nonna, adesso mi sistemo" e la recensione del nuovo gioco per pc e play "Crazia 2015", roba che Syndicate vi sembrera' noioso come bocce.

20 settembre 2015 - COMING SOON
In uscita: la parte 2 di "Quanto schifo faccio io", il pezzo su uomini che ti fissano per strada e ansimano come koala con l'asma, la confessione "ho ucciso mia nonna, adesso mi sistemo" e la recensione del nuovo gioco per pc e play "Crazia 2015", roba che Syndicate vi sembrera' noioso come bocce.

20 settembre 2015 - SIBILLA E LA CONSAPEVOLEZZA DEL SUINO
L'esibizione a Sanremo (primi anni '80) fu rovinata da un problema tecnico al microfono. Essendo sconosciuta, per quanto "presentata" da Battiato, fu massacrata e dimenticata, e invece era brava e la canzone notevole. E' noto che i media ci mettono un secondo a portarti alle stelle anche se puzzi di fango o a seppellirti ancora viva se ti frega un inciampo. Ed è noto che sperare che in manifestazioni come Sanremo si possano cogliere simili vette è utopia, è come dar perle ai porci e sperare nella consapevolezza del suino. Per me canzone sublime ("Oppio"). Chissà dov'è e cosa fa adesso, Sibilla (Sibyl Amarilli Mostert).
https://www.youtube.com/watch?v=ubYKQOJnNPI

19 settembre 2015 - MUJICA
E la cosa assurda e' che rispetto a un secolo fa dobbiamo sempre lavorare tutto il giorno, e per fare la fame (tranne un 10% della popolazione, i succhiasangue). Il progresso a cosa e' servito? A cosa serve un progresso che dopo un secolo non ci permette di far lavorare le macchine permettendoci di vivere bene lavorando max 2-3 ore al giorno? Il fatto è che il progresso è andato solo a vantaggio dei vampiri di cui sopra: profitti alle stelle, salari da fame, diritti ridotti all'osso, lavoro tassato piu' del capitale, redditi dipendenti più di redditi autonomi e rendite, sostanziale impunità per evasione ed elusione dei pesci grossi, aiuti di Stato a pioggia a chi poi delocalizza. Comunque quest'uomo e' una fonte di perle.
http://www.huffingtonpost.it/2015/09/19/jose-mujica-discorso-vita_n_8162366.html?utm_hp_ref=italy

19 settembre 2015 - Soffri di alluce valgo?
Mah... non saprei... forse, puo' essere. Non so

19 settembre 2015 - Mia moglie mi offende. Poi dice, se io me la prendo: con te non si puo' parlare.
Che sarebbe come spiaccicare per divertimento una rana sull'asfalto con un badile e poi, alla rana che non risponde, dire: con te non si può usare il badile.
No, parlare si puo'. E' offendere che non si potrebbe.
Donne, un universo parallelo.

19 settembre 2015 - Intanto è un servizio ottimo. Assolutamente da vedere.
Poi:
1) giusto che Elisabetta Ballarin paghi il conto per quello che ha fatto, specialmente per quello che non ha fatto quando era lucida, nel tempo in cui ha continuato a frequentare Volpe nonostante la storia fosse assurda; non tanto per quello che ha fatto o non fatto quella notte, in cui era drogata etc
2) sicuramente eccessiva la sua condanna, e assolutamente sproporzionata rispetto a quella di Volpe
3) tolti gli anni di Monza e degli scarafaggi, il carcere dovrebbe essere così: pena severa, scontata per intero, ma con la possibilità di recuperarsi, non un inferno che ti peggiora, allora tanto varrebbe la pena di morte
4) ammirevole il padre della vittima, senza dubbio: io non penso che avrei fatto altrettanto
5) difficile indirizzare una figlia sulla via giusta: fuori ci sono diavoli vestiti da persone, e spade affilate pendono costantemente sulle vite di ciascuno di noi, specialmente dei giovani e dei deboli, incapaci di affrontare simili trappole da soli e, i primi, portati dall'età che vivono a contrapporsi proprio a quelle persone che potrebbero salvarli (i genitori)
6) giudizio come sempre negativo sulla quasi totalità dei media, che sanno solo disinformare e spargere fango o rimestare quel poco che già c'e'
Ripeto; ve lo consiglio, anche se non breve. Il tempo va speso bene.
http://www.tvsvizzera.it/attualita/Elisabetta-Ballarin-la-verit%C3%A0-sulle-bestie-di-Satana.-4229240.html

17 settembre 2015 - ...si lo so quando due giorni fa ho parlato di denuncia avete pensato che fosse una delle mie consuete stron*ate, invece è vero, non dovete mai sottovalutare la portata delle mie invenzioni, spesso sono cosi' belle che sono addirittura reali, ricordate che io sono fuori davvero, spesso viaggio su binari tutti miei, non lo faccio per essere blasé

17 settembre 2015 - COMING SOON: QUANTO FACCIO SCHIFO IO
A breve pubblichero' una breve ma gustosa lista di sanguinose e circostanziate offese che mi sono state rivolte via mail da una tizia che conosco pochissimo (ma lei mi conosce bene, a giudicare da come mi definisce...) e che ha pure minacciato due o tre volte di denunciarmi ("vado dal mio avvocato"... occhio: ha un avvocato, quindi o denuncia cani e porci o è spesso nei guai). Bau bau. E' la seconda minaccia di denuncia che colleziono in 48 anni: se consentite, ne vado fiero. Del fatto che siano solo 2. E, a testimonianza dell'imbarbarimento progressivo di usi e costumi, risalgono entrambre agli ultimi 3 di questi 48 anni. No, non è menopausa: è proprio l'imbarbarimento. A denunce effettive sto invece ancora a 0: un po' mi vergogno.
Naturalmente e' sempre in forno, ormai quasi cotto, l'immaginifico, superlativo e bellerrimo pezzo su "uomini che sbavano sulle donne addocchiate per strada" (salviette non incluse nella confezione, sorry).

16 settembre 2015 -NO DENUNCIA NO PARTY
Sono le 7 e 20 del mattino, apro la finestra e il cielo non c'è... o meglio, è nascosto da questo fitto e impenetrabile strato di nuvole che rende il mondo grigio, la testa pesante, i pensieri neri... insomma il classico tempo di merd* non da allerta ovviamente e per fortuna. Sole e cielo azzurro quest'estate si sono raramente accompagnati a temperature e tassi di umidità non confacenti a coccodrilli e pesci tropicali. Stamane non ho ricevuto minacce di denuncia: in cosa ho sbagliato ieri? C'è gente davvero strana in giro: a vederli così ti sembrano tutti normali a una prima occhiata anche se non è sempre vero visto come si vestono e parlano e si comportano alcuni; poi però basta conoscere una persona e approfondire un minimo che ti rendi conto spesso di quale abisso di assurdità la impregna. Siamo tutti strani, dite? Anche io? Vero più del vero, sottoscrivo. Ma io sono un dilettante della stranezza e comunque già eccello in una terra di conformisti mentre alcuni anzi troppi sono veramente dei professionisti della stranezza dell'assurdita e spesso della stupidità più bieca; d'altra parte si sa la stupidità è una delle maggiori piaghe.

14 settembre 2015 -DEDICATO A....
La giornata di oggi è ufficialmente dedicata a tutti quei fracassapalle che da tre mesi mi dicono speriamo che piova speriamo che piova così viene fresco.
Ieri e stanotte è venuto giù di tutto e oggi si crepa di afa.

12 settembre 2015 - DIO CI SALVINI
Prima si dice disponibile ad ospitare un profugo a casa propria; la giornalista fiuta l'affare e non molla la presa. Un po' come un papa che dicesse di coltivare l'erba. Poi precisa: ma è un bilocale pieno di roba. Aggiunge: ma deve scappare da una guerra, non semplicemente essere disperato, povero e in cerca di una vita (migliore). Infine chiosa: prima però prenderei quel tale italiano di Avezzano che dorme in auto. Poi leggo che avrebbe la proprietà di un altro mono o bilocale, vuoto. Ma, afferma, ci sono da mesi e mesi lavori in corso.
Insomma, Salvini. Non potevi dirlo subito che non lo vuoi? Nessuno lo vuole in casa, un profugo, il punto non è questo: è che alcuni vorrebbero che non ci fossero profughi o guerre, povertà e violenza, e sarebbero disposti a dare ancora più denaro di quel che danno affinché gli indegni rappresentanti nominati di questo paese (e quelli, spesso meno indegni e spesso eletti, degli altri paesi) si adoperassero per rendere migliore e più giusto questo mondo; altri invece vorrebbero che tutto il lerciume del mondo restasse fuori dalla porta della nazione, è diverso....
Matteo, l'altro.

12 settembre 2015 - OPS, ERO IN BAGNO... MI DEVO ESSERE PERSO L'ESTATE...
L'estate sta finendo, leggo. A parte quelle tre-quattro settimane di caldo (ma quasi invivibile) per il resto è stato, sia a giugno che da agosto in poi, un susseguirsi di qualche giorno di sole e un'allerta meteo, preferibilmente per temporali, a rotazione. E preferibilmente nei weekend, con particolare predilezione per la notte e il mattino presto. E la chiamano estate. Non ci sono state cose immani, per ora, è vero (chiedere pero' a Firenze, tanto per dire, o a Pisa) -chi ci crede si tocchi pure, ha il permesso-, ma tutte queste allerte ti minano il sistema nervoso, quantomeno.
Ormai le stagioni sono due, nell'anno. Un periodo in cui fa più caldo che altro (e al'interno di questo un periodo in cui si muore di caldo), ma non mancano temporali violenti, nubifragi o molto peggio. E un periodo in cui fa più freddo che altro, anche se il freddo eccessivo non dura mai troppo, e in cui piove, a fasi, generalmente parecchio, a volte in maniera davvero pericolosa. Sarà che i ricordi della gioventù ti sembrano sempre più belli ma io fino a quindici anni fa mi ricordavo tutt'altro. E di certo non mi preoccupavo più di tanto del tempo, fino a dieci anni fa. Adesso non puoi prescinderne.
Nemmeno posso dare la colpa a quei siti meteo che per raccattare qualche euro di pubblicità godono a spiattellarti in prima pagina la tragedia in arrivo, o ai siti meteo in generale che ci "chiappano" più no che sì. Certo è che maggiore equilibrio e minor sensazionalismo gioverebbero solamente alla causa (non alla loro però).
Comunque è un fatto che da qualche anno viene giù dal cielo più merd* di prima e in maniera più violenta, questo lo noti anche se sei scemo, non servono le statistiche. Dice: colpa dell'uomo. Non esito a crederlo. ma non posso uccidere tutti gli uomini, non ho abbastanza tempo.


11 settembre 2015 - IGNORANZA ALLO STATO PURO
Posti in rete un video in cui di vede un uomo di colore picchiare una donna di colore. E commenti: "Sono esseri inferiori...
Bloccatemi pure non me ne frega niente." E ti dici pure "cattolico".
Seguono commenti di altri lord che parlano di animali e "pezzi di merd*" che "i politici fanno venire in Italia" etc.
A parte che il video, in effetti violento, pare si riferisca alle favelas messicane quindi con l'immigrazione attuale in Europa non c'entra una beata minchia (è un uomo che picchia violentemente una donna, punto; trarne conclusioni generali come questa denota una pochezza mai vista), non è questo il punto. Il punto è che è un post razzista e sono commenti razzisti. Tutto trasuda ignoranza.
Se un bianco picchia una donna bianca, gli uomini bianchi sono tutti merd* o animali? O esseri inferiori? Perchè di uomini bianchi che picchiano donne bianche ce ne sono a decine... E anche di bianchi che picchiano bambini, o di donne violente. Quindi anche tu sei un essere inferiore, a prescindere dal tuo post...
Sono davvero stufo di menti semplici che diffondono post razzisti, su Facebook, sui social in genere, nei comizi, in tivù. O di politici che soffiano sul fuoco del pregiudizio e dell'intolleranza. Quanta inguaribile ignoranza.

10 settembre 2015 - FASCISMO COMUNISMO ANTIFASCISMO: A BEN VEDERE E' TUTTO PIUTTOSTO CHIARO
Trita e ritrita querelle fascismo e antifascismo. Siccome il primo è merd*, il secondo è cosa buona per definizione. E cosi l'abbiamo risolta. Se poi ci sono eccessi nell'antifascismo, vanno condannati duramente. Ma nel fascismo fatto bene vedo solo cose da buttare, nell'antifascismo fatto bene vedo solo cose da tenere, sicché un paragone nemmeno si pone.
Trita e ritrita querelle fascismo e comunismo. Dice il furbo: entrambe le ideologie hanno provocato milioni di morti. Uhm... apparentemente inoppugnabile, ma in realtà stupida come una gallina stupida. Nell'ideologia comunista non si parla di uccidere persone per via della loro inferiorità di "razza"... certo, si parla di rivoluzione necessaria al fine di eliminare marcate ingiustizie sociali, ma che io sappia i privilegi e le ingiustizie non se vanno con uno schiocco di dita. In sintesi: se applichi bene il nazismo o fascismo, ammazzi le persone perchè di razza inferiore (?). Se applichi bene il comunismo, no. Il comunismo è stato applicato male, tutto qui. E poi, diciamola tutta: è una teoria bellissima, ma inapplicabile davvero, causa innato egoismo umano. Ciò nonostante, un confronto ideologico nemmeno si pone: Marx è uno studioso serio, che sebbene se la facesse con la cameriera, non predicava lo sterminio di milioni di persone; era uno studioso e ha sbagliato alcune previsioni, azzeccandone però parecchie altre. Hitler e i cosiddetti teorici del nazismo sono pazzi sanguinari, brutali assassini, sono bestie. E anche questa è fatta. Infine: i morti meritano TUTTI rispetto, ma c'è un MA. Occorre sempre distinguere fra chi muore per salvare un bimbo dall'annegamento e chi muore mentre cerca di rapinare una persona. Fra chi combatte per un idelae giusto e chi combatte per un ideale di merd*. Alla fine, se ci pensate, è semplice....

10 settembre 2015 - UN PROFUGO A CASA TUA
Quando tu dici che è nostro dovere accogliere tutti i profughi, o quanto meno aiutarli e rifocillarli se intendono solo transitare per il nostro paese senza fermarsi, vien sempre su il solito idiota che dice: ospitali a casa tua.
Io non li ospito a casa mia non perchè è piccola, ma per principio, non lo farei nemmeno se fosse grande: lo Stato ha denaro in abbondanza per provvedere a quantità di profughi venti volte superiori a queste. Io contribuisco già al bene comune, tocca allo Stato utilizzare le risorse che noi cittadini mettiamo a disposizione per illuminare le strade, garantire l'ordine pubblico, aiutare chi soffre. E non solo contribuisco con tasse e quant'altro, ma anche con personali elargizioni (beneficenza).
Allo stesso modo, non è che se mi lamento della microcriminalità uno mi possa dire vai tu in giro a stanare stupratori e topi d'appartamento oppure stai zitto. O che se mi lamento del fatto che i politici rubano a mani basse mi si possa dire candidati tu e con questo chiudere il discorso. Sono frasette costruite per strappare un applauso, ma intimamente stupide.
Se poi lo Stato i soldi li brucia in corruzione, evasione non perseguita, grandi opere inutili, acquisto di aerei militari bacati, sprechi etc, è un altro discorso. E così pure se chi abbiamo eletto (hanno nominato) si rivela incapace o ladro o razzista.
Lo Stato italiano ha il dovere di aiutare i profughi; chi ci rappresenta (male) ha il dovere di farlo in modo organizzato ed efficace, senza inutili e sterili discussioni, I razzisti, infine, vanno emarginati entro gli angusti confini della loro stupidità.

09 settembre 2015 - BON TON SEMPRE E COMUNQUE
(ovvero: porgi sempre l'altra guancia e, se le hai finite, ti resta sempre il cu...)
Mi raccomando ragazzi... se sorprendete un estraneo che sta rigando la carrozzerria della vostra auto o sta cercando di forzarne la serratura, oppure se di notte vi svegliate e incrociate un estraneo in corridoio, non saltate subito a conclusioni affrettate e non fatevi prendere dalla foga o sopraffare dalla violenza: ricordate che il codice penale non è un manuale di opzioni ed è stato scritto soprattutto per voi, più che per gli estranei appena descritti. Salutate con garbo, presentatevi (avete i biglietti da visita nel taschino del pigiama?), stringete affabili la mano al figuro e, dopo aver sommariamente chiesto allo stesso le ragioni che lo spingono ad accanirsi contro la vostra auto o ad introdursi nottetempo nella vostra abitazione con in mano arnesi che paiono da scasso (vostra auto e vostra casa... dovrete sempre provarlo, in un tribunale: certificato di proprietà, iscrizione al Pra o atto notarile per la casa, etc: non diamo nulla per scontato), chiedetegli, sempre con tono cortese ed accondiscendente, se per favore può attendere dieci-quindici minuti fino all'arrivo delle forze ordine che, da voi prontamente chiamate, correranno a perdifiato sul posto, perchè come è noto, grazie alle recentissime riforme di Renzi, che riprendevano quelle dei premier precedenti, Polizia e Carabinieri dispongono di mezzi, uomini e risorse varie addirittura sovrabbondanti. Siamo sicuri che il losco figuro non oserà rifiutare una richiesta avanzata in modo così garbato. E, soprattutto, che non vi venga in mente, soprattutto se siete donne, di girare per la città a piedi o in auto con in borsa uno spray al peperoncino non omologato o peggio o con, sul sedile a fianco, uno strumento atto ad offendere (es: mazza da baseball, martello da falegname, sega elettrica a batteria modello Freddy Krueger, borsetta con mattone all'interno): se non sarete in grado di giustificare il possesso dell'arnese (sono un falegname nottambulo; gioco a baseball da quando avevo 15 anni; c'era un'offerta al Brico; il mattone è un souvenir del viaggio di nozze), verrete denunciati, mica come quel figuro di cui sopra che prende e va e ci vediamo alla prossima, fin quando non si imbatte in uno che ha finito i biglietti da visita...
Le regole sono uguali per tutti, certo (a proposito: come mai i politici non sono "tutti"?), ma il buon senso per un rappresentante delle forze dell'ordine e ancora di più, naturalmente, per un legislatore o per un giudice è come l'olio per il motore: senz'olio, il motore passa a miglior vita, senza buon senso la legge non viene applicata, ma scagliata.

08 settembre 2015 - MERKELLONA
Angela Merkel adesso accoglie tutti. E molti subito a dire che lo fa per calcolo: manodopera fresca.
Anche fosse, è un calcolo legittimo. Ho sempre detto che adesso sembrano loro ad aver bisogno di noi ma in generale siamo noi ad averne bisogno, se solo allarghiamo lo sguardo abbracciando i prossimi anni.
Premesso che dovremmo aiutarli in ogni caso, questo molti lo hanno capito tardi e troppi non lo capiranno mai.
Comunque, con un premier serio e capace come mezza Merkel l'Italia svolterebbe definitivamente, altro che premier mai votati ma votati all'annuncio, pregiudicati e incompetenti al volante delle riforme e delinquenti sugli scranni delle due Camere.

06 settembre 2015 - OCCHIO A QUEL CHE TI PIACE
Ieri vertice fra magistrati e forze dell'ordine, non so in quale regione, per discutere se un "mi piace" possa portare all'arresto di una persona o comunque alla sua incriminazione. Nel caso in esame, un like messo a un commento su un sito filoterrorista, se ricordo bene.
Ora, diciamo subito che mi pare una minchiata sesquipedale così ci leviamo il dente, poi motiviamo.
Usando FB con un tablet o uno smartphone mi è capitato varie volte di cliccare dove non avrei voluto, di mettere un mi piace che poi ho subito tolto (il dito è poco più grande dello schermo...), perfino di accettare una richiesta di amicizia di uno che nemmeno conosco.
Cerchiamo di essere più efficaci e meno ridicoli, suvvia.
Diciamola così: se uno mette due volte un mi piace a un commento illegale, convochiamolo... e vediamo cosa dice. Ma almeno due volte, caz*arola! Oppure aspettiamo che commenti... Un conto e' un click che può sfuggire, un conto è, per esempio, un testo razzista, che non può sfuggire... e poi, verifichiamo anche che non gli abbiamo ciulato l'account, dai. Poi, se è il caso, spingiamo sul pedale dell'acceleratore. Ma poi.
Girano a piede libero assassini e stupratori, abbiamo politici che istigano all'odio razziale un giorno sì e l'altro di più e non rischiano nulla, e poi mi tocca leggere questa boiata del like.

06 settembre 2015 - ADESSO E' CACCIA AL PROFUGO, MA PER ACCOGLIERLO PRIMA DEGLI ALTRI
Detto che alcuni paesi UE si stanno comportando come bastardi (filo spinato, gas lacrimogeni, treni dirottati, blocchi, etc.) adesso però la foto del povero bimbo ha fatto svoltare la storia: è tutta una gara a chi li accoglie meglio. Due esagerazioni. Occorreva far da subito e in modo sobrio e organizzato quel che si sta facendo ora. Non esiste alternativa all'accogliere meglio che si può un tuo simile che è in difficoltà e fugge dalla guerra, spesso con donne e bimbi al seguito. La UE ha i quattrini per fare questo e molto di più, spesso quello che manca è il cuore.

06 settembre 2015 - "COS'HA????"
"Cos'ha???" con tono garrulo e forzato-stupito.
Se a pronunciare questa frasettina idiota più che no fosse stato un uomo senza figli avrei fatto finta di nulla, ma anche se fosse stato un uomo con figli: 7 su 10 galleggiano sulla propria famiglia. Se fosse stata un ragazzo o una ragazza, pure. Siccome è stata una mamma mi sono lievemente incazz*to.
Mia figlia piangeva in modalità Doom livello Ultra-Inferno. Il classico capriccio fine-del-mondo, che può durare 20 secondi o 3 minuti (o di più se assecondato). Urla angosciate e disperate, limite di decibel consentiti in ambito urbano ampiamente superato, stile Freddy Krueger che ti apre il collo in due con una lama. un capriccio immotivato, stupido, fastidioso: ma odio ripetermi. Perché magari ha tenuto le chiavi dell'auto per dieci minuti, tutta fiera, e adesso ne ho bisogno per guidare. O perché la mamma si è allontanata. O perché vuole andare al parco e adesso non si può. O perché o perché o perché.
Chi ha un figlio sa. A volte anche chi non l'ha, se ne ha frequentato assiduamente (zii o amici-zii). Sa che è così, non ci si può far nulla. Specialmente in quella fascia di età in cui il bimbo comincia ad avere preferenze decise e pretese assolute ma ancora non parla e quindi non è semplice instaurare un rapporto educativo completo del tipo se continui con questa indegna e immotivata sceneggiata oggi ti sogni di poter giocare con la palla (ma appena inizia a parlare, è terreno mio, alla grande: regole chiare e logiche, spiegazione esauriente e pacata delle stesse e delle relative punizioni in caso di violazioni: il cardine di qualunque sistema educativo). Sa che più sono disperate le urla meno è il disagio che le origina, o perlomeno: meno importante. Un capriccio è un capriccio, va rigettato, ignorato, seccato senza pietà. Mai assecondato.
Cos'ha?
Ma fatti i cazz*ettini tuoi, e riavvolgi il nastro di quindici anni così forse ti ricordi di quando 'ste robe le faceva il tuo, di figlio.
Ma guarda questa.
Cos'ha?
Cos'hai tu in quel cervello, piuttosto. Filtro neuroni-lingua sporco? Come, cosa sono i neuroni????

05 settembre 2015 - AL LUPO AL LUPO
Mercoledì, giovedì, venerdì, sabato. Tutti giorni in cui è stata lanciata un'allerta meteo 24h, generalmente per temporali che anche se si fossero verificati avrebbero interessato comunque un intervallo di 2-3 ore. Sulla costa nord in questi 4 giorni non si è verificato nulla che possa richiamare anche da lontano un qualche concetto di allerta. Oh, sia chiaro, meglio così.
Ma il punto è che anni fa non mettevano l'allerta nemmeno se i nubifragi ti avvisavano del loro imminente arrivo con un cortese sms due giorni prima; adesso colorano di giallo o arancio la nostra regione anche se vi è il semplice sospetto di un qualcosa che sia classificabile come maggiore di una pioggerellina. In assoluto, ne convengo, meglio lanciare un falso allarme piuttosto che tacere prima di un disastro. Ma non sarebbe possibile un maggiore equilibrio? Penso che si possano individuare situazioni intermedie, praticabili per gli esperti e godibili per i comuni fruitori delle previsioni meteo, poste tra "allerta quasi tutti i giorni tranne quelli sereni e senza vento in cui pero' ci può essere l'allerta caldo" e "allerta solo prima di un armaggedon".
05 settembre 2015 - CERNOBBIO
Chi ciancia ogni giorno di riduzione delle tasse (imu, tasi, ires, coccodé) senza dettagliare il quando e il come (dicesi copertura) è un misero parolaio imbonitore, il cui scopo è solo quello di prendere all'amo della sua lenza fatta di niente le menti inette di sudditi ormai rassegnati.

05 settembre 2015 - I SOLDI CI SONO
Lucia, a Carrara, con 70 mq di casa e cantina, due persone e un neonato, paga 310 euro circa di Tari (raccolta rifiuti). Oltre a Imu e Tasi, of course. Butta un sacco della spazzatura di dimensione media nel cassonetto che dista a 300 mt da casa 5 volte a settimana. Fanno 260 sacchetti all'anno. Non accatasta mai mobili, televisori e materassi sul marciapiede; ma trova spesso i marciapiede occupati da simili masserizie. Non imbratta la città quando passeggia. Nota che le vie della città sono addobbate da deiezioni canine assortite (vulgo: merde), i muri imbrattati da sgorbi tracciati con lo spray da perfetti decerebrati, si vedono cani randagi scorrazzare in libertà, i tombini sono tappati, in centro non esiste un solo parco pubblico, fosse anche piccolo e con due giochi per bimbi in croce.. Osserva che a Massa (non a Los Angeles) hanno più parchi che bambini, e sono anche il decimo (!!! il decimo, credeteci) comune più indebitato d'Italia (fonte Sole 24 Ore, 2014; Carrara non compare, la mettono dentro Massa o cosa?). In comuni limitrofi c'e' chi paga 300 euro con 110 mq di casa e 1800 mq di giardino. Al di là della discrepanza, paiono cifre esagerate se rapportate al servizio offerto. Non parliamo di differenziata, per pietà. So bene che dovrebbero essere i cittadini ad essere civili per primi, ma se non viene sanzionato chi sgarra le violazioni ci saranno sempre. Il problema non è di chi spazza le strade: Lucia spesso li vede, lavorano tanto e bene. Il punto è che il servizio offerto è carente perché insufficiente; le violazioni mai sanzionate; le tasse troppo alte.
Lucia ha un'auto di vent'anni fa, cilindrata 1400. Paga 170 euro e rotti di bollo. Vi sembra adeguato? Quando dovrebbe pagare allora chi ha un 2500 cc nuovo di pacca? O chi ha due auto? O tre? E chi la cambia ogni tre anni e spende ogni volta 40mila euro minimo? Non parlo poi di assicurazione, sempre più alta anche per chi non fa botti da decenni (e qui Lucia si tocca quel che non ha), balzello della revisione, tariffe dei parcheggi, prezzo della benzina su cui lo Stato ladro mangia come un bulimico a un banchetto (leggi contributo per guerra in Abissinia e simili sconcezze). Lucia vorrebbe usare di meno l'auto, ma se va a Massa nel pomeriggio sa che non potrà fermarsi la sera a cena, a meno di non cenare alle 18,30: dopo le 20/20,30 di bus non ce n'e' più. Il biglietto poi non costa poco e non incentiva a preferire il bus, che se poi lo prendi in certi orari (magari con un neonato, magari con un sacchetto) fai la fine di una sardina (uscita scuole, rientro dal mare etc).
Il denaro c'e', ce n'e' pure troppo... il fatto è che da decenni qualcuno se lo fotte. E questo vale per i comuni e per l'Italia tutta. Se elimini evasione, elusione, corruzione, spese militarti del cazz*, enti inutili, pensioni esagerate, privilegi e prebende sconce, sprechi, e metti a gestire il ricavato persone oneste e capaci, il Paese cambia marcia. Ma basta coi sogni.

04 settembre 2015 - QUANDO COMINCIANO A PAGARE, IO PARTO
Expo. Da qualche settimana ci vanno più persone: successo! Sala (il commissario) ha due occhi spalancati che non ti dico, Renzi abbraccia i gufi e gongola, ci sono le code!
Al momento resta un flop mai visto, nonostante tutte queste manfrine del sindaco di Rignano e nonostante le code, che più che del successo sono la prova della disorganizzazione., perchè di code non ce ne dovrebbero essere, con un numero di visitatori inferiore al previsto, a logica...
Gli ingressi dei primi tre mesi sono nettamente inferiori a quelli previsti. Quelli di agosto migliori, ma anch'essi inferiori. Il trend (se rispettato) dice che alla fine Milano sarà il più grande bagno degli ultimi 50 anni di esposizioni universali.
Certo, prima di dire flop occorre aspettare la fine. Ma dovrebbero aspettare la chiusura di Expo anche quelli che nascondevano i dati per la vergogna e adesso parlano di successone.
I numeri non mentono. E non parliamo poi del fatto che i biglietti ormai li stanno svendendo, quasi regalando: fra poco ti pagheranno per andarci. Alla fine faranno due milioni in più ma saranno sempre cifre ridicole e in più avranno un bel buco nei conti, quello sì grandioso.
Per ora è penoso assistere a certi vacui entusiasmi.

01 settembre 2015 - SALE OPERATORIE E TOPI
La mia casa non è pulita in maniera maniacale, ma è pulita come una casa standard abitata da persone standard con un'idea della pulizia standard, anche se io in effetti sono più pulito e ordinato della media, ma nessuna mania, stai pur sicuro (almeno in fatto di igiene).
Non ho mai trovato topi né nidi né "spore". Al massimo qualche topetto in cantina, ma di rado. O meglio: sporadici segni del loro passaggio.
Leggo sul giornale di oggi: "sala operatoria chiusa per topi". E non è la prima volta che leggo di notizie simili, in Italia.
Ma dico io, una sala operatoria non dovrebbe essere mantenuta pulita dalle 5 alle 10 volte la mia cucina? E allora come è possibile?
Non vi invito ad operare a casa mia, troppo piccola...

30 agosto 2015 - RELIGIONI
Quando il tuo corpo è debilitato, il più banale dei virus ti attacca e ti stende. Se hai il cervello debole, qualsiasi idea un po' strutturata, anche la più assurda, prende possesso di te.
La religione funziona così, specialmente se ti prende da adulto; per educazione e condizionamento se ti prende da fanciullo.
Per religioni, intendo tutte le religioni o pseudo tali.

30 agosto 2015 - Marino Ignazio, sindaco di Roma, è in vacanza. E allora? Sono vacanze un po' troppo lunghe. Può essere, comunque in vacanza ci vanno tutti, in Italia è un diritto. Chi deve rinunciarvi poi ce lo fa pesare per un anno intero, di qualsiasi cosa parli, quindi meglio che vada. Dice: va in vacanza troppo spesso. Questo non lo so. Comunque è agosto, se sta in vacanza non è grave, dai. Ci andasse qualcuno che so io in vacanza per un po'...

30 agosto 2015 - Capita che caccino un cane da una chiesa perché disturba. Orde di animalisti ti ringhiano bava alla bocca a due centimetri dalla faccia. Ma io per caso posso venire a Messa con la mia vedova nera? Giuro, è brava, non ha mai morsicato nessuno, e la tengo al collo buona buona.

29 agosto 2015 - Lo hanno multato di 50 euro. Più volte gli avevano detto di legare il cane che stava infastidendo i bambini. 50 euro. Un bambino è stato azzannato a testa e collo. Non ne posso più dei cogli*ni che dicono la solita idiota frase "è un cane buono non ha mai morso nessuno". E di quelli che ti possono sparare in bocca ma se fai un graffio al gatto si rivoltano come serpi. Il cane va tenuto al guinzaglio e deve avere la museruola. Non ne posso più di chi ama gli animali ma odia il resto del mondo. Nella città in cui vivo girano cani senza padrone: cosa fa il sindaco? I marciapiedi sono pieni di merd*. E un bimbo rischia di morire per un incapace che libera il cane sulla spiaggia e se ne frega degli altri.

29 agosto 2015 - DALLA MENTE ALLE MENTINE
Bei tempi, quando potevo andare al Festival della Mente... (un po' come se Braccio di Ferro andasse alla Sagra del Muscolo, se mi passate la modestia eccessiva).
Adesso al massimo ho il Festival della Pappa, il Circo della Cacca, il Rito del Pannolino, Lo Show del Capriccio e ho pure una certa età che, sebbene non mi impedisca di fornire ancora performance sessuali da brivido (de paura...?), comincia però a pesare nella vita di tutti i giorni... se a 80 anni (arrivarci) mi sentirò tanto peggio quanto oggi mi sento peggio rispetto ai 20, sarà un bel Casino.

29 agosto 2015 - Un uomo che si avvicina ai 50 anni è come un agnello che si avvicina a una serpe: guardingo... Ottonello sta in queste condizioni e a noi pareva giusto intervistarlo... certo il vino ha complicato un po' il tutto, ma il quadro che ne esce è comunque godibile secondo noi. A voi il giudizio, cliccate sul link sottostante e... via!
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2015/08/intervista-ottonello.html?spref=fb

27 agosto 2015 - Quasi pronta l'intervista fatta a Ottonello alcuni giorni fa nella sua villa romana, fra triclini, grappoli d'uva, schiave procaci e calici di vino delli Castelli... scoprirete di lui cose che non sapevate, ma che a ben vedere immaginavate!

25 agosto 2015 - COMING SOON: MAUROARCOBALENO SI RACCONTA
Oggi è il mio compleanno; ho abbondantemente festeggiato e il mio tasso alcolico è già in grado di fare impazzire qualsiasi test col palloncino, il mio grado di ragionevolezza è a livello rasoterra cioè dove abita di solito anche quando frequento gli squallidi campi della sobrietà e il mio stato di coscienza è al di sopra delle stelle. Oh yeahhhhhh.
Fra breve intervista esclusiva al festeggiato! Un'occasione imperdibile per conoscerlo meglio, un pezzo che si preannuncia indimenticabile; cercheremo di capire che persona è mauroarcobaleno, chi cavolo gli ha consigliato questo nick, da dove viene, dove va e soprattutto perché in questo momento sta qua a romperti le scatole; che cosa sogna, che cosa mangia (anzi questo no che così tanto tempo non l'abbiamo), che cosa legge, che cosa pensa (perché, tenetelo a mente, egli pensa), che cosa ha fatto e che cosa farà: venghino, siore e siori, venghino all'incredibile spettacolo dell'intervista al disturbato che oggi ha soffiato su un numero di candeline in grado di soffocare la più estesa delle torte! Solo cinque euro, cosa aspettate??? Non avrete il braccino corto eh???

25 agosto 2015 - Oggi è il mio compleanno !!! è bello essere arrivati, dopo quasi cinquant'anni, a 32 anni, anche se a dirla tutta ne dimostro 30; se poi perdessi 25 chili, mi tingessi la barba col catrame e riuscissi a fare 4 scalini senza morire per carenza di ossigeno potrei anche rifare il liceo. (non è bello arrivare in classe tutte le mattine col fiatone). Grazie per gli auguri che giungeranno copiosi, lo so (arrivi stimati: 6) ma solo perché Facebook vi stresserà un poco al riguardo illudendovi con una falsa notifica. Nel caso vogliate comportarvi da persone rispettabili e quindi vi serva il mio iban, eccolo:
IT4010F45600000076....

22 agosto 2015 - OSSESSO SOCIAL
"Da un po' di tempo non aggiorni le sezioni del tuo profilo. Controlla rapidamente che le tue informazioni siano ancora corrette." Porca trota, Facebook.... be quiet, stay down, damme tregua...
Due mesi al massimo che non lo aggiorno.
Eh già nel frattempo in questa sessantina di giorni ho cambiato città, ho divorziato, mi sono risposato, adesso ho tre figli e non una, sono senatore dell'Illinois da tredici giorni (adesso scrivo dall'aereo che mi sta portando a Dallas, voglio conoscere Geiar) e ho litigato con Obama per una questione di confini, sono stato 15 giorni nell'Isis in prova come stagista poi mi hanno licenziato, ho cambiato sesso due volte, ricevuto due avvisi di garanzia, subito un ricovero di 5 giorni per mozzarella scaduta, imparato a giocare a tennis, tornato a Innsbruck tre volte, rivisto tutte le mie ex, ucciso due zanzare tigre, ho cambiato mail e cellulare, bicicletta e spazzolino da denti, credo religioso (credo eh, non ne sono certo), opinione politica, ho fatto due ritocchi plastici, preso l'abitudine di darmi lo smalto rosa alle unghie il sabato sera, sono diventato vegetariano, poi vegano e infine adesso mangio solo bambù e patate, hanno scoperto che non sono diplomato con 60 ma con 59 solo che avevo chiesto l'arrotondamento (concesso), ho pero' comprato una laurea in Egittologia in Albania, adesso mi piace Albano e adoro gli One Direction, il dermatologo 20 giorni fa mi ha dato 5 giorni di vita ma ieri è morto lui sotto un camion, ho scoperto di essere stato adottato e che in realtà la mia vera madre era una coltivatrice del caffé brasiliana, nei weekend entraineuse per arrotondare e da giovane fanatica dei Rolling, tifosa del Gremio e iscritta a Scientology, ho sventato un furto al tabacchi qui sotto, ho smesso di fumare anche se non fumavo, mi sono fatto due uova alla coque e una Jaguar, ci ho provato con tre commesse del'iper ma mi è andata male, mi sono iscritto a un'associazione di coltivatori diretti, ho intenzione di produrre olio, ma devo stare attento a non scivolare. Sono in cura da due mesi. Ora metto tutto nel profilo.


22 agosto 2015 - QUI DI OUT C'E' SOLO IL CERVELLO
Una vigilina viene colpita da un pugno violentissimo. Pare trattarsi di quella imbecille vaccata del knock out game. Ci è già scappato il morto, in passato. E' a letto da giorni, ridotta male. Il tipo e' stato identificato, convocato in caserma, ascoltato, rilasciato. Offrirgli un caffè, no? E dargli una pulitina alla macchina? Chiaro esempio di legge stupida. Flagranza o no, se ammetti di esser stato tu a piede libero ci vai col cacchio. Premesso che dargli due mesi di galera con la condizionale dopo anni di processo è inutile come tiragli una secchiata d'acqua fresca: se compi un'azione da animale, nella mia visione del mondo, la punizione deve essere da animale.

22 agosto 2015 - Un cane deve sempre avere la museruola. Specialmente se non ha il guinzaglio. Un cane non ha mai morso nessuno fin quando non morde uno. Un cane è bravo fin quando non diventa cattivo. Tutti i cani sono bravi prima di mordere una persona. A casa tua gli metti anche la testa in bocca, se vuoi, ma quando sei fra la gente le regole vanno rispettate. E basta.
http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/08/22/news/dipendente-comunale-morsa-al-volto-da-un-cane-1.11970117

22 agosto 2015 - "I bambini che a 2 anni conoscono molte parole hanno più possibilità di avere successo". A dirlo è uno studio pubblicato sulla rivista "Child Development", condotto da diverse università americane.
Mia figlia a 23 mesi sa dire solo tre parole, di cui due male. Inoltre, sebbene ne capisca parecchie, fa la gnorri, e mi chiama mamma come la mamma, forse per non usare una parola in più. Fa versi e gorgheggi incomprensibili tutto il giorno, indicando col dito cose immaginarie. Non sa contare. Confonde spesso gli occhi con le orecchie o con le ginocchia. Per dire acqua pronuncia una parola che pare "spinterogeno", ma in arabo. Delle vocali conosce solo la i e la u.
Fara' il presidente della Repubblica (cit. Renzi)

22 agosto 2015 - "Baciare i bambini sulle labbra li confonde sessualmente". Una ricerca inglese pone dubbi sull'abitudine di molti genitori.
E allattarli al seno può far loro credere che la mamma ci stia provando. Ah, dimenticavo: comprare spesso cetrioli al mercato, scegliendoli sempre grossi e lunghi, può ingenerare un sorrisetto nell'ortolano idiota.

22 agosto 2015 - TI AVVISO, OGGI VENGO A TROVARTI ALLE 14. A SORPRESA
-La tensione resta alta. Ieri Kim [Jong-un] ha schierato "in stato di guerra" le sue truppe alla frontiera con Seul per "essere del tutto pronte al lancio di qualsiasi azione militare a sorpresa".-
A sorpresa? Forse si fidano del fatto che a Seul non leggono Repubblica...
Comunque tutti matti, Kim e banda, come son tutti matti quelli che fanno la guerra (trad. mandano gli altri a morire in nome di ideali di merda).
Per due altoparlanti. Ma và a ciapa' i ratt!

22 agosto 2015 - CHE CALDO CHE FREDDO CHE PALLE
Prima, durante il torrido luglio, mi sono dovuto sorbire le lagne di chi chiedeva pioggia (non meno afa o meno gradi, no: pioggia, che porta il fresco...). La pioggia è poi arrivata e per due volte non ha portato fresco ma solo danni e paura. La terza volta ha portato un po' di fresco, e adesso ecco la lagna di chi rimpiange il caldo, ha freddo (donne al 99%), peccato l'estate è finita (?), brutto l'inverno, etc. Ma prendere un po' quel che viene, semplicemente, senza invocare pioggia che d'estate spesso vuol dire disastri? Ci riuscite?

22 agosto 2015 - CARTA STRACCIA
Alcuni giornali scrivono cose false. No, non parlo di quelli di proprietà di un noto ex premier, parlo di Il Secolo XIX e La Gazzetta dello Sport. In una settimana sono uscite due cose false su Cassano, una anche piuttosto seria. Un conto è la libertà di stampa, un conto scrivere cose inventate: sarebbe anche reato. Il fatto che Cassano (talento incredibile e immenso, testa spesso non all'altezza) abbia fatto in passato alcune emerite boiate non autorizza un giornalista a inventarsi che lui avrebbe telefonato o detto, sia perchè di gente che fa boiate il paese è pieno, e in genere siamo noi a pagare loro lo stipendio, a differenza di quanto accade con Cassano, sia perchè mentire è grave, specie per un giornalista. Il fatto che tu poi sia magari genoano non ti autorizza anzi ti dovrebbe consigliare di scrivere di altro, se non riesci a separare la tua passione dal tuo lavoro. Questa è carta straccia. Ne avremmo discretamente le palle piene di gente che, o perchè genoana, o perchè infastidita dal fatto che una squadra non di Torino Milano Roma osi lassù dove volano le aquile, getta fango su di noi: storia già vista mille volte. Pensassero ai casi loro, hanno squadre in mano a delinquenti conclamati o trafficoni spazialie pagano paccate di milioni di euro giocatori spesso da verificare anche dal punto di vista tecnico, mica della testa. Chi ha scritto una menzogna dovrebbe essere sospeso qualche mese. Se invece ritiene di aver detto il vero, allora quereli Cassano, e soprattutto fornisca le prove di quel che ha scritto....

21 agosto 2015 - COMING SOON
Presto vedrà la luce il famoso delirio sugli uomini che al tuo passaggio, femmina sessuale da passeggio, sogno erotico tascabile da spesa all'iper sottocasa, estasi dei sensi portatile da corso cittadino, devono raccogliere con cura orbite oculari e mascella dal marciapiede, nonche' riarrotolare con cura i due metri di lingua e asciugare gli arredi stradali dalla bavetta e non perchè tengano a queste non trascurabili parti del proprio corpo, ma perchè senza non potrebbero godersi altri trip di puro godimento erotico da strada al prossimo incrocio con un'altra gazzellona da esposizione.
Da buon pusher a caccia di nuovi clienti vi regalo una breve anteprima dal testo che tutti state aspettando come Vespa aspetta una strage familiare per poter togliere la naftalina al plastico:
"...anche se tirarsela un minimo e fingere di essere irritata e' sempre raccomandabile al fine di non ingenerare nella controparte la fallace impressione che pur di darla via saresti disposta anche a tirarla da un lato all'altro della strada..."
Sara' una lettura stimolante per lei e ritardante per lui, ma non costerà quanto un preservativo (sono d'oro?) e soprattutto solleticherà le sottili elucubrazioni delle femmine e legittimerà i peggiori istinti dei maschi.
Una volta letto questo imperdibile shock anafilattico letterario, vi chiederete come potevate vivere prima senza le consapevolezze che solo il mio conclamato disagio mentale sa regalarvi.

21 agosto 2015 - Io ti ho letto fino al numero 456, caro Ranking Uefa, ma non li ho trovati.

21 agosto 2015 - I CLINTON E LE STAGISTE
Hillary Clinton, in corsa per la Casa Bianca, cerca stagisti. Paga zero. Solo caffè e "la possibilità di fare la Storia". Per intanto la storia l'hai fatta tu, questa, e fa pena. Il lavoro deve sempre essere pagato, se cominci con queste idee del menga forse è meglio che non ci vai nella stanza ovale. Eviterò riferimenti o battute sul tema Hillary-Clinton-stagiste (...); fa già ridere a sufficienza questo annuncio.

20 agosto 2015 - ADESSO SPUNTA DON MAZZI
Adesso in Italia e' don Mazzi che decide se una persona deve poter allevare suo figlio, sebbene sino a pochi mesi fa andasse in giro a sfigurare allegramente le persone con l'acido (per tacer del resto); è lui che decide (a naso) se è malata o no, se è cattiva o no, se è pericolosa e crudele e imprevedibile o no, se potra' riscattarsi oppure e' irredimibile. Tutto questo al di là della legge, delle valutazioni di medici e giudici: decide Dio, per mezzo di don Mazzi.
Io mi chiedo se stiamo scherzando o no, perchè a me gli scherzi non piacciono, specie quando si parla di bambini e di vicende delicate come questa, che richiederebbero sobrietà oltre che rispetto della legge (e delle vittime dell'acido). Di questa vicenda si dovrebbe parlare zero: i giudici dovrebbero applicare la legge, sulla base dei codici e delle perizie mediche, e noi saperlo di sfuggita. Invece la solita stampa serva, sciocca, scandalistica e da quarto mondo che ci ritroviamo ha trasformato il caso in evento mediatico e adesso e' don Mazzi che decide se una mamma merita la galera o no, se puo' occuparsi del figlio o no, ecc. Se fosse un film di fantascienza, sarebbe poco credibile. E' realtà!
"Credo che il giudice abbia preferito lavarsi le mani e applicare le normali procedure." Anche fosse (ed è tutto da dimostrare), dove starebbe l'errore?
"La ragione e l'opinione pubblica, di sicuro, sta tutta dalla sua parte." Adesso e' il pubblico a decidere? Col televoto? E' il sistema del Delinquente: violo la legge, ma mi votano, sicchè non sono punibile. Ha fatto più danni il berlusconismo della bomba atomica.
"La madre ha fatto cose terribili e, umanamente parlando, nessuno si fiderebbe di lasciare in mano a mamma Martina un neonato." Lo ammette anche Don Mazzi, che però con un triplo carpiato, aggiunge: "Io insisto ancora una volta nel chiedere che Martina tenga il frutto dei suoi nove mesi." La logica latita. Se poi pensiamo ai motivi per i quali a volte i figli vengono tolti a genitori che non hanno fatto nemmeno un centesimo delle azioni turpi della Levato, il paragone ci lascia basiti.
"Non credo nella cattiveria." Liberissimo di affermare questa convinzione (e io liberissimo di sorridere), ma è la singola opinione di una singola persona, vale quanto la mia, e non può decidere del destino di una condannata in primo grado.
" Il procuratore ha dichiarato che in Martina c'è una irreversibile incapacità di svolgere funzioni genitoriali. Io dico il contrario." E il discorso è chiuso.
Viva l'Italia. Ormai siamo alla deriva.

19 agosto 2015 - IL CASO AURORA -- X-FACTOR
Il caso di Aurora Ramazzotti assunta da X-Factor. I figli d'arte hanno sempre una corsia dedicata, non è giusto, ma tenuto conto che è sempre stato così e che in Parlamento i criteri di selezione sono nettamente peggiori, e forse il Parlamento conta più di un programma televisivo (ribadisco: forse), davvero non capisco il can-can di questi giorni. La casa sta crollando e tu ti rammarichi per la tappezzeria macchiata?
Quanto ad Aurora, hanno colpa tutti, ma lei no, o perlomeno davvero poca. Figlia di due celebrità, cresci per forza diversamente da come saresti cresciuta se fossi figlia di due sconosciuti: frequenti ambienti diversi, respiri aria diversa, il mondo dello spettacolo, che per altri è chimera irraggiungibile, per te è casa e ti accoglie più facilmente, se solo intravede in te qualcosa che possa funzionare e piacere al pubblico, anche fosse, al limite, solo il cognome!
Un network è libero di assumere chi vuole; se poi la selezione che opera contrasta coi principi guida del programma per il quale l'assunta lavorerà, cavoli loro: noi lo notiamo e basta.
In definitiva ha colpa il sistema, Sky, i genitori, chi vi pare, ma lei non ne ha, o ne ha davvero poca. Chi di voi, nei suoi panni, avrebbe rifiutato dicendo no, non accetto perchè sospetto che voi mi scegliate per il nome e non per il merito che d'altra parte, ammesso che lo abbia, ancora non ho avuto modo di dimostrare?
Quel che scoccia non è che le sia stata data quest'occasione: potra' dimostrarsi bravissima, o incapace. Quel che scoccia è che altri (molto più bravi, molto meno bravi) non avranno mai l'occasione di dimostrarsi bravi o incapaci, e questo sì che non è giusto.

19 agosto 2015 - UNA FRASE FALSISSIMA
Una delle frasi più false in assoluto è: "guarda, stavo proprio per chiamarti io". 99 volte su 100 è una bufala: non avevamo intenzione di chiamare quel rompipalle, oppure sapevamo di "doverlo" fare ma ci rimpallavamo la noia di giorno in giorno con fastidio e orrore. Oppure ancora, manco ci ricordavamo che quel tale esistesse, ma appena sentiamo la sua voce ecco che garruli e squillanti diciamo con entusiasmo la solita frasetta di attacco: "guarda, stavo proprio per chiamarti io". E il bello è che l'altro ci crede sempre: o perchè è ingenuo e non sa quanto è capace, col suo solo esistere e interagire con gli altri, di rigare i macchinari generaspermatozoi, o perchè finge di crederci, è più forte di lui. Un po' come quando dici a una donna di 112 chili che dall'ultima volta che l'hai vista ne ha preso sicuramente altri 6: "cara, come stai bene! ti trovo dimagrita!" Un'altra frase falsa come una moneta da tre euro che però, credetemi, va sempre a segno: anche la donna più grassa e più sgamata prova almeno un 20% di piacere sotterraneo a sentirsi dire un'assurdità simile. Certo, la frasetta colpisce tanto più quanto meno la donna è grassa o quanto più è dimagrita, ma anche nel caso di boe stradali va comunque sempre a segno!
Come dite, miei cari lettori? Sono molto sexy oggi? Grazie...

18 agosto 2015 - Secondo me un'amministrazione locale dovrebbe prima creare parcheggi gratuiti o quasi alle porte della città, oltre a qualche parcheggio a (moderato) pagamento in centro, ovvio... poi istituire servizi di bus navetta gratuiti, efficienti e frequenti... e solo DOPO aver fatto tutto questo chiudere al traffico il centro storico, eliminare i parcheggi dalle piazze (un parcheggio in una piazza del centro città è sempre uno sfregio), rendere (quasi) tutti gli stalli blu... magari senza costringere pure i residenti a fare l'abbonamento (assurdo: chi risiede e non ha un posto auto dovrebbe poter avere un pass almeno per un'auto).
QUi invece si fa tutto all'incontrario... non manca la competenza, quella nemmeno la cerchiamo più in chi ci amministra: manca il buon senso, quello che ti permette di evitare stronzate perchè ragioni col cervello e, nel caso, hai l'umiltà di chiedere e sai da chi farti consigliare su questioni tecniche. Perchè a un amministratore non si chiede di essere tecnico, si chiede di essere onesto, umile e intelligente: il resto vien da sé. Amministrare vuol dire servire la comunità... vedo che tutti fanno la corsa per farsi eleggere, vuol dire allora che fare politica non è un servizio che non ti arricchisce, che fai per il bene di tutti per pochi anni e che in teoria ti porta rogne e preoccupazioni che però affronti serenamente e super partes, da buon cittadino prestato alla politica... vuol dire che fare politica CONVIENE...
Il sistema è profondamente sbagliato, e vano è sperare che si riformi da solo: un re non getta la corona nel cesso di sua iniziativa, deve sempre essere "aiutato"...

18 agosto 2015 - Volevo complimentarmi con il tipo che alla guida di una Fiat Panda grigio topo, stamani in quel di Massa, in via Pomezia, alle 8:36, sigaretta in bocca e pochi neuroni fra le orecchie, ha buttato dal finestrino una cartaccia... fosse stato un ventenne avrei potuto pensare: ecco i giovani d'oggi come sono stati educati...essendo stato un ultra sessantenne capisco ancora meglio perché è quello che li ha educati...

17 agosto 2015 - A me fa pena chi marcisce in galera ingiustamente (ce ne sono). Chi ha deciso di compiere azioni così malvagie, no. Adesso sei in carcere, con la prospettiva di restarci a lungo, e ti hanno appena tolto il figlio, che nemmeno hai visto. Ma quando decidevi di fare quello che hai confessato di aver fatto e che è stato provato, non pensavi alle conseguenze, per quei poveracci e per te? Vicenda che fa star male, ma hai voluto quel che adesso hai, quindi è giusto che qualcuno ti presenti il conto. In galera stanno tutti male, sono tutti disperati, etc: ma quando scientemente commettevano azioni così turpi, stavano benone no?
http://milano.repubblica.it/cronaca/2015/08/17/news/aggressioni_con_l_acido_il_pm_musso_in_visita_alla_mangiagalli_con_un_regalo_per_il_neonato-121116073/

15 agosto 2015 - IL SOFTWARE DELLA VITA
Esistesse un software che, interrogato con una data, se ne uscisse col dettaglio di quello che uno ha fatto in quella data, in ogni singolo anno della propria vita sino ad oggi, lo pagherei a peso d'oro e ci passerei ore.
Quanto ad oggi, benedetto Ferragosto 2015, per ora tutto bene. Il "per ora" è d'obbligo se si vogliono evitare vacui ottimismi.
Fra i Ferragosto che ricordo (ne ricordo pochi ma se non c'è' ricordo in teoria non ci fu dramma ne' estasi), piazzerei quello odierno comunque sopra a quello di pochi anni fa passato al pronto soccorso con madre e fratello...
Sicuramente i migliori restano molti fra i primi 4 o 5.

14 agosto 2015 - ALLERTA QUOTIDIANO
Dacci oggi il nostro allerta quotidiano, o dio del meteo. Come ormai capita almeno due volte al mese, vedrete che domenica avremo il nostro bell'allerta arancio carico, perche' decenni fa pioveva o c'era il sole, e occasionalmente succedeva qualche disgrazia, adesso o c'e' l'allerta per il caldo o quello per i nubifragi-temporali; quando proprio non piove né si muore di afa, spunta una notte di vento da paura. I giorni in cui non vedo la Toscana almeno gialla, ma la vedo verde, mi preoccupo, chiamo la Telecom, chiedo se l'adsl va, chiamo il sito, segnalo il disservizio. Con l'allerta si sta meglio: se ci scappa il morto lo si era previsto, se vengono due gocce ehi ragazzi sono p-r-e-v-i-s-i-o-n-i!|

12 agosto 2015 - AVANTI COSI' E IL MARCIO PROLIFERERA' SEMPRE DI PIU'
Il presidente del Catania, solo dopo essere stato sgamato, ammette di aver comprato alcune partite per salvare la squadra dalla retrocessione in Lega Pro. Siccome collabora (ripeto: dopo essere stato sgamato), l'accusa chiede una pena ridotta: retrocessione in Lega Pro con -5 e inibizione di 5 anni per lui.
Avanti di questo passo non debelleremo mai il marcio che c'e' nel calcio.
In pratica, cosa deve fare uno per essere radiato? Uno compra le partite e dopo 5 anni puo' rientrare nel calcio?
Quanto al Catania... tu compri le partite per evitare la Lega Pro. Se non ti beccano, resti in B. Se ti beccano, collabori e ti mandano in Lega Pro: cioe' dove saresti finito se non avessi comprato le partite... Evidente che chi intende falsare il gioco ha interesse a farlo: al massimo rischia quel che avrebbe rischiato se non avesse barato.
Piu' che una richiesta dell'accusa, mi sembra una buffonata. Non me ne frega nulla se si vuole premiare la cpollaborazione, sono boiate. L'unico modo per sradicare questo schifo e' stangare senza pietà i corrotti. Se poi si evitasse di punire i tifosi sarebbe meglio, ma finche' ci sono queste regole retrocedere in Lega Pro il Catania è un premio, non una pena.

12 agosto 2015 - MI TOCCA SUGGERIRE ALL'IDOLO DEI VOSTRI BIMBI, CI CREDETE? (NO, NON PARLO DI BABBO NATALE NE' DI PEPPA PIG MA DELLA GIOCHI PREZIOSI)
Che poi a me spiace davvero... Che siano così complessati? No, che siano del tutto privi di ironia. Ora, se è vero che di primo acchito Massimo Ferrero ti sconvolge un filo (dai...facciamolo!), sebbene non vada confuso col demente ubriaco e analfabeta che ne fa il grande Crozza, è anche vero che non riesco a concepire due concetti così distanti come "Preziosi" e "ironia"; trovo più affini, per dire, anche "Cicciolina" e "verginità".
Al nostro striscione (fatto da tifosi, si badi bene) "Senza licenza porta pazienza", carino e con rima facile, diciamo 7+, si poteva rispondere in tanti modi altrettanto divertenti (che fosse un presidente a farlo davvero non poteva immaginarlo neanche il più squilibrato fra gli scenegguiatori, ma tant'è: ha risparmiato sulla licenza e adesso spende e spande in noleggio velivoli). Invece i due messaggi di Preziosi (li ho riletti dieci volte) non si capiscono e non fanno ridere, nemmeno se ti aiuti con una piuma sotto l'ascella. E io, occhio, rido anche delle cose poco divertenti... Insomma, mi tocca dare qualche suggerimento al giocattolaio, i cui tifosi gli hanno perdonato vergogne imperdonabili ma non perdono l'occasione di parlar male di Ferrero, strana la vita, stile trave e pagliuzza. Soldi buttati per soldi buttati, caro Preziosi, avresti potuto far sorvolare l'aeroplanino con messaggi tipo questi, che mi sono venuti in mente in soli 2 minuti e già sono un mondo più belli del tuo (chiamami la prossima volta, ti aiuto volentieri):
- Era licenza breve, scommetto... (doppio senso militare)
- Noi senza licenza voi senza decenza (ideale dopo Torino, perche' a Novi Sad abbiamo fatto il nostro)
- Già di ritorno???
- Una licenza non fa differenza
- Con la licenza ma tutta apparenza
Se ci penso su ancora venti minuti te ne sforno altre trenta.
Ragazzi... va bene farsi il sangue marcio pensando sempre a noi, va bene scendere in piazza quando perdiamo e far finta di festeggiare una vittoria, ma sviluppate l'ironia, su, che così non vi capisce nessuno! Come sono lontani i tempi di Amaro ABerna (ricordate? quella volta eravate in piazza a festeggiare una nostra non-coppa, in pratica l'equivalente di una vostra coppa): avete perso smalto. E io ci soffro, siete pur sempre di Genova anche voi (anche se gli antenati sono stranieri).

12 agosto 2015 - MA I GENITORI DOVE SONO?
Leggo di ragazze di 14-16 anni ubriache sulla spiaggia e ricoverate per coma etilico; di sedicenni che si drogano in discoteca e rischiano la vita o che muoiono in circostanze misteriose abbandonati, pare, da amici con i quali erano sino a poco prima. Certo le discoteche sono frequentate da loschi figuri, i pusher che vendono droga (spesso mortale, nemmeno loro sanno cosa smerciano) a minorenni andrebbero stangati con ferocia, e chi vende alcolici a minorenni bastonato. Ma una domanda in questi casi precede tutte altre che possono affollare la mia mente: cosa ci fanno minorenni, addirittura quattordicenni, in giro di notte, per discoteche o spiagge? Il sindaco di Gallipoli sarà stato poco diplomatico ("Se le famiglie esercitassero un po' più di controllo sui figli non morirebbe un 18enne la settimana in disco ") ma ha posto un problema vero. Mia figlia minorenne in disco o in giro la notte non ci andrà mai; se lo farà, la punizione sarà tale da farle prendere dimestichezza con ogni piu' piccola imperfezione delle quattro mura della sua camera. E la maggiore età non porterà in dote la libertà di fare sciocchezze o imprudenze. A 14 anni la sera non vagabondi per locali, non passi la notte in discoteca, non ti ubriachi. Educare è faticoso e spesso spiacevole, ma necessario.

11 agosto 2015 - SE FINISCE IL ROTOLONE REGINA...
Oggi Ferrero si scaglia contro "certa stampa" che pubblica notizie false sui bilanci della società, sulle mosse di mercato eccetera e che esagera quello che va male (poco) e nasconde quello che va bene (molto). Noi non abbiamo mai posseduto né tv né giornali quindi li abbiamo sempre generalmente contro specialmente quando diamo fastidio perché proviamo a vincere qualcosa... E' chiaro che con un presidente come Ferrero ti devi rassegnare al fatto di essere sempre sulla bocca di tutti e sulle prime pagine dei giornali, è anche normale e va bene così; questo però non giustifica il giornalista quando pur di parlare della Samp inventa di sana pianta le cose. Questo non è giornalismo è spazzatura e con questi giornali francamente possiamo rimpinguare la scorta di carta igienica. Ogni giorno leggo cose false come una moneta da tre euro: che schifo di stampa e TV abbiamo in Italia? Sciatta e serva del potere.

11 agosto 2015 - CON QUELLA FACCIA UN PO' COSI' CHE ABBIAMO NOI CHE VI ABBIAMO VISTO PERDERE...
Ehi! sono anni che non vedevo gente così felice a Genova, più o meno dalla primavera del 2011. Sorrisetti raggianti, intima soddisfazione, verve e brio come neanche dopo due prosecchi, l'argento vivo addosso, quel friccicore che ti fa saltellare sulle punte nonostante i 40 gradi percepiti e l'afa strozzagola. Guarda, se è per regalare un po' di felicità a chi quasi mai l'ha provata, a volte si può anche essere contenti di una sconfitta... Avete 122 anni e li dimostrate tutti; state invecchiando proprio male: nessun senso dell'umorismo, invidia e rancore, solo gioia per le disavventure altrui. Vi abbiamo accolto, stranieri immigrati, a fine '800 e vi abbiamo permesso di giocare al vostro gioco dal nome strano e a quell'altro, più familiare, a cui anche noi, da italiani, abbiamo cominciato a giocare a inizio secolo, permettendo però a tutti di venirci a vedere, genovesi inclusi... Abbiamo assistito interessati ai campionati che duravano un weekend e riconosciuto un mito basato su trofei vinti in appena un'oretta e mezza. Poi il mondo è cambiato, le guerre ci hanno cambiato, lo sport per fortuna ci ha sempre accompagnato nei momenti belli. Abbiamo sofferto e gioito, ma è sempre stato bello, anche quando abbiamo sofferto. Abbiamo ceduto a qualche boutade quando avete inciampato, ma mai abbiamo costruito la nostra felicità sulle vostre disgrazie: sarebbe stato molto facile, troppo facile, dalla Repubblica ad oggi, ma così poco bello e gustoso... Tutto questo per dire che va bene tutto, anche noi a volte siamo perfidi (abbiamo pur sempre una certa età, 69 anni suonati), ma non abbiamo mai fatto di uno sfottò o dell'invidia marcia che ti rode il cuore la nostra unica ragione di vita, perché c'e' di meglio: guardare in casa propria, per esempio, e gioire per il fatto di esserci ed eventualmente per quello che si fa, non sempre e solo per quello che gli altri, a volte, non riescono a fare...


08 agosto 2015 - DIVINITA' ED EXTRATERRESTRI
E' comunque davvero incredibile, se ci pensate, a come con facilità crediamo nell'esistenza di dei che mai abbiamo visto o della cui esistenza non abbiamo nessuna prova scientifica, e attribuiamo ad essi fantastici poteri tipo quello di aver creato il mondo visibile e di governare quello al di là, oltre che di essere responsabili del movimento di ogni singola foglia su questo pianeta (non muove foglia...), e poi quando si tratta di affermare che e' molto ma molto probabile che nell'universo esistano tante altre forme di vita, che probabilmente mai incontreremo, diventiamo possibilisti, scettici o addirittura diamo del fanfarone a chi sostiene questa che, da un punto di vista scientifico, e' certamente l'ipotesi piu' probabile, rispetto a quella di un universo vuoto in cui gli unici a portare la croce siamo noi quattro sfigati di discendenti delle scimmie.
Questo al di la' di quella suggestiva foto della superfiga tettona marziana, sulla quale non mi esprimo oltre.

08 agosto 2015 CHE GRAN PEZZO DI MARZIANA
Pare che in una foto scattata da Curiosity su Marte si veda una donna che cammina tranquilla sul suo bel pianeta e ignara di noi terrestri che guardiamo dal buco della serratura del cielo la sua casa e le sue forme. Un po' come se Google Map beccasse tua zia mentre carica di borse della spesa esce dall'iper e tu ora te la ritrovassi su internet. Ha un davanzale di tutto rispetto, indossa un abitino elegante e scollacciato e,spiace dirlo, ma dall'atteggiamento "cel'hosoloio" pare cosi' simile a una terrestre.... In ogni caso, nel dubbio, sara' meglio lasciar stare Plutone e concentrarci sul pianeta rosso?

08 agosto 2015 - 2 + 2 = 6
Un politico (o, peggio, un tecnico) che confeziona una legge anticostituzionale (meglio: cosi' anticostituzionale che anche il porco si accorge che lo è appena le dà una scorsa, perché se apparisse a tutti o quasi tutti costituzionale lo si potrebbe anche perdonare, la prima volta) dovrebbe dimettersi per sempre da qualunque carica pubblica: è come un professore universitario che scrive 2+2=6 e insiste, lo riscrive, lo sostiene per settimane, anche in tivì, e pure lo pubblica.
Vi ricordate il Lodo Alfano, costruito al solo scopo di ritardare i processi al Delinquente e garantirgli la prescrizione (Mills è stato corrotto da Berlusconi, ma Berlusconi non lo ha corrotto)? E il giochetto di Monti che due annetti fa ruba ai pensionati (non ai ricchi, giammai!) migliaia di euro per far quadrare i conti e poi la Corte dichiara incostituzionale questo furto e allora il sorrisetto di Rignano dice sai cos'è? Ad agosto ti REGALO un sesto dei soldi che ti hanno RUBATO, e gli altri CICCIA. Ringraziami, dai!

08 agosto 2015 - NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI (MA DEL SANGUE, A QUESTO PUNTO)
Notte agitata, con tre pause tecniche, io che si solito non ne faccio, o di rado una: acqua in entrata; acqua in entrata + "acqua" in uscita + maalox; acqua in entrata.
Cosa ho mangiato a cena, si chiederà chi so io. Pizza, tre fettine di farinata (calda-calda per gli indigeni), gelatino. Regolare, direi.
Forse e ' quel che ho bevuto...
Quantità moderate, ma nella fascia 19.00/01.00 ho avuto il piacere di ingurgitare (non tutti insieme, ovvio): acqua, birra, succo di frutta, polaretti, aranciata amara, vino bianco, cynar, limoncello, latte, aperitivino alcolico alla frutta.
Magari qualche interazione ha reso il sonno non beato. Fortuna che qualche genio dell'umanità ha inventato il Maalox e il ventilatore.

08 agosto 2015 - UN ALTRO AMICO E' CADUTO, ONORE A LUI
Un minuto di silenzio per F. che oggi si sposa...
Un'altra vittima della ben nota tribù delle Femmine Assetate di Matrimonio, una specie di donne che abitano questo pianeta e che ogni giorno sardoniche e fiere intagliano crocette su crocette sul loro millenario bastone da caccia.
Nulla sarà più come prima... dopo un figlio, poi, ti stupirai di aver avuto una vita tua, in precedenza (ma davvero? ma quando? ricordo poco... non sono nato già sposato?)...
Nulla sarà più come prima, ma anche sì.
Resto dell'idea che si tratti di un errore necessario. Perlomeno, io ho sbagliato consapevolmente. Più che altro e' sbagliato secondo me vederlo come unico naturale obbligato approdo, come fanno molte femmine... se lo intendi come una fra varie possibilità (non la peggiore, comunque), già sta sotto un'altra luce. In effetti mi sono sposato così tardi che risulta palese come abbia ponderato bene la cosa e di certo non considerata come via obbligata: è successo, punto. In Italia poi resta ancora, civili come siamo, come l'unica via decente per mettere al mondo una creaturina, che poi spesso è quello che inconsapevolmente ci spinge nelle braccia del fascinoso nemico, noi rari uomini-mamma.
D'altra parte la vita, se ci pensate, è costellata di soli errori: evitabili e proprio stupidi, ripetuti, necessari. Per alcuni anche vivere è un errore necessario, ma adesso non mi spingerei oltre, così, di sabato mattina... alziamo i calici per F. e basta lì.

08 agosto 2015 - A PATECA
Parlavo col mio pizzaiolo di cocomero, l'ho chiamato sia così che anguria e pateca. Si e' stupito di quest'ultima parola, non l'aveva mai sentita. Esiste, ho detto. In effetti ho ragione io e anche lui, e' un termine genovese.
A pateca (in françeize 'pastèque', in ingleise 'watermelon' e in italian 'cocomero' o 'anguria') a l'è ûn frûto da cianta omonimma. O frûto o l'è normalmente sferico de 15 - 20 çentimetri de diametro, ma o peu arrivâ a o mëzo metro e ciù. O cô da scorsa o l'è verde ciæo con de strïe ciù scùe, drento a pateca a l'è rossa. A pateca a g'ha ben ben de armelle, piccinn-e, dùe e de cô néigro.
(fonte: Wikipedia Lìgure, l'enciclopedîa de bàdda scrîta con l'agiùtto de tùtti!)


08 agosto 2015 - COMING SOON
A breve l'atteso pezzo sul perche' le ragazze non devono offendersi se per strada le sbirciamo / fissiamo / tampiniamo, sbavando abbondantemente sul selciato, occhi a palla, lingua un metro fuori, arti scoordinati, vasi sanguigni in fase espansiva. Anzi, devono ritenersi lusingate, quasi grate.


07 agosto 2015 - L'UNICA RIFLESSIONE SENSATA POSSIBILE
A fine luglio di solito fai fatica a non prendere legnate da squadre di B o di C, noi ci siamo dovuti giocare un obiettivo stagionale con una squadra di media caratura europea che aveva quasi due mesi di vantaggio quanto a preparazione fisica. Se ci aggiungi che abbiamo sbagliato completamente partita, che abbiamo avuto 8 infortunati (!), un po' di sfiga e il campo di casa impraticabile, spieghi perche' abbiamo compromesso quasi tutto a Torino (0-4). Stasera, a Novi Sad (2-0), abbiamo provato a fare un'impresa che in decenni e decenni di Coppa Uefa non e' mai riuscita a nessuno. Sarebbe esagerato dire che siamo andati vicini a compiere il miracolo; abbiamo pero' reso concreto, dopo il 2-0, la possibilità di un miracolo per 20 minuti: non è poco. Ci abbiamo creduto e ci abbiamo provato: quanto basta. Oltre ad aver reagito da grande squadra a una batosta e alla successiva settimana in cui tutti, competenti e stupidi (piu' i secondi) ci hanno massacrato. Ok così: dopo Torino ci voleva la reazione e il rendere concreta la possibilità del miracolo: questo lo abbiamo fatto. Altri sono bravi a parlare, ma, abituati a calcare i palcoscenici europei come la Regina d'Inghilterra a fare la spesa all'iper, nel frattempo si fanno scherzare da squadre di serie inferiori o, habitué delle coppe, prendono tre o quattro castagne in amichevoli europee: noi almeno guardiamo in casa nostra e cerchiamo di imparare dagli errori (che sono stati parecchi). Siamo fuori, ma con onore, e soprattutto, per la 15a volta, ci siamo stati. Si va avanti, fra un mese comincia il campionato. Un mese di lavoro per portare condizione fisica, sapienza tattica e intesa a valori quasi ottimali.

06 agosto 2015 - Caso Cocorico'. Si possono scrivere tante cose... una per cominciare: perche' minorenni di notte in discoteca?

06 agosto 2015 - Grazie al Vojvodina calcio che ha preparato un bellissimo cartellone di presentazione alla gara che è un omaggio alla figura di Vujadin Boskov, giocatore e allenatore che ha indelebilmente segnato la storia di FK Vojvodina e UC Sampdoria.

05 agosto 2015 - All'andata 5 colpiti da virus gastrointestinale più 3 infortunati lungodegenti. Adesso un altro malato: 16 uomini contati. Bene, guardiamo lo stesso avanti: domani ci proviamo. Se va male, io comunque due vigilie di coppa me le sono fatte, mi mancavano dal 2010: sono sempre assolutamente m-a-g-i-c-h-e. ‪#‎samp‬ (chi critica Angelo ha qualche problema)

05 agosto 2015 - Occorrerebbe accertare se l'autista fosse a bordo o no. Se non era a bordo, nulla da dire. Se era a bordo o è sceso apposta per non avere rogne, le cose cambiano. Non dal punto di vista penale, che adesso non mi interessa: cosa credete che rischino i maiali autori del pestaggio?
La frase "...mio nonno sa cosa mi ha insegnato? Che nella vita è meglio farsi i fatti propri» stona col resto della deposizione ed è brutta: potrebbe nascondere qualcosa.
Condivido il fatto che il mondo di oggi è infestato da animali sanguinari e che se intervieni non appena due litigano rischi di rimanerci secco tu che non c'entri nulla, non sei armato, magari neanche muscoloso e che magari ha una figlia piccola etc. Ma ci sono tanti modi di intervenire, anche chiamare aiuto è intervenire, e d'altra parte non si può non fare nulla quando a picchiarsi non sono due tizi ma un branco contro un malcapitato o un adulto contro un bimbo etc. In quel momento poi non sei un comune cittadino (che dovrebbe comunque intervenire), ma stai conducendo il mezzo sul quale stanno massacrando un uomo.
Intervenendo rischi parecchio, è vero: ma se fosse tuo figlio a essere in difficolta su un bus, di notte, e tu fossi a casa ignaro, e nessuno muovesse un dito e lui morisse e tu venissi a sapere che nessuno ha fatto nulla? A volte la vita, questa vita insensata su questo pianeta brulicante di pezzi di mer*a, ti pone davanti a scelte difficili ma quasi obbligate.
Intervenire potrebbe essere insensato e pericoloso, ma non fare niente è inaccettabile, se sei un essere umano, per giunta in servizio!
Come detto, occorre accertare per bene come si sono svolti i fatti.
Quanto ai criminali, meriterebbero dieci anni di letto d'ospedale, altro che denuncetta, processetto, attenuanti, sospensione pena, qualche mese e via. E poi diranno che sono stati provocati, che non e' vero niente, e nessuno testimonierà, e qualche avvocato bravo a cavarli dai guai salterà fuori, è un film già visto. In questo paese tutti fanno quello che vogliono proprio perche' sanno che sostanzialmente c'e' impunità: la cosa è brutta da dirsi ma vera.
---
Il pestaggio - Massacrato sull’autobus, parla l’autista: «Il sangue? Pensavo che fosse birra...»
Genova - «Ero stanco, mi spiace. Non ho visto niente. Ma in quei momenti al capolinea l’unica cosa che mi interessava era riposarmi dopo il tragitto...
ILSECOLOXIX.IT



05 agosto 2015 -Per caso sapete se esistono studi che abbiano determinato con una buona approssimazione quanti polaretti un uomo puo' assorbire nelle 24 ore senza avere scompensi permanenti? E se nel libro dei Guiness esiste qualcuno che si e' cimentato in una simile prova?

05 agosto 2015 - La cena, la cui organizzazione falli' quando fu affidata a Francesca:-), che poi per vendicarsi mise i bastoni fra le ruote a Mauro, incaricato nel 2014 e definitivamente affossato da David, un topolino mio padre compro', viene rinviata a data da destinarsi! Gli osservatori esterni che seguono da anni l'evolversi degli eventi ancora non ci hanno capito molto, pensano che forse non ci garba la pizza! Stay tuned, potrebbero esserci novita' tra 20 giorni come tra 6 semestri!
Francesca Remmi Emanuela Ferlini Salvo Imprevisti Paola Baldini Luca Cheli Fabio Benedetti Stefano Puvia avviseranno gli altri


03 agosto 2015 - Questa mattina fugace incontro con Paola Marcellusi. No, non ero in aeroporto né in capo al mondo, ma in piena city.
Un incrocio mediamente trafficato ha assistito al nostro scambio di battute; un tombino divenuto per incuria vaso di fiori occhieggiava di sguincio, fin quando Paola non lo ha gratificato di una veloce attenzione.
Era vestita non da tiger vamp né da montanara né in versione "guarda queste colline, lascia stare le montagne alle spalle", ma in sobria tenuta da ufficio pubblico (cartelline in mano e reclamo sulla lingua presumo), con occhiali a specchio che fa tanto sintomatico mistero.
Ha avuto da ridire sulla qualità del mio corredo genetico.
-
Paola Marcellusi Ti sei scordato di citare : tu carico di spesa , vinco come un lenzuolo e intenzionato a mettere in vendita la pupetta solo perche' ha deciso di vomitare in macchina ogni volta che ci sale, chissa' come guidi!!
Mi piace · Rispondi · 3 agosto alle ore 13.54

Mauro Ottonello carico di spesa assolutamente no, forse gli occhiali li hai presi su internet? avevo 6 bottiglie d'acqua 6..... il resto era sacchettino verde con dentro 4 pannolini scorta auto. mai avuto lenzuoli vinchi. su ebay per la precisione, omettendo di dire che vomita ed e' posseduta altrimenti non fanno offerte. guido molto bene, con lei poi stile anziana a bordo e 4 frecce, media 30 km/h, curve prese quasi dritte
Mi piace · Rispondi · 3 agosto alle ore 14.01

Mauro Ottonello ultimamente mi critica troppo, pure condendo con invenzioni: si e' innamorata finalmente, dopo 30 anni!
Mi piace · Rispondi · 1 · 3 agosto alle ore 14.01


03 agosto 2015 - 2/8/80
Un pensiero a quei luridi cani bastardi che il 2 agosto 1980 uccisero 85 persone a Bologna, ai loro mandanti, a chi li ha coperti in tutti questi anni e ancora ostacola la ricerca della verità. A questo Stato che ha condannato per questo abominio due persone che sono gia' fuori da un bel po'. A questo Stato che ancora non ci ha detto per conto di chi agivano. A chi veste le mostrine di questo Stato ma nel cuore è un lurido cane ancora impunito.

02 agosto 2015 - UNO, FORSE, STA MORENDO E TU FAI IL FISCALE E TI OFFENDI PURE?
Io penso che se uno chiama e dice serve un'ambulanza velocissima alla discoteca X l'operatore del 118 deve mandare subito un'ambulanza, senza stare a perdere tempo chiedendo via, numero di telefono e "cosa è successo", senza avere a che ridire sul termine "velocissima" usato dal chiamante e senza (assurdo) bisticciare con lui. Chi chiama potrebbe anche essere di fuori e non sapere la via esatta, o magari aver bevuto, o essere scosso per quello che è successo, che ne so. Se questa è la procedura, la procedura è sbagliata; altrimenti ha sbagliato l'operatore: uno sta forse morendo e tu fai chiacchiera e fai il fiscale e alla fine pure litighi? Tu devi essere neutro, efficiente e preciso: se non puoi fare a meno di metterla sul personale dedicati ad altro. Io penso anche che se uno guida l'ambulanza deve sapere dove si trova la discoteca X anche se non ha l'indirizzo. Deve conoscere molto bene la citta' in cui presta la sua opera, a menadito. Sono attivita' delicate; meritevole e' chi le svolge, ma la preparazione è essenziale, si tratta di salvare vite umane non di consegnare pacchi. Mettiamo le persone giuste al posto giusto. Io per esempio non sono sicuro di essere adatto a guidare un'ambulanza e comunque, qualora lo facessi, prima di cominciare studierei la mappa della citta' come un rabbino la Torah.

02 agosto 2015 - SONO UN RAGAZZO FORTUNATO
Quella che segue non e' la classifica, ma quando mai??? E' la squadra sportiva di appartenenza emozionale (?) di chi in questi giorni ha ritenuto opportuno manifestare, in varie forme, la sua incontenibile gioia o sfottere tout court per la partita di Torino. No, non conosco persone di Milano ne' di Torino, solo di Genova...
Genoa 2
Juve 1
Milan 1
Inter 1
Che dire, sono commosso (una lacrima ha appena battezzato la lettera G della tastiera, un attimo che asciugo).
Secondo voi io feci notare qualcosa a qualcuno quando la Juve prese 3 pappine secche dal Barca o giunse in finale col fiatone? E quando l'Inter e il Milan dopo una stagione mediocre restarono fuori dalle coppe? O quando il Genoa fece il pasticciaccio infame e un po' comico della licenza uefa, nella terza occasione -in quasi 80 anni- in cui avrebbe potuto farsi un giretto per l'Europa (magari anche breve breve come pare sara' il nostro)? No, non e' mia abitudine, dovrei sforzarmi, non sarei naturale, mi sgamereste subito: io mi faccio i casi miei, gioisco quando devo, rifletto quando e' il caso, noto fra me e me le porcate degli altri, magari ne sorrido sarcastico, ma non sento la necessita' di estrinsecarmi in questi casi... Col Genoa poi, dai!... sarei sempre a sfottere, e mica posso: ho una famiglia, un lavoro...
Eppure questi cortesi signori hanno ritenuto di doverlo fare. Sono stati davvero molto divertenti, ho riso di gusto. D'altra parte ognuno si diverte a modo suo, io per esempio non adoro ballare, c'e' gente che se gli levi il ballo si uccide.
E poi è cosi' rassicurante sentirsi dire, a intervalli per fortuna non brevi e non regolari, sempre le stesse cose:-) Nel flusso del tempo che ti divora, è come un'ancora che ti ispira pace.
Guarda, quasi mi dispiace che non sia finita 0-5 (rimedieremo in futuro, dai), sai quanti discorsi tipo manita o hai perso il primo set o pokerissimo, del resto originalissime, mi sono perso? Accidenti.
Grazie di cuore per le vostre osservazioni, sono state utili, profonde, originali, cortesi, inaspettate, carine, lievi, sportive, equilibrate, giuste, appropriate, essenziali, tecniche e motivate, indipendenti, circostanziate, condivisibili.

01 agosto 2015 - SCRIBACCHINI
Io mi chiedo perché giornalisti, blogger e penosi digitatori vari scrivano di cose che non conoscono. E non nel loro blogghettino personale, no: su testate di media o alta celebrità. Li assumete estraendo a sorte? Io scrivo (non per lavoro) di cose che un po' conosco e dove so poco sto sul vago, questi trinciano giudizi dimostrando di non capire un'emerita cippa. Per esempio: di capelli non scrivo...Chi ha scritto che Zenga e i giocatori si sono umiliati sotto la curva forse ci confonde con altre squadre, anche di Genova... e comunque dimostra di non conoscere assolutamente l'ambiente sampdoriano, che per certi versi e' sui generis una cifra: si occupi di cose che conosce, per pietà. I nostri tifosi, come d'abitudine, hanno finito la partita cantando a squarciagola, pure sullo 0-4 (per noi e' normale cantare a prescindere, la maglia è sacra), poi e' ovvio che hanno fischiato per la prestazione i giocatori e l'allenatore che spontaneamente sono andati a scusarsi come, da noi, e' giusto che sia. A scusarsi, non a umiliarsi, stupidotti. Scribacchini, continuate a occuparvi di Juve Milan Inter: almeno ci illudiamo che siate buoni giornalisti.

01 agosto 2015 - UN VIRUS PIUTTOSTO STRANO
Parliamo di un fatto curioso su cui nessuno ha scritto (d'altra parte mica ha coinvolto JuveMilanInter... in Italia parlano solo di quelle). Poche ore prima del match di Coppa, a Torino, 5 intossicati: Viviano, Cassani, Coda, Regini, Palombo. I primi due hanno giocato lo stesso, gli altri due no. Il quinto e' sceso in campo covando il disturbo, accusato a fine match. Pensare qualche stolto lo ha pure denigrato.
Torino ci ha accolto male: i tifosi granata non volevano che occupassimo la Curva Maratona: che stupidi. Tirava brutta aria, c'era pure il timore di incidenti coi tifosi del Toro (cosa caxxo c'entrassero loro con quella partita lo sanno solo loro).
Certo, abbiamo sbagliato partita al 100%, l'hanno capito anche i cretini (e sono tanti). Ma in serate cosi' la sfortuna (gol falliti, gol avversari con traiettorie impossibili, gol preso al primo tiro), 5 malati, il campo neutro, un'avversaria (lo sapevamo) molto piu' avanti come condizione (erano alla settima partita ufficiale, noi alla prima) sono tutti fattori che ti affossano ancora di più. Se a tutto questo ci aggiungi che giochi male hai il quadro. E comunque la storia del virus mi convince pochissimo, spero che se ci sono ombre qualcuno le dissipi. Perche' tutto fa, magari al completo si perdeva lo stesso, ma chissà: in modo piu' rimediabile. Comunque un 10% lo abbiamo ancora e ce lo giocheremo, nella citta' natale di quell'uomo meraviglioso.
‪#‎samp‬ ‪#‎boskov‬ ‪#‎virus‬

01 agosto 2015 - Oggi festeggia il Fabio Benedetti
starà mica già scartando i suoi pacchetti?
Ma che cavolo -e dai!- gli avete regalato?
Solo tre etti e rotti di affettato?

Gira spesso in mimetica e guida una Giulietta
avreste dovuto scegliere con meno fretta...
ché il tipo é bravo e buono ma militare
e se si incazza non vi servira' pregare.


01 agosto 2015 - "...perché un'abitudine necessita fra i 18 e i 254 giorni per radicarsi."
Preso da un pezzo in cui si parlava del fatto che le diete lampo sono una bufala. Preso perche' adoro questi tentativi "scientifici" di razionalizzare cose irrazionali... tra i 18 e i 254 giorni... Che roba eh?

01 agosto 2015 - GUARDO IL CIELO E POI
Dopo aver analizzato 7 siti di previsioni meteo non ho raggiunto alcuna ragionevole certezza. Piovera' (all'80% però). Poco o tanto non si sa. Con fulmini e tuoni o no? Boh. Fascia primo pom, secondo pom, tutto il pom, pom e sera, o pure notte, non si sa. Utlissimo se si deve organizzare qualcosa, tipo alle 21. Un secolo fa facevo come ora: mi affacciavo, dicevo: che nuvoloni, e speravo in bene.Poi alle 19 riguardavo in su e sceglievo se rischiare o no. Cento anni passati invano.

30 luglio 2015 - VANEGGIAMENTI ESTIVI
Boschi: «Sì alle nozze gay ma mediando»
Io vorrei sapere chi l'ha eletta e quali competenze ha per decidere del futuro, dei diritti inalienabili e della felicita' di centinaia di migliaia di persone. Tenuto conto poi che nessuno (nemmeno chi avesse qualche competenza) ha questo diritto perche' non si puo' decidere di concedere un diritto che gia' esiste sebbene sia negato, semmai si può decidere (sempre troppo tardi) di rimuovere un lercio ostacolo alla piena fruizione dello stesso. E anche quali competenza ha per aver riformato (aha) la Costituzione assieme all'altro padre della patria Verdini, recordman di guai giudiziari. E se non sia vomitevole e assurdo che in una democrazia il premier (mai eletto) e il condannato si accordino (Nazareno) secondo termini segreti incontrandosi al di fuori delle Camere. Se questa e', nella sostanza, una democrazia, io sono un opossum.

30 luglio 2015 - TURISTA, PER CASO?
Ehi tu, turista straniero. Pensi di venire o di transitare per l'Italia e di non dover avere a che fare con code, assurdita', pagliacci e imbecilli, treni sozzi e strapieni, voli cancellati, disservizi, ristoranti e bar che ti rapinano, servizi da quinto mondo, strade lerce, clima di merd*, truffe e raggiri, musei chiusi, burocrazia cervellotica, delinquenza diffusa, programmazione tivu' da anni '20, autostrade da fumetto, traffico stradale da manicomio, schifi assortiti? E osi pure lamentarti, fare scene isteriche (vedi oggi Fiumicino) o la boccuccia indignata? Ma cos'hai nel cervello? Pigne e paglia? Non li leggi i giornali? Non ti informi? Non funziona il passaparola? Non lo sai che qui sta andando tutto in vacca? Che non funziona piu' niente, se mai qualcosa ha funzionato? Dai che vieni qui anche perche' siamo un carnevale che ti fa sempre divertire... Evita di romperci le scatole con le tue lamentele e la tua finta indignazione, non puoi andare in un deserto e lamentarti per la carenza d'acqua, mi aspettavo di piu' da te, dicono sempre che sei intelligente, abituato a viaggiare, che lasci la casa di famiglia in giovane eta' e non a 48 anni come i nostri figli, che hai una stampa libera, che sei tecnologicamente avanzato, che sei indipendente, ma de che, aho? Anvedi questo.

30 luglio 2015 - "Molti amici a 20 anni, pochi ma buoni a 30"
Il segreto di una vita felice secondo lo studio dell'Università di Rochester....
A 40 la moglie e un paio di amici che non vedi mai perche' hai sempre la citata e i figli di mezzo, a 50 divorzi, a 60 tieni il conto di chi muore, a 70 sei solo come un cane, spesso con un cane.
Oggi la vedo particolarmente bene.
Inutile comunque preoccuparsi del futuro, quando facilmente potremmo non averne uno.

29 luglio 2015 - MA QUALE COSCIENZA?
Oggi è Azzolini, ieri erano altri. La storia si ripete.
Non entro nel merito, tanto il fumus persecutionis questi ce l'hanno solo nella testa; dico solo che per l'ennesima volta un Parlamento illegittimo (eletto con legge anticostituzionale) e farcito di condannati, prescritti, indagati e chiaccherati, salva dall'azione della magistratura uno dei propri membri.
Come ogni cittadino, piu' di ogni cittadino, chi si vede recapitare una richiesta di arresto deve dimettersi e sottoporsi al giudizio della magistratura.
Il Parlamento non può e non deve giudicare della colpevolezza di un deputato, questo fanno finta di non capirlo tutti; deve dare sempre il via libera al corso della legge a meno che non rilevi il citato fumus (ahaha): nei fatti, invece, 9 volte su 10 lorsignori votano no. Si spalleggiano a vicenda facendosi beffe di legge, Costituzione, cittadini, buon senso e decenza.
Il PD ha salvato Azzolini chiedendo un voto di cosceinza, ahahaha.
Casta arrogante, privilegi vergognosi, voto di coscienza di chi non l'ha e se ce l'ha e' bella sozza.
Fin quando dura è festa, ma nulla dura per sempre. Non ne possiamo piu' di una banda di persone che calpesta la democrazia e sputa sul sangue di chi ha dato la vita per la Costituzione.

29 luglio 2015 - ALTRO CHE VENT'ANNI CON QUESTI QUI AL TIMONE
Il Jobs Act è una legge schifosa che invoglia le aziende ad assumere promettendo incentivi che hanno una durata temporanea e nello stesso tempo riduce le tutele sociali dei lavoratori rendendo più facile il loro licenziamento sia quando questi incentivi scadranno sia per altri motivi. I lavoratori vedono ridotti i loro diritti, diventano sempre più merce e sempre meno persone e gli effetti sull'occupazione, per ora modesti, saranno solo temporanei. Una legge brutta, inefficace e nemica di chi lavora. Il fondo monetario internazionale prevede che occorreranno circa vent'anni all'Italia per tornare ai livelli di disoccupazione che c'erano prima della crisi. Ma qui non è tanto un problema di dieci o vent'anni o del mantra "la crisi sta già finendo" che ci sentiamo tante volte ripetere dai rappresentanti di questo governo; il problema è che di anni ce ne potranno volere anche cinquanta se continueremo ad avere governanti incapaci, anzi governanti ai quali il miglior complimento che possiamo fare è quello di essere incapaci perché vuol dire che per lo meno non fanno parte di quella folta schiera di incapaci e disonesti che pure ammorba i seggi parlamentari.

28 luglio 2015 - sul diario di E. Ferlini
Buon compleanno, se vuoi
lo so volevi festeggiare di nascosto
magari due patate una torta e l'arrosto
ma coi social non puoi

se vuoi fare veramente l'eremita
devi tagliare di netto il cordone di rete
ma che ne sara' mai della tua e-vita?
ben si vede che di fama hai sempre sete

e

Che persona poco grata
che di fronte a tanti auguri
se ne resta abbottonata
bocca chiusa e occhi scuri

28 luglio 2015 - sul diario di Sara Sledghehammer
Non sapendo se festeggia
una festa si' banale
o se quello che vagheggia
e' una torta asociale

per non far brutta figura
e giocarmi la Saretta
scelgo la contromisura
di una tattica un po' abietta

e ti faccio mille auguri
ma son qui se vuoi che abiuri.

28 luglio 2015 - Un reperto, a giudicare dal tipo di pallone e soprattutto dal trattino. Samp-Doria è infatti la vera abbreviazione di Unione Calcio Sampierdarenese Andrea Doria, col trattino! Così compariva nei primi anni nelle schedine totocalcio. Pensare che l'ordine tra Samp e Doria fu scelto per sorteggio. Una maglia unica al mondo, unione di due maglie storiche, una maglia anni fa eletta come la più bella del mondo da un sondaggio effettuato su scala planetaria fra tifosi di tutti i paesi; un nome particolare. Un unicum che vive dal 1946 e che spesso strega prima per i colori (solo l'arcobaleno può competere) poi per alcune caratteristiche del tutto particolari.

27 luglio 2015 - MA GUARDA UN PO'
Parrebbe che l'sms che ha attirato Ismaele nella trappola mortale sia partito dal cellulare della ragazza. E parrebbe che i due almeno una volta si fossero visti. Difficile, se così fosse, chiamarsi fuori, per la ragazza. Che insiste: il mio ragazzo non e' violento, è dolce. Sarebbe curioso ascoltare il parere di Ismaele a cui ha il non violento ha quasi staccato la testa. Ha ragione Selvaggia Lucarelli quando dice che uccidendo per gelosia l'assassino ha chiarito che considera la sua donna una proprietà. Brutta storia davvero comunque.

27 luglio 2015 - OMICIDIO BELLO E BUONO
L'ubriaco marcio che con cautela accosta sulla tangenziale, inverte la marcia e a fari spenti lancia l'auto contromano per 5 km, provocando alla fine la morte di due persone, sara' accusato di duplice omicidio volontario con dolo eventuale. Almeno, e' l'accusa che si ipotizza, allo stato.
Dov'e' la notizia? E' OMICIDIO VOLONTARIO. Assurdo che in Italia si stia ancora a discutere su casi come questo: siamo un paese che fa schifo, manca una legge decente.
Se io mi metto al volante ubriaco (in quel caso era 4 volte sopra il limite) e uccido, questo e' omicidio volontario, non colposo.
Quando ho deciso di ubriacarmi, sapendo di essere uscito con l'auto, ero lucido: e' in quell'istante che divento un omicida, non dopo quando bevuto marcio squarto due innocenti.

26 luglio 2015 - SELFIE SENZA FOTO
Non avendo fatto un selfie classico (foto) rimedio con un selfie testuale.
Ieri sera eravamo in pizzeria Rosanna Gandolfo, Luca Cheli, mia moglie, mia figlia, ed io. Prima di uscire noi abbiamo dimenticato, nell'ordine: passeggino, bottiglietta d'acqua per la mocciosa, giochi per la mocciosa. E' gia' tanto se la mocciosa ce la siamo ricordata. Mia figlia dopo 10 minuti infernali da posseduta si e' comportata bene a tavola, stile Heidi con la Rottermeir a sbavarle sul collo, salvo poi svaccare nuovamente alla grande quando, in piazza, e' giunto il momento di dire addio al giochetto che si era trovato con altri compagnucci. Chissa' se confezionano camicie di forza per isteriche di 22 mesi, mi informero'. Notare che isteria e' termine che non a caso deriva dal tardo lat. histerëcus, che vuol dire utero: penso sia superfluo commentare oltre. Comunque è una brava bambina, quando non fa la cattiva. Ed e' anche pacata, nei momenti in cui non si agita.
Rosanna ha come sempre adempiuto con maestria e profitto al suo ruolo di babysitter naturale oltre che di zia ad honorem, la moglie si e' segnalata per aver ceduto quasi mezzo dolce a Luca che e' stato da me minacciato (si avvicinava pericolosamente al mio). Io ero un po' piu' nervoso del solito (di solito Ghandi rispetto a me e' eccitato), ma ero giustificato dal tris di ore dormite nelle ultime tre notti (4-3-0, non e' lo schema di una squadra ridotta in 8). I temi piu' dibattuti a tavola sono stati: quando io ho cominciato a perdere i capelli, ex mariti, fedifraghe e famiglie allargate, avversione social di attuali boy-friend ben piazzati, educazione dei mocciosi e relativi inghippi, affinita' e differenze fra Dostoevskij e il primo Tolstoj (questo lo aggiungo io per dare un tono all'incontro, altrimenti pare che si sia cazzeggiato per l'intera serata). Dopo cena veloce passeggiatina per il centro storico e poi commiato accanto a una triste edicola chiusa e alla luce di un lampione affaticato.
Lo so, avreste preferito la foto.
NB: quella nella foto non e' mia moglie ne' la zia ne' la neonata...

26 luglio 2015 - AVVISO AI NAVIGANTI
Mi chiedono l'amicizia, ogni tanto. Pure persone che non conosco. Niente di male, sui social si socializza. Che ne dici però di dare prima un'occhiata, a scappatempo si intende, ad alcuni dei miei post pubblici? E alla sezione "informazioni su Mauro"? E, se proprio vuoi strafare, al mio blog, biografia compresa? Così ti fai una prima idea su che bel soggettino sono. In genere io le scrivo tutte le mie idee, senza troppi giri di parole, non è difficile reperirle, a volte è più repellente digerirle, se rientri in una di quelle belle categorie che sto per citare. Giusto perchè non vorrei che tu fossi omofobo o razzista o religioso integralista o privo di sense of humour: a leggermi potresti trovarti male come un vegano al macello comunale, o come un eunuco nel bel mezzo di un'orgia. Lo dico per te, d'altra parte si vuole diventare amici di una persona che si presume di apprezzare, non di chi si ha la certezza di detestare. Mi spiace per te, semmai, ma meglio avvisare prima, che dici?

26 luglio 2015 - AVVISO DI RACCOMANDATA, ADORO QUESTE OPPORTUNITA' CON CUI IL DESTINO SEMINA IL MIO CAMMINO
Mi arriva una raccomandata (intestata alla moglie). Bigliettino in cassetta postale, regolare. Ovviamente non posso ritirarla subito, ma dal giorno X e a partire dalle ore Y. Al 90% le raccomandate son rogne: agenzia entrate, convocazione di testimone, disdette, avvocati. Vado alla data indicata all'ufficio postale vicino casa: chiusi due giorni per lavori, non ricordo eventi del genere negli ultimi dieci anni, forse un'assemblea sindacale. toh. Ci torno il terzo giorno: sono il numero 16 e il tabellone indica 2, rinuncio. Ci torno il giorno dopo: 30' di coda ma, sorpresa, la raccomandata non e' li'; siccome erano chiusi le hanno trasferite all'ufficio sito a 3 km, il postino ha scritto male sul tagliando il nome dell'ufficio postale presso cui sarebbe stato necessario recarsi. Mi reco la'. E' una raccomandata... mittente Poste! Kafka a questo punto sorride sardonico, gli do un colpo sul braccio per farlo star zitto, poi mi ricordo che ha scritto Il Processo e ancora lo ringrazio. In perfetto burocratese si annuncia a mia moglie che se entro il 31 non si rechera' a un ufficio postale per firmare il documento antiriciclaggio il conto sara' bloccato. E' il 25, mancano 6 giorni, di cui 1 festivo. La raccomandata e' del 21, avvisano 9 giorni prima: un bel lasso. Si tratta di una formalita', ma bloccano il conto. Questi sono fuori dal mondo, forse è il troppo sole. Io non posso farlo, non sono contitolare né delegato: il direttore e l'impiegata, cortesissimi, si scusano. Capisco la cosa. Non capisco perche' scomodarti con una raccomandata per una vaccata del genere... non sarebbe stato sufficiente farglielo firmare la prima volta che si fosse presentata allo sportello, tanto piu' che trattandosi di libretto di deposito per movimentarlo deve per forza andare allo sportello? Mi sembra stupida (e inutilmente dispendiosa, per le Poste e per me) la logica che sorregge l'impianto di questa manovra. Ecco quindi spiegato perche' viene adottata. Facevi una telefonata (come quando proponi prodotti d'investimento) e la cosa finiva li'. Troppo facile, sarebbe stato. Poi si sa, i grandi riciclatori li becchi con queste formalita, è noto.

24 luglio 2015 - ATTILA, CARONTE E PURE CIRCE
Adoro i siti di meteo che vanno per la maggiore (sì, quello) perché il brutto tempo non e' mai brutto tempo ma e' il ciclone "Attila", il caldo estivo non e' il caldo estivo, che a volte si sa e' fortino, e che comunque d'estate è normale direi, ma e' l'occhio di Caronte che guarda l'Italia (uhhhh), se poi il caldo molla di 2 gradi (nemmeno ti accorgi) ma viene un po' d'acqua ecco Circe che prende il posto di Caronte. Il vento e' una tempesta di vento, il calore e' un'ondata di calore, la pioggia e' quasi sempre nubifragio. Ma a parte questo, che attiene alla spettacolarizzazione di un sito che deve attirare investitori pubblicitari e che dunque posso anche capire, quello che mi irrita e' che le previsioni le fa un pc, con raro intervento umano. Vediamo gli effetti.
Se le fa un uomo che legge i dati, le carte, le foto satellitari, può sbagliare (eccome), o voler sbagliare (es: per non irritare chi lavora col turismo) ma interpreta i dati. Se le fa un pc, i dati li legge, di certo se li interpreta non lo può fare con l'elasticità, l'esperienza, l'"occhio", il grano salis dell'uomo.
Quindi tu vai sul sito alle 9 di stamane e per domani leggi pioggia debole al mattino. Ci vai alle 11 e vedi temporale verso le 17. Ci vai fra un'ora e l'icona del fulmine sparisce, probabilmente, magari ti rispunta stanotte alle tre, poi se ne va, a farsi un giro penso, poi torna dieci minuti dopo che hai sentito il primo tuono che ti ha fracassato il timpano e fatto saltare dalla sedia di cucina direttamente al divano del salotto. Apposta perché c'e', penso, un flusso continuo di mappa e dati che viene letto cosi com'è e fa oscillare di continuo la previsione. Ma così che previsione é? Poco utile davvero, anche se bellina. Tu leggi alla sera e dici, va be', pioggia debole, che sara' mai, poi di notte ti becca un temporale pazzesco, per curiosità vai sul sito e trovi, ovviamente: temporale pazzesco. Chiudi lo smartphone con sguardo stranito.
Ollala'.

24 luglio 2015 - COLPA DEL FATO
Ammazzi uno o lo riduci in uno stato tale che al pronto soccorso per rimetterlo insieme devono ridare velocemente una letta ai manuali di anatomia. Poi dici: penso sia stato per via "di un colpo di sonno, anzi: di calore".
C'e' questa idea che se non rispetti uno stop o un rosso forse e' ancora colpa tua (ma dico: forse, perché ci stanno lavorando), mentre se ti addormenti al volante o ti metti nelle condizioni di essere vittima di un "colpo di calore" (a me mai successo in 47 anni, forse perché sono stato attento?), la colpa non e' tua, ma del fato.
E' un'altra di quelle idee del menga che stanno prendendo piede in questo paese che vive alla periferia della morale.
Chi guida (un auto privata, un tir, non parliamo di un mezzo di soccorso) prima di mettersi al volante deve essere certo di essere nelle condizioni ideali (no sonno, no digestione complicata in corso, no problemi di salute, no alcool, no droga, etc.); se non lo fa la colpa e' del fato stocaz*o.
Ma In Italy, si sa, quello alla patente e' un diritto costituzionale; quello a sposare chi vuoi o ad adottare un figlio anche se non ti piace il sesso opposto, no no no.

24 luglio 2015 - FURTO
Vorrei sapere se il furto in Italia è ancora perseguito. Con la carenza di personale, mezzi, carburante, fondi che attanaglia le Forze dell'ordine ho l'impressione di no. Se fai del male a uno, sì, ma se rubi o danneggi: insomma. Certo, se ti beccano sul fatto, e' diverso (a parte che esci poco dopo), in caso contrario ciccia. Tutto per via dei governi illuminati che abbiamo avuto negli ultimi 30 anni (e che ci siamo scelti, almeno fino a quando Napolitano non ha deciso che era giunta l'ora di sceglierseli lui) e per via del fatto che non c'e' corruzione né spreco di soldi pubblici, manco a dirlo.

24 luglio 2015 - DELITTO D'ONORE
1. "L'ha ucciso solo per gelosia, lo volete capire che non c'e' nient'altro dietro?"
2. "Non c'entro niente con quello che è successo, eppure ho paura ad uscire di casa. Sto chiusa qui da domenica, a guardare la televisione. Non ho nemmeno più il telefono, me l'hanno preso i carabinieri. Non parlo con nessuno. Possibile che debba vivere così?".
3."Amo Igli, ha capito? È il mio fidanzato, lo aspetterò fino a quando non uscirà di prigione. Ha fatto una cosa orribile, spinto dalla gelosia. Ma non smetterò di amarlo per questo.
1. Allora va bene.
2. Almeno vivi.
3. Ok.
C'e' questa idea che se ammazzi uno per gelosia, ci sta. in Italia il delitto d'onore e' stato abrogato 34 anni fa. E comunque qui nemmeno si rientrerebbe nella fattispecie di quella norma davvero assurda.
Commentare oltre non serve secondo me.


23 luglio 2015 - Stima per la madre del ragazzo sgozzato che dice che non perdonerà mai gli assassini. Il perdono è la resa della ragione, vinta da un cuore spezzato dal dolore. Il perdono è un'autodifesa della ragione. Il perdono non ha senso quando la bestialità è la futilità sono la cifra del delitto. Sperando che non cambi idea.

23 luglio 2015 - NON SI VUOLE RISOLVERE IL PROBLEMA
I violenti (non li chiamo tifosi, non e' corretto) sono pochi. Pericolosi, contagiosi, me*dosi, ma pochi. E per lo piu' noti: sono sempre gli stessi. Sono poche centinaia per citta'. Basterebbe chiuderli in gattabuia a marcire per un po' e interdirli A VITA da qualsiasi manifestazione sportiva, bocce davanti alla chiesetta del paese incluse. Due anni e avresti stadi simili a parchi giochi, con famiglie felici. Ma non lo si vuole fare. I tifosi sono persone tranquille nell'80% dei casi. Un 15% urla sbraita e fa la voce grossa, insulta, ma finisce lì. Un 5% o meno son delinquenti comuni. Moltissimi, fra quelli tranquilli, non vanno piu' allo stadio, per paura e per le assurdita' della legge Maroni.Che cosa ci fanno ancora liberi e soprattutto perche' e' ancora consentito loro di frequentare gli eventi sportivi? Il calcio non e' piu' violento del tennis o di freccette, e' che i violenti si sfogano negli stadi perche' il calcio e' lo sport piu' popolare e quello che di piu' eccita i campanilismi; se li rinchiudi e li "massacri" a dovere, il problema evapora in poco tempo, assicurato. Ma lo si deve volere e saper fare, come tutte le cose.


23 luglio 2015 - E QUANDO PIOVERA'? MA PIOVERA'? SPERIAMO CHE PIOVA PRESTO COSI' RINFRESCA
Esiste una categoria di persone (ampia) che quando fa caldo si lamentano del caldo (muoio, dicono: ma poi non muoiono). E quando fa freddo, del freddo (muoio, dicono: ma poi non muoiono). E quando piove, della pioggia, e quando e' secco della siccita', e poi dell'umidita', della variabilita', etc. In particolare trovo urticanti quelli che da giorni mi stressano le bobine spermatozoiche chiedendomi quando pioverà? speriamo che piova presto! etc. come se la pioggia dovesse automaticamente portare il fresco. D'estate, invece, e' piu' probabile che il cielo ci riservi temporali e guai, e fresco per niente, al massimo per qualche ora. Quindi, se proprio dovete scassare l'impianto atto alla riproduzione, auguratevi meno gradi e soprattutto meno umidita', ma non pioggia. Vi fa schifo il sole? Ma guarda te che roba.

23 luglio 2015 - DISPREZZO PER LA VITA UMANA
Due ragazzetti invitano un terzo, loro amico, a fare un bagno al fiume. Uno dei due si e' convinto che il tizio se la intenda con la sua ragazza. Portano nastro da pacchi, guanti e un coltello: io d'altra parte li porto sempre quando devo andare a fare un bagno al fiume. Lo uccidono, con un solo colpo di coltello talmente forte al collo che quasi lo decapitano. Poi occultano, fuggono, etc. Adesso uno dei due dice io non c'entro, guardavo (...). L'altro chiede perdono a tutti (?), e' provato (immagina un po' i genitori del morto, e la sua ragazza), sa a cosa andra' incontro (averci pensato qualche ora prima eh?), afferma che non vi era premeditazione (?): volevano solo fare una messinscena per "spaventarlo". Adesso, dopo queste parole riferite dall'avvocato e' facilmente spiegabile il colpo al collo di quella abnorme violenza vero? Era per spaventarlo. Quando mettono il coltello in sacca sono tutti spavaldi, arroganti, sicuri di sé, vogliono tutti farsi giustizia, intimidire, spaventare, dare lezioni, dopo che si sono rovinati la vita per una stupidata e hanno stroncato quella di un amico che di loro si fidava si aggrappano disperatamente a tutto quello che puo' evitargli l'ergastolo. Come se poi attirare uno in trappola (due contro uno) e cercare di fargli del male sia roba da nulla. C'e' un solo rimedio quando ci si imbatte in un cosi' totale disprezzo della vita umana.

20 luglio 2015 - VOGLIA DI SANGUE
Il punto e' che chi ha i soldi pure in bocca e mangia anche con i piedi pur di non lasciarne agli altri non ha interesse a cambiare le cose, anzi: comprare, con questa crisi che dura ormai da troppi anni, e' vantaggioso quanto mai, anche se ti fa assomigliare a un avvoltoio. Ci sono persone che navigano nel denaro e che lo trinciano in modi variegati, e molte altre che per disperazione si uccidono. Essendo mal governati da assoluti incompetenti e da indegni delinquenti, non puo' venire da li' la soluzione. Allo stesso modo, e' stupido aspettarsi che incapaci nominati a deputati da finti salvatori della patria rinuncino di loro volontà ai privilegi di cui godono: sarebbero scemi, oltre che ladri, li capisco. Mai visto re abdicare per senso di equita' o tiranni rinunciare al potere per amor di democrazia: le rivoluzioni non sono mai indolori. lasciano scie di sangue. E tutto sommato l'umanità ha voglia di sangue. La pace è sogno di pochi, i più sono mossi da ambizione e sete di potere e di denaro, quando non dalla lussuria, e di certo la vita degli altri non rappresenta quasi mai un ostacolo sufficiente alle loro mire di barbari fintocivilizzati.

20 luglio 2015 - PER VOTARTI VOGLIO SAPERE CHI SEI, NON CHI SEMBRI
Le intercettazioni di Renzi ce lo fanno conoscere, ecco perché sono utili. Che siano rilevanti penalmente o no, e' irrilevante: essendo un politico, e' sufficiente che siano eticamente rilevanti. Il cittadino deve sapere chi sei, per decidere se votarti ancora o no: e' un suo diritto e bene fanno i giornali (faremmo prima a dire il Fatto) a pubblicarle tutte. Il Renzi che arringa la folla con annunci e promesse come se piovesse e' il Renzi come appare; quello che si sente o legge nelle intercettazioni e' il Renzi come é. E a noi quest'ultimo interessa.
Ha ragione Viroli: queste intercettazioni dipingono un Renzi pericoloso perche' ce lo mostrano incompetente in materia istituzionale. Pensare che per fare il Presidente della Repubblica vada bene un incapace, offendere il Premier e il Presidente dell'epoca e pensare di poter diventare Premier nei modi che immagina rivelano una concezione del potere per il potere e non del potere per il governo delle cose. Sono intercettazioni gravissime, che la Boschi ha cercato di sminuire nel suo discorso al Parlamento, con effetti che sarebbero comici se non fossero tragici.

20 luglio 2015 - ITALIANI BRAVA GENTE
Davvero piacevoli le rivolte anti immigrati di qualche giorno fa, un applauso a quello schifo. Mi chiedo come possa essere un problema ospitare 100 persone in una citta' di 80mila abitanti (Treviso). O cosa intenda Benedetti a Massa quando dice che 50 ospiti possono mandare all'aria la stagione turistica (letto di sfuggita sul Tirreno, mi pare). Mi sembrano follie. Sara' il caldo? No, le sento anche d'inverno.
Se mi dici che noi come paese siamo cosi' disorganizzati da non saper gestire 100 ospiti, condivido: ma esattamente come non sappiamo gestire quasi niente, in maniera efficiente; mi riferisco per esempio al fatto che spesso sono non identificati, e al fatto che se qualcuno viola la legge non paghera' nessun prezzo (ma in Italia qualcuno paga davvero? tranne due-tre pesci piccoli sfigati, mai nessuno). Solo che questi geni non chiedono maggiore efficienza nel gestirli, non li vogliono proprio! Quindi ripeto: dov'e' il problema se in un comune di decine di migliaia di persone se ne ospitano 100 che hanno bisogno del nostro aiuto? Facciamolo bene, e se qualcuno si lamenta che vada dove sa. En passant: se la Chiesa li ospitasse nelle decine di immobili sfitti che possiede (e sui quali non paga l'Imu)? Non e' la loro mission aiutare chi ha bisogno? Se ancora se lo ricordano eh! Bergoglio belle parole ma fatti pochini; non dico nessuno, eh, dico pochini.

19 luglio 2015 - Mi si nota di piu' se commento o se non commento? L'eterno dilemma morettiano applicato ai social.

19 luglio 2015 - UBRIACHI DI SOLE
Guidate piano quando tornate dal mare... o fate guidare chi si è già ripreso... sembrate una banda di ubriachi, e' il sole che vi ha picchiato sulla testa per tutto il giorno e ha surriscaldato o fritto quei pochi neuroni su cui ancora potevate contare, ma a me non me ne fot*e niente del vostro sole e del vostro mare, io vorrei solo evitare di dover fare il CID con uno di questi rintronati da spiaggia che adesso stanno tornando allegramente in citta' guidando come capre cerebrolese, sembra la fuga degli zombie o pazzi in libertà.

19 luglio 2015 - ALTRUISTA O DIVERSAMENTE EGOSITA?
E se poi scoprissimo che facciamo del bene solo perche' il nostro corpo prova piacere quando lo facciamo? Sarebbe ancora altruismo, volontariato, bontà d'animo? Perché che si provi piacere ad aiutare il prossimo e' acclarato (avete mai provato? fatelo); d'altra parte se si provasse dolore a parte i masochisti nessuno ci proverebbe. Secondo me il punto e' questo; si viene definiti (giustamente) buoni perche' in ogni caso molti si fanno gli affaracci loro e comunque far del bene porta anche fastidi, fatica, inghippi; ma alla fine si fa del bene anche o solo perche' ci sentiamo persone migliori, se di te che non lo fai o di te che ne hai bisogno decidete voi. Altrimenti non mi spiegherei perché se chiedi aiuto a uno sconosciuto, anche solo cinque minuti per spostare un mobile, ti guardano tutti come se fossi scemo (a meno che tu non sia una gazzella a cosce esposte e montate su adeguato tacco e quell'altro un uomo), poi pero' dedicano 10 ore a settimana gratis agli altri: forse per avere la divisa e per sentirsi parte di qualcosa, persi come siamo in questo vuoto assoluto?

19 luglio 2015 - FIUMI DI LATTE E CARTELLI DI MARZAPANE
Un "impegno di riduzione delle tasse che non ha paragoni nella storia del Paese" nei prossimi cinque anni, "questo Pd può realizzare una rivoluzione copernicana e senza aumentare il debito". L'annuncio arriva dal premier e segretario del Pd, Matteo Renzi. (repubblica)
Intanto chiedo: anche un milione di posti di lavoro in piu' gia' che ci siamo, dai! Ancora un po' di forecast: nel 2022 piovera' denaro dal cielo, e nel 2045 i fiumi saranno di latte e i cartelli stradali di marzapane; l'anno dopo sara' lo Stato che paga le tasse a noi e in cambio di niente (come ora, insomma, ma a parti rovesciate...).
Annunci come questo, senza indicazione delle coperture, sono carta igienica usata, buoni, forse, in campagna elettorale (did you remember Delinquente vs. Prodi?)

19 luglio 2015 - Il premier: unioni civili, una legge entro il 2015
La Cei insorge: "Altre le vere emergenze"
Tipo non farsi piu' i caz*ettini di un altro Stato che vi passa montagne di denaro all'anno?

19 luglio 2015 - CI VUOLE STOMACO
De Luca, condanna in primo grado per abuso di ufficio (piu' due procedimenti in corso) puo' candidarsi a governatore della Campania: Renzi lo candida. Crocetta, governatore Sicilia, dovrebbe invece dimettersi subito! Per una condanna? un avviso di garanzia? un rinvio a giudizio? No, un'intercettazione (in cui non dice nulla di che ma, pare, non replica a una frase pessima di Tutino). Muauauauauaua. E il garantismo di Renzi, del tipo che nessuno se ne deve andare sino alla Cassazione??? Intercettazione ancora da sentire, fra l'altro, ma poco cambia. Due pesi e due misure. PD, scusate ma mai avuto lo stomaco per votarlo.

19 luglio 2015 - BOSCHI: PRIMA STUDIARE; POI, SEMMAI, PARLARE
E che per favore la Boschi ci risparmi le sue farneticazioni in Parlamento, grazie. O e' incompetenza o presa per il sedere. Le intercettazioni di Renzi sono pubblicabili e sono gravissime, che siano penalmente irrilevanti non sposta di un millimetro la questione. Pensate solo un momento al fatto che si sono messi a riscrivere la sacra Costituzione Boschi e Verdini... io mi chiedo: con quali titoli e competenze? Quanto a Crocetta, il PD da tempo non vede l'ora di fulminarlo, ecco quindi che le sue, di intercettazioni, sono pubblicabili e gravissime. Malafede allo stato puro.
http://www.huffingtonpost.it/2015/07/18/stefano-rodota-boschi_n_7823124.html?1437209374&utm_hp_ref=italy

18 luglio 2015 - DUE PESI E DUE MISURE, INTERCETTAZIONI FANTASMA E ZONE D'OMBRA
E ricordiamo che Crocetta (governatore Sicilia) segò Battiato perchè questi, a Bruxelles, si permise di dire, papale papale, la verità ("Ci sono troie in giro in Parlamento che farebbero di tutto, dovrebbero aprire un casino"). (cfr. compravendita di senatori e casi simili). La Boldrini e Grasso si inviperirono, Crocetta pure. Tutti gli diedero pure del misogino, dimostrando di non aver capito un belino. Battiato fu costretto a lasciare ma d'altra parte il Maestro in politica e' come dire Platone a una convention di leghisti. Va da sè che la frase su Lucia Borsellino e' gravissima e nemmeno paragonabile all'affermazione di Battiato (un po' dura ma fondata), ma intanto pare che quella si possa dire, questa no. Anche se poi va pure dimostrato che esista, una tale intercettazione: aspettiamo di sentirla.

18 luglio 2015 - OGNI TANTO ANCHE OMERO DORME
La Merkel che dice alla ragazzetta palestinese di 14 anni che presto dovra' tornare a casa perche' "non possiamo accogliere tutti" e la ragazza che piange è una scena disgustosa. Gliel'avesse detto qualcuno a Hitler nel '39 in Polonia...
Nel caso specifico, quella ragazza potra' restare in Germania, in forza di una legge tedesca, quindi sono state parole gratuite; al di là di questo, disgustose.

17 luglio 2015 - VAI A CENA FUORI E LA' RESTI SINO ALL'ALBA
Poniamo che uno abiti a Bonascola e voglia andare a cenare a Massa, con annesso giretto per i negozi prima e al fresco in piazza Aranci dopo, gelatino incorporato. Prendi il bus alle 18, in 20-25 minuti ci sei. Peccato che non esistano corse dopo le 20/20,30. Quindi se vuoi cenare a Massa vedi di trovarti anche un letto, o di ingozzarti entro le 20. Ma dico io, un paese civile magari due corsette dovrebbe prevederle, tipo ore 23 e 24... anche una sola a mezzanotte, toh, chiamatela CenerentolaBus... poi si lamentano che tutti usano l'auto (e chi non ce l'ha?)... piu' corse, biglietto meno caro, vedi che qualcuno lascia l'auto a casa, e comunque non prevedere corse serali e' assurdo.

17 luglio 2015 - be', per essere venerdi' 17 fino ad ora mi e' andata benoneeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee arghhhhhhhhhhhhhhhhhhh aiuto,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,,!!!!!!!!!!!!!! PONF SPLASH KAPUTTlmrmm,dm@‪#‎àèoee‬ ii ihhhhhhhhhhh

17 luglio 2015 - INTERCETTAZIONI NO, SI, FORSE
Le intercettazioni non penalmente rilevanti non vanno pubblicate e nessuno deve dimettersi fino alla condanna in Cassazione. Questo è il RenziBoschiPensiero. Che a me fa vomitare, sia chiaro. Poi esce quella (coperta da segreto) su Tutino e Crocetta e tutti a chiedere le dimissioni di Crocetta! (vero, Faraone?) Allora le intercettazioni gravi ed inquietanti (non più segrete e quindi pubblicabili) Renzi-Adinolfi? Ho ancora nelle orecchie le menzogne della Boschi alla Camera al question time di due giorni fa. Se devo buttare il mio voto non scelgo il Pd ma direttamente il Caimano: privilegio sempre i professionisti.

16 luglio 2015 - Oggi ho esercitato senza scrupoli il mio contenuto potere d'acquisto acquisendo in via definitiva i diritti di proprieta' su un bene di dimensioni ragguardevoli la cui unica funzione e' quella di rendere qualsiasi cosa ci infili dentro (in genere alimenti e bevande) piu' fredda di quanto non fosse all'aria aperta, o addirittura, se usi uno scomparto separato, di congelarla per usi futuri, o di creare in poche ore tanti bei cubetti di ghiaccio per rendere piu' aggressive e soddisfacenti le tue bevande, specie nei mesi caldi.
Non chiedetevi perche' io senta il bisogno di informare il mondo di questo modesto acquisto: se siete su Facebook e' questo che volete, ipocriti.
E' vero che acquistare un frigo nei giorni piu' afosi dell'anno e' poco opportuno, un po' come cambiarsi il costume mentre passa una suora. Si resta infatti per alcune ore senza frigo e con i gradi di questi giorni l'impresa e' notevole; l'ho superata con grande abnegazione. Nel prendere le misure del frigo nuovo (prima di acquistare un bene come questo e' consigliabile dotarsi di un metro) e nel sincerarmi che gli addetti potessero farcela a superare la notevole prova di coraggio delle mie scale, ho notato che tutto sommato il frigo, altezza a parte (io lo supero di 40 cm), ha misure paragonabili alle mie, senza dubbio quanto a larghezza, un po' meno quanto a profondita', anche se consideriamo la pancia (magica parolina che dovrebbe far schizzare in su il gradimento di questo post): cio' mi ha rassicurato sul fatto che per le scale ci sarebbe passato, dato che più volte al giorno ci passo io.
Ho anche beneficiato di adeguata mancia gli operai: qui ho voluto strafare, lo ammetto.

15 luglio 2015 - Il tecnico chiamato per aggiustare l'impianto di condizionamento del mondo esterno sta tardando ad arrivare: lo richiamo.

13 luglio 2015 - SPEZZEREMO LE RENI ALLE VESPE!
VINCERE, E VINCEREMO!
Uomini e donne d'Italia, dell'impero e del regno d'Albania, udite udite i gloriosi eventi di questa pagina di storia della nostra grande nazione!
Con fiero sprezzo del pericolo, oggi, addi' 13 luglio, il Duce nostro Condottiero e Padre affrontava sguardo fiero e torso nudo le vespe assassine comuniste e da valoroso balilla ne faceva strage impietosa liberando il paese dall'occupazione dell'odioso nemico; adoranti e prostrate di fronte a tale ineguagliabile coraggio le femmine celebravano il nostro condottiero Salvo Imprevisti che, bomboletta di aria compressa in mano, tornava dal fronte madido di sudore e ammantato di gloria imperitura.
Salvo Imprevisti Francesca Remmi Fabio Benedetti Emanuela Ferlini Paola Baldini Stefano Puvia

13 luglio 2015 - MAUROSTAISERENO
“Renzi mi ha detto di stare sereno. E io lo sono davvero”, a dirlo è Michele Adinolfi, attuale numero due della Guardia di finanza, protagonista con il premier delle intercettazioni pubblicate sul Fatto Quotidiano. “La storia di questi giorni – ha commentato a Repubblica l’alto ufficiale – se non fosse per la sovraesposizione mediatica, è banale”. (ilfattoquotidiano.it)
Se e' banale, lo giudichiamo noi, e a noi pare grave che si facciano certi discorsi in una democrazia, anche fossero "solo" discorsi.
E comunque io non sarei tanto tranquillo se ricevessi da Renzi un "maurostaisereno", ma e' questione di punti di vista.

12 luglio 2015 - IL ROTTAMATORE NELLA STANZA DEI BOTTONI
Padellaro oggi scrive due righe chiave su Renzi-Adinolfi-Nardella-etc. In pratica dice che e' davvero deludente pensare che Renzi, il rottamatore, ancor prima di diventare premier, per cercare di diventarlo giocasse nella stanza dei bottoni con quegli stessi soldatini di piombo che già maneggiarono Berlusconi e Andreotti: lui che annunciava di voler rottamare tutto ha dimostrato di saper lavorare fin da subito per il potere fine a se stesso, più che per il governo delle cose. Io mi chiedo: in una democrazia, per cercare di diventare premier, si lavora sull'ipotesi di offrire a Letta la Presidenza della Repubblica in cambio delle dimissioni da premier o si vota? Il premier viene scelto a cena con generaloni ed eminenze grigie, o magari (non si sa, si intuisce solo) ricattando alte cariche istituzionali? Si fanno patti segreti con l'opposizione (cfr. Nazareno) o si discute in manieta trasparente nelle sedi opportune (Parlamento)? Sono intercettazioni non penalmente rilevanti ma di una gravita' inaudita; ovviamente nessuno ne parla, tranne rare eccezioni: serva stampa di regime. Com'e' che io i finti salvatori della patria li riconosco dall'odore a km di distanza?

12 luglio 2015 - CARTA STRACCIA
Come puo' essere definito giornalista, quindi posto nella stessa categoria di Biagi, Montanelli, Travaglio... un Belpietro? Uno che su Libero scrive: "La Metro di Marino uccide un bimbo". Mi meraviglio anche di Bechis. Anni fa, dice, pure lui rimase bloccato in ascensore: non ricordo accuse contro il sindaco di allora, chissa' come mai... Solo uno squallore immenso puo' partorire un titolo simile e fartelo sembrare accettabile, speculare sul sangue di un bambino di 4 anni per sfruttare politicamente la notizia indicando un nesso inesistente, fermo restando che pure se ci fosse un nesso un titolo cosi' sarebbe una schifezza. La notizia mi ha davvero fatto male, il titolo vomitare. Mai comprato Libero in vita mia, sono delicato io: voglio la Regina.

12 luglio 2015 - Piuttosto che rischiare di imbelinarsi chissa' dove
tuo figlio ha deciso di inberlinarsi per un po'
credimi e' meglio...
dormi tranquilla i tedeschi son brava gente
tendono solo a far scoppiare spaventose guerre mondiali
ma solo di tanto in tanto... e ora e' gia' tanto...
ma fin quando sul trono siedera' la "culona"
il rischio piu' grande che si correra'
sara' di dover fare ancora un paio di buchi alla cinghia...
Luca sì che in Germania sarebbe nel suo
puntuale preciso e fiscale com'e'
farebbe ulcerare lo stomaco ai crucchi
e rizzare i capelli anche ai pelati
Michele invece sara' il solito pizzamafiaspaghetti
"tipico italiano" ahahahaha
fortuna che a vegliar sul vegano distratto
c'e' l'angelo Kata venuto da oriente
di la' dove il sole nasce e ci nutre ogniddi'
Rosanna Gandolfo Michele SenzaBaffi Cheli Luca Cheli Zsak Kata Benedetta Cheli

Frank Phoenix
11 luglio alle ore 16.03 ·
Voglio girare un filmato sulle Donne
Devo rappresentare cinque diversi tipi di donna, o meglio di comportamento femminile.
Vorrei essere contattato da Donne
Dai 20 ai 50 anni
Casting :
Inviate 2 Foto viso e corpo
E una breve descrizione di voi a
*******
Sarete contattate al più presto@
--
Un trucco che io usavo 30 anni fa...
11 luglio alle ore 16.24

Frank Phoenix Mauro che film hai girato trenta anni fa!?
Mi piace · Rispondi · 2 · 11 luglio alle ore 16.42

Frank, il film della mia vita... ancora da montare del tutto in verita' (spero di rimandare di molto quest'incombenza), per ora pare un film godibile, ma nei film come nella vita virare dalla commedia alla tragedia o alla farsa e' un'attimo... la trama non e' ricchissima di colpi di scena e di certo non si puo' definire un film d'avventura, ma la regia e' sicura...


11 luglio 2015 - LASCIA A CASA IL SUV E COMPRATI UN TRICICLO CON LE ROTELLE
Se non sai calcolare le misure di quel cacchio di Suv che stai guidando e stai a un metro dal muro quindi in mezzo alla via cosicché oggi quando ti incrocio mi devo fermare caso unico che non mi e' mai capitato in quel tratto di strada in trent'anni, lascialo a casa e prendi una 500 o, meglio, un triciclo con le rotelle che così fai solo ridere e sei pure pericoloso ad invadere la corsia opposta in curva. Parlo di te, tipo o tipa (non ti ho guardato in faccia, nemmeno quando ci siamo affiancati, non avevo tempo di inveire, erano gia' le cinque e mezza e poi c'avevi i vetri oscurati che fa tanto figo) col suv bianco enorme, oggi pomeriggio: che ca**o te ne fai di un cassone cosi' grande, di quella bara familiare, di quel camper mancato, di quel carroarmato senza cannone, di quello yacht da faccendiere, di quello schifo quadrato bianco che per trovare parcheggio la sera devi andare nel grand canyon, sveglia!!!!, non siamo in America, nemmeno sai portarlo, e poi se tocchi un pedone non lo ammazzi, lo polverizzi, se tamponi una fiesta la maciulli. I suv o fuori-strada che ci fanno sulle strade? Mai capito, una delle tante ca*zate di questa societa' schizofrenica. Sarebbe come sciare sul marciapiede o giocare a bocce sull'aiuola spartitraffico. Fra un po' saro' costretto pure io a dotarmi di un suv, se non voglio fare la fine del vaso di coccio in mezzo ai vasi di ferro: così spenderò di più e inquinerò di piu'. Ma dimmi te: dai un suv in mano a imbranati cronici, donne impacciate, anziani problematici, giovani scapestrati: come armare un pazzo e farlo girare per il centro. Anche se sapessi guidarlo, romperesti le palle e saresti un nonsenso; tenuto conto che nemmeno sai come si guida quel coso, dammi retta stai a casa che e' meglio. Fatti una partita con la Wii, gioca a solitario, asciuga le posate, dai da bere alle piante, ma non affrontare compiti superiori alle tue capacita' visibilmente ridotte. Il fatto che questo mondo ti permetta tutto non e' una buona ragione per fare tutto, abbiamo un cervello no? Usiamolo. Si lo so, tu ne hai poco, ma forse quel poco basta, se lo metti in movimento tutto quanto e al massimo dei giri. Mi hai fatto pena, ti sei bloccato, ci abbiamo messo 2 minuti per annusarci e poi lasciarci quando in quel tratto di via ci passavamo tranquillamente senza nemmeno serbare penoso ricordo del fatto. Svegliati e adegua quel che fai a quel che sei.

11 luglio 2015 - "SECONDO ME HA IL TAGLIO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA"
Leggo a colazione (caffe' macchiato e succo di arancia rossa senza aggiunta di zuccheri, su FB devi dettagliare quel che fai, operazioni del bagno e di letto escluse) una bella intercettazione di Renzi del gennaio 2014 e ne deduco questo: conosco tante persone che potrebbero fare il Presidente della Repubblica, ma proprio tante, davvero non pensavo! Per dire: perfino io, appena faccio i 50 anni. "Lui non e' cattivo, non e' capace, non e' proprio capace" E "Sarebbe perfetto [per fare il Presidente della Repubblica]". Renzi che parla di E. Letta al gen. Adinolfi -il titolo del post e' suo- (Il Fatto Quotidiano di oggi 11.7.2015)

11 luglio 2015 - NON HA SENSO PARLARE DI PERDONO
Vucic, come puoi andare a chiedere perdono per il genocidio di Srebrenica? Non condivido i fischi e il lancio di pietre e oggetti che ti hanno costretto alla fuga, ma dico che era ampiamente prevedibile. Quello che e' avvenuto e' imperdonabile. Non parlo di vendetta, dico che non ha senso parlare di perdono. La frase "bisognerebbe uccidere 100 bosniaci musulmani per ogni serbo ucciso." e' tua, se non erro... l'hai pronunciata piu' volte, quando eri ministro del governo Milosevic. D'accordo che si puo' cambiare idea, ma esiste un limite oltre il quale non si puo' andare, oltre il quale non esiste possibilita' di perdono. Lascia riposare in pace gli 8000 innocenti massacrati a Srebrenica nel luglio del '95 sotto lo sguardo attento dell'Onu (complimenti): l'unico ricordo in grado di far impallidire, per un attimo, le gesta di quel maiale tedesco che ha impregnato di sangue il Novecento.

11 luglio 2015 - In attesa dei deliri su: "la routine" / "padroni di cani" / "fissare le ragazze per strada o addirittura fischiare" (adesso sapete cosa evitare nei prossimi giorni), faccio notare che chi fa sport (tipo la corsetta) con questo caldo (visto tizi farla a mezzogiorno, il viso era rosso come un semaforo) perdera' certamente qualche chilo ma il senno l'ha gia' perso. Non e' sport, e' sfinirsi. Sudare non vuol dire perdere peso. Correre a mezzogiorno e' tortura, non sport.

11 luglio 2015 - MA SAPETE USARLO, FACEBOOK?
Ho come la fastidiosa impressione che qualcuno fra i miei amici non abbia capito come funziona Facebook. Tu scrivi una cosa, posti una foto o condividi contributi di altri; altri possono gradire ("mi piace") e/o scrivere un commento, o anche ignorare. Ma se non ti piace che altri commentino quel che scrivi (e non stai navigando dal balcone di Palazzo Venezia) non usare Facebook, e' semplice: usa un blog e disabilita i commenti. Facebook e' nato per interagire, un blog puo' anche prevedere la chiusura a riccio. Ai commenti, nel caso, si risponde: non si cancellano. Qui c'e' un chiaro deficit di abilita' nel maneggio dei social. Andar su Facebook e cancellare commenti altrui e' un abuso (di un amico, poi!) ed e' come andare all'October Fest e ordinare un succo di frutta, o allo stadio in cerca di pace silenzio. E, si badi, erano tutti commenti normali, assolutamente non offensivi e non illegali. E' successo a me e a un'altra persona, per un totale di quattro volte. Quattro indizi fanno piu' di una prova. Dopo il caso dell'amico che col lanciafiamme cancellava conversazioni di giorni se solo gli saltava la mosca al naso, ecco ora una replica sia pure in tono minore: sono io che stimolo queste fesserie o e' un caso?
Io, francamente, prima ancora di criticare questa stupidata, non la capisco proprio. E ancora non so se mi devo incaz*are di brutto o no, anche se recenti sondaggi danno il SI in ascesa.

11 luglio 2015 - SI PUO' DIRE, MA CON VAGHEZZA
Berlusconi si e' attivato e tosto il Garante della Privacy (quello che, come ricorda Travaglio, quando Porta a Porta viviseziona un delitto sfruculiando nell'intimo del sospettato e raccontandoci con ricchezza di particolari le sue presunte abitudini sessuali, in genere sonnecchia) ha intimato il blocco temporaneo della diffusione, anche online, delle descrizioni particolareggiate delle abitudini sessuali dell'ex premier. Si tratta di una decisione assurda dato che gli atti depositati di un processo sono pubblicabili. Soprattutto, si intima, non si deve eccedere con l'informazione, non si deve scendere troppo nei dettagli. Ok, in ogni caso, stando sul secco e sul vago, la notizia era che dai diari di una delle olgettine si legge con chiarezza di una pratica gradita al premier, per svolgere la quale la ragazza di turno deve avvalersi di uno strumentino noto ai piu' e con sapienza agire retroattivamente. Non dettagliamo troppo, tanto ci pensera' il processo a rendere noto al mondo intero cosa avveniva nel corso di quelle seratine eleganti, delle quali parliamo non per pruriginosa curiosita' ma perche' sono il movente della corruzione di testimone che la Procura imputa a Berlusconi (non e' roba da poco che un premier venga accusato di corrompere i testimoni di un processo che lo vede coinvolto, ma qui da noi si da' piu' importanza al fatto che si sappia cosa succedeva ad Arcore qualche mese prima di quando lo sapra' anche il giapponese ancora barricato nella foresta perche' convinto che la seconda guerra mondiale non sia finita). I fatti sono la cosa piu' ostinata del mondo, diceva Enzo Biagi.

10 luglio 2015 - Davvero io sono triste, se togliessero a me gli ottomila euro di vitalizio mensile che non ho, sarei abbattutissimo, quindi ti capisco. Cosi' come sarei infastidito se una delle mie escort che non ho si permettesse di descrivere nel suo diario i dettagli di rapporti per i quali non ho mai pagato non essendo mai avvenuti. Non importa se tu con ottomila euro ci accendi il fuoco nel camino la sera, o ti paghi mezza giornata in Riviera, e' una questione di principio: ti levano ottomila euro oggi, ottomila domani, fra 322 secoli resti con poco, eh gia'. Bello il gesto di chi, indignato, ha abbandonato l'aula per solidarieta'. Ma mena no el turun, ciaparatt!

09 luglio 2015 - UN MONDO DI INNOCENTI E DI PERSEGUITATI
A voi sembra normale che una persona, gia' condannata a 10 mesi per omessa denuncia (e gia' l'omessa denuncia fu un miracolo assoluto, visto come stavano le cose), e adesso rinviata a giudizio per frode sportiva, mantenga il suo posto da ct della nazionale? Se si', allora mi aspetto che continiuate a comprare carne per anni (fino alla Cassazione) dal macellaio gia' condannato e adesso rinviato a processo per sofisticazione di alimenti; e che continuiate a mandare vostro figlio all'asilo per anni (fino alla Cassazione) dal maestro o dalla maestra rinviati a giudizio per pedofilia o per maltrattamenti di minori. Perche' parlare e' un conto, agire un altro. Perche' essere garantisti non vuol dire che dobbiamo farci governare da un premier per 5 anni senza sapere se il processo che lo vede coinvolto lo dichiarera' fra 5 anni innocente o no, questa e' idiozia non e' garantismo, e' impunita'. Un rinviato non e' colpevole, ovvio: ma e' una persona su cui sono stati raccolti diversi elementi che piu' giudici hanno ritenuto tali da dover andare a discuterne in un processo. Fra un rinviato e un non rinviato c'e' comunque una bella differenza, abissale. E comunque, visto che decine di calciatori che Conte ha allenato vendevano e compravano partite senza che lui mai si sia accorto di nulla, per piu' stagioni e in squadre diverse, allora non voglio alla guida della nazionale un incapace al quale gliela si puo' fare sotto il naso in questo modo, un allenatore che, pur essendo notoriamente accentratore, si e' fatto gabbare cosi', senza accorgersi che lavorava in vere e proprie agenzie di scommesse e di compravendita di match.
‪#‎conte‬

08 luglio 2015 - Messaggio di servizio rivolto a: Emanuela Ferlini Stefano Puvia Salvo Imprevisti Paola Baldini Francesca Remmi Luca Cheli e aggiungo in colpevole ritardo Fabio Benedetti (non cito coloro di cui non conosco l'account Facebook tipo Marco Luca Davide Belen... ma siete inviati lo stesso, e' ovvio...!, soprattutto Belen, ammesso che abbiate i requisiti descritti nella sezione "chi puo' partecipare" (Belen puo' venire anche se non li ha); sara' cura della mia concittadina Ferlie Emanuela Ferlini farvi leggere le seguenti illuminanti righe -Ferlie ci conto eh!
Nota preliminare: siccome siamo su Facebook quindi come dire nella piazza principale della citta' col megafono in mano e un neon multicolore lampeggiante appiccicato al cul*, evitero' di precisare i dettagli, ma tanto, memori del nostro precedente colloquio, capirete (spero di non sopravvalutarvi)
Oggetto: Cena aziendale*
*non paga l'azienda, sorry
(precisazione: a volte * indica una nota, a volte lima una parolaccia, spero di non dovervi spiegare oltre questo fatto curioso)
chi puo' partecipare:
dipendenti cococo, cucucu, frafrafra, apprendisti, indeterminati, "neri", part-time, full-time, scaldasedia, freelance, stagisti delle tre note ditte
chi non puo': datori di lavoro
(cfr. Karl Marx, Il Capitale)
Date previste:
ven 31.7
o
ven 7.8
(la decisione verra' presa verso il 25-27 in base alle esigenze prioritarie del padre di famiglia -se non erro l'unico...- e anche del meteo)
voi intanto tenetevi liberi per queste due date...
Questione dei familiari: io, a precisa domanda di Francesca "Cartaigienica" Remmi o di Emanuela "Papa" Ferlini, non ricordo, ho risposto che non portero' Satana ne' Madre di Satana (preferisco vivere e non odio il gestore del locale), ma se voi volete potete, magari evitando cugini oltre il terzo grado e limitando il numero di amanti a 3 a testa; di certo il 28 dovro' avere il numero preciso dei presenti pena squalifica del malcapitato indeciso
location: dove detto, per favorire il gia' citato padre di famiglia (e poi la Ferlie ha detto "ottimo posto" e questo e' un bollo papale ufficiale)
come si dividera' il conto: alla romana (non nel senso di mafia capitale quindi paga tutto il sindaco), di conseguenza il solito furbetto potra' mangiare 4 pizze contando sul fatto che le pagheremo tutti: non sono ammessi algoritmi diversi da quello alla romana o, eventualmente, da quello che dovesse prevedere che chi propone l'algoritmo salda il conto totale con mancia del 10% e salto della morte sulla porta del locale all'uscita cantando tradizionali canti tirolesi
non sono ammesse auto con numero di cavalli superiori a 171 (ehi Salvo, ti e' andata bene)
e' gradita la laicita' o, se proprio non riuscite a lasciare la vostra coscienza a casa, un moderato fanatismo ma senza intenti di proselitismo
portate banconote di vari tagli no che poi con la scusa che avete il pezzo da 500 non volete scucire
e' permesso l'abito dei giorni feriali (donne: gradita la minigonna, non finta pero' col calzoncino traditore)
a tavola niente parolacce tipo sodomia, preservativo, assorbente intimo, fanc*lo etc che io son della citta' e mi fate fare brutta figura
permesso l'uso dei social a tavola (max due device a testa) ma non fra il secondo e il dolce e non si tagga senza la liberatoria del taggando
il primo che arriva al punto di ritrovo (ancora da definire) aspetta; l'ultimo e' quello che aspettera' meno di tutti (Catalano)
al momento dell'ordine evitare please scene tragicomiche tipo vorrei la "bertellotta" ma senza acciughe, con olive al posto del tonno, bianca e non rossa, poco cotta, con wurstel di tacchino e non di porco, senza origano, che allora dite subito che volete la "saporita" senza tonno che facciamo prima dai
vietato fare comunella a tavola, tirare molliche di pane, tenere i gomiti larghi o alzarli troppo, portare zaini ingombranti o libri che parlano di diete
dopocena non e' previsto nessuna discoteca e nessun prive'
alcool permesso, droghe no (si fa eccezione per il maalox -che si consiglia- e per la Ziguli' Forte in blister da 24)

07 luglio 2015 - Non so se avete notato: ieri era caldo ma un filo meno umido, che poi ti frega l'umido, perche' 35 secchi si sopportano. Magra consolazione, ma quando al risveglio ti danno sempre cinque taffoni e poi un giorno son quattro, ti pare un mondo nuovo. Un po' come quando tua moglie e' afona!

06 luglio 2015 - MA IL CIELO E' SEMPRE PIU' BLU
Lasciamo agli altri le conferenze stampa in cui il presidente decide in quale posizione del rettangolo verde un giocatore dovra' giocare, l'arroganza di attribuirsi trofei non in bacheca, le manovre di mercato scorrette e spregiudicate, le furbate e le meschinita'. Noi abbiamo un presidente che al confronto il Carnevale pare una festa triste, ma anche una rosa bellissima, una tifoseria meravigliosa, un album dei ricordi indelebile e ancora tanti sogni per il futuro, un allenatore vecchio amico che e' tornato a casa ed e' caricato a diecimila, due collaboratori fantastici, un grande colpo dell'ultima ora, tanta serenita' e felicita', quella che c'e' sempre sotto il cielo blucerchiato. Perche' a noi piace giocare, e il calcio e' un bel gioco. Un pallone, e via. Non come quelli che vogliono vincere sempre tutto e comunque, e peccato che per farlo si debba anche giocare...
Zenga: "Il momento più bello della mia carriera? Questo: essere l'allenatore della ‪#‎Sampdoria‬ è una cosa meravigliosa".

06 luglio 2015 - SE LEVI LE MANI DAL VOLANTE:
ingrassi (non dimagrisci), il disordine aumenta (non l'ordine), aumenta (non si riduce) la sporcizia, tendi a dimenticare le scadenze, ad arrivare in ritardo, a non restituire i soldi presi in prestito, le cose materiali degradano (non migliorano), l'entusiasmo scema (non aumenta), le nozioni apprese tendono a svanire (non a fissarsi e a precisarsi), la salute peggiora (non migliora), i figli si fanno via via piu' disubbidienti (non diventano piu' bravi), le abitudini rovinano i rapporti (non li rinfrescano), il cibo fa la muffa, il ferro arrugginisce, il denaro del conto corrente sparisce in spese e commissioni, le tessere si smagnetizzano, i filtri non filtrano, gli avversari pareggiano su un rimpallo allo scadere, il bianco si ingrigisce, la polvere ti impedisce di leggere i titoli dei libri, finiscono le mollette per il bucato (ma giu' sul marciapiede puoi trovarne tante, identiche alle tue...), le batterie del sex toy si esauriscono, il criceto muore di fame.
Si chiama destino.
Tieni comunque sempre le mani ben salde sul volante e gli occhi aperti.
‪#‎destino‬

05 luglio 2015 - EMBE'?
Potrei anche dire, come fanno tanti, che questo caldo mi ha stufato. E sarebbe vero: io sotto i 5 e sopra i 25 gradi perdo il 70% delle mie capacita' motorie e intellettive (evitare battute tipo: perdi poco, tanto non e' vero). Non ho voglia di fare nulla, penso a fatica, le sinapsi quando mando l'impulso si girano lentamente e mi guardano sfavate come a dire: embe'? Ma qui se non e' afa che ti secca il polmone e ti brucia la pelle e' temporale o nubifragio armageddon quindi stiamo pure cosi': non si vive, e' vero, si sopravvive, ma almeno si sopravvive. Post realizzato a 33 gradi centigradi, 45% umidita': non si garantisce sulla sua fondatezza. A ben vedere, come per gli altri miei post.

04 luglio 2015 - La felicità è nel differirla, non nell'averla. Nell'averla c'è la noia di averla avuta. (Carmelo Bene)

04 luglio 2015 - QUER PASTICCIACCIO BRUTTO DE VIA... DALL'EUROPA
A me piace la democrazia (non questa, l'altra), adoro i referendum, fosse per me dovremmo votare anche per decidere se mettere o no il senso unico a una via. Ma quello che sta per svolgersi in Grecia non sarebbe regolare nemmeno nei cartoni animati: a decidere se vincera' il si o il no saranno due gatti (lo scarto sara' minimo) eppure moltissimi neppure sanno per cosa votano, alcuni voteranno pure si convinti di avere gli effetti del no... informazione sbagliata e insufficiente, errori, pochissimi giorni, giochetti del governo, nessuno sa niente, si fa terrorismo, in ogni caso sara' un disastro. ‪#‎tuttoilmondoepaese‬

04 luglio 2015 - DISDICI LA RUSPA, PURTROPPO IL TIPO DELLO STUPRO DI ROMA E' ITALIANO...
...ché se quello che si dice abbia stuprato la 15enne a Roma fosse stato un immigrato o un rom adesso il paese sarebbe tutto a cercare di noleggiare RUSPE... Invece il presunto bastardo di merd* (indegno pezzo di merd*, figlio di grandissima putta*a, ma presunto eh, per ora, sia chiaro) e' italianissimo, militare, giovane e, a giudicare dagli elementi raccolti, nei guai fino al collo. Insomma, nei guai si fa per dire: alla fine poi vedremo quanto gli costera' questo giochetto, non ho grandi aspettative, conosco l'andazzo. Francamente, la sua prima difesa (era consenziente), visto come sono andati i fatti e come il tipo si e' comportato dopo, mi e' parsa subito un bell'autogol: poteva trovare qualcosa di piu' decente, ma se sei un genio e trovi una mossa geniale forse allora nemmeno stupri una ragazzina, no?
Io personalmente sono per pene bestiali in caso di stupro (se di gruppo poi superbestiali), eppero' pena raddoppiata alla denunciante se trattasi di provata bufala ella denunciante, perche' a volte purtroppo, sebbene per fortuna di rado, succede pure che qualcuna se ne approfitti (e anche questa evenienza mi risulta particolarmente odiosa, perche' come lo stupro rovina la vittima, cosi' uno stupro inventato rovina il falso colpevole).
Certo non parlo di questo caso, che vede coinvolta una minorenne! e sul quale francamente non mi sembra davvero che ci possano essere dubbi, sebbene siano poi altri a dover giudicare: parlo in generale. Nel caso di Roma mi sembra che le testimonianze e le prove raccolte siano perfino troppo chiare.
Tornando a questo caso, eh gia', e' italiano, che sfiga eh?, io mi chiedo: a) cosa possa passarti per la testa per spingerti a fare una cosa cosi' e per giunta a una ragazzina b) come tu possa sperare di farla franca. Questo al di la' di ogni valutazione morale.
Direi che e' il cervello a disattivarsi, ma ce n'e' uno? Dubito. Hai voglia a dire no alla giustizia sommaria, ma pensa un po' se capitasse a tua sorella... A volte per capire una cosa e' necessario immaginarsela nella propria vita: non tutti sono cosi' evoluti dal riuscire a cogliere la portata di un fatto gravissimo se, per loro fortuna, non li tocca.
Che le potenze celesti aiutino la ragazza e diano tanta pazienza e self control ai suoi parenti.

04 luglio 2015 - ETERNA BERLUSCONEIDE
In questi giorni stanno venendo fuori, ampiamente documentate e provate, tutte le immense schifezze che gia' qualche anno fa noi non a libro paga dell'interessato sapevamo vere, ma che venivano sempre negate da quasi tutti con forza ed indignazione. Per anni abbiamo avuto un premier ricattabile da decine di persone qualunque e dedito a uno stile di vita assolutamente incompatibile con la carica ricoperta, coi proclami fatti, col programma politico presentato, con l'art. 54 della Costituzione, col buongusto e col buonsenso. Non si tratta di moralita', ma di decenza, di coerenza, di onesta', di decoro, di onore, di rispetto. Perche' il discorso tante volte sbandierato dai servitori sciocchi "nella tua vita privata puoi fare quello che vuoi" non vale se facendo quello che vuoi violi leggi su leggi, metti a rischio la sicurezza del paese, trascuri gli impegni istituzionali, sconfessi i valori che dici di difendere con uno stile di vita ad essi opposto, racconti decine di volte menzogne ai tuoi elettori e cittadini per coprire le tue malefatte. Un put*anaio di Stato bello e buono. Si nascondano tutti quegli indegni servi che per anni hanno difeso a spada tratta l'indifendibile con argomenti idioti e veemenza ben retribuita se non a volte addirittura esercitata a scopo di volontariato sociale.
‪#‎berlusconi‬ ‪#‎rubyter‬

04 luglio 2015 - ESTATI CULTURALI
Finalmente sabato! Ho avuto una settimana particolarmente intensa: per ben due volte ho dimenticato il cellulare in casa e me ne sono accorto una volta in strada.
‪#‎scale‬ ‪#‎35gradi‬ ‪#‎noascensore‬ ‪#‎marcio‬
Certo nulla in confronto a chi negli ultimi dieci giorni ha partecipato a stimolanti incontri con personaggi famosi, appaganti convegni sui temi piu' estivamente interessanti, frequentate presentazione di libri perdibili, giornate di mare a seccarsi la pelle torturando gli angoli di best-seller rosa o spionistici, pranzi di pesce e vinello bianco ghiacciato al risto sulla spiaggia, fatue seratine in disco, mercatini e bancarelle etno-antiquariato-regionali sempre uguali nei secoli dei secoli amen, feste e festicciole, apericena e colazioni di lavoro, partenze o ritorni dalle vacanze con tribu' di mocciosetti agitati e bagagli strizzati al seguito, raduni, meeting, assembramenti vari, altri ed eventuali cazzeggi estivi.
Vorrei stupirvi con effetti speciali ma il marziano che non mi ha dato la precedenza alla rotonda di Turigliano (bastardo) non ha voluto farsi fotografare: dice che con questo sole abbacinante il verde in foto fa malato di stomaco.
Adoro le stupendissime e laccatissime occasioni sociali dei tardo pomeriggi e delle serate estive; adoro confrontare con altri individui variamente selezionati abbronzature, acconciature, montature, tirature e griffature; nella mia personale classifica queste opportunita' di socializzazione vengono subito dopo i tamponamenti e le malattie infettive ignote a i medici occidentali.
L'estate e' la piu' falsa delle stagioni, e' davvero putt*ana; l'inverno e' cattivo e vendicativo, la primavera e l'autunno, date ormai per disperse (non esistono pu' le mezze stagioni, signora mia), erano comunque rispettivamente illusoria e triste. Vivaldi ha forse scritto uno dei romanzi neri migliori di sempre, ma sullo spartito.

03 luglio 2015 - Rosanna Gandolfo - due parolette in confidenza sul mio recente incontro con sua eminenza...
Dopo il pezzo sull'ammmore potrei fare anche un pezzo sul "papa" ma, sebbene la fantasia non mi manchi e nemmeno l'intuito (quanto a modestia poi sono il ras del quartiere), lo conosco davvero poco per ora. L'incontro e' stato casuale; meglio cosi', comunque, sebbene io andassi di fretta, perche' visto l'andazzo rischiavo seriamente di fare la sua conoscenza direttamente sulla terrazza di un ospizio in una delle lunghe ore di un pomeriggio senza Giletti in tv. Non so se usa questo social perverso e se mi legge, se e' vendicativo e irascibile, se ha gia' ucciso altri contatti prima di me e per quali motivi, e so poco di lui se non per via indiretta (tu), chissà se obiettiva!
Al momento posso solo dire questo, ma prego il pubblico dei miei numerosi lettori (2, e non conto la mamma) di considerare che sto giudicando una persona con la quale sono stato in contatto diretto (uno di fronte all'altro, e lui in posizione di lieve superiorita', sulla pedana di un dehors) per meno di 300 secondi: pare tranquillo e simpatico; equilibrato; riservato. Capisco che ti possa piacere; e' un tipo che si nota, magari anche contro la sua volonta', non so, ma si nota. Pensavo facesse palestra abbestia, ma mi dici di no; comunque, facendo un rapido e parzialissimo raffronto con me, che so essere stato segretamente per anni il tuo riferimento principe in fatto di uomini sexy, ha un braccio che e' il doppio del mio (mi pare), e qualche capello in piu'... giusto quei 700-800 miliardi a centimetro quadrato. Ma soprattutto, data l'imponenza del fisico notevole e di grande impatto (per tutte le donne, e per quegli uomini che dovesserro sbatterci contro), piu' che un "papa", devo dire che francamente mi pare... una guardia svizzera!
Capiremo presto se tende al laissez faire o se uccide senza prima fare domande.

03 luglio 2015 - (Elisa G.) Ho la bellezza di 29 gradi in camera. Yu uh yu uh.
Mi piace · Commenta ·
Condividi · @xKaaos on Twitter

Mauro O. e la chiamano estate
Mi piace · Rispondi · 1 · 10 h

Elisa G. O sauna
Mi piace · Rispondi · 3 h

Mauro O. Ho preso il tuo commento "O sauna" come l'attacco di una poesiola, perdona la follia forse innescata dalle tre decine di gradi che ci assediano il polmone in queste ore di miraggi sull'asfalto che fuma.

O sauna, bramoso ti inseguo l'inverno
in lussuosi resort e centri termali
per perdere un filo di peso
e aprire e spazzare i miei pori
l'estate ti ho gratis 24 ore
e rinchiuso in casa piango sudore
sognando fresche irlande e nordici fiordi
dell'ozono maledico e scomunico il buco
Mi piace · 1 · 51 min

Elisa G. È assurdamente bella xD


03 luglio 2015 - COOMING SOON - A breve, su questi media, l'attesissimo delirio sul tema: PERCHE' LA ROUTINE PER UN MASCHIO E' PURA GODURIA E PER LA DONNA L'ANTICAMERA DEL DOLORE ETERNO? PERCHE' FARE DUE VOLTE LA STESSA COSA PER UN UOMO E' CONFERMARE UN SUCCESSO MENTRE PER LA DONNA EQUIVALE A DESIDERARE UNA MORTE RAPIDA E INDOLORE?
Lo so, state ancora leccandovi le dita dopo aver letto il pezzo su: LA MALATTIA DELL'AMORE pubblicato sul blog Giallolampeggiante questa sera e adeguatamente pubblicizzato su Facebook; e ancora non credete di poter avere accesso a simili piacevolezze letterarie senza vedervi eroso il credito sulla sim. Avete appena capito di cosa si tratta quando si parla di amore che gia' vi anticipo un pezzo sulla ROUTINE: questo terribile mostro a due teste e cento denti affilati che per gli uomini e' vita, per i bimbi gioia, per gli anziani sicurezza, mentre per le donne e' l'inferno sulla terra. Giuro, non vi chiedero' mai denaro, entrate pure nel blog che lampeggia, l'esperienza non vi segnera' economicamente, al massimo potreste perdere un po' di lucidita', ma opachi, dopotutto, si vive meglio: da opaco non rifletti! E chi non riflette non si fa problemi.
.....e, naturalmente, sta cuocendo in forno anche la promessa ramanzina per gli arroganti padroni di cani, gatti, serpenti e piranha.

03 luglio 2015 - Cliccando sul link sottostante avrete accesso, senza oneri, alla godibile fruizione di una veloce analisi avente per oggetto una delle malattie piu' gravi e sottovalutate di sempre: l'amore. Leggerla non vi rendera' immuni; forse, un po' meno patetici. Evidenzio alcuni sintomi, meno il can per l'aia e giro il coltello nella piaga, ma non rispondo a tutti i quesiti: nemmeno la scienza puo' vantarsi di averci capito granche'. Ma di certo l'LSD continua ad avere un rivale temibilissimo.
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2015/07/la-malattia-dellamore.html?spref=fb

01 luglio 2015 - L'ANNOSA STORIA DEI 49 MILIONI DI FORMIGONI (OVVERO: STAI A VEDERE CHE IO, DISCRETO MORTO DI FAME, SONO PIU' RICCO DI FORMIGONI)
A Formigoni (ex governatore Lombardia) venivano sequestrati, mesi fa, beni per 49 milioni di euro (oh yes, quarantanove: un precario di call center per guadagnarli dovrebbe fare telefonate per 5104 anni, ci pensate alla nostra rottura di coglion* a rispondere al telefono per cinque millenni?). Formigoni replicava serafico dicendo di non possedere case in Sardegna, ma solo tre auto normali (Mito,Panda,Multipla) e due conti correnti, uno con un saldo di 18 euro e l'altro in rosso di 75mila euro. Oltre a 4 piccoli appartamenti tutti ereditati e in comproprieta' coi fratelli. Il Gip all'epoca asseriva: "Ha avuto la disponibilità di ingenti somme di denaro in contante non giustificate dai suoi legittimi introiti”. Io non so chi ha ragione. Se Formigoni ha 49 milioni di euro, mi chiedo: come li ha fatti? sarebbe interessante che ce lo spiegasse, giusto per imparare da chi e' piu' in gamba di noi. Se invece ha quel che dice, mi chiedo: possibile che in tanti anni di stipendi ragguardevoli non abbia messo da parte nulla? In questo secondo caso, che preferisco, io sarei piu' ricco di Formigoni, eredita' a parte: una figata! Quando sapremo dove sta la verita'? Vi prego, arrivate a un punto fermo prima della terza guerra mondiale, siamo divorati dalla curiosita'; fra le due ipotesi, in fondo, c'e' appena una differenza di... circa 49 milioni di euro.

01 luglio 2015 - UN RINVIO A GIUDIZIO NON E' UNA CONDANNA MA NEMMENO ACQUA FRESCA
Tavecchio: "rinvio a giudizio di Conte non e' condanna." Conte non si dimettera' da ct in caso di rinvio a giudizio per il calcioscommesse. D'accordissimo: rinvio non e' condanna, ci mancherebbe. Ma rinvio a giudizio non e' nemmeno proscioglimento. Siamo garantisti, ok. Ma, coi dovuti paragoni, se un maestro d'asilo viene rinviato a giudizio per pedofilia, tu continui ad affidargli tuo figlio fino alla Cassazione? O auspichi che si sospenda in attesa di chiarire la sua posizione? E poi Conte ha gia' una condanna alle spalle (10 mesi poi ridotti a 4). Dovrebbe dimettersi se rinviato? Non saprei che dire, osservo solo che un eventuale rinvio a giudizio per frode sportiva (dopo una precedente condanna per "omessa denuncia", e lasciamo perdere) non sarebbe acqua fresca. Speriamo non venga rinviato, perche' se lo fosse far finta di nulla non sarebbe secondo me proprio corretto.

30 giugno 2015 - Salvarsi da una retrocessione in una serie inferiore o vincere uno scudetto perche' compri le partite (o corrompi l'intero sistema), ma io dico, che gusto ha?
Se lo fai saresti da sbattere 10 anni effettivi in isolamento e radiato a vita non tanto per averlo fatto, quanto per averci provato gusto. Vincere col trucco puo' dare soddisfazione solo a un malato. Con lo sport non hai niente a che fare, merdacc*a. Vattene!
Rivolto a tutti quelli che lo hanno fatto, e sono tanti, in un passato recente e in quello meno recente. E sono ancora in giro, e pontificano. Ti tocca sorbirti ancora la loro facciaccia di corrotti bastardi, spesso in tv! E si beano ancora di quel che hanno vinto rubando a mani basse. Direi facce come il sedere, se non fosse che in molti casi il sedere e' considerevolmente meglio.

29 giugno 2015 - IL TEXAS FA I CAPRICCI
Alcuni funzionari pubblici del Texas si rifiuteranno di sposare due uomini o due donne per "obiezione di coscienza". Resto del parere che se fai il medico o lavori nel pubblico l'obiezione di coscienza puoi mettertela in tasca; se non ci riesci cambia lavoro, fare l'ortolano non ti porra' problemi di questo tipo. E mi riferisco anche ai medici e ai farmacisti che si rifiutano di somministrare la pillola del giorno dopo alle ragazze che la richiedono: avete sbagliato mestiere. La religione e' un fatto intimo; se influenza il tuo lavoro (per giunta, male), cambia lavoro. I diritti civili, le leggi di un paese civile, l'uguaglianza degli esseri umani sono un'altra cosa.

28 giugno 2015 - E DILLO SUBITO , NO....
Il tizio che nei dintorni di Lione ha staccato di netto la testa del suo capo, l'ha infilata su un'inferriata con una bandiera dell'Is accanto e ha cercato di far esplodere un impianto industriale non e' un terrorista (cosi' dice): aveva solo avuto "screzi" con il capo e "difficolta'" con la moglie. Questo mi tranquillizza moltissimo, come cittadino: a me interessa sapere il motivo per cui tizi tranquilli vanno in giro a staccare teste, e se il motivo e' ragionevole, mi rassicuro. Tenuto poi conto che era pure una persona "tranquilla" e un padre "amorevole", il fatto di aver decapitato uno ma non in nome del califfato dovrebbe garantirgli un bel po' di sconticini sul totale.

28 giugno 2015 - L'unica ragione per la quale non auguro ai tanti omofobi di merd* che conosco di generare un figlio omosessuale e' che non voglio condannare un figlio all'infelicita' che avere un padre o una madre cosi' idiota gli assicurerebbe.

27 giugno 2015 - NUOVI NAZISMI CRESCONO - QUESTI NON SONO ESSERI UMANI, MI SPIACE DIRLO MA E' COSI'
Quel ragazzotto bianco di Charleston che entra in Chiesa e sparando a casaccio ammazza nove fedeli afroamericani. Quei "terroristi" che decapitano "infedeli", uccidono col mitra turisti inermi che prendono il sole sulla spiaggia, si fanno saltare in aria in musei, piazze, autobus, sterminano giornalisti e disegnatori, girano video dell'orrore a scopo propaganda. Fanno tutto questo perche' hanno avuto un'infanzia difficile? Perche' sentono le voci? Perche' sono stati influenzati da letture e religioni malate? Per vendicarsi del colonialismo occidentale? Per combattere chi non crede ai loro dogmi e quindi e' un infedele? Perche' sono malati di mente? Perche' sono convinti in questo modo (trattengo il sorriso dato il tema) di conquistarsi la vita eterna (di sicuro avranno le maledizioni eterne)? Non so. Nemmeno so bene che dire, tutte le volte e' la solita storia. Non sono esseri umani, questo e' per me un punto fermo. Ne hanno le fattezze esteriori, il corredo genetico, la percentuale di carbonio e acqua probabilmente, sembrano esseri umani in tutto e per tutto a vederli cosi', ma non lo sono, o non lo sono piu'. L'essere umano, pur con tutti i suoi difetti (alcuni davvero enormi), non si comporta cosi'. Sono bestie? Se supponiamo che non abbiamo un cervello umano, si'. Ma siccome ce l'hanno, sono sub-umani, perche' non voglio offendere le bestie, che spesso si comportano bestialmente ma non hanno i nostri stessi strumenti e quindi sono "scusabili". Questi sub-umani che tolgono la vita con la stessa naturalezza con cui si sbattono gli occhi non meritano rispetto, anche se non rispettarli potrebbe spingere qualche genio ad affermare che ci poniamo sul loro stesso piano. Il punto e' che, se mai puo' esistere una ragione per uccidere un tuo simile, qui davvero non ne vedo, vedo solo tanta barbarie, ignoranza, vedo cervelli piccoli e imbottigliati in piccole lattine foderate di dogmi senza senso, vedo occhi spenti, sguardi persi, cuori avvizziti, vedo automi senza anima, involucri senza ripieno; vedo ex-persone imbracciare fucili, armarsi di bombe e sopprimere la vita di un estraneo, disarmato, in bermuda, e con la sua vita innocente anche la vita di tutte le persone che la vittima ha conosciuto, amato, generato: pensate ai figli piccoli di quelli che sono morti, alle moglie a i mariti, ai fratelli, tutte vite rovinate, finite, macchiate da questa inumana escrescenza. Tu sopprimi una vita ed e' come se sopprimessi un mondo intero ogni volta, il mondo che ciascuno di noi e'. Si tratta veramente di una barbarie senza fine e senza scusanti, e chi in passato ha fatto le stesse cose, nel corso dei secoli, dovrebbe avere il buon gusto, oggi, di astenersi da commenti troppo cattedratici. Il punto e' che disprezzare la vita degli altri ti pone subito, irrimediabilmente e senza discussioni, per cio' stesso, al di fuori dell'umanita'. Mi spiace, ma e' cosi'.

27 giugno 2015 - DOPO DUE MARTINI E GHIACCIO ECCO COSA PRODUCO
Un amico dice che scrivo post troppo lunghi e che se scrivessi post piu' corti avrei piu' lettori. Quindi, estremizzando, se non scrivessi affatto avrei per lettori tutti gli abitanti del pianeta: intrigante prospettiva.

27 giugno 2015 - MI ACCUSANO DI SCRIVERE POST TROPPO LUNGHI. OK. VI RIASSUMO LA DIVINA COMMEDIA IN DIECI PAROLE DIECI
Un amico mi dice: scrivi post troppo lunghi, se scrivi meno ti leggono piu' persone.
Ok, a volte scrivo post lunghi (specie quelli sul blog Giallolampeggiante), ma scrivo anche post medi, post brevi, o tweet (max 140 caratteri): dipende da quel che ho da dire, certo scrivere mi piace. E poi anche gente molto brava si e' spesso lasciata andare, vedi Dante, Tolstoj o Proust, non si puo' chiedere a me, umile imbrattacarte, l'autocontrollo che questi giganti non avevano!
Io penso che se faccio pane cattivo, basta una boccata per cambiare aria; se faccio pane buono, non ci si lamenta se ne faccio due filoni in piu'. Chi odia come scrivo, stara' comunque alla larga; chi apprezza, leggera' i post brevi e quelli lunghi (ragazzi, al limite state due minuti in meno su youporn, dai!!!!)
ATTENZIONE: a questo punto potete smettere di leggere questo post. Continui solo chi ha voglia: dirò cose non essenziali.
Per venire incontro a chi adora la sintesi, diro' che di recente ho scritto:
-un post in cui affermo che e' meglio farsi operare piuttosto che sposarsi;
-un post in cui fraternizzo e solidarizzo con quella merd* fottuta di cerebroleso che due notti fa ha compiuto un atto vandalico sulla mia auto;
-un post in cui brutalizzo i meteorologi...
-un post in cui metto alla berlina la schizofrenia di chi "si spoglia" su Facebook e poi si inquieta se gli guardi il mignolo.
Ehi, in dieci righe vi ho riassunto dieci pagine, siete contenti adesso?
Allo stesso modo potremmo dire che la Divina Commedia e' Dante che si fa un giretto turistico per l'aldila', Guerra e pace descrive lunghe battaglie e intreccia tantissime storie di personaggi diversi, e che nelle tremila pagine della Recherche di Proust (non e' quel francese che guidava le monoposto...) il tempo scorre veloce e alla fine Marcel diventa scrittore.
Tutto questo per dire: se vi annoio non c'e' niente da fare, avete gusti pessimi! Se invece vi diverto, 100 righe son meglio di 80:-)
Questo stesso post avrebbe potuto essere cosi' strutturato: un amico dice che scrivo post troppo lunghi e che se scrivessi post piu' corti avrei piu' lettori. Quindi, estremizzando, se non scrivessi affatto avrei per lettori tutti gli abitanti del pianeta: intrigante prospettiva.
Quest'ultima vaccata formera' un post autonomo: a leggermi fin qui infatti sarete giunti giusto in due o tre, e non posso permettervi di perdere questo nonsenso che ho appena partorito dopo due martini bianchi on the rocks. Quindi oltre che del prolisso potrete pure darmi del ripetitivo, da oggi in poi.

27 giugno 2015 - Dopo la storica decisione della corte suprema USA sul diritto al matrimonio come diritto fondamentale di tutti, molti vip (es: Di Caprio, Zuckerberg) hanno cambiato la loro immagine del profilo per manifestare la loro approvazione. Io non ho bisogno di cambiarla, l'arcobaleno e' con me da sempre.

27 giugno 2015 - La Corte suprema degli Stati Uniti oggi ha stabilito che il matrimonio è un diritto sancito dalla Costituzione anche per le coppie omosessuali, ed è quindi legale in tutti gli Stati del Paese.
L'amore vince.
Cari omofobi, la civilta' avanza inesorabilmente. Questione di tempo, ma la meta e' certa.

27 giugno 2015 - LA TORTURA CHE E' SALVINI
Salvini (Lega Nord): "No al reato di tortura, polizia deve fare il suo lavoro".
Premetto che per me e' gia' tortura dover ascoltare le cazzat* quotidiane di Salvini.
Osservo che secondo Salvini non e' giusto che quello di tortura sia un reato comune, punibile con la reclusione da quattro a 10 anni e ascrivibile a chiunque «con violenza o minaccia ovvero con violazione dei propri obblighi di protezione o assistenza, intenzionalmente cagiona a una persona a lui affidata, o comunque sottoposta a sua autorità, vigilanza o custodia, acute sofferenze fisiche o psichiche» per «ottenere informazioni o dichiarazioni, per infliggere una punizione, per vincere una resistenza» o «in ragione dell'appartenenza etnica, dell'orientamento sessuale o delle opinioni politiche o religiose».
Io direi invece che e' poco, perche' formulata cosi' parrebbe che che il reato scatti solo nel caso la vittima sia affidata alla vigilanza del presunto colpevole, il che escluderebbe per esempio di poter punire fatti vergognosi tipo quelli della Diaz.
Allo stato attuale il reato di tortura in Italia non e' previsto, e questo e' uno dei motivi per i quali molti ci considerano giustamente barbari e incivili.
‪#‎salvini‬ ‪#‎diaz‬ ‪#‎tortura‬

26 giugno 2015 - Caro vandalo mio bello, teppistello mio, trottolino amoroso, e du du da da da, ti adoro, I like you very much, mi stai simpatico una cifra, ti quoto fratello, sei giusto!, vorrei tanto conoscerti per aumentare con un pezzo unico quale sei tu la mia collezione di conoscenti del cazz*, vorrei tanto parlarti di persona per vedere cosa si prova ad interagire con una forma di vita basata sul carbonio ed edificata sulla merd*. Per questo ho deciso di scriverti col cuore in mano questa lettera commovente che spero apprezzerai sinceramente. Clicca sul link giallolampeggiante per leggermi, amore!
http://mauroarcobaleno.blogspot.com/2015/06/lettera-al-vandalo-che-mi-ha-forato-lo.html?spref=fb

25 giugno 2015 - COMING SOON: LETTERA APERTA A UN CRETINO
Si, io, proprio quello che vi ha promesso una forbita dissertazione about love e una mordace (mai termine fu piu' appropriato) invettiva contro i padroni di cani, avendo ieri trovato la sua auto danneggiata da un anonimo vandalo, presto scrivera' al cerebroleso di cui sopra una lettera aperta e tosto la pubblichera' su FB.

24 giugno 2015 - COMPRAVENDITA DI PARTITE
Fino a quando non saranno previste pene personali severissime per chi vende o compra partite (per salvarsi dalla retrocessione, per vincere il torneo o per scommettere sui singoli eventi sportivi taroccati) l'attuale andazzo andra' avanti e ogni estate avremo questo bello spettacolino indecente di classifiche riscritte a tavolino durante i mesi di luglio e agosto. Oggi, se un giocatore compie un illecito, anche all'insaputa della societa' sportiva per la quale e' tesserato, la squadra si becca come minimo diversi punti di penalizzazione; se lo commette un dirigente, viene retrocessa. La chiamano responsabilita' oggettiva, ma ditemi cosa cavolo c'entrano una città e una tifoseria tutta per meritarsi punizioni cosi' severe per cose che non hanno fatto. Il giocatore e il dirigente beccano pene ridicole, che vengono poi generalmente ridotte nei gradi di giudizio successivi; dopo qualche anno sono di nuovo in campo o a dirigere o, peggio, a pontificare in tv. Io sarei invece per stabilire che chi si macchia di colpe cosi' gravi in assoluto, e addirittura gravissime per un uomo di sport, debba fare 5 anni di carcere in isolamento senza sconti con successiva radiazione unita al divieto a vita di assistere a qualsiasi manifestazione sportiva. Se poi devi proprio punire anche la squadra, sottraendo trofei vinti con l'inganno, fallo, ma intanto stronca il vero colpevole! E prevedi mega risarcimenti in denaro che il colpevole dovra' versare alla squadra stessa (es: hai causato la retrocessione della tua squadra intrallazzando? Bene, risarcisci squadra e citta' con 30 milioni di euro). Se si vuole, il malaffare si stronca. Ma si vuole? A giudicare da quel che accade, non si vuole davvero.

24 giugno 2015 - Ho davvero un debole per il lavoro: starei ore a guardarti mentre poti quegli alberi.

24 giugno 2015 - Diffida di chi non fa mai colazione: verso le 11 sara' cattivo e nervoso. Diffida di chi fa colazione: verso le 11 sara' affamato e nervoso. Diffida, insomma.

24 giugno 2015 - NON ESCO SENZA GUARDARLE
Sempre piu' utili le previsioni del tempo. Sito A: pioggia moderata prima di cena e poi alle 2-3 di notte, senza temporale - Sito B: rapido passaggio temporalesco nelle prime ore della notte - Sito C: temporali e corpose quantita' di pioggia la mattina verso le 11 e poi dalle 20 alle 3 e comunque acqua e sole tutto il di' - Sito D: notevolissime quantita' di pioggia con temporale verso mezzanotte.
Ok, non ce n'era uno che desse sole pieno, applaudiamo convinti. E molti ce la prospettavano brutta in tarda serata. Ma per tutto il giorno, sino alle 23, non si e' vista una goccia, nemmeno dai vasi della vicina di sopra... e poi dalle 23,30 alle 0,30 un bel temporalone tosto.
Naturalmente, anche stasera la solita beffa di andare sul sito in cui sino a venti minuti prima si indicavano quantita' minime e nuvolette banali e trovare, nel bel mezzo del temporale, le solite icone coi fulmini a prendere per il sedere.
Non parliamo poi di due domeniche fa: allerta arancio (!), 4 gocce in 24 ore lungo un'ampia fetta di fascia costiera.
E mettiamoci pure che negli utlimi giorni le nuvole coi fulmini erano disseminate qua e la', sulle accattivanti mappe dei siti specializzati, ma non si e' visto un solo temporale (al lupo al lupo poi non ci credi piu' e la nonna fa una brutta fine).
Ora, non so per voi, ma per me fra pioggia debole/moderata e temporalone con forte pioggia, fulminazioni intense, forti raffiche di vento e magari grandine c'e' una notevole differenza in termini di impatto.
Dice l'esperto: i temporali sono quasi impossibili da prevedere, si sa forse un'ora prima (notare il "forse"). Detto questo, pare evidente che le previsioni servono a poco, giusto a discriminare fra due situazioni basiche: 1. "sole" e 2. "forse piove, anzi e' probabile, non so dirti l'ora ne' quanto, ma anche diluvia e magari fulmina, lo scopriremo solo vivendo".

23 giugno 2015 - CHE POSTO INCANTEVOLE!!! MA DOVE SEI? FATTI GLI AFFARI TUOI!
Non sapete quanti su Facebook (anche tu, ammettilo) seguono questa dinamica poco comprensibile: scrivono "non sapete cosa mi e' successo, che schifo, sono davvero giu'." Poi, se tu, preoccupato o incuriosito, chiedi cosa e' successo, ti dicono: curiosone! Oppure postano alte lodi e massimo giubilo perche' hanno avuto una bella notizia (tipo: la pagella del figlio con tutti 8) ma per farli parlare di quel che e' successo occorre quasi violentarne l'intimita'. O, ancora, postano foto da sherazade dicendo come si sta bene, non torno piu', che paradiso, che bello, poi se ti azzardi a chiedere ma dove sei si rivoltano come serpi impazzite quasi come se ti fossi permesso di chiedere loro il pin del bancomat.
Un po' di equilibrio, ragazzi!
Se vuoi renderci partecipi di una cosa o di una location, fallo, altrimenti non parlarne sui social! Oppure metti in palio un premio per chi indovina la bella o brutta notizia o il posto in cui ti stai sollazzando alla facciaccia nostra. La schizofrenia e' bella, ma nei film, non sui social!

22 giugno 2015 - SE TI CHIEDI
se ti chiedi se sei felice o cosa e' la felicita', vuol dire che in quel momento non sei felice
se ti chiedi, davanti al pos del negoziante, se hai abbastanza soldi sul conto, significa che sei un morto di fame
se ti chiedi se la ami ancora, non la ami piu'
se se lo chiede lei, gia' non sta piu' con te da un mese e non te n'eri accorto
se ti chiedi se hai abbastanza benzina nel serbatoio per arrivare a casa, la prossima volta metti piu' di 5 euro, pezzente!
se ti chiedi se ce la farai a passare un'esame, non presentarti neanche
se ti chiedi se tuo figlio capira' le ragioni delle tue ramanzine e delle tue punizioni, non ricordi nulla della tua adolescenza
se non ricorfdi nulla della tua adolescenza, forse e' perche' sei rimasto un adolescente anche a 40 anni
se ti chiedi come si calcola l'area del triangolo vuol dire che a scuola sbirciavi le te*te alla compagna di fianco invece di guardare la lavagna
se ti chiedi come mai ti ricordi ancora e perfettamente come si calcola l'area delle piu' note figure geometriche, e' perche' a scuola eri cosi' coglio*e che guardavi sempre e solo la lavagna
se ti chiedi se tua moglie e' contenta di te ti fai una domanda inutile
se ti chiedi se piovera' non uscire
se ti chiedi quando morirai, toccati subito (non funziona ma e' meglio farlo)
se ti chiedi se ce la farai ad arrivare a fine mese con lo stipendio, guarda che oggi e' appena il 14...
se ti chiedi tutte queste cose forse e' meglio che ti curi; ma alla tv non danno nulla, porcapaletta?

21 giugno 2015 - LA VIRGOLA
Oggi ci eravamo dati appuntamento sul lago, lo so. Per quel rinfresco all'aperto in stile vittoriano di cui mi parlasti sabato scorso in caffetteria; eravamo con Helmar, ricordo bene. Volevo venire, ti giuro: gia' al risveglio non pensavo ad altro. Le poche nuvole bianche nel cielo terso e celeste, il vento fresco dell'estate, le foglie degli ulivi a illuminare il volto dei passanti, il lago calmo e serafico, come noi non riusciamo piu' a essere da quel brutto giorno sulle Alpi che ha segnato uno spartiacque nell'intimo nostro. Poi mi sono seduto alla scrivania, ho preso in mano la penna e il mondo esterno non c'era piu': sono stato al lavoro tutta la mattina per aggiungere una virgola, e nel pomeriggio l’ho tolta.
(grazie a Oscar ‪#‎Wilde‬)

21 giugno 2015 - HOUELLEBECQ NEL MIRINO
Presto mi tuffo di nuovo in Michel Houellebecq (ce la faro' gia' stasera? Non so, alle undici crollo in quello stato comatoso e inutile che wikipedia definisce sonno; dormire e', in breve, perdere tempo, purtroppo il sonno ancora mi e' necessario: ci sto lavorando ma senza frutti apprezzabili che non siano il rincoglionimento serale sempre piu' precoce). Per rileggere quel che gia' ho letto, e leggere quel che ancora non ho potuto prendere nemmeno in mano. Lo so, ora e' di moda, dopo il fattaccio di Charlie Hebdo, ma allora non avete capito nulla di me. Il suo primo romanzo (Estensione del dominio della lotta) e' incredibile, ricordo che anni fa quando lo lessi dopo cinque - sei pagine avevo gia' capito che avrei comprato tutto di Houellebecq. "Le relazioni umane diventano sempre più difficili, ciò che riduce di conseguenza la quantità di aneddoti di cui una vita è composta".
Solitamente i contemporanei non popolano il cielo dei miei interessi letterari (escludo me stesso per decenza), ma eccezioni ce ne sono. Il fatto di essere morto di certo aumenta la probabilita' di uno scrittore di esser letto da me; se suicida, la potenzia: i fatti dicono questo. Ma non e' una regola, forse e' un caso. E poi c'entra il fatto che un'opera si giudica sulla media o lunga distanza, non prima, rare eccezioni escluse.

19 giugno 2015 - Stai piu' attento, disse mamma tonno al figlio che si era tagliato con un grissino.

18 giugno 2015 - COMING SOON: SUI PADRONI DI CANI E GATTI
Lo so (illuso) che aspettate (ehhh) con trepidazione (ihhhh) l'annunciato testo about love (che poi vor di' "sull'ammmore"), adesso se avete ancora spazio in memoria per favore aspettate, da questo momento in poi, e con ansia, anche un postino (non nel senso di portalettere ma di post non lunghissimo) sul tema: perche' chi ha un cane pretende che io mi debba fidare a prescindere di lui e anche del suo cane e quindi stare calmo e indifferente mentre mi imbratta il vestito di fango e umori (il cane, non lui) o mi ringhia cattivo a cinque centimetri dal polpaccio o dai gioielli di famiglia (dipende da quanto fa al garrese) o si avvicina, con fare amichevole, ma troppo al viso di mia figlia ventunmesi? Puo' il semplice possesso di un cane, unito all'amore per animali e natura (ma quello lo provo anch'io, e forte, anche se non mi porto un cipresso in salotto pero') spingere una persona a pretendere dagli altri un comportamento che e' solo assurdo pensare di poter pretendere?
‪#‎cani‬ ‪#‎gatti‬ ‪#‎padroni‬

18 giugno 2015 - TRANQUILLI, E' ANCORA VIVA E LOTTA ASSIEME A NOI
Ieri ho fatto un post in cui ho detto che avrei voluto ammazzare mia moglie ma che non l'avrei fatto perche' faceva troppo caldo e poi avrei dovuto pulire tutto io (non sono capace di uccidere senza sporcare un po', lo so e' un difetto, con la mia ex feci un macello e ci misi settimane per riportare i luoghi allo stato precedente).
Ho condito il tutto con un paio di emoticons (faccine) per evitare che il solito genio prendesse troppo sul serio la cosa e chiamasse la polizia (sul giornale: "bruto annuncia uxoricidio su Facebook ma era uno scherzo, indagato per turbativa di menti imbecilli"). Al di la' di questo non ho specificato il motivo per il quale avrei voluto commettere uxoricidio, ma dopotutto ne serve davvero uno preciso e fondato? E poi son genovese, io non butto via niente! Che poi la devono pensare cosi' in molti, dato che spesso il non voler buttar via niente e' anche il motivo per il quale alcune persone che conosco, una volta nate, sono state allevate e portate quantomeno alla maggiore eta'.
Ma non e' questo il punto. Il punto e' che nessuno ha commentato, ne' per cercare di farmi cambiare idea ne' per condividere la boutade (se scrivo troppo difficile ditemelo, e' che sono vanitoso e ho il termine straniero facile, anche se non parlo altre lingue oltre all'italiano, sempre che non venga in mente a qualcuno di elevare allo status di lingua i versi che si fanno di solito sulla poltrona durante una partita di calcio).
Oh, appena si fa un post un po' spinoso tutti allontanano la manina dalla tastiera per paura di pungersi, che social di personcine riservate, sobrie e misurate, che ambientino di gentiluomini beneducati e di squisite gentildonne, e io che pensavo che foste tutti fancazzisti come me!
O forse, rassicurati dall'affermazione secondo cui ci avevo ripensato, avete detto: e' sempre il solito, cambia idea ogni cinque secondi, e' inaffidabile, non puoi mai contare su di lui.
‪#‎moglie‬ ‪#‎uxoricidio‬


17 giugno 2015 - Ammazzerei mia moglie 😱ma poi mi tocca pulire (...) 😜Fa troppo caldo, rinuncio. Il buco nell'ozono l'ha salvata, vedi che a qualcosa serve? (Il senso della prima frase lo capiscono in pochi, stai sicuro)

17 giugno 2015 - REAZIONI AL GREMBIALE (NON TI VERGOGNI A PRENDERE PER IL BAVERO UNA PERSONA MALATA?)
1. Chi ha fatto notare la pancia (che non si vede, perche' trattengo il respiro come Folco Quilici senza bombole, ma insomma chi ha occhi di lince ha notato qualche linea non proprio tesa sotto l'ascella; non puo' che essere donna una tal pignola)--
Che originalita'. Se si fosse vista pure la testa avresti detto pancione pelato, o pelato di merd*. Efficace ma originale come Salvini che invoca le ruspe o come il Berlusca che vaneggia di giustizia ad orologeria. Pensi davvero che mi interessi qualcosa se sono 15 kg su o 15 kg giu'? Se mi interessasse non avrei fatto la foto no? O ti avrei postato quella da gran figo del matrimonio: ragiona, non e' difficile. Andare in palestra non e' un'impresa (altrimenti vivremmo circondati da geni), stai pure meno ore a casa a romperti le balle con moglie e figli, e cazzeggi con gli amici, un drinketto, due stronzate, la lampada, ti depili, la Harley, gli occhiali da sole e il ciuffo scolpito, wow che figo! E' che non mi attira tutto cio', che vuoi farci: avro' un baco nel dna. Mai ricevuto coppe o trofei quando stavo bello magro (la mensola del caminetto e' vuota), cosa vuoi che mi importi adesso se l'unico motivo per cui non fatico a vedermelo e' perche' modestamente dispongo di strumentazioni riproduttive importanti? La mia pancia e' la tettoia del parco giochi. E comunque sono anche tanto malato, non volevo dirlo ma adesso devo farlo, faccio outing su Facebook, assumo cortisone da mesi, sono disperato, stai prendendo in giro uno che ha un problema di salute, vergognati bastardo! (non e' vero, ma per un attimo ti sei sentito una merdacc*a eh??)
2. Chi si e' vergognato per me perche' indosso un grembiule da donna frutti misti (ma la banana non c'e')--
Ti ringrazio per esserti vergognato per me, non farlo nessuno dei due sarebbe stato davvero brutto... Il punto e' che io indosso il grembiale (o grembiule) quando non voglio schizzarmi d'acqua i vestiti, non quando voglio vincere il premio Trans 2015, e' chiaro il concetto? Quindi lo indosso quando faccio il bagnetto a mia figlia ventunmesi, quando lavo i piatti, quando mi sento un po' fru-fru... e naturalmente quando voglio fare un selfie "arriva l'arrotino".
Ma perche', tu lavi i piatti??? Gia' sento l'obiezione scandalizzata. Certo, mica mangio con le mani sulle ginocchia... uso piatti, posate, bicchieri: sono un essere civile, sai? (anche se quando bevo il brodo non lo diresti). E li lavo pure, anche se a volte, quando faccio sugo a pranzo e sugo la sera, li ripongo sporchi per risparmiare tempo... A dirla tutta lavo i piatti tutte le sere da almeno trenta mesi, non e' che mi sono sposato perche' non sapevo fare i lavori di casa, quelli li so fare benissimo e proprio tutti! A dire il vero ancora non so perche' mi sono sposato!:-)... Comunque, se faccio una gara con 1000 mamme, se sommi la mia capacita' di fare i lavori di casa (7 e 1/2) e quella di padre e di madre combinate (9 e 3/4), arrivo sicuro sul podio, anche se sottrai dal totale la radice quadrata della mia mancanza di modestia. Insomma, so fare tutto quel che serve fare per campare abbondantemente sopra il livello di bestia immonda senza donna, da sempre: merito dell'educazione moderna o di un corredo genetico da urlo, fate voi. Rido se mi dai del fro*io, figurati se ci penso su a selfarmi con la parannanza. Magari dovevo sceglierla nera con le solite frasi scherzose sulle birre, i rutti etc? Ma no, va bene coi fruttini. E' cosi' morbida... aahh.. un guanto sulla pelle....mmmhh...mamma mia come mi accarezza...
3. Chi oggi mi parlava o scriveva con tono comprensivo come se per forza mi dovessi essere pentito di aver fatto una simile sciocchezza che ha necessariamente rovinato per sempre la mia vita sociale--
Grazie per il tono, ma allora non hai capito una beata cippa, mio caro: da quanti anni non fai la revisione al cervello? Non sono un cretino del web che si posta il sedere dopo tre vodke e il giorno dopo si barrica in casa per la vergogna, non hai centrato il tipo, poca dimestichezza col cluedo eh?
4. Chi criticava lo sfondo (due persone solamente, e molto garbate)--
Ok, il lettino dell'infante sullo sfondo non autorizza sfrenati deliri erotici, ma sogni piccolo borghesi da casalingo ingrifato che ti porta di peso in cucina si' pero'! Certo, avessi scelto un fondale di velluto nero da pervertito, due candele e incensi vari saresti crollata ai miei piedi senza accorgerti, ma ho preferito il pruriginoso sogno diurno da desperate househusband. Sullo sfondo mi impegnero' di piu', prometto: la prossima volta metto un arazzo con le posizioni del kamasutra e da foto viro a video, con musichetta da peep show.
5. Chi si e' limitato a marchiare il territorio dei commenti con emoticons vari, in genere lacrimevoli, o con sms composti quasi interamente da punti interrogativi--
Apprezzo la sintesi, mi rimarra' il dubbio se a renderti ermetico sia stato lo schifo o il trip erotico, posso comunque sopravvivere al dubbio.
6. Chi mi ha chiesto se la cosa proseguira'--
Insaziabile!
7. Chi ha messo in dubbio le mie qualità amatorie--
Questa non l'ho capita. Non ho capito il nesso e la conclusione, e neppure la premessa. E neppure il tuo ghigno allusivo. Si allude all'eccessiva aderenza del grembiale? Mah! Davvero non capisco.
Alfine, per senso di umana pieta', chiarisco qualche dubbio che sta tormentando il piu' cretino degli amici che uno possa avere:
-non avevo la maglia, ma i calzoni si, spegni il fuoco sotto l'acqua che bolle;
-non vado sempre in giro cosi' per casa, se fa piu' caldo non metto nulla...
-non sono bisex (desiderare di farlo con due femmine contemporaneamente non e' essere bisex, vero?).
Ragazzi, per tre mesi vedo le vostre gambe e piedi stesi al sole, beccatevi questo selfie e basta, no?
‪#‎selfie‬ ‪#‎grembiale‬ ‪#‎reazioni‬


16 giugno 2015 - QUANTI INPUT
A 47 anni ho un modo di pensare che avevo in nuce a 25/30 e non avevo a 15/20. L'avessi avuto a 20 avrei preso velocemente possesso di Terra e Marte unite in federazione. Di certo sono molto più orgoglioso delle mie idee piuttosto che dei muscoli, che ci sono tutti, vi assicuro, e che spunterebbero fuori tutti e subito se solo sollecitati. Con le idee non funziona così: c'è gente che muore senza aver mai avuto quelle giuste. Il fatto che io abbia idee buone (si', me lo dico da solo, e sono molto convinto) e 15 kg in più è una mia scelta attuale. Due anni fa ero 20 kg meno. Prima ancora di nuovo over. E prima ancora magro magro. Irrilevante: la pancia la perdo in sei mesi, per certe idee ci vogliono anni, o vite, e spesso solo per sfiorarle. Davvero interessanti sono state le vostre reazioni alla foto col grembiale: pensa a cosa sarebbe successo se avessi avuto 400 amici in Facebook. Avete reagito sul social, dal vivo e per sms: grandiosi, quanti spunti, quanti input. A breve li svilupperò. A volte mi sono sentito appena appena in imbarazzo, per il vostro imbarazzo. Anche dai silenzi ho capito qualcosa, con qualcuno di voi. Interessante quel che avete detto, sussurrato, non detto. Io sto a mio agio, decidete voi se si tratta di pazzia o di estrema consapevolezza: io lo so, dai che è facile. Non mi conoscete abbastanza, ammettetelo. E forse neppure io. Comunque un quadro illuminante. Pensate che mi abbiano sottratto questa foto illegalmente? O che io l'abbia pubblicata sotto i fumi dell'alcool? No. Ieri sera non ho ecceduto. Non avete compreso il gesto, ma siete stati così carini da notarlo, grazie. Magari come si nota un escremento di quadrupede sul marciapiede ma va bene così! Siamo diversi. Ma la diversità è ricchezza. Mi sento in pena, per alcuni di voi: tranquillizzatevi.

16 giugno 2015 - COMING SOON: ABOUT LOVE
A breve una squisita dissertazione su una grave malattia, che colpisce tutti prima o poi, che ha sovente ricadute, che e' generalmente sottovalutata eppero' estremamente diffusa e pericolosa: l'amore. Senza, non esistiamo. Con, non ragioniamo. La piu' potente droga esistente in natura dopo il campionato di calcio e dopo la vicina che prende il sole sul terrazzo di fronte quando la moglie e' dalla suocera.

16 giugno 2015 - CALDO A MEZZANOTTE
Un'amica aveva l'abitudine di postare, spesso, foto un po' calde verso la mezzanotte: poi uno fatica a dormire e pensa che sia per l'afa... Adesso ha cambiato "documenti" e fa la suorina, legge e legge ma nun se sbottona piu', allora ci penso io: donne, nun ve faccio dormi' (perche' russo...). Erano calde, ma legali eh, sia chiaro, come legale e' la mia. Altrimenti Feisbuk, che in Francia ha censurato il famoso quadro L'origine della vita di Courbet ( a proposito: che stupidaggine) e che in Italia censura le foto di due donne o di due uomini che si baciano (a proposito: che vergogna) avrebbe potato con celerita'. Diciamo che quelle foto erano con vista balcone. Io non posso osare tanto, ho giusto una primina, ma penso che il grembiale possa fornirvi spunto per qualche volo di fantasia. Donne, è arrivato l'arrotinooooo!!!
(foto del grembiale...)

13 giugno 2015 - 185,00 EURO PER DIVENTARE UNA PERSONA DIVERSA: UN AFFARE IMPERDIBILE, PENSA A QUANTO COSTA LO PSICOTERAPEUTA O IL CHIRURGO PLASTICO!
Senti, io su una notizia cosi' potrei scrivere otto colonne, ma evitero'. Dico solo che i dubbi su "Luca che era gay e adesso sta con lei" e sul Povia che sul "Luca che era gay e adesso sta con lei e adesso e' un altro uomo e parla col cuore in mano" ci ha fatto una canzone paracula, anno dopo anno si confermano e divengono granitici.
Vanity Fair: "Con soli 185 euro e tante preghiere tornerai etero (anche se non lo sei mai stato)". La proposta di Luca di Tolve, il protagonista della canzone di Povia, «Luca era gay» per «guarire» dall'omosessualità ha fatto molto discutere."
Ma cosa vuoi dire a gente cosi'? Comunque quasi quasi mi iscrivo, e per i seguenti motivi:
1. mi iscrivo sempre con leggerezza a corsi il cui costo sia inferiore ai 200 euro e la cui durata non ecceda le 10 lezioni
2. sono proprio curioso di vedere cosa si prova a essere etero al 100%
3. ho voglia di cazza*e, il sabato
4. non mi piace essere malato, nemmeno se di poco
5. voglio distruggerli col ragionamento (non ci riusciro', vi pare che ragionino?)
6. adoro pregare invano
7. voglio informarmi e sapere se esistono o se sono in fase di studio anche corsi per: da uomo diventare lesbica; da cane diventare gatto; da idiota diventare intelligente; da omofobo diventare omosessuale (bel contrappasso eh?); da martello farsi lavatrice; da suocera a farsi i caz*i propri; e per sapere se "lei" sta in cura o se la passa bene.
Luca era gay
e adesso sta con lei
Luca parla con il cuore in mano
Luca dice sono un altro uomo
...
Luca era gaio
e adesso sta con Caio
Luca parla con il cuore in mano
Luca dice sono proprio omo...
‪#‎omofobia‬


12 giugno 2015 - SI STANNO PRENDENDO TROPPE LICENZE
Francamente con questa storia della licenza UEFA che deve essere non data al Genoa (ma per decidere su un caso così chiaro ci hanno messo settimane) e poi prima data e poi confermata e poi rimessa in discussione a Samp e Lazio e Napoli hanno fracassato abbondantemente e ripetutamente e accuratamente i silos degli spermatozoi. Se proprio si deve trovare un modo di farci andare l'Inter, in Europa, troviamo un cavillo anche sulla Fiorentina così Thohir fa direttamente la Champions. Fra l'altro Juve Milan Lazio Fiore ne hanno fatto di ogni durante Calciopoli (dirigenti direttamente e pesantemente coinvolti): vi ricordate un'esclusione dalle Coppe europee?
‪#‎licenzauefa‬


11 giugno 2015 - L’omosessualità è una malattia che gli uomini possono sviluppare nel dedicarsi a pratiche che prima erano considerate di esclusiva responsabilità delle donne. Questo pare abbia sostenuto un qualche portavoce di una qualche chiesa del cavolo fra quelle sparse per il mondo.
Mi piacciono giovani e biondini, capello corto, no tatuaggi.
"Io odio la parola omofobia, non è fobia, tu non sei spaventato, tu sei stronzo." (Morgan Freeman)
https: slash slash m punto facebook punto com slash fabiekemp

10 giugno 2015 - MI PIACE IL MECCANISMO MENTALE CHE TI PORTA A CERTE CONCLUSIONI, PIU' CHE LE CONCLUSIONI STESSE, CHE COMUNQUE SONO DIVERTENTI E CHE, COME IN QUESTO CASO, POSSONO SPINGERMI A FARE UN POST E A SCEGLIERE UN TITOLO QUASI PIU' LUNGO DEL POST STESSO
Ho fatto una battutina sessuale a un amico (il 96% delle mie battute sono a tema sesso, per il restante 4% parlano di donne) e subito un'amica dice pensa a te che da quello che scrivi su Facebook mi pare che.
Mi pare che. Si puo' dire di piu', dicendo di meno? Forse, ma non e' facile.
Ora, a parte il fatto che per me, e' stranoto, l'orientamento sessuale e' importante come il colore dei capelli, e quindi passare per omosessuale essendo etero o viceversa mi farebbe lo stesso effetto dell'acqua fresca, e' tuttavia interessante analizzare il meccanismo mentale che ha originato questa punzecchiatura da parte di questa amica montagnarda (appartenente alla montagna, ma non nel senso della fazione estremista dei giacobini).
Il fatto e' che se lotti per i sacrosanti diritti dei non eterosessuali (trattati come bestie in questo paese, giuridicamente e socialmente parlando) non vuol dire che sei omosessuale, e, a ben vedere, non vuol dire nemmeno che non lo sei!
Allo stesso modo se mi indigno per il modo in cui vengono trattati gli immigrati non vuol dire che sono immigrato pure io, o se protesto perche' prendi a calci il tuo cane non vuol dire che io sono un cane (o forse si', ma non c'entra). Ma forse, aggiunge il genio, lo sei in forma latente (omosessuale, non cane) e con questo tuo scriverne e parlarne a paletta vuoi inconsciamente rivelarti al mondo e a te stesso... Certo, rispondo io, puo' essere vero, oppure e' vera l'ipotesi alternativa, e cioe' che sei un imbecille specializzato.
A parte che per come la vedo io (che poi e' il modo giusto di vederla, guarda tu il caso) nessuno e' etero oppure omo al 100% (di puri al 100% ci sono solo gli omofobi), per non parlare di bisex, trans, pansessuali, asessuali e compagnia varia, ribadisco che lottare per una giusta causa prescinde da come sei o da come ti senti: e mi pare che sia una giusta causa quella che ti porta a scagliarti contro un sistema e alcune idee che ancora oggi nel 2015 discriminano gli esseri umani in base ai gusti sessuali. Due secoli fa sarei stato contro la schiavitu', negli anni '30 contro i nazisti e i fascisti. Di certo, continuero' a farlo.
Applicando questo modo di ragionare (sbagliato) a tutto quel che scrivo o dico, verrebbe fuori facilmente che io sono cretino, smemorato, sedentario, qualunquista, maschilista, incapace di prendere sul serio qualcosa, fissato con la morte, inaffidabile, ninfomane, polemico, grafomane, superdotato: e non e' cosi, tralasciando le ultime notazioni.
Se mi date del genoano potrei anche uccidervi, per il resto se mi date del catanese, del gay o del deficiente nessun problema: nel primo caso avete commesso una perdonabile imprecisione geografica, nel secondo avete espresso una libera opinione non richiesta sul mio orientamento sessuale, nel terzo avete preso un bell'abbaglio!
A presto.
‪#‎diritticivili‬ ‪#‎omofobia‬ ‪#‎meccanismimentali‬

09 giugno 2015 -
salvo imprevisti
e' il tuo compleanno
proprio non ti riesce
di essere piu' ottimista?
(per il compleanno di Salvo Imprevisti)

08 giugno 2015 - SELFIE ESTIVI DI GAMBE E PIEDI
Zeligamente volevo tanto postare anch'io, come fanno tutti, un selfie delle mie gambe e piedi distesi sulla spiaggia o sulla sdraio, con accenno di boxer tirato su a bella posta a mostrare un po' di quel che non si puo' mostrare o di slip strizzato come un limone dopo aver preparato un piatto di pesce; siamo appena a inizio giugno e gia' ne ho visti a decine (ogni tanto variate, ragazzi e ragazze... fate una foto del sederino dai! cosi' a Zuckerberg diventa rossa la maglietta grigia e vi banna)
Modestamente ho due gambe succulente; ho provato ma continuavano a venire foto un po' scure e non si vedevano le gambe ne' i piedi, solo una parte dell'orizzonte.
Era la pancia che mi fregava. In alcuni scatti sembrava di intravedere la cupola di Atlantide emergere dalle acque.
‪#‎selfie‬ ‪#‎gambe‬ ‪#‎piedi‬ ‪#‎pancia‬
evitare please commenti finto consolatori tipo ma no daiiii Atlantide era meno estesa a quanto raccontano

08 giugno 2015 - Stavo facendo il conto delle donne che conosco che potrebbero essersi offese leggendo il mio ormai celeberrimo pezzo sulle nonne ventenni che camminano muovendo il sedere con calcolata maestria e fin quando non si voltano fanno cadere le mascelle a file di maschietti ingrifati; poi mi sono addormentato. Praticamente tutte tranne le under 12. La prossima volta conto le pecore o leggo Libero.
‪#‎nonne‬ ‪#‎ventenni‬

08 giugno 2015 - FIGLI E CANI
Io amo i cani ma molti anni fa ho maturato una decisione (nella vita devi decidere) che non metto piu' in discussione. Quando analizzi una questione, soppesi i pro (e ce ne sono parecchi) e i contro (ce ne sono pochi, ma sono, a differenza dei pro, essenziali); io l'ho fatto. Mai mia figlia e un cane.
So cosa perdo, so cosa faccio perdere a lei. Ma so anche molto altro. Lo faccio proprio perche' conosco il cane, che per me non e' un peluche o un soprammobile, ma un animale distinto dall'animale che sono io.
E non tollero chi dice "non fa nulla", "e' buono", "non ha mai fatto male a nessuno". Ne' tollero chi gira in centro con cani sciolti senza museruola, o chi ha un cane che, con tutta evidenza, non e' in grado di gestire.
Un cane in un appartamento, poi, e' sempre una costrizione, per il cane. Sempre.
Fanno compagnia agli anziani e ai solitari? Ok, non sono talebano.
Ma quel che dovevo dire l'ho detto.
http://www.ilsecoloxix.it/…/AR64IliE-bambina_dilaniata_atte…
‪#‎cani‬

07 giugno 201 5 - LUCA ERA GAIO...
ADESSO STA CON CAIO !
Da quando ho visto Announo di giovedi' ripenso spesso alla famosa canzonetta di Povia "Luca era gay" che qualche Sanremo fa ci allieto' tutti, etero e no. La canzone, ricordo bene, era pure bella (non sto scherzando), di grande presa musicale e scenica, e Povia (che a parte le sue idee non e' male) la interpretava bene. In effetti mi disturbava parecchio il fatto che musicalmente mi piacesse ascoltare una canzone che veicolava un messaggio inaccettabile. Ci scrissi parecchio su all'epoca, sul mio blog. Ma il testo e' un po' equivoco e un bel po' paraculo, e la teoria sottesa, confortata anche da talune surreali dichiarazioni rilasciate a margine del Povia, un po' omofoba, un po' tanto.
Per farla breve (e vi invito a leggere i versi canticchiando la canzoncina), io proporrei questo cambiamento nel ritornello:
DA
Luca era gay
e adesso sta con lei
Luca parla con il cuore in mano
Luca dice sono un altro uomo
A
Luca era gaio
e adesso sta con Caio
Luca parla con il cuore in mano
Luca dice sono proprio omo...
Adesso vado a cercarmi un papa', il mio purtroppo l'ho perso da tredici anni e sento che gia' sto un po' rischiando di diventare gay, lo capisco da certi piccoli segnali... Inoltre mia madre e' sempre stata molto possessiva e apprensiva e castrante e prima o poi (sperando poi) morira', quindi e' quasi certo che mi ammalero' di gaiezza, stando alle piu' recenti opinioni espresse in merito da perfetti imbecilli; per fortuna si puo' guarire, il Luca di Povia ci ha testimoniato con dovizia il suo percorso virtuoso e lo stesso Povia ebbe a dire di essere stato gay per sette mesi (io, lo confesso, lo fui anni fa, ma solo per nove ore e tre quarti, nove ore e mezza al massimo... dottore cosa mi consiglia? posso sperare o sono condannato?)
Bah!
‪#‎lucaeragay‬ ‪#‎povia‬ ‪#‎omofobia‬ ‪#‎announo‬ ‪#‎sanremo‬

07 giugno 2015 - MI E' SCAPPATO UN TWEET
Oggi tanto scandalo ha fatto il tweet di tal Stefano Esposito, senatore PD, che si e' inserito nel prevedibile giro di sfotto' agli juventini dopo la finale di ieri sera con un messaggio che alcuni hanno ritenuto di cattivo gusto e/o maschilista.
Il testo era: "godere per la sconfitta della juventusfc è come essere impotenti ed esultare se qualcuno fa godere la tua donna."
Io non lo trovo proprio fine, eh no, ma al di la' del cattivo gusto o meno sul quale si puo' anche passare sopra se la prendiamo in ridere, faccio rilevare (e l'ho pure scritto a Esposito) che il messaggio innanzitutto non e' centrato, non ha molto senso. Avrebbe avuto piu' senso, volendo mantenere la metafora sessuale:
"godere per la sconfitta della juventusfc è come essere impotenti ed esultare se qualcuno fa cilecca con la sua donna."
Che ne dite?
‪#‎juventus‬ ‪#‎championsleague‬ ‪#‎esposito‬ ‪#‎tweetunpocosi‬

03 giugno 2015 - DA ALCUNE MALATTIE NON SI GUARISCE (ES. LA RELIGIONE, IL PREGIUDIZIO, L'IGNORANZA)
Secondo alcune menti, perlopiu' bacate, si puo' guarire dall'omosessualita'.
Per questo modo di pensare, invece, non c'e' cura, mi dispiace.
http://www.bitchyf.it/luca-di-luca-era-gay-dallomosessuali…/
‪#‎omofobia‬

03 giugno 2015 - COSTITUZIONE. APPUNTI PER UNA RIFORMA.
Art. 1
L'Italia è una Repubblica democratica, fondata.
La sovranità appartiene al popolo, che non la esercita piu'.
Art. 3
Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.*
* non applicabile ai non etero.
Art. 4
La Repubblica riconosce a tutti i cittadini il diritto al lavoro, ma questo e' tutto: per il lavoro vero e proprio, ripassare fra dieci anni.
Art. 7
Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani. Ma se una cosa non garba alla Chiesa non si fa.
Art. 9
La Repubblica promuove lo sviluppo della cultura e la ricerca scientifica e tecnica, riducendone i fondi relativi anno dopo anno, al fine di stimolare la creativita' e l'arte di arrangiarsi di insegnanti, studiosi e ricercatori, che spesso devono portarsi carta e penna da casa.
Tutela il paesaggio e il patrimonio storico e artistico della Nazione, cementificando tutto il cementificabile con procedure peraltro trasparenti come una fogna e assistendo con infinito e sincero dispiacere al degrado di reperti e capolavori che tutto il mondo ci invidia.
Art. 10
Lo straniero, al quale sia impedito nel suo paese l'effettivo esercizio delle libertà democratiche garantite dalla Costituzione italiana, ha diritto d'asilo nel territorio della Repubblica secondo le condizioni stabilite dalla legge. Ma siccome per appurare se si trova in questa condizione occorre accoglierlo, e noi di accoglierlo non ne abbiamo proprio voglia, la cosa, bella in se', nun se po' fa'.
-
E pensare che abbiamo una Carta costituzionale bellissima, quasi perfetta, che tutti ci invidiano. Non la applichiamo, ecco il problema: un particolare trascurabile. E adesso vogliamo cambiarla, dato che non riusciamo a cambiare il nostro schifoso modo di vivere e di fare le cose: si opta sempre per la via piu' facile, dopotutto.
‪#‎costituzione‬

01 giugno 2015 - REGIONALI 2015
Come dopo ogni elezione hanno vinto tutti. Di certo i 5 stelle si confermano secondo partito nazionale (non e' poco, tenuto conto che il 90% dei media li impallina giornalmente) e per la prima volta sfondano in una consultazione amministrativa; centrosinistra e centrodestra mantengono le stesse regioni, scambiandosene una come fanno i bimbetti con le figurine (Liguria/Campania), ma il PD perde voti rispetto alle europee, e la destra li guadagna, ma solo grazie a Salvini, e in chiave futura ho detto tutto.
Renzi viene clamorosamente asfaltato in Veneto e Liguria (Moretti flop, Paita bel suicidio). Alla fine, considerato che tutti sono alleati con tutti, tranne i M5S, e che tutti hanno presentato un bel po' di candidati indecenti, tranne (mi pare) M5S, Sel, Lega e il Civati ligure, e che la meta' degli elettori non si e' mossa da casa (astensione enorme ma ormai nessuno ci fa caso, se arrivano anche solo 10 voti si buttano su quelli come galline starnazzanti), direi che piu' o meno la minestra e' la solita: se pensiamo che Salvini possa essere la nuova destra e che Renzi abbia almeno un'unghia in comune con la parola "sinistra", avremo una brutta sorpresa e di certo il paese non avra' un futuro. Resiste la "novita'" M5S: al momento non vedo altro di decente per provare a cambiare le cose, se escludiamo rivoluzioni o miracoli.
‪#‎regionali2015‬

30 maggio 2015 - BUON COMPLEANNO SuperMARCO
Io direi: se anni otto,
tieni ancora l'orsacchiotto
Sii felice giorno e notte
che crescendo sai che lotte
quando poi sarai dottore
papillon ventiquattrore
questi giorni ormai lontani
non saranno stati vani
perché crescere a sorrisi
rende forti e belli e sani
e davvero ricchi dentro
con l'amor per baricentro.
(ciao pericoloso karateka e spietato picchiaduro, un piccolo regalo avrai ma non oggi)
a Marco Monti

28 maggio 2015 - BLATTER, FORSE E' ORA DI FARE ALTRO NELLA VITA
Joseph Benjamin Blatter, detto Sepp, svizzero, e' il capo del calcio mondiale da 17 anni. Ieri hanno arrestato dirigenti della Fifa a manciate: corruzione, tangenti, spese folli: se le accuse saranno confermate, le fogne sono piu' pulite. Blatter afferma che tutto e' partito da una sua segnalazione (quindi non nega che ci siano "problemi") ed e' "rilassato". Come si faccia a essere rilassati quando si scopre che l'organizzazione che dirigi da quasi due decenni e' infestata da ladri e corrotti non so. Comunque, delle due l'una:
-Blatter e' complice: sapeva tutto e prendeva parte a questo schifo oppure sopportava;
-Blatter e' pulito e non si e' mai accorto di nulla.
Nel primo caso e' marcio e dovrebbe dimettersi; nel secondo, un plauso all'onesta' ma e' un'incapace e dovrebbe dimettersi.
Invece domani rischia di essere rieletto (cioe' piu' che altro a rischiare siamo noi).
Wow!
‪#‎blatter‬ ‪#‎fifa‬ ‪#‎corruzione‬

27 maggio 2015 - (--> Un posto al sole: Angela testa una bara dall'interno)
Sceneggiatura un po' inverosimile, a tratti forzata, quella di "Un posto al sole" di questi giorni (l'insospettabile serial killer che imperversa, mette nel sacco piu' volte una poliziotta esperta e uccide donne a manciate e Angela sepolta viva con cellulare che, nella spartana bara in cui si ritrova, ha campo -camposanto, evidentemente: i nostri appena ti sposti di un metro dal punto magico vanno a zero tacche); ma recitazione di alto livello davvero, specialemente stasera (liberazione di Angela). E' una soap, e ho detto tutto; la seguo da anni perche' mia moglie ne e' vittima; tuttavia soap migliori in Italia non ne ricordo, almeno negli ultimi 30-40 anni. Un buon prodotto, dopotutto.
‪#‎unpostoalsole‬ ‪#‎angela‬ ‪#‎bara‬

27 maggio 2015 - COME FACEBOOK ARRICCHISCE LE NOSTRE VITE E COSA PRESTO DONERO' ALL'UMANITA' (NON PARLO DELLA BANCA DEL SEME, TRANQUILLI)
Da quando sono su Facebook sto perdendo amici su amici nella vita reale, cadono come mosche ai primi freddi, in compenso ne posso avere quanti ne voglio di virtuali, anche stangone molto "buone", che altrimenti sul corso sarebbero inavvicinabili come piranha alle prese col mal di denti, e perfino personaggi famosi, webzine e negozi: puoi diventare amico di una salumeria o di un ferramenta, prima non era possibile a meno di non acquistare centinaia di bulloni o di non toccare il cielo col diabete, grazie Facebook per questo tuo contributo allo sviluppo dell'umanita', ci fa indubbiamente crescere come uomini la possibilita' di instaurare cosi' tante relazioni sociali del menga semplicemente cliccando sulla tastiera di un pc nell'aria viziata delle nostre camerette di adolescenti alle soglie dell'andropausa, con corredo di moglie e figli urlanti e accapigliantisi nelle stanze adiacenti: non e' salutare dopotutto passare ore e ore sempre sui siti porni, ogni tot ore e' bene staccare per ricrearsi con qualche caz*ata su Facebook.
Oltre all'annunciato pezzo sulle nonne che sculettano come ventenni arroganti anche se la mattina zuccherano il latte con l'attak per non perdere i pezzi quando camminano, vedranno presto la luce su questo media, per la gioia di chi mi legge a ufo, un interessante studio sul perche' a volte se conosci una persona nella vita vera (Facebook) e anche fuori Facebook, non e' una sola relazione ma sono due e molto diverse fra di loro e, infine, un'analisi dello strano fenomeno per il quale se piu' persone che non si conoscono fra di loro commentano uno stesso stato di una terza persona ad un certo punto non capisci piu' se quello del commento di sopra ironizzava coll'autore dello stato oppure cercava rogne con te che avevi commentato una cella piu' su, nel qual caso avra' pane per i suoi denti quel cafone ignorante figlio di buona donna.
‪#‎facebook‬ ‪#‎comingsoon‬

26 maggio 2015 - PREZIOSI A GAMBA TESA: CARTELLINO ROSSO
"Diversamente (se il ricorso Uefa sara' respinto, ndr) dovremmo farne a meno con tutte le conseguenze che sono quelle della tifoseria che vuole vedere la propria squadra in Europa League." (telenord.it)
Lo ha detto Preziosi, il presidente del Genoa.
E' solo una frase senza senso o una velata minaccia? A chi? A cosa? Un blando tentativo di influenzare qualcuno a ricorso pendente? Come tutte le frasi furbe e' vaga quel che basta per poter dire di essere stato male interpretato e chiara quel che basta per suonare davvero male.
A me non piace, e' bruttissima.
Ha gia' ammesso di aver sbagliato nel presentare la richiesta di licenza uefa. Cio' nonostante ha fatto tre ricorsi. Adesso aspetta l'esito del terzo e se ne esce cosi'.
Ingiustificabile.
‪#‎preziosi‬ ‪#‎genoa‬ ‪#‎licenzauefa‬

25 maggio 2015 - UN PICCOLO GRANDE GESTO BLUCERCHIATO, FAIR PLAY PURO
Premesso che la frase di Gasperini (all. Genoa) e' stupida ("quel che conta e' il campo"), perche' allora gli scudetti Juve sono 33 e non e' vero dato che 2 sono stati taroccati,e allora se io schiero un giocatore squalificato e vinco ho ragione io, e non e' vero perche' mi danno lo 0-3 a tavolino, e precisato che il confronto tra Juve e Genoa e' assolutamente solo esemplificativo perche' il Genoa sul campo non ha taroccato nulla meritando i suoi 59 punti, vorrei far notare che, dopo il ricorso presentato al Coni dal Genoa, la Sampdoria, con grande fair play, non si e' costituita come "terza interessata" davanti al Coni stesso, mossa legittima che avrebbe potuto fare e che il Torino fece l'anno scorso nei confronti del Parma. Il Genoa lo avrebbe fatto a parti inverse? Questa e' filosofia Samp.
Io non sono molto d'accordo perche' anche aziendalmente parlando gli interessi societari vanno difesi, ma (molto) in astratto apprezzo questo fair play blucerchiato (che il Genoa, che infango' per mesi il regolarissimo gol di Gabbiadini nel derby non meriterebbe: ma quando uno fa un bel gesto lo fa e basta, non lo fa perche' la controparte lo merita). Resta naturalmente il fatto che se il Genoa non avra' la licenza (non e' in regola con documenti e termini temporali tassativi) la Samp avrebbe buone possibilita' di subentrare e lo farebbe legittimamente. Anche il Genoa, retrocesso sul campo in serie C nel 2003, fece ricorso per il caso Catania e fu ripescasto clamorosamente in B, che per l'occasione fu addirittura allargata a 24 squadre. Legittimi i 59 punti del Genoa, legittimi (anche se logicamente assurdi) i tre ricorsi dei rossoblu, legittimo l'eventuale subentro di Samp o Inter al posto del Genoa. Tutto il resto e' aria fritta: saporita ma non riempe lo stomaco.
‪#‎samp‬ ‪#‎genoa‬ ‪#‎licenzauefa‬

24 maggio 2015 - ADDIRITTURA UN INCENSURATO
In Campania pare, si dice, si vocifera, pissi pissi bau bau, che Berlusconi abbia candidato contro De Luca del PD (indagato, rinviato,condannato e tecnicamente ineleggibile) addirittura un candidato incensurato! La notizia, se vera, e' veramente uno scoop e la dice lunga sulla decadenza attuale di Forza Italia. ‪#‎deluca‬ ‪#‎pd‬ ‪#‎berlusconi‬ ‪#‎regionali‬

24 maggio 2015 - EXPO: NASCONDONO I DATI, CI SAREBBE DA RIDERE SE NON CI FOSSE DA PIANGERE
I dati sulle presenze all'Expo sono segreti. Nessuno riesce a saperli, sono state date precise disposizioni. Hanno addirittura secretato i dati sul volume di passeggeri della metro e quelli sulla raccolta di spazzatura, dai quali si sarebbe potuto evincere qualcosa di concreto. Se uno nasconde un dato, vuol dire che nasconde un flop rispetto alle entusiastiche previsioni. Io non esulto per il flop, sono italiano pure io; io contesto l'Expo, come ci siamo arrivati, come e' stato organizzato e come e' stato pompato al punto da dover poi nascondere i dati. E contesto il fatto ridicolo del nasconderli. D'altra parte un governo degli annunci, del dire molto e fare poco e male, deve per forza manipolare il flusso di notizie addomesticandole nei tempi e/o nella sostanza per non squarciare il velo. Un'altra notizia (penso vera) che la dice lunga e' che siccome sono alla canna del gas hanno deciso che chi entra alle ore 19 paga 5 euro e non 39: il risultato e' che una massa di gente va all'Expo come all'apericena, mangia salsicce e patatine, beve, non visita i padiglioni, aumenta i costi di gestione e la quantita' di rifiuti; in cambio si ottiene un solo moderato incremento degli incassi e un danno per i locali della movida milanese. Ne parlava diffusamente Barbacetto sul Fatto. ‪#‎expo‬

24 maggio 2015 - Art. 3. “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali.” (comma 1)
A cosa serve cambiare la Costituzione per permettere i matrimoni gay? A nulla. E' un falso problema, coltivato da menti bacate. E' gia' scritto, nella nostra Carta, che se si sposano due uomini o due donne, devono avere gli stessi diritti e doveri della coppia formata da un uomo e una donna.
Cameron, leader dei Conservatori inglesi, ebbe a dire: “...Io non sono a favore dei matrimoni gay nonostante sia un conservatore, ma sono a favore dei matrimoni gay proprio perchè sono un conservatore… gli omosessuali rilanciano la famiglia"
I cattolici non vogliono che due uomini possano sposarsi in Chiesa? E allora? Chi lo chiede? Qui si parla di uguali diritti e doveri civili, di legge uguale per tutti, la religione e' e dovrebbe restare fuori da queste tematiche. Se per la religione X si possono sposare solo uomo e donna, ok: dove sta il problema? Chi crede in quel Dio ne seguira' i presunti dettami. Il problema sorge quando la religione X impone di fatto a uno stato questa sua regola demenziale, legittima (sebbene criticabile) se riguarda il suo ambito, ma demenziale se pretende di uniformare la vita di tutti ai principi (discutibili) di alcuni. Un'altra confessione religiosa potrebbe ritenere legittimo solo l'unione tra la donna e l'ornitorinco: vogliamo imporre questo principio a tutti, credenti e non di quella curiosa confessione?
E dire che sono proprio le coppie cosiddette normali, fino ad oggi, ad avere generato milioni di persone omosessuali... piu' di 5 persone su 100, per tacer degli indecisi, dei timorosi, dei bisessuali e delle altre varianti naturali del comportamento umano.
Molto interessante il video di Merlo-Sorregotti, La Repubblica, marzo 2012
http://video.repubblica.it/rubriche/la-fotografia/quelli-che-sono-contro-i-matrimoni-gay/90172/88565?fb_action_ids=1446165745698039&fb_action_types=og.shares

23 maggio 2015 - OTTIMO LAVORO, VERMI!
Se il fatto che ti stanno sulle scatole sempre piu' persone, che pensi che il mondo una volta andava meglio, che ormai ci sono solo due stagioni e non quattro, pioggia a tragedia e caldo abbestia, inframezzate da due periodi di dieci-quindici giorni di pioggia a tragedia + caldo abbestia insieme, che hai meno voglia di viaggiare e che ti accorgi che di molte cose non vale la pena, se tutto questo vuol dire che stai invecchiando, allora io sono gia' decomposto.

23 maggio 2015 - Stamane il cielo e' coperto, ma potrei sbagliarmi, a volte dalla finestra non si vede bene, adesso vado su http://www.previsioni-meteo-fatte-dalla-finestra-e-anche-piuttosto-a-caso-e-poi-abilmente-spacciate-su-siti-web-professionali-per-previsioni-frutto-di-analisi-di-ore-di-carte-satellitari-da-parte-di-professionisti-con-le-palle.it/ e poi vi dico...

22 maggio 2015 - SCUSA MA NON C'HO I SOLDI
Un tempo ci si vergognava a dire "non ho i soldi". Al massimo si poteva fare una confidenza al migliore amico, ma se l'amico e' il migliore gia' lo capisce da solo, senza bisogno del disegnino. Oggi questo pudore non c'e' piu', e forse avremmo dovuto capirlo guardando due o tre puntate di Amici, di Forum e show simili: robaccia, ma tanto utile per capire dove stiamo andando, anzi dove gia' siamo dentro fino al collo. E' un bene? In assoluto sì, ma siccome oggi non si ha piu' quel pudore non per eccesso di spontaneita' o di sincerita', ma per tracimazione di cafonaggine e per esondazione di confidenza (diamo del tu anche alla vecchina mai vista prima), allora non e' un bene.
Caso tipico: da due giorni ti cerca al telefono un tale che avresti dovuto richiamare (magari il tuo assicuratore, o l'impiegato di banca, o il commesso della videoteca) e tu dici scusa, ho visto la chiamata, ma non c'ho i soldi (sottinteso: per fare la ricarica). Un tempo avremmo detto: scusa ma non ho avuto tempo, ho la nonna all'ospedale (quella stessa cara nonnina che abbiamo gia' fatto morire almeno dieci volte negli anni del liceo), ho la macchina dal meccanico e ho avuto da fare, non sai cosa mi e' successo, mi e' passato di mente, che mattinatataccia! Oggi in pratica e' come se dicessimo: non c'ho nemmeno i 10 euro da buttar sulla sim (o non ho voglia di farlo, e poi per cosa? solo per spenderli richiamandoti; il che e' anche piu' offensivo). Anzi, un tempo non avremmo detto nulla, perche' il cellulare nemmeno esisteva, ma insomma: il senso del mio discorso s'e' capito.
Ribadisco: non e' maggior trasparenza o easy lifestyle, e' che siamo sempre piu' simili alle bestie, parlando con rispetto delle bestie. E' lo stesso meccanismo che ci porta ad interrompere una persona mentre parla, a cercare di passare davanti agli altri quando siamo in coda, ad urlare al telefono in ambienti pubblici chiusi, a fumare dove non si potrebbe, a guidare come capre fregandocene delle vite che mettiamo a rischio, ad offendere per un nonnulla, a tirar dritto se qualcuno ha bisogno d'aiuto, a parcheggiare nello stallo dei disabili ma signor agente sono andato dal panettiere, roba di cinque minuti. E' lo stesso impulso che ci porta a chiedere uno sconto a chi ci vende un prodotto da 7 euro per poi salire nella Mercedes parcheggiata fuori, o che ci fa fare 5 euro di benzina all'automatico con un SUV da 50mila euro sotto le chiappe.
Adesso scusate se la pianto qui ma son connesso da venti minuti con l'Iphone e non c'ho i soldi!

21 maggio 2015 - BAMBINA RUSSA DOPATA BRUTALIZZA ORSO BRUNO
Wikipedia (un tempo si diceva: ma l'ha detto il tg1! Oggi di dice: e' su Wikipedia!) elenca 48 episodi di Masha e Orso: perche' allora Rai YoYo trasmette sempre i soliti 15 in successione continua? Va bene che la vita e' ripetizione e che rispetto ai tiggi' nazionali anche un fermo immagine di Masha e Orso per sette minuti risulterebbe piu' gradevole, e va bene che i bimbi adorano rivedere mille volte gli stessi cartoni, ma pensiamo anche alla gia' compromessa salute mentale dei genitori.
Per chi non lo sapesse Masha e Orso e' una bellissima serie animata russa rivolta ai bimbi di tre anni e piu' che pero' piace da morire anche ai frugoletti di 12-15 mesi: un cartone davvero fatto bene, per pulizia e soluzioni grafiche e per sceneggiatura. Parla di una bambina carina e piccolina, eta' presumibile 4-5 anni, che, probabilmente trascurata da genitori indaffarati (o ricoverati alla neuro), si fa di speed e, in pratica, quotidianamente sevizia, fisicamente e psicologicamente, un orso bruno bonaccione e antropomorfo e gli altri animali della foresta per i quali rappresenta un incubo ad occhi aperti. I genitori di Masha non si vedono mai, chissa' se sanno che la pupa se la fa con un animale alto venti volte la loro bimba; l'orso d'altra parte piu' che a un animale selvaggio e cattivo assomiglia piu' a un nonno di Heidi senza spina dorsale e fra i due, l'orso tontolone ma paterno e la bimba caruccia ma selvaggia, al di la' di tutte le diavolerie che la piccoletta si inventa e di tutti i guai che procura all'animalone abitudinario e pacifico, e' amore allo stato puro. Alizée (mia figlia) gradisce parecchio e, con la riserva di cui alle prime righe, pure io. In fin dei conti il messaggio e' che l'amicizia e' uno dei sentimenti piu' puri e che chi gioca con te e si prende cura di te merita il tuo affetto. Di avventura in avventura Masha scopre il mondo, e Orso non e' piu' solo; non ha piu' la tranquillita' di un tempo, ma sotto sotto e' felice. E felici sono pure i produttori di giocattoli e di abbigliamento per bimbi, che possono mandare in onda tutta una serie di spot martellanti che definire demenziali e' fare un favore ma che sicuramente andranno a segno, dati gli elevati ascolti prescolari di Masha e Orso e di quell'altro cartone feticcio che e' Peppa Pig.

20 maggio 2015 - "CHI L'HA VISTO" E QUELLA VOCE NARRANTE CHE NON POTETE NON AVER NOTATO
Non so se avete presente quella particolarissima voce narrante di alcuni servizi di "Chi l'ha visto"che, personalmente, mi fa desiderare di scappare via da tutto e da tutti solo per sentire la mia storia raccontata da lui. Dico quello che stasera per esempio ha letto il servizio su Bossetti. E' una voce ipnotizzante, ti porta subito al centro del dramma, non riesci e non vuoi sottrarti all'abisso che, sapiente, evoca e seduce. E' il 60% dei motivi per cui guardo la tv di servizio della pur valida Sciarelli. Ogni volta che inizia un servizio sto in attesa; se e' lui a narrare mi lascio trasportare in quella atmosfera piacevole e disturbante a un tempo che riesce ad evocare dopo appena poche parole, mi arrendo a quell'incubo che delicatamente e con il tuo consenso ti avvolge spira dopo spira e ti soffoca un po', nutrendoti al contempo con l'illusione di svelarti le ragioni di fatti inspiegabili, quasi fino a sfiorare quei demoni che spingono tanti di noi a compiere azioni efferate. Si partecipa al dolore altrui ma senza istinti guardonistici, piuttosto con quel tono dolente e desolato di chi ha intuito la profondita' del pozzo ma sa che dovra' scendere fino in fondo, non importa quanto dovra' costare. E' un viaggio nei crepacci dell'anima fatto senza muoversi dalla poltrona del salotto; lui lo sa e abile modula la voce per stringerti quando sembra perderti e per darti un po' di tregua quando pare averti coinvolto oltre il limite: cosi' non ti perde mai e ti porta sull'altra riva, ma non sei piu' lo stesso che e' salpato dalla riva opposta, il fiume ti ha cambiato. Se dovessi sparire, se mi dovessero rapire, sappiatelo: voglio lui, e' un grande!

20 maggio 2015 - (--> Un posto al sole: Ferri caccia Sandro)
Roberto Ferri si muove da 3000 puntate in quel circo che e' un Posto al Sole con i suoi (ad oggi) oltre 4000 deliri e francamente ne ha fatto di ogni: penso gli manchi solo il reato di strage e quello del rapimento di un Papa. Tuttavia non mi convince del tutto la reazione che gli sceneggiatori gli hanno vestito addosso nel caso del figlio omosessuale: ci sta che sia all'antica, ma non lo vedo bigotto; e' plausibile che non voglia voci sul conto suoi e dei suoi figli, ma mi sembra troppo dipendente da quel che gli altri pensano. Mi pare un atteggiamento poco congruente col carattere forte, indipendente, spregiudicato e senza scrupoli di Ferri. Per uno che pare non adatto ad allevare figli direi comunque che ne ha messi al mondo pure troppi. Un po' di sfibramento della verve narrativa dopo 19 anni e' comunque comprensibile; l'avessi scritta io questa soap, adesso sarei alla frutta, non saprei dove sbattere la testa, mi inventerei Otello gay e Viola cannibale, se non Filippo gestore di peep show .

19 maggio 2015 - COMING SOON 19.5.2015
In arrivo a breve una riflessione su un tema di notevole presa: le mamme e le nonne che si vestono da figlie, ovvero come viaggiare gratis nel tempo semplicemente aspettando che si voltino verso di te. Successivamente un pezzo sui metrosessuali.
E non costeranno niente.

19 maggio 2015 - L'ATTIMO FUGGENTE
Esaurito il Napolitano 1 (esauriti noi, piu' che altro), c'e' stato un attimo, fuggevole, in cui e' balenata la fugacissima possibilita' di far fare a questo paese una svolta epocale in avanti. Sarebbe bastato eleggere Rodota' o Zagrebelsky, per esempio. Anche Prodi, se vuoi. Non saremmo dove siamo ora, in questa palude di cacca. Invece Napolitano bis (aveva promesso che non si sarebbe ricandidato) e successivo incarico di premier in spregio ai risultati elettorali; patto del Nazareno, governo degli annunci, stupro della Carta, polpetta dei diritti. Siamo immobili da decenni per colpa di tre o quattro persone che hanno ingessato questo paese in uno stato comatoso di arretratezza spaventosa sotto tutti i punti di vista, quello culturale in primis.

19 maggio 2015 - DOVE SCOPERCHI TROVI IL MARCIO
Il lunedi' al bar a volte si discuteva di certi episodi: offside, rigori, gialli un po' cosi', moviole un po' cosa'. Dopo anni abbiamo scoperto che alcuni figuri decidevano tutto a tavolino: designazioni arbitrali, ammonizioni, risultati, persino cosa far vedere alla moviola e cosa no! Ed erano cosi' stupidi da parlarne al telefono. Parlo di Calciopoli, Moggi, Giraudo, Mazzini, vari arbitri, giornalisti e altri dirigenti sportivi, tutti ancora ai loro posti... Stamane 50 arresti in serie C e D, 70 indagati, 28 partite sospette. Voi continuate a guardare le partite che altri hanno deciso a tavolino. Vi stanno prendendo per il cul* ancora oggi. Dare un'occhiatina alla A e alla B degli ultimi 5-6 anni potrebbe riservarci interessanti sorprese.

19 maggio 2015 - GLI ALTRI 16 SE LI TIENE
Hanno rubato 18 miliardi ai pensionati, adesso Renzi annuncia in tivu' che ad agosto ne regalera' 2 agli stessi a cui furono rubati: e si aspetta un grazie. Ci regala i nostri soldi e se ne fa bello in tv, violando la par condicio, per raccattare voti alla imminenti regionali. Un premier che ha confuso il Parlamento con Rai 1 e che, come un Robin Hood psicotico, ruba ai poveri per restituirne poi un decimo ai poveri. Una pernacchia sarebbe troppo garbata.

19 maggio 2015 - E' SEMPRE LA STESSA MAGIA
Perdi, rifletti due minuti, poi guardi quei colori, ed e' come se avessi vinto.
Vinci, guardi quei colori, nemmeno pensi piu' alla vittoria, sai solo che sei felice.
La Samp-Doria non e' una squadra di calcio, e' una religione del cuore che non ti porta a odiare o a escludere nessuno, e' un arcobaleno sulla volta del cielo della tua anima, e' una filosofia che ti fa volare piu' in alto delle nuvole senza bisogno di crearti un nemico a tutti i costi, perche' al mondo c'e' spazio per tutti; e' un approccio alle cose della vita che ti fa puntare a vincere ma che, se va male, ti fa vivere bene la sconfitta, che e' sempre capace di insegnare molto piu' di un trionfo, sebbene abbia meno fascino. E' una scuola che ti insegna che non puoi sempre vincere, ma quando ci riesci, nel modo che piace a te, la vittoria ha un sapore molto piu' dolce. Vedi quei colori muoversi su un prato verde e stai bene, non importa se gioca Eder o se sgambetta un bimbo di dieci anni, se avanza palla al piede Palombo o un Primavera, la magia e' la stessa, e' un amore inestinguibile e fortissimo ma discreto, che non si vanta di quel che ha vinto e che ricorda anche, e con una soddisfazione che non e' rovinata dal rimpianto, quel che stava quasi per vincere, che vuole giocarsela sempre e ovunque senza che una sconfitta "cambi nulla nell'intimo nostro", che rispetta avversari, arbitri e regole e vorrebbe essere sempre rispettata, che si diverte a giocare a questo bellissimo gioco e a portare un messaggio di pace e di fratellanza in Italia e in Europa. Grazie Mantovani per quello che hai saputo fare di quello che hai trovato nel '79, grazie per quello che ci hai dato, e' parte di noi e di come affrontiamo la vita, e non parlo dei sette trofei che brillano in sede e che ornano i nostri sessantanove anni di vita, parlo di ben altro, di qualcosa che li ha resi possibili ma che vive indipendentemente da essi.

19 maggio 2015 - MODULO PER TOGLIERE L'AMICIZIA A MAURO OTTONELLO
Io sottoscritto ...................., nato a .................... il .................... e residente a .................... in via ...................., nome Facebook ...................., decido di togliere brutalmente e definitivamente l'amicizia a quel bastardo di Mauro Ottonello per i seguenti motivi:
(si possono indicare piu' voci)
1- non mi piace la sua faccia
2- non gliel'ho mai data l'amicizia, se l'e' presa lui, di solito si comporta cosi'
3- scrive troppo e male
4- scrive poco e male
5- ha idee stupide
6- e' stupido, il che spiega il punto 5
7- ha la pancia
8- per giustificare il punto 7 usa sempre la scusa che sta facendo una cura di cortisone
9- fa rumore mentre mangia
10- mangia gli spaghetti con le mani
11- gli diedi l'amicizia, e' vero, ma quante cose si fanno senza pensare, quando si ha di fronte un bel ragazzo?
12- ha opinioni su tutto
13- ha opinioni di merd*
14- odio i genovesi; i blucerchiati, poi...
15- e' sposato e io sono in cerca
16- ho gia' troppi amici con un cognome lungo
17- i suoi commenti sono quasi sempre incomprensibili
18- sta invecchiando
19- disprezzo chi da' nomi francesi alle sue figlie (ehi, Catherine, stai brava che ora babbo ha da fare!, devo riempire un modulo)
20- non mi fa abbastanza sconto sulle ram
21- mi manda troppi sms
22- fa le orecchie ai libri
23- porta le unghie troppo lunghe
24- gli puzza la barba
25- beve
26- si crede Dio
27- fa sempre il perfettino
28- e' buonista
29- se il mondo va male e' per colpa dei tipi come lui
30- e' un ciula
31- apre le bottiglie con i denti
32- e' pelato
33- ci prova sempre con tutte, quel maiale
34- con me non ci ha mai provato, quel pirla
35- dice le cose serie scherzando e le cose stupide con tono serio
36- sospetto sia infettivo
37- ha uno strano rigonfiamento sotto l'ascella
38- parla sempre di sesso
39- adora Masha e Orso
40- rispetta il codice della strada
41- al supermercato segue le giapponesi con la minigonna
42- posteggia all'ombra anche a Natale
43- cambia l'olio ogni 10 mila km
44- non sa fare il suo lavoro
45- prima di uccidere le zanzare legge alle malcapitate i loro diritti
46- pensa che il Pleistocene sia un dolce austriaco
47- non paga i debiti
48- non fa debiti, il che forse potrebbe far luce sul punto precedente, in effetti
49- adora il das
50- non beve quando guida perche' non vuole sporcare in macchina
51- impazzisce per l'odore di benzina
52- parla sempre della morte
53- fa sempre battute su Hitler
54- mescola birra e cola
55- mangia il gelato anche d'inverno
56- suda troppo
57- ha l'iphone
58- non va mai alla messa
59- e' sempre sui siti porno
60- non crede alle raccomandate assicurate
61- ieri sera mi ha rubato la bici
62- fa finta di preferire i film d'autore
63- se la tira da scrittore
64- compila moduli da matti paranoici
65- non si offende mai
66- e' violento
67- su Facebook ti stressa, per strada manco ti saluta
68- gioca col pane
69- fa la spia
70- a nascondino sbircia
71- russa anche da sveglio
72- corregge il caffe' con la sambuca
73- non dimentica mai di usare il disco orario
74- odia le tisane
75- odia le acciughe sulla pizza
76- e' troppo peloso
77- ha un cognome assurdo
78- fa due gradini e ha il fiatone
79- l'alito sa di cipolla mista a stoccafisso
80- non zucchera il caffe'
81 - e' tirchio
82- fa strani versi quando vuole prenderti per il cul*
83- spesso fa strani versi in ogni caso
84- critica sempre il papa
85- e' un tipo distratto, ha perso pure il papa'
86- in casa usa le ciabatte
87- in discoteca fa sorrisi strani
88- va a teatro con un'opera di Ibsen sotto il braccio
89- e' meteoropatico
90- e' ripetitivo
91- e' ripetitivo
92- dopo mezz'ora a parlare con lui apprezzi rete 4
93- e' abbonato a quotidiani eversivi
94- ti guarda sempre le tette mentre parli
95- critica chi fa o guarda i fuochi d'artificio
96- controlla 20 volte il gas prima di uscire
97- d'estate tiene le mutande pulite in frigo
98- porta sempre la maglia di cotone sotto la camicia
99- fuma solo pakistano
100 - inizia sempre i discorsi con "non e' per dire, ma..."
101- stende la biancheria per ordine di grandezza e, a pari grandezza, per colore
102- non stira mai le lenzuola, ci si siede sopra mentre guarda la tv
103- si lava i denti a giorni alterni
104- millanta doti da sommelier
105- per risponderti di si' scrive 30 righe
106- esagera le sue doti sessuali
107- porta sempre lo stesso paio di scarpe
108- posta foto assurde
109- ti piomba in casa senza preavviso con scuse ridicole
110- quando va in vacanza manda ancora cartoline coi saluti
111- non fa mai sorpassi
112- balla come un mammut con problemi motori
113- aggiunge il ghiaccio a qualsiasi bevanda e poi gioca coi cubetti in bocca
114- non si mette la mano davanti quando starnutisce
115- d'estate usa calzoni di lino con l'abbottonatura da femmina
116- fa sempre stupidi giochi di parole tipo Sono vivo e vegeto / Sono vivo. E vegeto
117- si arrotonda le unghie delle mani con la limetta
118- evita i venditori di strada fingendo di telefonare e se nel mentre gli squilla il cellulare finge un malfunzionamento dell'apparecchio per evitare la figura di merd*
119- toglie la polvere dalla libreria quando non riesce piu' a distinguere i titoli
120- al bar ha sempre pezzi grossi
121- polemizza su tutto
122- eccede col dopobarba
123- cuoce i sofficini solo da un lato
124- odia le bevande light
125- Mauro chi, scusa????
La mia decisione di levare l'amicizia a questo figuro e' definitiva ed estende i suoi effetti: (e' possibile indicare una sola voce)
-solo sui social
-anche nella vita reale.
Vai all'inferno, scassapalle!

18 maggio 2015 - "LA VITA E' UN'ASSURDO CHE SCORRE VELOCE MENTRE NOI STIAMO QUI A PARLARE A VANVERA"
Woody Allen mi e' sempre piaciuto, sin dagli albori. Come regista e come pensatore. Per quel che gira, scrive, dice. Anche per la sua faccia. Genio incompreso in patria, apprezzato ma secondo me troppo blandamente in Europa. Anche discreto musicista, ma forse non e' il suo talento piu' spiccato, sebbene faccia concerti su concerti.
Dalla sua ultima intervista a Cannes (La Stampa, Il Secolo XIX) alcune riflessioni che condivido:
Lui (Allen), in ogni caso, preferisce prenderla larga e spiegare il senso della vita, che è poi che la vita non ha senso: «Checché ne dicano preti, filosofi e psicanalisti, la vita è un assurdo che scorre veloce mentre noi stiamo qui a parlare a vanvera. Segue il suo corso al termine del quale ci troveremo, tutti, in una posizione molto scomoda. Certo, la gente ha bisogno di credere in qualcosa. Primo Levi si salvò così dai campi di sterminio. Ma niente può dare le risposte alle domande che ci poniamo, nemmeno fare film».
Lei, però, a quasi 80 anni continua a non fare altro, un anno dopo l’altro... «È un modo per distrarsi e la distrazione è l’unico modo per non stare sempre lì a rimuginare su questioni angosciose tipo: chi sono io? Che ci faccio qui? Perché sto perdendo i capelli? Allora vado a vedere il baseball o un film di Fred Astaire e non ci penso. Fare un film è sostanzialmente un modo per passare il tempo».

18 maggio 2015 - ECCEZIONALE SCOPERTA PRESSO LE TRIBU' INDIGENE DI TACRE E DELL'AMAZZONIA
Baltimora, USA - 17 maggio 2015 - writed by Michael Staples, traduz. di Erminia Gatti per L'Araldo delle Scienze di Padova - In Sudamerica alcune tribu' indigene che vivono ancora oggi in totale isolamento, in particolare gli Yamomani del Venezuela e tre differenti tribu' di uomini rossi che vivono nel distretto di Tacre in Brasile, hanno cominciato da questa mattina l'abituale e complessa serie di riti propiziatori che, a detta degli osservatori e degli studiosi, sono soliti svolgere in concomitanza con l'arrivo dell'anno bisestile, da sempre considerato foriero di disgrazie e di lutti. Cio' che stupisce gli osservatori internazionali e' la assoluta discordanza temporale di questi riti, non essendo attualmente in arrivo un anno bisestile; questo ha portato a formulare diverse ipotesi, la piu' accreditata delle quali si rifa' alle antiche credenze degli Yuma del Peru', antica tribu' oggi estinta, secondo le quali anche eventi rarissimi quali un eclisse di sole o uno tsunami dovevano essere affrontati con riti e sacrifici propiziatori dettagliatamente descritti quali ad esempio la raccolta di grandi quantita' di crisantemi e di fiordaliso, da affettuarsi esclusivamente di notte e per mano di giovani vergini, con cui ornare le porte di ingresso delle case, e il sacrificio cruento di bovini e di rettili catturati esclusivamente a mani nude. Spesso questi riti vengono accompagnati da balli e da canti funebri che durano ininterrottamente per giorni e giorni. Interrogatisi a lungo su quale evento raro potesse aver determinato l'inizio di questo particolare carnevale funebre presso gli Yamomani e gli indigeni di Tacre, e' stato infine dato credito all'ipotesi del Dr. Philosteus Magnusson dell'Universita' Etnologica di Stoccolma: secondo l'insigne ricercatore, Premio Nobel 1967 per la scoperta del gene dell'emulazione nelle forme di vita superiori, a scatenare l'irrazionale e subitanea paura degli indigeni brasiliani e venezuelani sarebbe stata la rarissima circostanza che vede in Italia, da poche ore, il Genoa Cricket and Football Club sopravanzare in graduatoria generale di ben due punti la Unione Calcio Sampierdarenese Andrea Doria. Sebbene si tratti di un evento che gli esperti prevedono di durata temporanea, l'occasione e' ghiotta per poter studiare da vicino questi riti ancestrali che, soprattutto presso gli Yamomani, sono di una complessita' e di una ricchezza stupefacenti. Intervistato in serata a tal proposito da Sky England, il presidente della U.C. Sampdoria Massimo Ferrero ha detto: "Ma dai! gli Yamamay quelli della bianchera per signora? Noi di Samp&Doria siamo famosi pure li', dobbiamo organizzare un amichevole con questi ansiogeni, dai! facciamolo!!!"
( dedicato a Barbara Francesca Coppa )

17 maggio 2015 - ROSSOBLUCERCHIANEIDE
ANNO X (quello nettamente piu' frequente, finora)
-vinci un derby e l'altro lo pareggi, o ne vinci due
-arrivi davanti in classifica
-non si affronta l'argomento di chi e' piu' forte in citta', sono "miserie da squadre provinciali", e poi voi nemmeno siete di Genova, ma di Sampierdarena, siete la squadra della Delegazione, e per voi tifano solo gli immigrati e quelli del Sud, e avete la maglia dei ciclisti, noi abbiamo fatto la storia, siamo la prima squadra di calcio nata in Italia, etc.
ANNO Y (accaduto raramente)
-vinci un derby e l'altro lo pareggi, o ne vinci due
-arrivi dietro in classifica
-siete inferiori, il derby e' il derby ma la classifica conta di piu', non e' frutto di un momento, di un singolo match in cui puoi anche avere un colpo di fortuna, e' il risultato di nove mesi, e poi il derby lo avete rubato
ANNO Z (accaduto varie volte, ma non spessissimo)
-perdi un derby e l'altro lo pareggi o li perdi tutti e due
-arrivi davanti in classifica
-il derby lo hai perso, questo vuol dire che noi siamo piu' forti, che m'importa della classifica, in citta' siamo ipiu' forti e lo abbiamo dimostrato, questa e' la sola cosa che conta
ANNO W (accaduto raramente)
-perdi un derby e l'altro lo pareggi o li perdi tutti e due
-arrivi dietro in classifica
-che te lo dico a fare, siamo i piu' forti
quest'anno? ancora non si sa
-un derby si e' vinto, uno pari
-classifica incerta: se arrivi davanti, vale come per l'anno x; se arrivi dietro, vale come per l'anno y
con in piu' la particolarita', quest'anno, che sembra non avranno la licenza uefa; se cosi' fosse arrivare davanti, per loro, sarebbe come arrivare dietro, per l'Europa League, in questo caso dovro' inaugurare un nuovo anno-tipo, nel caso lo chiamero' anno u (accaduto 1 volta sola).
Non me ne frega niente, non me ne e' mai fregato niente, son beghe da cortile, ma parlarne ti da' gusto, come certe caramelle che fanno abbastanza schifo ma se apri il sacchetto te ne mangi ventidue in dieci minuti, davanti alla tivi'.

17 maggio 2015 - Un grazie tutti i giornalisti Rai e anche della carta stampata che hanno minimizzato il chiaro e grave errore arbitrale sul gol di Gentiletti (Viviano trattenuto e poi spinto). A loro chiedo una cosa: se il Barca dovesse vincere la Champions con un gol cosi' (fallo su Buffon), voi vi comporterete nello stesso modo il 6 giugno sera, vero? Senza obiettivita' non c'e' professionalita'.

17 maggio 2015 - IMMENSO SCHIFO; E SOLIDARIETA' A CARPI, FROSINONE E LATINA
Lotito, presidente della Lazio, di cui gia' scrissi il 15 febbraio e l'11 maggio, e' in teoria solo consigliere federale. In teoria l'Italia e' una repubblica fondata sul lavoro. In una telefonata di qualche tempo fa dice al direttore generale dell’Ischia IsolaVerde, Pino Iodice (Lega Pro): "Io non voglio...ho detto ad Abodi (presidente Lega di B), Andrea, dobbiamo cambia', se me porti su il Carpi, una po' sali, ma se me porti du' squadre che non valgono un caz**, noi fra du' anni tre anni nun c'avemo piu 'na lira." (fonte: file audio di repubblica.it)
Ma vengono promosse in A le squadre che a fine anno hanno fatto piu' punti o quelle che stanno bene a Lotito? Dobbiamo cambiare, io ho fatto, io ho detto, una puo' salire (?), non guadagniamo piu'... ma certa gente con lo sport cosa cazz* c'entra??? Ve ne volete andare e lasciare in pace questo gioco invece di sporcarlo coi vostri giochetti da adulti cresciuti male?
Solidarieta' a Carpi, Frosinone e Latina. E immensa pieta' per questo immenso schifo.

16 maggio 2015 - TIRATE FUORI I SOLDI
Invito questo pessimo governo a rispettare le sentenze e a restituire immediatamente il denaro sottratto illegittimamente ai pensionati tre anni fa. Eravate in difficolta', c'erano conti da sanare, buchi da riempire (causati chissa' da chi, eh) e invece di mettere una bella tassa patrimoniale o di tassare le rendite da capitale piu' di quelle da lavoro avete deciso di colpire ancora una volta i pensionati, pure quelli con 1500 euro al mese che sono appena sopra il livello della fame.
Se siete incompetenti, inaffidabili e, per la maggior parte, pure delinquenti, adesso pagate il conto; cercate di trovare altri modi per far tornare i conti che trent'anni di malapolitica hanno squassato. Almeno una volta meritatevi i vergognosi stipendi, bonus e pensioni che con pochi anni di politica riuscite a raccattare per sempre.

14 maggio 2015 - Non so se l'ha detto, comunque c'e' un verbale... Se neanche possiamo basarci piu' sui verbali... Chi dovra' appurare, appurera'. Se vero, altro che dimissioni. Come ci arriva certa gente a certe cariche? Ricordate Tavecchio e Opti' Poba'? Lo stesso Tavecchio parlo' di donne handicappate nel calcio. Povera Italia. Fra l'altro il verbale dovrebbe recare la sua firma... E comunque, se venisse fuori che lo ha detto, dira' che sino al terzo grado si e' innocenti etc., che andarsene sarebbe da vigliacchi, che gli Italiani lo vogliono e solo questo conta... Solita tiritera
http://www.repubblica.it/sport/calcio/2015/05/14/news/belloli_frase_contro_ragazze-114351367/

13 maggio 2015 - CHI SA PERDERE, SA VINCERE. CHI SA PERDERE E SA VINCERE, SA VIVERE
Sono diventato tifoso Samp nel 1973; non si pensava nemmeno alla piu' remota possibilita' di poter vincere qualcosa, allora. Non esisteva il problema in noi; devo dire nemmeno adesso che abbiamo vinto un bel po' di cosette. Il nostro obiettivo era, oltre a comportarci con onore e disciplina, e a divertirci e divertire (ragazzi, e' un bellissimo giuoco), conquistare ogni anno la permanenza in serie A e, devo dire, su 27 campionati, ci eravamo riusciti 26 volte sino ad allora. Poi, nei 10 anni che vanno dal 1984 al 1994 abbiamo vinto 7 trofei fra cui un incredibile scudetto e giocato in tutto 13 finali: il mitico decennio della Sampd'oro, uno tsumani europeo colorato dei colori piu' belli del mondo. Eppure non abbiamo mai abdicato al nostro modo di essere (del tutto particolare), ne' alla nostra simpatia. E non mi pare, personalmente, di aver mai rotto le scatole a nessuno, in anni in cui avrei potuto farlo con estrema facilita' a tutti, specie a quei minorati che per anni le avevano rotte a me, in virtu' della loro malatissima concezione dello sport. Non abbiamo mai avuto politici o grandi (im)prenditori alle spalle, solo un petroliere vecchio stampo e rigoroso da cui ho appreso alcune delle cose di cui vado piu' fiero, mai posseduto tv o giornali, mai ricoperto cariche federali. Nessun santo in Paradiso. Infatti a vincere ci abbiamo messo piu' tempo, e abbiamo faticato di piu', ma vincere da galantuomini e senza rinunciare al proprio modo di fare e' stato piu' bello, sconfiggendo il predominio delle squadre di Milano, Torino e Napoli senza mai fare nulla di cui poterci poi pentire. Adesso societa' sportive-azienda che spendono 100-150 milioni l'anno (spesso senza averli), allestiscono squadre faraoniche di calciatori strapagati e arroganti e godono di aderenze assortite vincono un trofeo o due l'anno (sono attrezzatissime per farlo) e ce la menano per mesi. E quando non vincono (e magari arrivano "solo" secondi") soffrono come cani. Dimensioni aliene, per noi.
12 maggio 2015 - TI PIACE VINCERE FACILE?
La Corte Costituzionale ha deciso, con sentenza, che il governo deve restituire 10 miliardi di euro a quei pensionati cui nel 2012 blocco' illegittimamente l'adeguamento della pensione al costo della vita. Stiamo parlando di pensioni che partono dai 1400 euro quindi, almeno per le prime fasce, non certo di pensionati d'oro. Al di la' del fatto che in queste ore si odono politici vari discutere se convenga rispettare o no la sentenza (il che e' inaudito e denota un'ignoranza e un'inadeguatezza abissale, ma sapevamo gia' da che razza di gente -nominata non eletta- siamo "governati"), ci si concentri su un fatto. E' come se il governo Monti, con un trucco, avesse potuto risparmiare 10 miliardi e far quadrare cosi' conti in stato comatoso; adesso i nodi vengono al pettine e si capisce bene che senza questo mezzuccio (una legge sbagliata che se non ricordo male tutti votarono tranne Idv, Lega e M5S) i conti del governo Monti e dei successivi sarebbero stati molto meno brillanti di quello che gia' sono stati (ben poco). Facendo un parallelo col calcio, come non pensare a quelle societa' sportive (come per magia me ne vengono subito due in mente, ancora oggi in A) che per anni hanno vinto coppe e coppette e poi si e' capito perche': frodavano i risparmiatori e il fisco per cifre pazzesche; sono capace pure io di acquistare giocatori di livello con soldi rubati e vincere trofei, il punto e' che i soldi non li avevi. All'epoca il Parlamento ci ha tolto dalle tasche un pacchetto di miliardi e si e' fatto bello, adesso li restituisca e taccia, per decenza.
(img: m punto taringa punto net/)
— bevendo caffè espresso.

12 maggio 2015 - PICCOLI PARTICOLARI RIVELATORI
I campionati di calcio, nelle ultime giornate, sono sempre, di fatto, inevitabilmente falsati, senza che cio' configuri un reato. Non parlo di accordi, scommesse, compravendite, assolutamente no! Il mio discorso e' un altro e viene prima di tutto questo. Se incontri una squadra che, poniamo, e' gia' salva, questa potra' impegnarsi come se dovesse lottare per la vita? No, pur mettendocela tutta e comportandosi in perfetta buona fede: siamo umani. E' vero che spesso nel calcio giocare a mente libera avvantaggia, ma insomma... se non stai sul ciglio del burrone non puoi dare tutto quel che avresti dato se ci fossi stato, fidatevi. Si tratta di un fenomeno inevitabile; forse potrebbe essere contrastato con la fissazione, per le societa' sportive, di premi in denaro legati ai piazzamenti, ma insomma: anche se un Parma sta facendo cose enormi e nobili, e se un Napoli pronuncia frasi inaccettabili, alla fine se una squadra e' rilassata e l'altra lotta disperatamente quest'ultima ha piu' chances, se non si fa fregare dalla tensione (il che accade non di rado in verita').
Prendete il caso di Inter-Juve in programma fra pochi giorni. E' stata fissata per le 18,00 di sabato. L'avrebbero mai fissata a quell'ora di sabato, con la Juve che gioca a Madrid il mercoledi' sera precedente, se la Juve stessa fosse stata ancora in lotta per lo scudetto? No di certo, e semmai la Juve avrebbe chiesto subito il posticipo e gliel'avrebbero (giustamente) accordato. Il fatto che adesso non sia stato dato e che la Juve non lo chieda non e' proprio cristallino, perche' Inter-Juve e' importante per ben 4 squadre: Fiorentina, Sampdoria, Torino, Genoa, oltre che per l'Internazionale stessa. Quindi si sarebbe dovuto fissare automaticamente la partita la domenica o il lunedi'. Non lo si fa, nessuno lo chiede e, cosa ancor piu' grave, nessuno si pone il problema: questo non vuol dire che la Juve non si impegnera' al massimo, probabilmente vincera' pure, ma allora perche' in questo caso, che se e' diverso da altri casi analoghi per la Juve, e' invece uguale agli altri e importantissimo per altre 5 squadre, non si provvede in automatico o non ci si indigna? Rispondetevi voi, in ogni caso non e' corretto, e' come dire: tanto per la Juve conta un pochino meno meno quindi anche se riposano un giorno in meno va bene uguale dai, privilegiamo le esigenze televisive... ma Inter (che poi in questo caso potrebbe anche non dire nulla), Fiorentina, Sampdoria, Torino, Genoa non contano una beata mazza? Storture italiane. Forse a nessuno si dovrebbe concedere un giorno in piu' per le coppe, faremmo prima dopotutto.

11 maggio 2015 - SENZA REGOLE
Si consideri che i presunti torti arbitrali subiti dalla Lazio ieri sera hanno danneggiato (molto) anche la mia squadra, in ottica Europa League, sicche' dovrei essere inquieto pure io, ed in effetti lo sono, perche' comunque almeno due errori gravi pro Inter ci sono stati e perche' per la seconda volta l'Inter ha potuto giocare fuori casa 11 contro 9 e avere la meglio. Inoltre negli ultimi due mesi pure la mia squadra del cuore ha subito gli effetti negativi di diversi errori da parte dei direttori di gara, che sono costati almeno 3-4 punti: con quelli, sarebbe gia' qualificata. Si tratta di errori che in alcuni casi definire errori ha richiesto uno sforzo di fantasia, ma noi ce l'abbiamo fatta. Tuttavia non e' questo il punto, stasera.
Il punto e' questo:
1- Come puo' Lotito, patron della Lazio, dire quello che ha detto dell'arbitro Massa ricoprendo nel contempo cariche federali? E' inaccettabile. Come erano inaccettabili e vergognose le parole sul Carpi, che conosciamo grazie a una registrazione forse fraudolenta ma benedetta: in un paese civile Lotito sarebbe dovuto scappare a gambe levate per la vergogna. Davvero incredibile che si tolleri a un dirigente federale di dire certe cose. E' uno dei segni della decandenza dei tempi che viviamo, in tutti i campi. La cosa grave non e' che Lotito si creda onnipotente, la cosa grave e' che gli sia consentito fare certe cose, dal sistema e dalle persone che lo compongono.
2- I tifosi laziali, evidentemente esarcebati dall'andamento del match e dalle decisioni di Massa (che pero', come detto, in alcuni dei casi discussi ci ha invece preso) hanno contestato Farina (designatore di serie B), che era presente allo stadio, fino a quando Farina se ne e' andato col figlioletto in lacrime: contestare Farina puo' starci, se hai dei motivi (anch'io non l'ho mai apprezzato tanto, benche' non abbia nulla da contestargli ora come ora) ma farlo quando e' col figlio e' meschino, idiota, davvero stupido: si vergognino profondamente i laziali (meglio: pseudolaziali) che l'hanno fatto. I bambini sono sacri, e' che quando sei allo stadio se nella vita sei un demente li' diventi una bestia.
Lasciamo poi stare il fatto di come si sentira' domenica l'arbitro che sabato prossimo dirigera' Samp-Lazio, sapendo che Lotito e soci hanno schiumato rabbia e sono inferociti: non vorrei che a farne le spese debba di nuovo essere io, tifoso di un team il cui presidente, che magari fra un mese sbrocca, ok, ha pero' finora solo detto una cosuccia piccolina, di fronte ad alcuni scempi: vorrei piu' uniformita' di giudizio da parte degli arbitri, che rispetto e senza i quali non si potrebbe giocare al calcio.
La morale e' che: in Italia chi ha potere da' brutti esempi in serie e non si assume mai le sue responsabilita'; il sistema consente che cio' avvenga; l'opinione pubblica pure; infine, che non c'e' limite all'insensibilita' umana.

11 maggio 2015 - Sanremo 1989, semplicemente la miglior canzone, per testo, musica, voce, interpretazione, presenza scenica: difatti si piazzo' male (19esima su 24). Andate a riverdervi il podio e ridete: nei primi tre posti avrebbero meritato di finire la Casale e la Martini, ma come accade quasi sempre a Sanremo la qualita' fatica ad emergere, figurarsi poi una canzone sopraffina che parla "male" degli dei:-) in un paese pressapochista e bigotto come il nostro. Mi piacque dopo 20 secondi, la Casale pero' gia' mi piaceva, devo dire. Da tre giorni sento solo quella in loop nel tragitto casa-lavoro.
A che servono gli dei?
Siamo noi il bene ed anche il male
e la pace che non c'e'
ognuno deve coltivarla in sé.
A che servono gli dei?
Siamo noi la terra come il cielo
e la pace che non c'e'
ognuno deve coltivarla in sé.
Che vita senza qualita'
e che miseria, che tormenti
che inquinamenti...
A CHE SERVONO GLI DEI, ROSSANA CASALE
http://m.youtube.com/watch?v=I3TXKc2wGcI

11 maggio 2015 - L'omofobia è violenza, non e' un'opinione.

10 maggio 2015 - NO EXPO
Non andro' a Expo Milano 2015. Per mille motivi personali e anche per scelta di gusto, ma al di la' di tutto mi spiegate perche' dovrei andare a visitare un'esposizione che sara' completa solo ad alcuni mesi dall'apertura e a poche settimane dalla fine? O perche' dovrei aspettare qualche mese e poi, una volta completata, andare? Non ne faccio una questione di solite cose all'italiana (corruzione a manetta, disorganizzazione etc) ne' di principio. Il fatto e' che se Piero oggi va all'Expo paga il biglietto intero e vede una parte del tutto, oltre a subire gli effetti della ancora non ultimata organizzazione dell'evento: mi sembra una vaccata. Che poi fare l' expo sul tema dell'alimentazione quando ancora non riusciamo a dar da mangiare a tutti, mamma mia...(ogni anno 3 milioni di bambini muoiono per malnutrizione, tanti quanti potrebbero contenerne 38 stadi Meazza). Chi vuole comunque andare e' libero di farlo, quante volte si entra in sala a film gia' iniziato... ma io entro sempre dieci minuti prima, sorry (anche perche' oggi non ti permettono di vedere due volte il film come un tempo, questi taccagni).

10 maggio 2015 - I POST SENZA SENSO
A volte trovo post cui davvero non so dare un senso, l'ultimo oggi. A parte i miei, intendo (...). E non ritengo che la causa sia la mia incapacita' di dare ad essi un senso, quanto la loro assoluta, nativa e irrimediabile insensatezza, mi spiace per i fan della modestia o del bon ton ad ogni costo. Generalmente sono post in cui si offende qualcuno, spesso un personaggio noto, e l'offesa e' non motivata. Spesso seguono commenti ancor piu' confusi, al limite del suono gutturale, da parti di svariati utenti. Molte volte l'offesa e' inquinata da quell'esprit omofobo, sessista o razzista che fa tanto coglio*e.
Posso capire se ce l'hai con qualcuno e se spieghi perche', ti posso anche passare i toni sopra le righe e anche qualche offesa purche' motivata e pertinente (es: dare del delinquente a un condannato in terzo grado non e' fine ma ci sta, dare dello sfascia-costituzione a chi scrive l'Italicum pure, e' sacrosanto diritto di espressione). Io apprezzo l'immediatezza di Facebook, tuttavia penso che ogni tanto occorra dare una pulitina al filtro sito tra cervello e lingua (in questo caso, mano che digita), sempre che il filtro stesso non risulti inoperoso causa assenza di uno dei due hardware fra i quali dovrebbe mediare, in questo caso pensavo al cervello.
Curioso e' poi notare come, alla insensatezza di uno corrisponda la tacita approvazione di molti o addirittura la loro esuberante adesione; nessuno che dica che cosa cacch*o stai scrivendo; questo e' ancora meno spiegabile, perche' l'errore del singolo ci sta, l'abbaglio della massa dei pecoroni molto meno.

09 maggio 2015 - 3800,00 EURO AL MESE E NON SENTIRLI (+ AFFITTINO)
Renato Mannheimmer (famoso sondaggista) ha frodato il fisco (non evaso, frodato). Beccato, ha perso il lavoro in Rai, ha confessato, si e' pentito, il giudice gli ha creduto, ha restituito tutto (?) cioe' 6 milioni di euro, adesso vive bene, dice, senza pesi sulla coscienza: buon per lui. Ammette di essere stato scemo, pollo e ingordo: perlomeno sa fare autocritica. Galera zero e denaro restituito solo perche' beccato, notare prego.
Adesso, dice, non guadagno piu' nulla: nel 2014 reddito 0 euro. Leggo e penso: curioso, vivra' con quel che ha risparmiato, oltre ai citati 6 milioni. Continuo a leggere questa intervista surreale e, ah, dimenticava: non incamera nulla a parte l'affitto di un immobiletto che ha (allora non e' vero che non ha incassato nulla l'anno scorso...). Mi mantierne il mio inquilino, dice. Ha ancora voglia di fare dello spirito, meglio per lui. Ah, dimenticava ancora, ha anche la pensione da professore universitario, perbaccolina. Quanto? Mah, 3.800 euro. Con quella io campo, dice...
A parte il fatto che con 3.800 euro al mese non si "campa" ma si vive (con 800/1.000 euro si campa), leggendolo mi e' rimasta come l'impressione di una leggerissima presa per il cul*, magari involontaria, ma sempre presa e'. Oppure fa parte di quelle persone che sono fuori dalla realta', che non sanno quanto vale il denaro e cosa fanno le persone normali per vivere e guadagnare 1.000 euro, senza contare quelli (tanti) che un lavoro nemmeno l'hanno: una di quelle persone insomma come se ne trovano tante tra i parlamentari. Certo, posso capire che dopo aver restituito 6 milioni (rubati alla collettivita', ricordiamolo), con meno di 50.000 euro l'anno ti ci togli giusto i piccoli vizi, tipo le sigarette e la cenetta fuori. Ma pensare che ti leggeranno in tanti dovrebbe aiutarti a non sparare emerite boiate quando rispondi alle domande della stampa: che so, dissimula, cambia discorso, non mettere in piazza i tuoi redditi attuali, poteva bastare l'accenno alla frode e al pentimento, gli ingredienti per l'happy end c'erano tutti, qui invece e' come se alla fine Cappuccetto Rosso ti menasse per il naso dicendo che tanto il lupo era vegetariano e lei lo sapeva fin dall'inizio. Comunque bella intervista, lunare.

09 maggio 2015 - ALTRE PICCOLISSIME NEFANDEZZE DI FACEBOOK Emoticon smile
Quando vado in Home, Facebook ci tiene davvero tantissimo a farmi vedere le "notizie principali" nascondendo le altre, tanto che spessissimo devo scegliere l'opzione "piu' recenti" in Notizie prima di leggere... E' come la mamma, decide per te e se non ti va ti attacchi al tram, ma almeno la mamma lo fa per amore, non che cio' possa giustificare le peggio nefandezze genitoriali, ma costituisce almeno una valida attenuante. Non capisco perche' dovrei basarmi su quel che Facebook valuta come principale, e' piu' logico poterle vedere tutte in ordine cronologico queste cavolo di notizie, saro' io a decidere cosa mi garba e cosa no, d'altra parte se la qualita' di "principale" viene applicata sulla base di parametri quali il numero di commenti o di mi piace il criterio e' risibile; se fosse applicata dopo una lettura del testo o uno scan delle parole significative sarebbe assurdamente soggettivo; se fosse basata su altri fattori quali la popolarita' del tema o dei termini usati patologico. Io dico: se setto un'opzione e non la tocco, lasciala stare, no? Niente da fare, ogni volta la mamma ci riprova e ogni volta io garbatamente la mando dove sa.
Anche quando scorro il mio diario in cerca di quel che ho scritto un mese fa e non trovo quel che cerco devo ricordarmi che Facebook decide cosa evidenziare e cosa no fra i miei aggiornamenti di stato... Nasconde a me stesso i miei post, questo e' davvero incredibile, mi sembra di avere a che fare con un bambino dispettoso. Penso che tutti cio' valga anche per chi dovesse scorrere il mio diario alla ricerca di un determinato delirio, e davvero non capisco... Perche' complicare la via anche al mio psichiatra che cerca di capirci di piu'? Lasciali tutti in ordine di data, mi pare non sia difficile; se ti reca proprio noia caricare tutti i contenuti, e ti capisco, raggruppali per mese con opportuno menu, vedi tu...
Ricordatevi che Zuckerberg avra' anche creato Facebook per geniale intuizione pura (onore al merito), ma alla fine e ormai non fa tutto questo per farvi socializzare, ma per darvi notizie e rifilarvi pubblicita', se non per farsi un po' di fatti vostri, sempre con finalita' commerciali, non certo guardonesce pure, suppongo. Quindi il servizio pare gratis ma non lo e', e' comunque godibile ma se lo usi e sei consapevole di tutto questo. Un uso consapevole ci permette di comunicare, cazzeggiare, migliorare (o peggiorare), un uso inconsapevole ci illude e ci espone a manipolazioni emozionali.

09 maggio 2015 - DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE
Verdini e Boschi (laurea in scienze politiche, dottore commercialista, senatore, inchieste e processi variegati lui; laurea in giurisprudenza , in politica dal 2008, deputata da due anni lei) scrivono l'Italicum, una legge chiaramente anticostituzionale che Mattarella firma in quattro ore, il tempo di leggerla: piu' veloce e piu' silenzioso di Napolitano, quindi migliore. Questa legge, assieme alla riforma del Senato che lo trasforma in una Camera di nominati, ricalca esattamente quel che fece Mussolini agli albori, fatti i dovuti paragoni. Verdini fu inoltre fautore del patto del Nazareno: davvero incomprensibile come sia possibile in una democrazia che due leader firmino un accordo che non viene reso pubblico. La Costituzione viene modificata senza seguire la procedura prevista e da due persone che non hanno nemmeno lontanamente le competenze per riscrivere una Carta redatta dopo quasi due anni di confronto (e non a colpi di maggioranza) da personaggi un filo piu' ferrati. Basta una laurea in giurisprudenza per divenire Ministro per le Riforme Costituzionali? Affermativo.

06 maggio 2015 - ALTRE NUMEROSE E IMPREVEDIBILI MERAVIGLIE DAL MONDO FACEBOOK
Capita che un perfetto sconosciuto scriva una caga*a immane su Facebook, oppure che dica alla tv o alla radio qualcosa di immensamente stupido o che faccia una pirlata mondiale; diventa famoso tutto d'un botto, l'Italia lo sbertuccia in lungo e in largo, quello si prende paura, nemmeno esce piu' di casa e cancella quel che ha scritto o addirittura l'intero account Facebook, Twitter etc.: cioe' si suicida virtualmente. E' successo due volte negli ultimi mesi. Non parliamo poi di quei geni che prendono malattia sul lavoro, vanno a sciare e postano le foto: vengono beccati all'istante e si meravigliano di come cio' sia stato possibile; o di quell'americano particolarmente astuto che, ricercato dalla polizia, ha messo "mi piace" alla propria foto su un sito che pubblica foto di criminali e cosi' e' stato individuato e arrestato; o di quella veterinaria appassionata che, a meno che la notizia non fosse una bufala, ha colpito con una freccia un gatto uccidendolo e poi ha postato la foto per vantarsi dell'impresa col risultato che l'hanno licenziata, o di quelli che ti dicono che purtroppo non possono venire alla tua bellissima festa di compleanno perche' si sentono malissimo e poi nelle stesse ore sono in piazza a far gli scemi con una bottiglietta di birra semivuota, l'occhio fisso e il sorriso sghembo, e ovviamente documentano l'impresa sul social con un bel selfie, o di quelli (e' successo spesso) che rubano la bici al vicino e poi cercano di venderla su E-bay o su Facebook e puntualmente finiscono al fresco, o infine di quelli che, in pieno parossismo warholiano, postano tre volte lo stesso identico commento (ansia da prestazione) e poi danno la colpa a internet (una volta l'ho fatto anch'io ma erano solo due volte e avevo ragione io:-) oppure rispondono sempre e solo con emoticon, orsetti o cuoricini anche se domandi loro quanto fa 3+6 (sindrome dell'icona).
Ho gia' detto che se elimini quelli che cercano di piazzare un cane o un gatto, quelli che lo cercano perche' lo hanno smarrito, quelli che lo postano perche' ha fatto un'impresa o una cosa buffa, quelli che cambiano l'immagine del proprio profilo 54 volte al mese, quelli che ogni sito che visitano e' da condividere subito, quelli che rivogliono il duce, quelli che non vogliono Renzi, quelli che la Juve e' forte e quelli che la Juve ruba, quelli che poveri immigrati e quelli che bombardiamo i barconi, quelli che pubblicizzano qualcosa, quelli che commentano una serie tv o sognano vacanze esotiche, e infine quelli (rompiballe) che fanno l'elenco di quelli che fanno 'ste robe sui social e magari ci fanno sopra pure un post(...), resta ben poco: giusto quattro o cinque sfigati che se la tirano. Facebook attira anche per questo, dai!
Interessante e' poi l'uso di Facebook da parte dei geni del pc: riescono a iscriversi la prima volta dopo 314 tentativi e dopo 98 telefonate all'amico piu' scafato, cosa faccio adesso, cosa rispondo, dove clicco, dove vado, non mi prende la password, etc.; si loggano la prima volta e poi basta, perche' il pc, che e' piu' intelligente di loro, la ricorda ad ogni ingresso e non la chiede, cosicche' quando devono ridigitarla, magari dopo tre mesi, non la ricordano e allora, disperati, cominciano a percorrere la via crucis del non ricordi la tua password? clicca qui (credetemi, e' una via senza ritorno); se partono per le vacanze senza pc non si connettono per quindici giorni perche' pensano che il loro facebook sia sul loro pc rimasto a casa; si lamentano della mancanza di riservatezza del social di Zuckerberg e poi settano a capra le impostazioni cosicche' la loro foto riservata viene visualizzata da tutti gli abitanti del pianeta, mentre se hanno qualcosa di rilevante da dire non li ca*ano nemmeno gli amici e i parenti stretti, e dire che un like oggi come oggi non si nega a nessuno. Podio anche per quelli che, non riuscendo piu' a entrare in Facebook, se tu chiedi ma che user e password hai ti dicono che loro sono sempre entrati senza averne una e si inca**ano se osi mettere in dubbio questo dogma.
Un fatto interessante e' poi quello della lunghezza di quel che scrivi: meno scrivi piu' sei intelligente, pare (in base a questo criterio io sono un idiota perfetto). E' vero che molti di noi usano FB dallo smartphone, e quindi si trovano nella condizione di dover digitare con l'ausilio di un microscopio elettronico; in questi casi tendi per forza ad essere conciso, se Dante avesse dovuto scrivere la Commedia su uno smartphone sarebbe uscito molto prima a riveder le stelle, e questo lo capisco, pero' dubito che la causa sia solo questa, perche' dopotutto molti si connettono da pc e non vedo in giro discorsi granche' elaborati, tranne qualche eccezione. Per farla breve se arrivi a tre righe sei un letterato, se giungi a cinque sei sospetto, se superi le dieci e' evidente che ti senti solo, se superi le venti stai copiando, se superi le trenta sei uno scassapalle. Dovendo postare con lo smartphone, fra un impegno e l'altro, coi figli che strillano, il capo che fa la ronda, il vigile che ti addocchia, la moglie o il marito che ti stressano, il cane che abbaia e vuole esser sceso per pisciare, il postino che suona alla porta con la raccomandata in mano e tre secondi dopo e' gia' a 500 metri e la pentola sul fuoco, ci sta che si sia piu' portati a condividere un aforisma o una foto piuttosto che a impostare un romanzo di formazione, e ci sta che ad un'amica che sconsolata ci racconta le sue disavventure emozionali (ha voluto pagare alla romana!) si tenda a rispondere alla Topo Gigio con un "ma che cosa mi dici mai" o piu' prosaicamente con un "che stro*zo", piuttosto che lanciarsi in brevi saggi sulla fenomenologia del maschio che ti invita a cena e in pochi minuti, poveraccio, deve capire, menu alla mano, se dopo tu ci starai e allora primo secondo dolce e vinello oppure se farai la suora max bacetto sulla guancia e allora margherita, coca cola e andare.
Naturalmente molti sono quelli che scrivono solo tre sillabe perche' oltre si incasinano e allora, per evitare di dichiarare guerra alla Svizzera senza volere o per non rischiare il carcere con un clic si fermano ad espressioni gutturali tipiche del Pleistocene o a due o tre emoticons che fanno sempre colpo e ti fanno sembrare figo e nativo digitale; al massimo, se proprio quel giorno si sentono pulsare la vena come Tolstoj mentre butta giu' il plot di Guerra e Pace, si spingono fino alla seconda riga con occhiatina sulla terza dall'alto pero', senza sporgersi troppo, e gia' chi li legge suda freddo e pensa adesso cosa rispondo a questo intellettuale per non fare la figura del cretino che non sa mai cosa dire?
Complicatissima e' infine la situazione che ti si presenta davanti quando, magari in pieno abbiocco del dopocena, compare davanti a te, nella home, un post di Piero che condivide un post di Luca e che tu visualizzi senza conoscere ne' Piero ne' Luca ma solo in ragione del fatto che tutto questo malauguratamente piace a Simone, che figura tra i tuoi amici: non sai che fare, ignoro, metto mi piace, commento (ma spesso non puoi fare ne' l'una ne' l'altra cosa -la struttura di Facebook e' piu' complessa della gerarchia feudale dell'Alto Medioevo), elimino per sempre le notifiche di questo tizio dalla mia pagina, segnalo, poko, sparo una faccina, alla festa secondo te mi si nota di piu' se vengo o se non vengo? E che dire di quando spunta come un fungo la pubblicita' della banca che ti regala un tablet se sei nato a maggio (altrimenti sono ca**i tuoi), della societa' che ti assicura di sapere perfettamente come far fruttare i tuoi miseri risparmi, della finanziaria che ti propone di farti incravattare con un bel prestito di 50mila euro che, assicurano, concedono in 24 ore senza busta paga anche ai protestati (beli* allora sei scemo), dell'agenzia di viaggi che ti ipnotizza la pupilla con immagini paradisiache di spiagge fantastiche e femmine seminude e sorridenti, della casa automobilistica che si chiede stupita, fra le righe, cosa diavolo aspetti a cambiare auto dato che sono gia' due anni che hai la stessa, poco importando il fatto che le relative rate finira' probabilmente di pagarle tuo nipote.
Alla fine affrontare tutti questi problemi e risolverli, anche se spesso ad capocchiam, ti fa sentire vivo, parte di un tutto, socialmente rilevante, connesso col mondo e con te stesso, tremendamente figo, insomma "giusto" come non ti sentivi da tanto, forse da mai.
(scusate la lunghezza ma avevo fretta)

03 maggio 2015 - UFFA
Congratulazioni per lo scudetto, la vostra rosa e' la piu' forte. Roma, Lazio e Napoli ci hanno provato ma globalmente, anche prescindendo da certi episodi, non si sono dimostrati alla vostra altezza, nell'arco dell'anno. Ma imparate a contare: sono 31. Sarete piu' simpatici, e piu' precisi. Se non riconoscete la giustizia sportiva italiana, perche' partecipate al campionato di calcio italiano? Allora la domenica perche' non schierate anche i giocatori squalificati? Un po' di buon senso per favore. I dirigenti che compravano le partite li avevate soprattutto voi, purtroppo per quanti di voi odiano le truffe. Riesco bene a immaginare quanto sia urticante scoprire che un tuo dirigente bara per anni e in maniera cosi' sconcia: io non ci dormirei la notte. ‪#‎juventus‬ #31 ‪#‎moggi‬ ‪#‎giraudo‬ ‪#‎mazzini‬ A me non piace parlare sempre di Calciopoli, mi ha fatto male: sono stato preso per il cul* per anni come tifoso e spettatore. Ma questa storia dei 31 ha rotto le scatole e ormai fa ridere, pur rimanendo noiosa.

02 maggio 2015 - @ M. P. E.
Adesso che hai incredibilmente e unilateralmente tolto, dal MIO diario, il tuo post di un'ora fa, ti dico chiaramente alcune cose:
-il fatto che tu poco fa abbia rimosso tutti i post con i nostri scambi di opinioni di ieri e oggi (su temi quali i centri sociali, il duce, il razzismo, gli incidenti di ieri a Milano per l'Expo, il servizio militare e quello civile, gli immigrati, Travaglio, etc) comprensivi anche degli interventi di altri utenti e dei like dimostra chiaramente che qualcosa di quel che hai scritto ti preoccupa o ti ha fatto riflettere; si tratta comunque di un'azione scorretta e brutta, non so perche' stai su FB se dopo un po' di normale scambio di idee ti scaldi, offendi, togli l'amicizia ed elimini i post; hai detto che Facebook non e' posto per persone come me (!) ma francamente penso che quello piu' fuori posto sia tu, alla luce di quel che e' successo;
-il fatto che tu abbia anche tolto il post di un'ora fa che hai scritto direttamente sul mio diario, con relativi e successivi commenti miei e tuoi, lo considero un'offesa personale, oltre ad essere una cosa parimenti brutta e scorretta nei confronti miei e di tutti i nostri amici, lettori etc.
Ricorda che internet ha comunque memoria di tutto, nulla va perso...
Erano cinque o sei anni che non mi capitava di discutere di vari temi con una persona (che pero' a differenza di te non conoscevo nella vita reale) che poi in fretta e furia fa sparire tutto. Ed e' la seconda volta in assoluto da quanto esiste internet.
Tutto questo non ha niente a che fare con facebook, espressione di opinioni, confronto, democrazia.
Buona giornata.

02 maggio 2015 - SEX 4 MOBILE
Tu navighi e magari sfiori un banner pubblicitario (su smartphone e tablet e' facilissimo che possa accadere dato che ti muovi in 2 centimetri quadrati): subito ti viene attivato un servizio non richiesto a 5 euro a settimana e subito ti vengono rubati 5 euro. Non puoi accorgertene: non ti viene detto nulla ne' chiesto un si' via web. Un sms ti avvisa del furto dopo che e' stato commesso. Se chiami il tuo operatore di telefonia mobile ti accorgi che esiste una voce del menu dedicata a chi vuole disattivare servizi di suonerie etc. Attivati, ripeto, di nascosto. Perche' gia' attivare un servizio dopo aver ottenuto un clic via web e' opinabile; farlo cosi' e' un furto. Quindi l'operatore telefonico e' complice di questi ladri e lo Stato fa da palo. In questo caso erano sex4mobile (il truffatore morto di fame) e Tim (il complice). Ma tanto tutti gli operatori sono della stessa pasta: alti prezzi, customer care zoppicante, via libera alle truffe.

01 maggio 2015 - RAZZISTELLI DA QUATTRO CENT
Sono perfettamente d'accordo con chi fa notare che chi e' contrario all'Expo e decide bonta' sua di manifestare il suo dissenso sfasciando qualcosa dovrebbe evitare di prendersela con i negozi di commercianti che si alzano alle 5 di mattina per pagare il mutuo o con le auto di poveri cittadini squattrinati o con i beni pubblici e gli arredi urbani: se ce l'hai con la politica, poniamo, prenditela con la politica, non serve sfasciare una vetrina, anzi e' stupido e dimostra che sei un po' vigliacco, eh gia': facile sfondare un'auto in sosta, meno facile puntare ai veri responsabili dello sfascio... Occorre pero' considerare che fra chi alza le mani e' spesso dura trovare cervelli operativi (vale anche per le divise quando si "gi-ottano"): da una rapa non cavi molto sugo.
Ma (c'e' sempre un ma) davvero mi fanno schifo tutti quelli che via facebook o in altri modi istigano alla violenza ("a quelli sparerei" "questi altri ai forni" etc): pensano di essere migliori di quelli contro cui si scagliano (teppisti, zingari, immigrati) invece sono solo infinitamente peggiori: fanno tenerezza, da quanta pena fanno. Rendono immediatamente giganti quelli con i quali ce l'hanno, tanta e' la pochezza e indegnita' delle loro parole: stupidotti che non conoscono la storia e la cui lingua ha ottenuto ferie perenni dal misero cervello.

30 aprile 2015 - BUGIARDI
Tu ricordi quel che Renzi e, in minor misura Boschi, hanno detto nei mesi passati su legge elettorale, riforma del Senato, etc. E poi lo confronti con quello che dicono e fanno adesso e non puoi che concluderne che sono due grandi bugiardi. O hanno cambiato idea, da bianco a nero, su tutto e in poche settimane?
Renzi e' anti-democratico. Come altrimenti definire chi mortifica il Parlamento e lo confonde col governo, abusa di decretazione e fiducia, disprezza le istituzioni, non accetta il confronto che e' l'essenza della democrazia, fa approvare con fiducia e ricatti una legge che la cosiddetta legge truffa del '53 al confronto era equa, tratta con arroganza chi dissente, non accoglie suggerimenti? Oppure ha solo sbagliato nazione?
Renzi non sa governare. Per farlo deve porre la fiducia ogni due minuti (42 volte in 14 mesi), in pratica ricattare i deputati: o voti si o io sciolgo le Camere (si sente Presidente della Repubblica...) e, sottinteso ma chiarissimo, alle prossime elezioni non ti rinomino: e alla poltrona, al vitalizio, alle prebende chi non tiene? O adora sentirsi circondato dalla fiducia di amici e colleghi?
Renzi sta cambiando la Costituzione senza seguire la procedura corretta per farlo e la sta violentando. O ha sbagliato libro?
Renzi non sta risolvendo uno solo dei veri problemi urgenti di questo paese.
Renzi e' premier senza essere stato eletto. Nemmeno e' deputato. Al massimo sindaco. Ma ha preso il 40 (del 60) alle europee, cioè il 24, quasi senza avversari.
Mattarella ha 10.000 ragioni per non firmare la legge elettorale di merd* detta Italicum: una sua firma sarebbe un errore colossale e imperdonabile, la certificazione definitiva dell'inutilita' del suo ruolo e della sua perfetta sovrapponibilita' con Napolitano, il peggior presidente da quando sono nato. Tranquilli, firmerà.
— guardando Servizio Pubblico.

30 aprile 2015 - LA COSTITUZIONE LA FACCIAMO CAMBIARE ALLA CARLASSARE O ALLA BOSCHI? ALLA BOSCHI.
Lorenza Carlassare (giurista, costituzionalista, professore di diritto costituzionale: collega della Boschi, insomma...) stasera a Servizio Pubblico e' stata chiara e perfetta. Esaustiva, ha detto cose non discutibili. Chi ancora non sapeva cosa sta succedendo in questi giorni adesso lo sa; se non lo ha capito e' renziano o idiota. Purtroppo per molti la Costituzione e' quando vai in questura e racconti quel che hai fatto. — come uno che non ha detto tutto ma quel che ha detto e' vero.

30 aprile 2015 - BOMBA CARTA TORO - JUVE
1999: Samp Bologna sospesa per lancio di arance e rubinetti (due o tre). Nessun ferito. SEI turni di squalifica al CAMPO (campo, non curva).
2015: Roma Napoli due striscioni irriverenti nei confronti della mamma del ragazzo ucciso: DUE turni alla CURVA.
2015: Toro Juve vari fumogeni e una bomba carta lanciata da settore Juve su tifosi Toro, 11 feriti: DUE turni alla CURVA, e la Juve annuncia pure ricorso.
I conti sapete farli (i bianconeri no in verita', dato che parlano di 33 scudetti)
Le solite dinamiche: la pulce la schiacci senza rischi, con l'elefante ti prendi le giuste cautele.
— perplesso.

29 aprile 2015 - FORSE ERA SOLO UN TIPO STRANO
Due sere fa al supermercato penso di aver incrociato un pericoloso assassino: giovane, alto, corpulento, capello mosso e unto, eschimo, occhi da killer, fronte bassa, sguardo brutto, si mordeva voluttuosamente il labbro (indizio inequivocabile) e quasi correva (sconti così alti non ne ho visti). Dopo cinque minuti l'ho ribeccato in tutt'altro reparto; mi stava tenendo d'occhio, non v'erano dubbi: può un killer essere interessato allo scaffale delle gallette di mais? Per un po' non l'ho più visto: abile a mimetizzarsi. Poi rieccolo dietro di me davanti allo scaffale degli assorbenti intimi femminili che stavo valutando e acquistando (sono io l'esperto): assassino e maniaco sessuale, dunque. Non sapevo quali intenzioni avesse: di certo aveva sete di sangue, uno così non fa la spesa, al massimo ti mette a pezzettoni nel freezer.
Se avesse colpito avrebbe reso celebre il market che frequento: immagino la gioia del direttore e della sua mamma. A killer così dovrebbe essere impedito di circolare: ti fanno dimenticare quel che dovevi comprare e poi arrivi a casa senza burro.
Può averlo infastidito qualcosa del mio abbigliamento o modo di fare? Forse il fatto che respirassi. E comunque, nel caso, gusti di mer*a! Non ha colpito, forse non ha trovato l'attimo, o l'ispirazione, deve essere uno meticoloso, meglio così, personalmente troverei oltremodo scocciante essere ucciso da un tipo sciatto o poco preciso (certo che almeno uno shampoo ogni tanto...).
Comunque non l'ho più rivisto, forse avrà pensato, schifato, che se mi avesse ucciso avrei trovato il pretesto per scriverci su un post lunghissimo (...) e avrà preferito orientarsi su qualcun altro.
Comunque aveva un bell'eschimo, di quelli che quest'anno son tornati di moda. Un pazzo attento alle mode, un verso pazzo insomma.
--
La Je Ahahahahahahah , Mauro se ti mettessi a scrivere libri, sarei la tua prima accanita fan.
A parte il modo appassionato , e la cultura notevole, che si evince dal modo di esprimerti, non riesco a far a meno di arrivare fino alla fine di ogni post. I miei complimenti

28 aprile 2015 -
Di champagne riempi una Coppa
oggi e' nata la Francesca
l'entusiasmo ormai galoppa
per la festa piu' pazzesca
salta su con un sorriso
ché ogni cruccio sia deriso

26 aprile 2015 - HOMO SAPIENS
L'Homo Sapiens, da cui noi tutti discendiamo, lasciò l'Africa
circa 125.000 anni fa e dopo varie tappe (una in Medio Oriente) giunse
in Europa 40.000 anni fa. Migrante.
Eravamo tutti di pelle scura. Poi in soli 8.000 anni siamo diventati
più bianchi perché ci siamo mescolati con altri popoli. Mescolanza.
L'idiozia e il razzismo (parenti stretti) sono giunti fino a noi a
cavallo dei millenni e abitano felici in molti esemplari odierni di
homo deficiens.
(It isn't my favourite cartoon but my daughter likes it...
— guardando Il Trenino Thomas.

25 aprile 2015 - METEOROPATIA
Non sto scherzando, ci sta che dopotutto io sia meteoropatico, piu' sul lato psichico che fisico. Evitare battute che sfruttano "patico", grazie. E' uno dei tanti problemi che a vent'anni non avevo (tranquilli, quello funziona). Non so se dipende solo dal fatto che trent'anni fa il clima era piu' socievole e invece adesso ringhia e sbava. Forse dovrei fare il Gualtierotti-Tromp (non e' una partita di calcio della serie B norvegese, e' un test per capire se uno soffre di questa patologia mica da ridere). Non penso comunque sia curabile, se non con i fiori di Bach (buonanotte) o con i farmaci, quelli strong. Con tante malattie in giro figurati se si mettono a studiare 'sta roba, che pero' frantuma notevolmente l'apparato riproduttivo, fidatevi. Ps: non e' contagiosa, credo. — meteoropatico.

24 aprile 2015 - FAMIGLIE INNOCENTI
In un editoriale sul New York Times (che non e' proprio il Gazzettino di Pirinciù) Renzi, al confronto del quale l'Arroganza e' timida, osserva che "sui barconi non viaggiano solo famiglie innocenti".
Un'osservazione sommamente stupida. Intanto perche' per sapere chi ha (sacrosanto) diritto d'asilo in quanto profugo, chi no e chi e' magari ricercato, devi accoglierli tutti, rifocillarli e/o curarli,e poi vedere: una volta che sono in fondo al mare fai poco (senza contare che un paese democratico e civile deve aiutare tutti quelli che sono in difficolta' e chiedono aiuto: se un tipo sta per affogare io tendo la mano non chiedo che mi mostri la fedina penale). E anche impedire loro di partire oltre che essere utopico (non fermi un esodo, mi fa tenerezza chi fa finta di illudersi) equivale comunque a violare il diritto d'asilo dei profughi che, ricordiamolo, sono persone come noi, solo molto piu' sfortunate di noi perché scappano da guerre e persecuzioni e, per sopravvivvere, scommettono la loro vita su un viaggio in barcone stipati come sardine e alla mercé di schiavisti senza scupoli.
E poi è stupida perché nemmeno in Italia ci sono solo famiglie innocenti. E con questo? Vogliamo poi estendere il discorso al Parlamento?
— guardando il muro.

23 aprile 2015 - SPAM 2
Che poi c'è gente a cui Gaia nemmeno scriverebbe, lo fa per contratto. Figurati che fa anche gli auguri di Pasqua, quest'acqua gentile. Apposta mettono in fondo alla mail "non fare reply, è un servizio automatico": non vogliono che ti appiccichi. E ci sono tipi che pur di ricevere una mail se la scrivono da soli da un'altra casella oppure chiedono informazioni che gia' conoscono ad associazioni, enti o siti vari, oppure ancora si iscrivono alle newsletter più improbabili tipo "le ultime dal punto croce". Perché comunque apre il cuore veder cadere giù venti o trenta mail, la sera, quando si clicca su invia e ricevi: l'anima si frega le mani.
Poco importa se è la finta banca che cerca di svuotarti il conto o Luca che ci tiene un mucchio a farti sapere che ha perso 30 kg in 10 gg. (è morto per caso?): hai posta, perdinci! e la stai sbrigando! Ti senti qualcuno. Gia' il fatto di saper usare alla bell'e meglio una casella di posta elettronica ti pone in effetti su una scala gerachica di tutto rispetto in questo mondo di inguaribili analogici.
E poi ecco la mail con il metodo infallibile per allungartelo (e allora vai di righello e ti chiedi invariabilmente ma si parte dalla base o dalle bobine? perche' se dalla base allora grazie sto gia' a posto così...), il sito che ti paga lui se compri un paio di scarpe e quello che cerca di farti fesso mettendo "Re:" nell'oggetto in modo da farti pensare che si tratti di una risposta a una tua mail precedente e tu imbecille che ci caschi perche' dici non si sa mai e magari clicchi pure sul link contenuto nel corpo mail e ti infetti "abbestia" il pc e poi vai al negozio di informatica e ti lamenti dell'antivirus che e' un po' come disabilitare l'allarme di casa, far accomodare il ladro, offrirgli un caffe', aprirgli la cassaforte scusandoti se ci stai mettendo troppo e poi andare a protestare con chi ha costruito l'allarme perche' non funziona.... O quelli che ti annunciano allarmati che e' stata bloccata la carta di credito che non hai e tu comunque apri la mail perche' non ti pare bello in ogni caso che te la blocchino, e' una questione di principio. Infine ci sono quelli che non scrivono mai nulla nel campo oggetto, quelli che ti parlano di un allegato che hanno dimenticato di allegare, quelli che rispondono a una tua mail di 43 mesi fa e tu annaspi perche' non ricordi cosa minc*ia avevi scritto, nemmeno ti ricordi di aver potuto scrivere alcunche' a un deficiente di tal levatura.
Completano il quadro le milleduecento compagnie telefoniche esistenti che vogliono averti nella loro scuderia e per attirarti ti offrono mari e monti e poi quando ci sei ti trattano da mer*a secca facendo offerte nettamente migliori a chi sta con i concorrenti e ovviamente non valide per te che gia' sei con loro; i fantomatici inviti a fantomatici incontri di stampo religioso o esoterico; i mille biglietti da visita a 10 euro con pero' la pubblicita' dietro, se non la vuoi allora sono 1000 euro, il viaggio a Nairobi a soli 29 euro (costa di piu' andare dal salotto al bagno) e quelli che basta che una volta nella vita hai comprato qualcosa da loro, anche uno spillo in 33 anni, e ti massacrano fino alla morte di offerte riservate solo a te che pero' caso strano postano pari pari anche ad altri 30 mila sfigati. Ma hai posta, ti scrivono, guarda quante mail, sei qualcuno! I tuoi genitori sarebbero fieri di te, se solo sapessero cosa ca**o e' 'sto internet, come sono stupidi mamma mia, loro eh...

22 aprile 2015- SPAM
Una certa Janeen mi scrive una mail con oggetto CANADA.
Ma chi sei, ma chi ti conosce, ma chi ti ha dato il mio indirizzo. Via, nel cestino!
Adoro lo spam, ogni giorno trovi la casella piena e ti pare di avere una vita sociale coi baffi. Se poi fai l'imap e abiliti il push puoi fare lo sboron* in ufficio o all'apericena esibendo il tuo smart e sorridendo benevolo ad ogni notifica.
Invece se torni sulla Terra ed elimini le mail pubblicitarie e quelle infette ti restano due lettere: la mail della parente con richieste assurde che ti incrina lievemente le bobine riproduttive e la mail di Gaia che ti annuncia la prossima emissione di bolletta. Sempre se non sei cosi' allocco dal cadere nella trappola della mail mittente Giulia oggetto Sei stato grande ieri sera che poi la apri e ti chiedi ma io non conosco nessuna Giulia, anche se nel caso sarei stato grande, lo so.

20 aprile 2015 - 180
Stasera in gelateria. La signora davanti a me: "vorrei una coppa, gusto... bacio. Ma senza nocciole. Ci sono le nocciole?" E il marito: "semmai può non dartene..." Allora lei: "oppure gusto amaretto! Ma -chiede alla commessa: si sente, l'amaretto?"E quella: "sì." "Allora no." Come sia finita non so dire, mi sono distratto. D'altra parte anch'io, poco prima, giocando al lotto, non avevo brillato, nel chiedere su singola ruota una terna in cui il terzo numero era 180... — giocando a con "Satana".

20 aprile 2015 - A CHI FESTEGGIA DOPO LA TRAGEDIA
Ciao cara mer*accia,
hai scritto o stai scrivendo su facebook e su twitter messaggi festosi perchè 900 uomini, donne e bambini sono morti in mare, davanti alle nostre terre? Stai sghignazzando con quel sorriso sgangherato da deficiente che ti ritrovi, facendo battute con amici e parenti? Esprimi pure la tua opinione di mer*a, te lo consente l'art. 21 della nostra bellissima Costituzione. La stessa che mi permette di dire che sei una MER*A, una sottospecie di essere umano, certamente inferiore alle "bestie" e anche ai vegetali, per quanto il tuo cervello possa forse definirsi tale, sempre se le piante saranno in grado di perdonarmi questo azzardato accostamento. Oppure sei un poveretto da compatire perche' il tuo cervello un tempo operativo si e' guastato e adesso spara ca**ate contro la tua volontà? In questo caso ti compatisco, ma so che non e' cosi': sei guasto da sempre, tu, per nascita e/o per (dis)educazione; faccio un plauso anche ai tuoi genitori, certamente non del tutto estranei allo schifo che adesso sei. Naturalmente non chiedo punizioni per te, te l'ho detto: puoi esprimere liberamente quel che pensi, puoi tranquillamente vomitare sul pc il flusso appiccicoso, puzzolente e filamentoso dei tuoi complessi ragionamenti da organismo unicellulare e dimostrarci con chiarezza quel che sei, in modo da realizzare pienamente le aspirazioni di vita del tuo neurone. Né ti discrimino, assolutamente no, sono contrario alle discriminazioni di qualunque tipo: ti lascio tutti i tuoi diritti civili e politici del ca**o. Ti giudico solo, giudico te e le tue parole, giudico te dalle tue parole: te l'ho per caso gia' detto che sei una mer*a? Non ricordo.
Ti giudico e spero. Spero che la prossima volta che scriverai o dirai, essendone convinto, una cosa del genere, la tastiera ti esploda in faccia o la mascella ti si stacchi motu proprio dalla sua sede naturale, regalandoti sessanta giorni di ospedale. Non per vederti soffrire, sia chiaro, del resto io spero con tutto il cuore che i soccorsi siano rapidi, che la sofferenza sia minima e che la tua guarigione sia ottimale: tornerai meglio di prima (peggio non mi pare possibile, francamente). Ti auguro questo per il tuo bene: per darti modo di riflettere, in quei lunghi sessanta giorni. Magari un barlume di civilta' potrebbe pure sfiorarti, chissa'. E spalare quel vomito di cui sopra, liberando e ripulendo sinapsi ormai secche e ingiallite e ammalate di solitudine.

19 aprile 2015 - L'Europa e l'Italia, incapaci di adottare misure efficaci volte ad impedire questo interminabile massacro, spesso inerti tout court, sono colpevoli senza attenuanti; l'Europa e' un carrozzone burocratico-economico incapace di incidere positivamente sulle nostre vite, al massimo abile ad incidere sulle nostre tasche; l'Italia ha capacita' e peso uguali a zero virgola zero. Siamo governati da persone che dovrebbero fuggire su Marte per la vergogna.
da Repubblica.it: Strage al largo della Libia: morti in mare tra 700 e 900 migranti, solo 28 superstiti. È la tragedia più grande di sempre

19 aprile 2015 - TESTA O SOLE
Questa mattina, ore 10. ilmeteo.it: pioggia anche intensa, specie fascia 13-19 // meteoam.it: pioggia debole tutto il pomeriggio // meteoapuane.it: nuvolosita' alta e stratificata, sulla costa no acqua (semmai su appennino), migliora gradualmente nel pom. // wetterzentrale.de: no acqua // meteogiuliacci: coperto tutto il di', precipitazioni zero. // meteo.it: nuvole ma niente pioggia // Ricapitolando: 6 siti, per 2 piove, per 1 piove ma non qui, sui monti, per 2 non piove ma e' coperto o nuvoloso. In particolare colpisce il pioggia intensa e pioggia debole per intervalli di 5-7 ore contrapposto agli zero mm. degli altri.
Ero al bar davanti a un cappuccino, ho preso una moneta da 50 cent, l'ho tirata in aria: e' venuto no pioggia. Sicuro e fiero del mio 50% di sicurezza, ho ridato gas alla giornata.

18 aprile 2015 - Caselli: "Giusto pubblicare le intercettazioni, svelano gli scandali". E "La pubblicazione delle intercettazioni può svelare i cosiddetti "arcana imperii" ed è proprio questo che il potere, per legittima difesa, non gradisce". (repubblica.it di stamane)
Condivido al 100 per 100. Non te lo ordina il dottore di ricoprire un incarico pubblico; se lo fai, la tua vita pubblica e privata devono essere candide come un giglio e trasparenti come un vetro ben pulito. — in attesa che torni il sole.

16 aprile 2015 - Davvero non se ne puo' piu', l'ignoranza e l'ottusita' intellettuale e sentimentale sono due specifiche da aggiungere senza esitazioni alla famosa e sintetica definizione che Dostoevskij diede dell'essere umano: bipede ingrato. Da oggi: bipede ingrato, ottuso e ignorante.
http://video.repubblica.it/tecno-e-scienze/siri-e-omofoba-le-risposte-in-russia/197915/196954?ref=HREC1-19
da REPUBBLICA TV: Siri è omofoba? Le risposte in Russia
"Siri, il matrimonio gay è una cosa normale?". "Penso che questo sentimento sia da considerare negativo". E poi: "Siri, come posso registrare un matrimonio in Inghilterra?". La risposta: "Stai dicendo delle oscenità". Ecco cosa rispondeva, fino a qualche giorno fa, l'assistente virtuale di Apple agli utenti russi che chiedevano informazioni sulle unioni gay....

14 aprile 2015 - PUBBLICITÀ
Ma la grappa Candolini quante minch*a di bottiglie vende per potersi
permettere questo ossessivo martellante nauseante battage
pubblicitario che tracima dallo schermo di cucine e salotti?
E, restando in tema di réclame, i canali tematici per bimbi ci fanno
sapere che il formaggino Supercheese (venduto a forma di yo-yo senza
filo in gradevoli astuccetti rossi suppongo non edibili) è fatto di
latte per il 98%: a questo punto, di fronte a cotanta precisione,
facci pure sapere cosa troveremo nel restante 2.
Infine un prodotto cult per chi, avendo bimbi in età prescolare in
casa, spesso si arrabatta tra Rai YoYo, Cartoonito e network similari:
"Cicciobello Sunny". L'accattivante jingle, sul quale si
dimenano gioiosamente caramellose e innocenti bimbe istruite alle
mossette, ci fa sapere che il bambolotto su indicato "se prende
tanto sole si scotta anche il pancino e vuole solo te" nonostante
sia stata tu, incauta e irresponsabile, a provocargli quella
scottatura dopo una giornata di mare senza crema protettiva. "Si
abbronza" dice una voce in chiusura e in effetti è questo il suo segreto.
Tutto questo per dire che i pubblicitari, queste incredibili menti
baciate dal gene della più spiccata creatività, la cui mission è
spingerci ad acquistare l'invendibile o direttamente far sorgere
nel nostro inconscio un nuovo bisogno che guarda caso il prodotto
pompato sarà perfettamente in grado di soddisfare, trattano i bimbi
telespettatori come fossero piccoli idioti. Il che, se deprecabile, è
però coerente, dato che le pubblicità per adulti ci trattano parimenti
da idioti, e con ragione: pensate un attimo agli spot sul prurito
vaginale, a quelli con auto pulite che percorrono strade perfette in
paesaggi incontaminati e che poi tu, firmato il finanziamento tasso
zero (zero neuroni), ti troverai a guidare coperte di mer*a in centri
urbani infernali e perennemente in coda, a quelle degli shampoo
miracolosi, degli assorbenti con le ali e dei conti correnti senza
spese.

12 aprile 2015 - Quanta incommensurabile indegna spaventosa irrimediabile animalesca stupida vomitevole ignoranza puo' albergare in un essere umano, specie poi se foraggiata da quella terribile malattia detta religione?
Picconi, ruspe, esplosivo: così l'Is ha distrutto l'antica città assira di Nimrud
La propaganda jihadista diffonde online le immagini della devastazione del sito archeologico iracheno. "Distruggeremo tutti i simboli di idolatria"
REPUBBLICA.IT

11 aprile 2015 - SCRIVO POST, NON MANDO MESSAGGI
Uno dei limiti di FB (che ho deciso comunque di accettare) e' che se io dico "LGBT ok" il razzista omofobo che fosse fra i miei amici o amici di amici si inquieta (ca**i suoi, cmq, in questo caso: sia chiaro), se dico che odio chi non rispetta la distanza di sicurezza in auto o chi getta le cartacce per terra o chi non raccoglie la produzione intestinale del suo quattrozampe si offende quello che lo fa, se dico che il rigore non c'era si arrabbia il tifoso della squadra che lo ha trasformato, se dico che nel primo pomeriggio del primo giorno del mese incontro sempre e solo me*dacce uno che per caso ho incontrato il primo febbraio alle ore 14 e al quale nemmeno pensavo se la prende a morte, se affermo che il Parlamento e' un ritrovo di nominati non eletti e adesso pure illegittimi l'amico politico si sente tirato in causa, se parlo del conflitto di interessi il forzista fa il broncio, se penso che Salvini sia razzista il leghista ti mette nel mirino, se dico che la mariagiovanna (che non uccide) dovrebbe essere legale come l'acool o il tabacco (che uccidono) uno subito pensa ecco questo si fa di erba (come le mucche del resto, ecco perche' la mucca pazza, forse???), di vino e di sigari e vuole continuare a farlo senza rischiare nulla.
Spesso e' gente che se tu dici "i cavalli sono belli" pensa che tu sia un cavallo, cioe' sono prevenuti "abbestia"; in pratica soffrono di una patologia che potrebbe definirsi come una miscela perfetta di senso di persecuzione e di chiusura mentale: il pre-giudizio fa da ombrello, peccato che la pioggia da cui ti ripari sia la logica e il buon senso.
A volte uno scrive per esprimere un'idea che ha, non necessariamente per offendere Livio. Se ce l'ho su con Livio glielo dico in faccia, mica ci faccio un post. Se ce l'ho su con Livio e Livio ha un set di bicipiti non irrilevanti e come tipo tende ad alzare le mani anche quando gli stai simpatico, magari glielo dico in faccia cercando di non dover poi riparare la mia; se infine Livio e' un killer assetato di sangue, devo dire che mi garba un mondo quell'uomo, davvero un tipo fine ed elegante, un vero galantuomo, lo amo da morire e lo consiglio a tutti!
— affamato.

11 aprile 2015 -TENETEVI PER MANO
La pensavo cosi' nel 2008, nel 1992, e pure oggi. Chi non cambia mai idea e' uno stupido, ma non vale in questo caso.
(26/09/2008) L’amore non ha età, non conosce barriere di cultura, di ceto, di provenienza geografica. Nasce senza un motivo, a volte muore senza un motivo, illumina sempre il nostro cammino. Passeggio per Genova e ora che, grazie alla bella lettera di Lilia (Il Secolo XIX, 12/09/2008), ci penso, non incontro mai due uomini o due donne che si tengono per mano. Ragazzi innamorati, etero e non etero, cosa aspettate a seguire il vostro cuore? Mettete da parte la paura, l’amore è anche coraggio, è sguardo franco e diretto, cuore leggero e testa alta. La vita è una e va vissuta con pienezza, coerenza e libertà. Tenetevi per mano se vi amate e se vi va di farlo, cominciate da oggi, e se siete due donne o due uomini fa lo stesso: di un fiore non guardiamo la composizione chimica, ma assaporiamo il profumo e apprezziamo la bellezza. Quando lo faranno tutti, nessuno ci farà piu’ caso: sarà un gran giorno, vedervi sarà bellissimo e riempirà il cuore. Il pregiudizio è l’ombra della ragione, ma niente può oscurare la luce di chi ama con animo puro.
— nostalgico.

10 aprile 2015 -Non è la prima volta. Quelli non cambiano mai, fidatevi. Bergoglio brilla mediaticamente ma la polpa è sempre quella. Ora attendiamo la scusa "ufficiale"; sentite anche voi questo stridore tipo arrampicamento su specchi?
Vaticano, media francesi: "Accredito del nuovo ambasciatore negato a causa della sua omosessualità"
La poltrona resta vacante: la Santa sede non ha convalidato il candidato proposto da François Hollande, che ora pensa a un altro nome. A novembre aveva
REPUBBLICA.IT


8 aprile 2015 - "Quando si ama una persona non esiste il sesso, esiste l'amore." Riccardo Polizzy Carbonelli, alias Roberto Ferri di Un posto al sole. Davvero divertenti le ipocrite e retrive reazioni dei soliti genitori bigotti associati o sparsi alla storia d'amore tra Sandro e Claudio. Puerile la paura degli autori che inquadrano a debita distanza. Tutto sommato, facciamo pena come paese. Quante menti piccole, quante fronti inutilmente spaziose, quanti tremebondi e spassosi indignati. — in viaggio verso il letto.

6 aprile 2015 - Auguro a chi fa cose simili di farsi 40 mesi d'ospedale. Se ci scappa il morto di soffrire pene indicibili all'inferno in eterno. Piccoli stupidi meschini me*dosi idioti sottospecie di esseri viventi.
Roma, knockout game in un centro commerciale: grave un 16enne - Tgcom24
Il ragazzo è stato colpito al volto con quattro pugni. Identificati i tre presunti aggressori

5 aprile 2015 - To Khatuna - Happy Easter to You my dear friend. And enjoy Pasquetta. Pasquetta is the day after Easter in Italy and it is a national non-work day. In this day Italians move from the city to the country but only for a day. They love to queue up on the freeway when they come back in the evening.

5 aprile 2015 - Agnello figlio: mamma, mamma, me la compri la playstation? Dai dai dai! Mamma me la compri??? Dai dai dai!!!!
Agnello mamma: uffa... Dopo Pasqua ti compro tutto quel che vuoi.
(prob. cit.)

5 aprile 2015 - SEMPRE SUGLI STRISCIONI IN ROMA-NAPOLI
Tornando al discorso degli striscioni in Roma Napoli... Ma se io voglio offendere il mio vicino perche' tiene sempre lo stereo altissimo, e' meglio dirgli in faccia che e' un co**ione, magari davanti ad altri (rischio la denuncia, un processo, una condanna con risarcimento) o e' meglio se faccio uno striscione con su scritto "Mario quello stereo di me*da te lo devi mettere nel ****" e durante una partita lo espongo (io non rischio nulla tranne biasimo generale e generalizzato, la mia squadra penalita' e squalifiche). Per favore... se Paolo offende Luca durante la Traviata, Luca fa causa a Paolo o a Verdi? O propone di daspare gli abbonati al teatro per dieci spettacoli? Per favore, rcuperiamo il buon senso. Che deriva...

5 aprile 2015 - STRISCIONI DURANTE ROMA-NAPOLI
Non tifo Roma ma il legale della famiglia Esposito che chiede 5 punti di penalita' per la Roma, pur rifacendosi correttamente a leggi (stupide) esistenti, non capisce di fare una richiesta stupida da un punto di vista logico? Se uno o piu' idioti hanno esposto uno striscione punibile, punitelo/li. Cosa c'entra la Roma, Roma, i suoi milioni di tifosi escluso quei dieci o venti idioti? Cosa c'entrano tutti quelli (me compreso) che trarrebbero un vantaggio notevole da una simile penalità? Smettiamola di sparare nel mucchio, si abbia il coraggio di punire, se e' il caso, chi fa una cosa, non milioni di persone che non c'entrano una beata mazza. Ripeto: se un condomino del mio palazzo ruba una scatoletta di tonno al Conad, proibiscono a tutto il palazzo di fare la spesa per un mese o vanno a prendere quel tale e lo ingabbiano? La responsabilita' oggettiva e' una vaccata, molto piu' facile togliere 5 pt alla Roma che punire i dieci che habnno eventualmente fatto un cosa proibita... molto piu' facile e molto piu' ingiusto, stupido e insensato. Molto piu' calcistico. Molto piu' italiano.
— in cerca di un raggio di sole.

4 aprile 2015 - "GRATTINI" BUTTATI A TERRA
Io raccolgo da terra (quasi sempre) i "grattini" che si imbattono in me, non li vado a cercare né adotto tecniche cosi' sistematiche e scientifiche. Lo faccio per vizio; spero nel bimbo, nel distratto, nel cretino. Ne avro' raccolti 2-300 da quando ho cominciato. Due volte e' andata bene: 5 e 10 eu. Certo non lo faccio per 10 eu, punto al colpetto. Ogni volta auguro fortemente a chi lo ha buttato per terra di non riuscire a vincere mai. Siccome i cretini che sporcano la pubblica via sono tantissimi, fra poco vincero' due milioni perche' a forza di malauguri resteremo in due a giocare con qualche possibilita'... (sebbene io ne acquisti davvero pochi, magari 4 in una settimana e poi nulla per otto mesi. Curioso poi il caso del disoccupato che vince una bella sommona col grattino da 20 eu: cavolo, 20 eu da buttare in un sogno li avevi pero'! Ma se ci levate pure i sogni, giustamente... (io li tasserei, tutti sogniamo, sai che business?) Non sono ludo-patico, semmai pisco-, ma quella e' un'altra storia. http://iltirreno.gelocal.it/…/cacciatori-di-gratta-e-vinci-…

3 aprile 2015 - Perché devo invidiare una giornalista al Brasile? Perché in Italia la stampa è retriva bigotta e supina, tolte un paio di eccezioni?
Grazie Gabriela. Un bel sorriso e un gran bel cervello. http://video.corriere.it/…/79227614-d8b1-11e4-9d80-6397ff38… — confuso.

3 aprile 2015 - AL FRANKEN AL LETTERMAN SHOW
Al Franken was David Letterman's guest on Wednesday night's Late Show: brilliant performance, wonderful thoughts. I like his simply, clear and right worldview very much. An exciting interview!
Ottima performance del senatore Al Franken, governatore del Minnesota, nel salotto di Letterman: brillante, idee m-e-r-a-v-i-g-l-i-o-s-e. Una visione del mondo giusta, semplice e chiara. Entusiasmante davvero!
Un politico cosi' in Italia sarebbe fantascienza. A politician like Franken in Italy? Science fiction...
https://www.youtube.com/watch?v=zm2Gp9fGPDU

2 aprile 2015 -IL SUO PRIMO SCARABOCCHIO
Probabilmente se le avessi dato una penna in mano a 12 o a 15 mesi qualcosa sarebbe uscito comunque, quindi non posto questa foto per dire guardate come e' precoce/intelligente mia figlia che a 19 mesi butta giu' 'ste robette, non sono proprio per niente quel tipo di padre che solo lui c'ha l'enfant prodige e gli altri solamente e indistintamente bimbi in ritardo ma si riprenderanno vedrai o maleducati ma e' tipico dell'eta non preoccuparti... (lei cmq e' tutta suo padre quindi parte bene!:-)
Posto per postare, ieri ho deciso di darle una penna per la prima volta, un po' ha usato la destra, un po' di piu' la sinistra, a tratti anche la bocca e il naso a dirla tutta, quando ho posto fine all'esercizio era disperata. Non ho la foto di quel che ha tracciato su tavolo, bracciolo, braccio etc. — soddisfatto.

2 aprile 2015 (Bleu Day giornata mondiale dell'autismo) - DIVERSITA'?
Che poi ciascuno di noi e' particolare, direi perfino unico, nel bene e nel male; il fatto e' che alcuni si arrogano il diritto di pensare che il modo giusto sia quello in cui sono fatti loro e sbagliato quello di chi e' un po' differente da loro. In fondo, molte volte, e' solo una questione di punti di vista o di ignoranza bella e buona, mista a notevoli deficit educativi (esiste una giornata mondiale per i deficit educativi di omofobi razzisti e robetta simile?) Che noia se fossimo tutti uguali! Pensate, un mondo di uomini fighi come me... — cool.

30 marzo 2015 - A.A.A. CERCASI CERVELLO, ANCHE PICCOLO, PURCHE' FUNZIONANTE
Approvata giorni fa in Indiana (USA) una legge che consente ai commercianti di non servire i non eterosessuali. Il "Religious Freedom Restoration Act" permetterà a negozianti, commercianti e societa' varie di negare, per convinzione religiosa, i propri beni e servizi agli omosessuali... (sara' richiesta una prova pratica?). Commento tecnico: una gran bella me*da di legge. Che pena mi fanno certe (piccole) menti bacate. Salve, vorrei un succo di frutta. No, mi spiace, lei e' gay, non posso servirla. E perche'? Per il dio in cui credo. Ah be', allora va bene, scusi tanto e a presto. Se non mi facesse vomitare tutto cio' mi farebbe ridere. Decerebrati sarebbe dir poco. E questi son quelli che ci hanno salvato da Hitler. Clap clap al governatore dell'Indiana. Wow, che gran bella legge, che figata!
— in cerca di un supereroe.

29 marzo 2015 - ASINI CHE GUIDANO CAVALLI
Premesso che se gli esami per la patente di guida fossero roba seria e che se ci fosse una legge sull'omicidio stradale in Italia su 10 patentati attuali potrebbero guidare in 3 massimo 4 (ma in Italia la patente e' considerata un diritto assoluto, c'e' gente in giro che ha ucciso piu' volte e ancora guida), e' anni che ho quest'idea e prima o poi la realizzero'. Attacco un adesivo sul retro dell'auto con su scritto (in caratteri opportunamente piccoli): "se riesci a leggere quello che c'e' scritto qui vuol dire che hai una vista da supereroe -complimenti, gia' che ci sei puoi salvare il mondo per favore?- oppure siamo parcheggiati oppure siamo in coda o al semaforo oppure mi stai sorpassando -ecco bello, fai in fretta, levati dalle scatole e non farmi il pelo quando rientri- oppure sei un cogl***e". Odio chi non rispetta la distanza di sicurezza. Appena uno mi si appiccica, mostra impazienza, smanetta e sbuffa, accenna il sorpasso poi rientra, freme e fibrilla, io adotto il "modo" impedito: rallento e comincio ad andare a 45 e rispetto anche i segnali che non ci sono. Perche' di asini che guidano un bel numero di cavalli, davvero non ne posso piu'.
— in cerca di vita intelligente.

28 marzo 2015 - Renzi afferma che un politico indagato non deve dimettersi: è dare troppo potere ai giudici. Macaluso dice che non gli può essere chiesto prima della sentenza di primo grado. Nessuno dice che a gestire la cosa pubblica dovrebbero essere persone sulla cui onestà non vengono avanzati dubbi. E poi scusate: se il maestro dell'ipotetico asilo frequentato da un ipotetico figlio di Renzi fosse indagato per pedofilia, Renzi continuerebbe ad affidargli il figlio per 7-10 anni in attesa della Cassazione?

28 marzo 2015 - A320, OGNI ESSERE UMANO E' UN MISTERO INSONDABILE
Il fatto che un pilota possa restare da solo in cabina e chiudersi dall'interno è una gravissima falla delle procedure di sicurezza. Difatti le compagnie stanno gia' modificando in fretta e furia questa norma... Quindi i primi responsabili della tragedia dell'A320 li abbiamo: chi ha pensato e approvato questa norma idiota. Un copilota può sempre sentirsi male o può sempre "andargli insieme" il cervello, se ce ne sono due di piloti penso sia anche per questi motivi. Se poi venisse confermato che il co-pilota rimasto in cabina ha volontariamente fatto precipitare l'aereo per suicidarsi allora avremmo il vero colpevole di questa strage insensata. Non parlerei di suicidio in questo caso: non ti suicidi se ammazzi 149 persone per giunta innocenti e impossibilitate a difendersi. Sei un criminale, una feccia, non un suicida. Come quegli assassini che si suicidano col gas facendo saltare il palazzo. Se ce l'hai con il sistema e proprio devi prendertela con qualcuno prenditela con chi è sistema non con persone innocenti, adolescenti, neonati. Se invece sei solo depresso ucciditi: una scelta da rispettare, l'ho sempre pensata così. Ma se ammazzi a casaccio sei solo un assassino senza dignità, un vigliacco. Se poi venisse fuori che ad ispirarlo erano i fanatismi religiosi del cacchio tanto di moda oggi allora andremmo di male in peggio. Se le indagini confermeranno le prime ipotesi che stanno emergendo cosa si potra' dire d'altro? Se le confermeranno spero che il colpevole bruci all'inferno fra atroci dolori per millenni. Pensate per un istante a chi ha perso il marito, la moglie, il figlio di quindici anni per colpa di un depresso che può tranquillamente chiudersi in cabina e fare carne da macello di se stesso e di altri 149 quando sarebbe stato sufficiente chiedere aiuto a qualcuno oppure buttarsi da un ponte... Pensate anche ai poveri genitori del co-pilota... Non accetto i titoli del tipo "gesto di un folle" perche' quando a uccidere decine di innocenti e' un fanatico religioso gli si da' del terrorista, mentre adesso il co-pilota sarebbe malato. O son malati tutti e due o criminali tutti e due. Assodato che a una persona che in passato ha attraversato un periodo di "forte depressione" non si puo' concedere nuovamente la guida di un aereo, lo si mette in un ufficio a terra. Resta il fatto che ogni essere umano e' un mistero insondabile, anche a se stesso.
— disgustato.
Mi piace · Commenta · Condividi
Rosanna Gandolfo mauro...in questo mistero insondabile voglio credere che il suo cervello fosse completamente off e che non si sia reso conto di cio che stava facendo....aveva solo 28 anni...non lo giustifico perche ha compiuto un gesto imperdonabile ma non riesco a provare odio per lui
Ieri alle 11.51 · Mi piace
Mauro Ottonello se passa l'idea che chiunque fa cose simili e' malato addio, allora anche chi ammazza il marito o la moglie, o i figli, o un passante... se passa l'idea che quel che uno ha fatto e' talmente assurdo che il cervello per forza doveva essere off allora nessuno sara' davvero punibile... ok il cervello va per conto suo ma assassino vigliacco resti se spalmi su un monte 149 persone che si sono affidate a te e solo perche' sei depresso o vuoi fare una cosa per la quale "il mio nome sara' conosciuto da tutti", come pare disse quel tale a una ex
23 h · Mi piace · 1
Mauro Ottonello perche' se Pippo ammazza uno che conosce puo' anche avere ragioni piu' o meno serie, attenuanti, desiderio di vendetta, che se non giustificano l'atto ce lo fanno capire e lo inquadrano; e' colpevole, la paghera', ma sappiamo che c'era un antefatto, in cui magari il morto era colpevole pure lui di qualcosa, oppure di niente certo... ma cosi', che si puo' dire?

24 marzo 2015 - "Tutte le maglie di calcio hanno colori che se ti sposti in un altro paese al mondo, le ritrovi sotto altre tonalità, o sotto altre sfumature. Il blucerchiato invece è proprio solo lì, e solo quello”. Gianluca Vialli — ascoltando Biagio Antonacci.

22 marzo 2015 - MAMMA 2.0
Un altro vezzo di Feisbuk che mi piace (ehhh) e' che se tu, cercando la mitica compagna di scuola delle elementari della quale chissa' come ti ricordi nome e cognome (chissa' poi perche' la cerco, se non ci rivediamo da 40 anni una ragione forse c'e', magari perche' io ti filavo e tu nemmeno di striscio), per caso sbagli a digitare o entri anche solo per curiosita' e per 3 secondi e mezzo nel profilo di un altro o di un'altra, ebbene per giorni e giorni Mr. Feisbuk te la riproporra' ammiccante in cima alla pagina, quest'altra, fra i profili di quelli che "potresti" conoscere (o voler conoscere?).
In pratica Facebook (scusate, ho sbagliato a scriverlo) fa quello che faceva la tua mamma, e' una specie di Mamma 2.0: ti spinge a uscire dal guscio, a vincere la timidezza, e dai Filippo, su, se non vai alle feste come fai a conoscere nuove ragazze, se stai sempre chiuso in cameretta come fai a farti nuovi amici, su, dai! esci che ti fa bene, ecco bravo finalmente ti sei convinto, fai bene a dar retta alla tua mamma che ti vuole tanto bene e vuole solo il meglio per te e conosce le cose perche' ci e' gia' passata prima di te (davvero ma' anche tu nascondevi i giornaletti porno sotto lo sciacquone?), ma dove vai? con chi? quando torni? perche'? e tieni il maglione che fa freddo e hai abbastanza soldi? e hai messo il tuo gruppo sanguigno sulla custodia della patente che non si sa mai e torna presto e chiamami e stai attento a tutto e non mettere nei guai una ragazza e non ti fidare di nessuno (ca**o mamma, devo uscire e fare conoscenze o partire per il fronte?) .
Se non fosse che lo fa per guadagnare (dare un'occhiata al fatturato dell'azienda per favore) sarebbe ammirevole un tale atteggiamento, invece FB vuole farci socializzare solo per fare piu' quattrini, comunque noi stiamo al gioco, si vive una volta sola, no? E quindi quella Chiara Ca******** che io nemmeno mi ricordavo di averla sfruculiata a livello profilo adesso campeggia lassù col suo bel visino da innocentina e ogni santissima volta che mi connetto mi guarda come a dire, e dai chiedimi l'amicizia... Cosi' ci entro di nuovo, foto non male, ma informazioni zero, baby devo sapere qualcosa di te per poi ignorare quel che so di te e concentrarmi su quanto sei bella (si fa per dire, questa mi sa che e' andata di fotosciop alla grande). Che poi nel mio caso sarei sposato difatti sia chiaro che uso i social per motivi di studio (come quel tale che comprava Le Ore per aggiornamento professionale): con le chat e simili ho gia' dato e ampiamente ad inizio millennio, adesso sono in una fase evolutiva successiva, quella del matrimonio con prole, l'anticamera della sala torture lo so, ma hanno riviste interessanti e non vecchissime, poltrone comode, l'attesa non e' male e poi tanto la morte si avvicina!...
(La foto ritrae un soprammobile nel quale i miei occhi inciampano dalla nascita, ho un debole per queste cose, sapete)
— guardando La TV spenta.

21 marzo 2015 - Yesterday I liked solar eclipse very much.
Ieri ho visto bene l'eclissi di sole grazie a una maschera da SALDATORE (sai com'e' agli occhi ci terrei). Non appartengo alla categoria degli spaziofanatici, quelli per i quali se in fondo all'universo un sassetto starnutisce conta piu' di un maremoto sulla Terra, tuttavia lo spazio infinito mi affascina (veniamo da li', Eden no grazie; e forse ci torneremo presto). Insomma, con la maschera lo spettacolo era godibilissimo. Un minuto di belle sensazioni. Mi sentivo tutt'uno con l'universo. Quasi SALDATO (...) ---- Mauro and the Universe are the same thing — in cerca di ufo.

20 marzo 2015 - Lo disegno' da bambina per me. Mi piacque e basta, non feci analisi. Ma ad esaminarlo bene, mi associa a diversi elementi primari: fuoco, acqua... E poi ci sono i cuori. Il calore del fuoco, il rosso della passione. Se voglio so fantasticarci bene su.
Una volta, ma era sempre molto piccola, rispose no piangendo furiosamente alla proposta di matrimonio che per scherzare le feci.
Crescendo le cose sono un po' cambiate, il tempo vince sempre.
Se rivedo la mia vita passata, lei e' un pilastro.
Penso sia un legame indistruttibile, ma cosa e' un essere umano per poter parlare di eternita'? — pazzo.
(disegno di Bebe)

19 marzo 2015 - SOCIAL ANTISOCIALE
Riflessione su feisbuk. Perché diavolo vedersi di persona quando possiamo farlo qui? Social antisociale. Relazioniamoci ciascuno dal salotto di casa sua, posso stare in canotta ingiallita e ciabatte slabbrate mentre ti parlo con tono da giacca e cravatta e scarpino lucido a punta e tu flirtare brillante e lasciva con lo smalto sbrecciato e il pelo superfluo. Posso sbadigliare mentre scrivo che mi sturbi e tu ammiccare sexy con l'emoticon mentre guardi un posto al sole. Adoro sentirmi vicino a te standoti a debita distanza. Adoro queste forme di progresso che mi fanno sentire figo & sociale senza uscire dal buco cablato in cui freneticamente digito taggo condivido linko e mi faccio piacere il piacevole.

18 marzo 2015 - Un oggetto che hai tenuto e/o usato in casa per piu' di venti o trent'anni non e' piu' solo un oggetto. E' parte di quella casa, e' parte della tua memoria visiva, e' parte della tua vita. Parlo di un soprammobile o di un utensile o di tua madre (scherzo, altrimenti l'Associazione Mamme d'Italia poi mi chiede conto, da noi funziona cosi', viva la mamma). Quindi un coperchio che non vien piu' bene non e' un coperchio che non vien piu' bene, e' come se fosse un po' di te. Campagna in favore dell'accumulazione.
(No, Piero, non vale per le bambole gonfiabili)
Al di la' delle consuete stron**ate con cui amo infiocchettare i miei post, credo in questa cosa fermamente. E siccome sono una persona seria integro con contributo fotografico. — infastidito.

17 marzo 2015 - Un'altra putt***ata che adoro di feisbuk è che tu scrivi un pensiero e aggiungi "sto guardando Tiki Taka" e sotto allo stato ti schiaffano un megaspottone al programma. Bah. Se avessi scritto mi sto toccando il naso cosa avrebbero messo? Viva il muco che ha 435 amici e piace a 0 persone e 35 ne parlano?

15 marzo 2015 - Io non lo so se davvero Dolce e Gabbana hanno detto quelle cose, la stampa a volte va un cicinin di fantasia. Se le hanno dette, che pena, massima pena. Adoro il fatto idiota che se tu sei gay puoi dire che i gay non possono adottare o sposarsi o ricorrere alla fecondazione in vitro e tutti anziche' darti del retrivo omofobo razzista intollerante integralista ti lisciano il pelo perche' cavolo l'ha detto un gay! Un gay ha lo stesso diritto di un etero di negare un diritto naturale a un gay: nessuno. http://www.repubblica.it/spettacoli/people/2015/03/15/news/elton_john_contro_dolce_e_gabbana_per_frasi_sui_figli_dei_gay_sui_social_si_scatena_il_boicottaggio-109568823/
— in cerca di vita intelligente.

15 marzo 2015 - "...finche' morte non vi separi", vedi che l'unico modo per dar lustro al matrimonio e' metterlo in competizione con la morte?
Lo dice uno che non e' pentito: il matrimonio e' sempre un errore, perche' va contro la natura dell'essere umano. Anche gonfiarsi di birra e' un errore (sebbene non vada contro la natura dell'essere umano, ti gonfia la pancia a bomba), ma che adesso non beviamo piu' birra? Il TRUCCO e' fare l'errore piu' piccolo possibile. La vita e' un percorso a ostacoli, c'e' sempre da saltare, e finche' ti trovi di la' senza danni apprezzabili e riesci a guardare l'ostacolo che ti sei lasciato alle spalle vai alla grande fratello! Per arrivare dove? Adesso non esageriamo, feisbuk e il senso della vita mi pare come voler mettere insieme panna e bulloni. (non e' vero non bevo mai birra prima delle 1245)

14 marzo 2015 - In questo caso (vedi sotto) la foto mi piace, e pure il messaggio arci, ma non e' questo il punto. Adoro questa putt***ta di facebook per cui se linki lo stato al post di un blog ti mette una foto a casaccio di quel blog. Avra' un senso dopotutto, ce l'hanno pure il colera e le zanzare tigre

12 marzo 2015 - Molte persone in visita a casa tua chiedono di andare in bagno anche o solo per poter sbirciare nel tuo armadietto: devi esserne consapevole. Lo fanno in particolare le donne. Chissà quali segreti pensano di poter scoprire. Io le cose scottanti non le tengo li' (versione per la moglie: io non ho segreti). Comunque sbirciare nell'armadietto è un po' come buttar l'occhio sotto la gonna: vi capisco, l'occhio parte in automatico. Vi anticipo perché non voglio curiosi chez moi. Vi voglio rovinare la sorpresa. (con relativa foto)


10 marzo 2015 - Ogni tanto un oggetto, muto testimone del passato, ci flasha con un breve lampo accecante; gli ascensori una volta andavano a monetine. Sometimes an old and silent thing blinds us with the flash of its past; our parents needed some pocket money to took the lift... (Sorry for my awful English)


8 marzo 2015 - piu' che altro mettiamo al bando quei decerebrati (tantissimi) che ancora puntellano la loro misera vita sulle differenze che solo loro riescono a notare, dal basso della loro poverta' di intelletto e di sentimento

24 febbraio 2015 - Sara' eccessivo, sopra le righe, troppo esuberante ma di certo ha portato qualcosa di nuovo nel mondo del calcio, qualcosa di diverso, di MAI VISTO PRIMA. Massimo Ferrero e' un uomo che viaggia su altri binari rispetto a quelli comuni cui tutti siamo assuefatti, ecco il perche' di iniziative lodevoli e mai viste prima come quella a favore della Primavera del Parma nonche' l'invito stesso a tutti i presidenti di A affinche' facciano qualcosa per risparmiare al Parma prima squadra l'"onta" del ritiro a campionato in corso...
E poi, in vista del derby di stasera: "Facciamo una dimostrazione di fair play, facciamo vedere ai tifosi che è una partita di calcio e non una guerra, guardiamo la partita insieme! Invito Preziosi a entrare allo stadio insieme a me e a prendere posto accanto a me in tribuna."
Niente da dire. Solo: chapeau!
Quest'estate ci prendevano tutti per il cu**, Viperetta di qua e Viperetta di la', adesso cominciano a capire, sia per come sta andando la stagione, sia per quel che Ferrero dice e fa, che le loro speranze erano vane... E' questo il modo di vivere il calcio, che e' solo un meraviglioso gioco. In questo, devo dire che ha scelto bene la societa' di cui divenire proprietario, ci sono importanti affinita' genetiche di approccio allo sport.

22 febbraio 2015 - Il calcio è gioia pace divertimento e fratellanza. Unisce persone e popoli. Chi non la pensa così stia lontano dagli stadi e vada a collezionare tappi di bottiglia.

16 febbraio 2015 - Un bel pensiero del Viperetta*. Aggiungerei solo una cosa che penso da quando sono blucerchiato (1973): il derby per noi conta ma vale 3 punti e non da' mai il segno a una stagione (brutta stagione quella che ha bisogno del derby per caratterizzarsi). E dico questo pur avendone vinti di più, sia chiaro. E pur avendo visto ben poche volte a fine anno i "cugini" davanti, in quattro decenni e rotti. Ognuno coltivi le sue priorità: legittimo puntare tutto su quel tavolo, per carità! Noi siamo blucerchiati: ci svegliamo felici. 1 X 2 sono solo i tre esiti possibili di una festa.
* Testa, cuore, forza, coraggio, fiducia e tanto amore. Siamo e saremo sempre uniti, insieme con i nostri sensibili meravigliosi tifosi, e nessuno ci può mettere in discussione, neppure i risultati: 23 partite, 4 sconfitte…
Il campionato italiano è bizzarro, non solo per noi, per tutte le squadre: la mia fiducia e quella della mia società non sono in discussione, né nei confronti di Sinisa e del suo staff né nei confronti dei miei campioni (per me questi ragazzi sono pezzi di cuore e guai a chi me li tocca).
Sono sicuro di aver investito sul mercato di gennaio per il bene della squadra, per il presente e per il futuro della Sampdoria. Non sono certo le critiche a farmi cambiare idea: se sono costruttive sarò attento a valutarle con rispetto.
La serenità, la convinzione, l'attenzione, l'entusiasmo, il coraggio e l'ardore = amore per la mia Sampdoria!
Ci avviciniamo al derby a testa alta, orgogliosi di rappresentare i colori più belli del mondo. Lo sport è vita. Che vita sarebbe senza il calcio? A volte si giudicano i risultati e non le prestazioni: basta isterismi, non fanno bene a nessuno. Non fermiamoci mai sugli errori, se ci sono stati, e andiamo avanti. Lavorando le difficoltà si superano, affrontiamole uniti e convinti dei nostri mezzi. Nel bene e nel male mi assumerò sempre le responsabilità. Forza Sampdoria sempre e senza paura.
Massimo Ferrero, uno di voi.

15 febbraio 2015 - Lotito, beccato con le mani nel barattolo di marmellata da una benedetta telefonata registrata, ci svela un mondo sommerso che nemmeno le intercettazioni di Moggi. La sua difesa sara' che non e' corretto o legale registrare le telefonate. E naturalmente non si dimette ne' pensa di farlo ne' nessuno si sogna di chiederglielo, sebbene le sue vergognose affermazioni siano incompatibili al 100% con la carica che ricopre. Un po' come se, facendo i dovuti e clamorosi e nettissimi distinguo, e' ovvio (altrimenti qualche decerebrato salta subito su e mi accusa di paragonare un semplice trafficone a uno dei piu' malefici uomini mai esistiti), Hitler si fosse difeso dall'accusa di aver organizzato i campi di sterminio dicendo che chi li ha scoperti non aveva il permesso di entrare a curiosare... Giusto per dire che io mi preoccuperei di quel che ho detto in quella telefonata (non smentibile, essendoci l'audio, eh eh), piuttosto che cercare di far dimostrare la presunta non correttezza del fatto di averla registrata, altrimenti e' solo fumo per sviare l'attenzione dall'arrosto. Ma tanto nulla cambiera', la casta e' ben salda.

14 febbraio 2015- Se il MI PIACE non trova posto su Facebook, allora proprio non saprei dove, ecco perche' linko questa sezione. D'altra parte uno dei principali contributi di Facebook allo sviluppo della nostra specie e' l'avere in pratica semplificato l'infinita, stupefacente e non del tutto classificabile gamma delle possibili emozioni di un essere umano di fronte a una persona o una notizia in due categorie soltanto, mi piace e non mi piace. Voila', les jeux sont faits, o ti piace o no, e basta. Uno step cui nessuno prima aveva pensato e che indubbiamente ci arricchisce come persone, ponendoci un filo sotto al livello di una pianta d'appartamento depressa, quanto a ricchezza di espressione. La stessa varieta' che possiamo riscontrare del resto nelle scelte di abbigliamento del nostro guru fondatore Mark Zuckerberg (ha sempre la stessa maglietta, spero per lui acquistata in diverse "copie" -di backup?). Verrebbe da chiedersi: lo metti il mi piace al post di uno che ti parla della scomparsa di una persona cara o no? in quel caso significherebbe ti sono vicino o mi fa piacere che tu stia soffrendo? Secondo voi i galoppini di Mark bannano gli account di quelli che gli fanno le pulci?
http://mauroarcobaleno.blogspot.it/p/prova.html

14 febbraio 2015 - E' opinione comune che se non sei adolescente e non lo eri nemmeno quando facebook e' nato e apri solo adesso un account, dopo piu' di dieci anni, forse qualcosa non va. O magari sei a caccia... o muori dalla voglia di rivedere i tuoi vecchi compagni di scuola (???). Oppure vuoi provare a vedere se questa roba (con parecchi limiti e difetti, ciao Mark...) da 1 miliardo di utenti attivi puo' essere utile ai tuoi scopi social. Oppure dovresti farti i fatti tuoi! Tu hai mai spiegato perche' stai qua? ...vediamo come va, a prima vista mancano alcune cosette che speravo di trovare, ma forse devo cercare ancora un po'. Solo che il tempo stringe, sempre.

Matrimonio
13 ottobre 2012
pensavo fosse un contratto quinquennale con opzione per altri cinque... non c'e' mai il tempo di fare niente, nemmeno di leggere bene le clausole scritte in piccolo... tipo quella "finche' morte non vi separi". Comunque almeno in paradiso potro' darmi da fare apertamente!...


U. C. Sampierdarenese Andrea Doria, abitualmente detta Samp-Doria, per gli amici Samp oppure Doria
23 aprile 1973
nell'aprile del 1973 si ha la prima prova del mio amore per i colori piu' belli del mondo: pianti a dirotto per non essere potuto andare allo stadio ad assistere ad un Samp-Cagliari (finito poi 0-1); avevo 5 anni e 8 mesi circa...

Leggi tutto...

3 commenti:

oscar Oscar ha detto...

Voglio condividere la mia testimonianza su come ho ottenuto la mia carta bancomat BLANK che hanno cambiato la mia vita di oggi. Una volta ho vissuto sulla strada dove da cose erano così difficile per me, anche per pagare le bollette è stato molto difficile per me devo parcheggiare il mio appartamento e iniziare a dormire sulla strada di Las Vegas. Ho provato tutto quello che potevo fare per ottenere un lavoro, ma tutto è andato invano perché ero dal lato nero dell'America. così ho deciso di sfogliare sul mio cellulare per i lavori on-line in cui ho avuto un annuncio su hacker pubblicità di un Bancomat vuoto che può essere usato per incidere qualsiasi sportello in tutto il mondo, non ho mai pensato che questo potesse essere vero perché la maggior pubblicità sul Internet si basano sulla frode, così ho deciso di dare una prova e guarda dove mi porterà a se può cambiare la mia vita per sempre. ho contattato questo hacker e mi hanno detto che sono dalla Nigeria e anche loro hanno ramo in tutto il mondo in cui usano nello sviluppo di là bancomat carte, questo è vero e non una truffa che hanno help me out. per farla breve questo gli uomini che erano geek e anche esperti di ATM riparazioni, la programmazione e l'esecuzione che mi hanno insegnato diversi suggerimenti e trucchi di rompere in un bancomat con una carta bancomat vuoto. Ho fatto domanda per la carta bancomat vuoto ed è stato consegnato a me nei 3 giorni e ho fatto come mi è stato detto da e oggi la mia vita avere il cambiamento da una strada camminatore a casa mia, non ci sono bancomat vuoto questo Bancomat può penetrare perché sono stati programmati con vari strumenti e software prima che sarà trasmette voi. la mia vita ha davvero cambiare e voglio condividere questo al mondo, so che questo è illegale, ma anche un modo intelligente di vivere Big perché il governo non può fare a noi quindi dobbiamo aiutare noi stessi. se si desidera che anche questa carta bancomat BLANK voglio mettersi in contatto con il signor Wandy tramite la sua e-mail wandyhackersworld88@gmail.com

Felicia Javae ha detto...

Questo mondo è un posto crudele per davvero. Ho sofferto di problemi di unione per 9 mesi non conoscendo la mia migliore amica è stata la causa principale del mio problema. La mia storia può essere utile per voi, si prega di prendere il vostro tempo e leggere.

     Io sono la signora Felicia, mi sono sposata con mio marito per 8 anni e abbiamo un figlio di 4 anni. Il mio matrimonio è stato molto bello con mio marito perché abbiamo dove così tanto in amore con l'altro fino a quando mio marito ha cambiato automaticamente verso di me e mio figlio. Ha iniziato a tenere fino a tarda notte e si fermò la cura per me e nostro figlio
Più volte ho chiesto che cosa la questione era ma non ha mai avuto alcun motivo per il suo comportamento sbagliato verso di me e nostro figlio. Egli continua a dirmi che la sua testa è pesante e lui il suo stanco con il nostro matrimonio. Ha detto che vuole il divorzio. Ho pregato più volte e gli ricordai della nostra vita bella passato ma non ha mai ascoltato me né il grido di nostro figlio. Un giorno un mio amico è venuto in città, allora gli ho detto che la mia situazione. Mi ha collegato con un grande uomo potente chiamato Dr Okosu. Mi ha detto che questo uomo lo ha aiutato a ottenere il suo ex indietro e ottenere un buon lavoro troppo. Mi ha consigliato di dargli una prova. Ho contattato l'uomo tramite il suo e-mail: drokosu01@gmail.com
Mi ha detto che il mio migliore amico è stata la causa del mio problema. Che il mio migliore amico sta usando un fascino amore su mio marito in modo da distruggere il mio matrimonio. Ohh questo mi ha fatto davvero devastato, ma grazie a Dio che il dottor Okosu è stato in grado di rompere il fascino e entro 2 giorni il mio marito è tornato a casa e si è riguadagnato lui mi ha mostrato quanto mi amava come egli usa per. Tutto ha funzionato alla perfezione e siamo tutti vivendo ora come una famiglia felice. Alcuni giorni dopo, il mio amico è venuto da me a confessare le sue cattive azioni e chiese il mio perdono. Dr Okosu mi ha chiesto di perdonarla e così ho fatto.

Io continuerò a parlare di vostre opere buone grande uomo Dr Okosu. E possa Dio Onnipotente continuare ad utilizzare di aiutare altre persone in questo mondo.

Si prega la mia gente non soffrono in silenzio, anche voi potete anche provare questo uomo credo che avrebbe funzionato per voi proprio come ha funzionato per me. Questa è la sua e-mail: drokosu01@gmail.com

Dr Okosu è anche un bene per le soluzioni su molti altri problemi

(1) Non vuoi che il tuo ex indietro.
(2) Vuoi essere ricchi
(3) Si vuole trovare il vero amore
(4) Vuoi un bambino.
(5) Si vuole essere fortunato in tutto quello che fai
(6) Vuoi ottenere il vostro denaro perso posteriore o ottenere il pagamento dovuto.
(7) hanno bisogno di assistenza finanziaria.
(8) Vuoi avere il controllo di voi il matrimonio
(9) cura per qualsiasi malattia.
    
Contatto DR Okosu oggi e sono sicuro che non ve ne pentirete. E-mail: drokosu01@gmail.com

morgan ha detto...

Hola, soy MORGAN WEBB. ¿Necesita un medio para hacer compras en línea? Un medio por el que se puede pagar las facturas como la electricidad comprar casa cosas? Tengo mi TARJETA de cajero en blanco blanco para usted. Me siento como decir esto a la gente que realmente quiere una tarjeta de cajero automático en blanco. Hay una nueva forma de ganar dinero con una tarjeta de cajero automático llamada la tarjeta de cajero automático en blanco. Esta tarjeta ATM en blanco está programada para funcionar mal cualquier máquina ATM y cámaras CCTV. Esto le permite retirar hasta $ 10,000 diarios de cualquier cajero automático de todo el mundo. Hasta ahora he sido capaz de retirar $ 600,000.00 de varios cajeros automáticos. Pensé que es ilegal, no hay riesgo de ser atrapado. Para aquellos de nosotros que necesitan estabilidad financiera, puede obtener más información acerca de esta tarjeta de cajero automático en blanco, poniéndose en contacto con MORGAN WEBB ATM HACKERS ahora en este correo electrónico: morganwebbhack@gmail.com. Usted puede obtener esta tarjeta de cajero automático en blanco a una tasa muy inesperada baja. Envíe un correo electrónico ahora para que más detalles se pueden dar a usted y también decirle cuánto cuesta para que usted lo consiga. Un préstamo también se puede dar en un 2%.